Home > Ambiente e salute > Dentini: dai falsi miti alla prima visita – video intervista all’Odontoiatra

Dentini: dai falsi miti alla prima visita – video intervista all’Odontoiatra

scritto da: Mammacheavventura | segnala un abuso

Dentini: dai falsi miti alla prima visita – video intervista all’Odontoiatra

L’eruzione dei primi dentini è una fase accompagnata sempre da grande incertezza e tensione, attorno alla quale, tra l’altro, ruotano anche tanti falsi miti e poca informazione. A questo proposito attraverso il profilo Instagram di Mamma che Avventura ho raccolto una serie di richieste e dubbi di altri genitori che ho girato all’Odontoiatra il dott. Sergio Della Ragione nell’intervista che troverai infondo all’articolo. Di seguito, invece, ho scelto di approfondire alcuni aspetti dell’intervista che ho trovato particolarmente interessanti e segnarne i punti focali che, secondo me, è bene ricordare.


Comparsa dei primi dentini: facciamo un po’ di chiarezza

Spesso i primi dentini sono “accusati” di essere la causa scatenante di tutta una serie di malesseri di un neonato, ma sono davvero loro i colpevoli o ci stiamo imbattendo in un falso mito?

In genere, febbre, diarrea, salivazione abbondante, culetto rosso, irritabilità sono sintomi associati all’eruzione dei dentini da latte e in linea di massima queste possono essere delle reazioni plausibili dell’organismo del nostro bambino a questa infiammazione.

Tuttavia, un febbrone non può essere giustificato dall’eruzione dei denti, quella a cui si fa riferimento è una lieve alterazione che non supera i 37,5 gradi. Allo stesso modo, qualche episodio di diarrea che può provocare anche un culetto arrossato può avere “il dentino” come causa scatenante, ma sempre nei limiti di una reazione lieve che non desta particolare preoccupazione.

Una salivazione più abbondante e l’irritabilità, invece, sono segnali tipici dell’arrivo di un dentino e in questo caso munirsi di pazienza e qualche rimedio per aiutare il piccolo a sopportare il dolore.

Come lenire il dolore dell’eruzione dei denti ... continua a leggere su mammacheavventura.it


Fonte notizia: https://mammacheavventura.it/dentini-dai-falsi-miti-alla-prima-visita-video-intervista-allodontoiatra/


odontoiatria pediatrica |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Recensione del libro di Robert Kiyosaki – Fake. Soldi finti. Falsi maestri. Fake asset.


CLINICA DRM APRE LA NUOVA SEDE A CONEGLIANO


GIUSTIZIA


GIUSTIZIA


Intervista a Luca Pagetti: Coven Egidio al Perfume Factory (Cosmoprof 2017)


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Depressione post partum paterna, questa sconosciuta

Depressione post partum paterna, questa sconosciuta
Se ormai culturalmente è accettato il rischio di Depressione post partum per le neo mamme è, invece, molto ignorata l'esistenza di una possibile Depressione Post Partum paterna. Una gravidanza mentaleCosa succede nella mente di un uomo quando scopre che presto diventerà padre? Difficile dirlo, perché di fronte a certi cambiamenti così profondi ognuno di noi reagisce in maniera del tutto personale, attingendo dal suo vissuto e soprattutto dai suoi modelli di riferimento.Tuttavia, volendo rispondere in modo oggettivo a questa domanda possiamo soffermarci sul fatto che un uo (continua)

Bambini e sicurezza in casa: le regole d'oro da 6 mesi a 3 anni

Bambini e sicurezza in casa: le regole d'oro da 6 mesi a 3 anni
Cosa significa sicurezza in casa quando c'è un bambino? La risposta a questa domanda abbraccia tanti, ma tantissimi aspetti primo fra tutti l'età di nostro figlio o dei nostri figli. A questo proposito il Ministero della Salute per noi genitori ha realizzato una mini guida con tanti pratici consigli da adottare dalla nascita fino al sesto anno di età per ridurre al minimo il rischio di incidenti domestici. Puoi consultarla cliccando sul link allegato. Bambini e incidenti domestici: se impariamo a vedere il pericolo possiamo evitarloIn tema di sicurezza, mi viene difficile pensare ad un genitore superficiale, eppure, nonostante le nostre attenzioni rendere la nostra casa perfettamente sicura per i nostri figli sembra un “missione” impossibile. A questa riflessione sono riuscita a darmi una spiegazione grazie al corso Bimbi Sicuri riconosciu (continua)

Assegno unico e universale: fino a 175 euro al mese per ciascun figlio a carico

Assegno unico e universale: fino a 175 euro al mese per ciascun figlio a carico
Per le famiglie italiane il nuovo anno si apre con una novità in "casa" INPS, ovvero l'Assegno unico e universale per chi ha figli a carico. Dal primo gennaio 2022, infatti, è possibile presentare domanda per l'Assegno unico e universale che va a sostituire l'assegno temporaneo e tutte le agevolazioni e le detrazioni precedenti. l'assegno unico e universale è un sostegno economico garantito a tutte le famiglie residenti o domiciliate in Italia con figli minori a carico o con figli maggiorenni fino al compimento dei 21 anni di età se seguono un corso di formazione scolastica, professionale o di laurea; se hanno un reddito da lavoro inferiore agli 8.000 euro; o ancora se sono registrati come disoccupati presso i servizi pub (continua)

Bonus Natalizio 2021: da 50 a 1400 euro per le famiglie. Ecco chi può richiederlo

Bonus Natalizio 2021: da 50 a 1400 euro per le famiglie. Ecco chi può richiederlo
In vista delle festività natalizie arriva un nuovo sussidio per le famiglie colpite gravemente dalla pandemia, si tratta del Bonus Natalizio 2021 previsto dal Decreto Ristori bis, ma vediamo nel dettaglio di cosa si tratta. A differenza dell'assegno temporaneo per le famiglie, il Bonus Natalizio 2021 è subito salito alla ribalta dei canali di informazioni in vista degli imminenti acquisti che precedono il Natale;  tuttavia, bisogna frenare l'entusiasmo e fare un po' di chiarezza sull'entità di questo provvedimento. Di seguito, proverò a spiegare passo per passo in cosa consiste il bonus natalizio 2021, a chi è dedicato e come "muoversi" per ottenerlo. Bonus Natalizio 2021: non è un voucherA differenza di ciò che fa pensare il termine “Bonus”, questo provvedimento non prevede l’erogazione di un voucher, bensì di buoni spesa per l’acquisto di beni di prima necessità, come generi alimentari o prodotti farmaceutici.Il Governo per aiutare le famiglie fortemente colpite dalla pandemia con l’arrivo delle festività natalizie ha stanziato 500 milio (continua)

Circa 200 euro per figlio: ecco tutte le info sull’Assegno Temporaneo

Circa 200 euro per figlio: ecco tutte le info sull’Assegno Temporaneo
Per la prima volta è stato approvato un aiuto che abbraccia un numero straordinario di famiglie italiane e nonostante la sua straordinarietà l’Assegno Temporaneo è passato alquanto inosservato, al punto che il Consiglio dei Ministri ha ritenuto poortuno prorogare i termini per le richieste con validità retroattiva fino al 31 ottobre 2021 e non più il 30 settembre come previsto inizialmente. In cosa consiste questo assegno temporaneo? A chi spetta e come presentare la domanda? Di seguito troverai tutte le risposte a queste domande e molte informazioni utili per accedere a questo sussidio. L’Assegno Temporaneo per i figli minori a carico,  previsto dal decreto 79/2021, è una misura a sostegno delle famiglie che non hanno accesso ad altri sussidi per il periodo di tempo che va da luglio a dicembre 2021 – ecco perché “temporaneo”- in attesa dell’Assegno Unico Universale previsto per il 2022.Grazie a questa misura, circa due milioni di famiglie p (continua)