Home > Politica > Grillo, Bossi e i complotti.

Grillo, Bossi e i complotti.

scritto da: AndPr | segnala un abuso


 Mi sono imbattuto in questo video di Beppe Grillo stasera fra le varie notizie che mi appaiono nella mia bacheca di facebook e sono rimasto incuriosito dal titolo:"Colpito chi si oppone. Dopo la Lega punteranno IDV e noi". Lì per lì sono passato a leggere altre notizie che m'interessavano ma poi sono ritornato indietro perché incuriosito.

Grillo ancora anni fa mi aveva interessato molto per quello che diceva, ho seguito il suo blog in tempi non sospetti, ho partecipato alle raccolta firme per un Parlamento pulito (iniziativa che ritengo ancora oggi nobilissima, visto i loschi personaggi che si fregiano del titolo di Onorevole e che ancora oggi dobbiamo sopportare di vedere varcare la soglia del Parlamento) e anche quello per l'abolizione dell'ordine dei giornalisti (in effetti non capisco perché debba esistere ancora oggi questo ordine, visto anche le sue origini da risalire ai tempi del Duce e del fascismo e anche perché in fondo ci sono blogger che non sono giornalisti ufficialmente ma che sfornano centinaia di articoli di qualità nel web ogni anno).

Ho potuto vederlo dal vivo a Treviso in occasione delle Comunali del 2008, in supporto alla lista dei grillini e apprezzare questi ragazzi e il loro impegno nel proporre un messaggio politico diverso e alternativo.

Ma da un pò di tempo Grillo, devo dirlo, mi ha stufato: in fondo neanche lui ha la verità in mano, il mondo è pieno di sfumature non è nè bianco nè nero come pensa lui, nonostante lo sfacelo economico, di valori, politico e ambientale diffido sempre da chi butta tutti e tutto dentro allo stesso calderone. Non mi è mai stato mai molto chiaro quanto siano indipendenti i ragazzi del M5S da quello che dice o pensa lui, un atteggiamento alquanto dispotico oserei dire, basta vedere il caso di Cento e del consigliere comunale Tavolazzi.

Nel video in questione Grillo attacca i giornalisti e i giornali definendoli "la peggior feccia" dopo i partiti? Non è per caso caro Beppe che dovresti fare qualche distinguo e non sparare sempre nel mucchio, perché così facendo in fondo non ti assumi le responsabilità di quello che dici.

Sono consapevole del conformismo dei mass media italiani in generale e del loro servilismo verso il potere.

Sono consapevole che più che la funzione di cane da guardia del potere spesso l'informazione è il cane da riporto.

Sono consapevole della disinformazione perpetrata da vari TG1 e Studio Aperto, passando da Emilio Fede e Augusto Minzolini, sono consapevole che tanti giornalisti sono dei puri e semplici pennivendoli che in certi casi scrivono per giornali che non legge nessuno dandosi però il tono dei grandi opinionisti.

Ma detto tutto questo rientrano nella feccia anche tutti quei giovani giornalisti precari, da qualche euro a pezzo, che si sbattono tutto il giorno in giro nelle città per raccontare la realtà quotidiana a loro spese, dove spesso quello che raggranellano non basta a coprire i costi sostenuti?

Oppure il giovane giornalista Giovanni Tizian minacciato di morte dalla mafia per le sue inchieste in Emilia-Romagna?

Oppure quel giornalista pugliese suicida oltre che per propri problemi personali, anche per le sue condizioni lavorative di precario? Mi viene in mente una puntata di anni fa di Anno Zero, in cui Santoro in collegamento con la Calabria, dette la parola a tanti giovani giornalisti minacciati dalla 'ndrangheta per il loro mestiere, svolto spesso anonimamente, lontano dalle luci della ribalta, in piccole redazioni di provincia.

Ecco detto questo caro Grillo cerca di contestualizzare meglio quello che dici e smettila sempre di sparare nel mucchio, visto che anche tu ormai da anni più che comico sei molto politico oramai.

Tralascio quello che hai detto in merito alla tua teoria del complotto, che ora colpirebbe la Lega, poi IDV e poi M5S. Credo che dicendo questo sei arrivato alla paranoia pura, abbiamo avuto per anni un premier che ha nascosto i suoi e i nostri fallimenti, celandosi dietro complotti di magistrati, comunisti, insegnanti etc etc.

La Lega, lasciamelo dire ha sicuramente dei bei scheletri nell'armadio che stanno venendo fuori. Oltre ad una complicità nel disastro in cui versa l'Italia, non si è astenuta anch'essa da una "finanza allegra" con i soldi pubblici al pari degli altri partiti, da una politica familistica alla Nord-Coreana dove più che il merito è contato il cognome o il rientrare dentro un Cerchio. Alzare il tono dello scontro, per raccimolare qualche voto in più come stai facendo tu, non ci aiuterà di certo ad uscire da questo pantano terribile in cui versa il paese, ben consapevole comunque che gli interessi di pochi e ricchi stanno, sia in Italia che nel mondo, condizionando il resto del mondo ad una crisi di sistema.

 

http://demoandcrazia.blogspot.it/


Fonte notizia: http://demoandcrazia.blogspot.it/2012/04/grillo-bossi-e-i-complotti.html


ndrangheta | Beppe Grillo | Berlusconi | Calabria | Cosa Nostra | giornalismo | Giovanni Tizian | grillini | IDV | informazione | Lega Nord | M5S | mafia | Treviso | Trota | Umberto Bossi | youtube |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Grillo Traslochi: la sicurezza di un lavoro ben fatto


Grillo invoca giuria popolare per “balle media”. Mentana lo querela, esplode il caso


Vincenzo Pompeo Bava,Conte: "Il consenso di Salvini sta scemando. Con Grillo sintonia totale". E annuncia


Il nazional-populismo di Lega e M5s non è mai stato così pericoloso


Raffaele Marra, dalla melina sull’incarico all’aut aut dei vertici: la lunga resistenza della Raggi


Lo sfogo della sindaca Raggi: “Per ogni atto rischio la galera”. E sigla la tregua con Grillo sul vice


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Sosteniamo Avaaz contro Cispa per difendere la libertà di Internet

  CISPA ovvero Cyber Intelligence Sharing and Protection Act è una legge che 100 membri del Congresso degli Stati Uniti d'America stanno cercando di promuovere in questi giorni: se scarichi o distribuisci materiale protetto da copyright su internet o condividi informazioni che governi e aziende ritengono scomode potresti essere considerato una minaccia per la s (continua)