Home > Cultura > Nuova conversazione sulla Rivolta del ’70 a cura del Circolo Culturale “L’Agorà”

Nuova conversazione sulla Rivolta del ’70 a cura del Circolo Culturale “L’Agorà”

scritto da: Circoloculturalelagora | segnala un abuso

Nuova conversazione sulla Rivolta del ’70 a cura del Circolo Culturale “L’Agorà”

I moti di Reggio sono storicamente considerati come la rivolta più lunga e violenta del Novecento della Penisola italiana. Il 14 luglio di cinquantuno anni fa, a Reggio Calabria, esplode una violenta rivolta che ha coinvolto tutte le fasce della popolazione: donne, operai, intellettuali, professori, studenti, senza alcuna distinzione di classe sociale.


Il Circolo Culturale “L’Agorà” organizza un nuovo incontro da remoto inerente alla rivolta di Reggio Calabria del 1970. Il 14 luglio di cinquantuno anni fa, a Reggio Calabria, esplode una violenta rivolta popolare. Ad innescarla è la decisione di stabilire Catanzaro la sede dell’Assemblea Regionale a Catanzaro. Il rapporto alla Città da parte del Sindaco Piero Battaglia, l’occupazione della Stazione Centrale, la violenta reazione da parte delle forze dell’ordine nei confronti dei manifestanti, il primo caduto nel corso della seconda giornata di sciopero cittadino caratterizzata da durissimi scontri tra scioperanti e forze dell’ordine. In diversi punti della Città spuntano le barricate che paralizzano Reggio Calabria. Cariche della polizia, gas lacrimogeni, lancio di pietre, colpi di arma da fuoco, il primo caduto nella seconda giornata di sciopero, e sulle cui cause ancora vi sono diverse zone d’ombra e tanti interrogativi. Un territorio che diventò teatro di durissimi scontri tra civili, di ogni estrazione sociale e partitica, e lo Stato. Nella nuova conversazione verrà presentato il volume “La rivolta di un popolo”, libro fotografico di Silvio Mavilla, che all’epoca dei fatti, collaborava con alcune agenzie di stampa. Già docente ordinario di tecnica della fotografia presso l'Accademia di Belle Arti di Reggio Calabria. Si è distinto nel campo del fotogiornalismo collaborando con importanti testate come Rai, Ansa ed Associated Press. Tenuto conto dei protocolli di sicurezza anti-contagio e dei risultati altalenanti della pandemia di COVID 19 e nel rispetto delle norme del DPCM del 24 ottobre 2020 la conversazione sarà disponibile, sulle varie piattaforme Social Network presenti nella rete, a far data dal 19 novembre.


Fonte notizia: http://www.circoloculturalelagora.it/RC-1970.htm


Rivolta di Reggio Calabria | Moti di Reggio del ‘70 | Reggio Calabria | Reggio ‘70 | Reggio Capoluogo | Circolo Culturale “L’Agorà” |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Reggio Calabria: Il Circolo Culturale “L’Agorà” apre l’anno con una mostra virtuale dedicata a Fabrizio De André.


Nell'ambito delle celebrazioni dantesche, il Circolo Culturale “L’Agorà” di Reggio Calabria organizza un nuovo incontro per omaggiare il Sommo Poeta, autore della Divina Commedia, padre della lingua italiana, e simbolo


A Reggio Calabria si organizza il secondo ciclo di conversazioni sul settecentenario dantesco


Lo Studio Astra di Arezzo vince il premio nazionale Agorà di Bronzo


Il mese di dicembre ospiterà il terzo ciclo di incontri sul settecentenario dantesco organizzato a Reggio Calabria


Nuovo incontro sulla Rivolta di Reggio Calabria del 1970 organizzato dal Il Circolo Culturale “L’Agorà”


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Reggio Calabria: Il Circolo Culturale “L’Agorà” apre l’anno con una mostra virtuale dedicata a Fabrizio De André.

Reggio Calabria: Il Circolo Culturale “L’Agorà” apre l’anno con una mostra virtuale dedicata a Fabrizio De André.
Le installazioni virtuali, la nuova sfida del Circolo Culturale “L’Agorà”. Il primo incontro del 2022 organizzato dal Circolo Culturale “L’Agorà” sarà caratterizzato da una «mostra virtuale» dove saranno visibili le opere artistiche, facenti parte del patrimonio del sodalizio culturale reggino. “Galleria Faber”, un itinerario visivo lungo il quale trovano posto i vari elaborati che hanno partecipato alle varie edizioni del concorso scolastico collegato alla manifestazione “Una giornata per De Andrè - Popoli e Culture nel Mediterraneo”. Per le note vicende inerenti alla Pandemia di COVID 19 l’attività del Circolo Culturale “L’Agorà” si era fermata momentaneamente il 13 marzo del 2020 a causa della forte criticità dei casi sanitari, stravolgendo letteralmente la quotidianità e le abitudini di tutti. L’emergenza sanitaria COVID 19, ha fortemente condizionato tutte le azioni organizzative del Circolo Culturale “L’Agorà”, non so (continua)

“Dante Alighieri: immagini in movimento” nuova lettura sul settecento dantesco a cura del Circolo Culturale “L’Agorà”

“Dante Alighieri: immagini in movimento” nuova lettura sul settecento dantesco a cura del Circolo Culturale “L’Agorà”
Nell’ambito delle celebrazioni per i 700 anni dalla morte di Dante Alighieri, il Circolo Culturale “L’Agorà”, presieduto da Gianni Aiello, organizza un terzo ciclo di incontri dedicati al Sommo poeta, autore della Divina Commedia, padre della lingua italiana, e simbolo dell’unità del nostro Paese. Continuano in remoto le conversazioni da remoto, organizzate dal Circolo Culturale “L’Agorà” di Reggio Calabria su Dante Alighieri, il Sommo Poeta, simbolo e icona della cultura italiana nel mondo e creatore della Divina Commedia, testo base della lingua italiana, morto a Ravenna nella notte tra il 13 e il 14 settembre del 1321.  Il Circolo Culturale “L’Agorà”, presieduto da Gianni Aiel (continua)

Il mese di dicembre ospiterà il terzo ciclo di incontri sul settecentenario dantesco organizzato a Reggio Calabria

Il mese di dicembre ospiterà il terzo ciclo di incontri sul settecentenario dantesco organizzato a Reggio Calabria
Il Circolo Culturale “L’Agorà” di Reggio Calabria nel mese di dicembre, darà inizia ad un terzo ciclo di incontri, dopo quelli del mese di marzo e di ottobre scorsi, con cinque nuovi appuntamenti dedicati a Dante Alighieri. Settecento anni fa, nel 1321, moriva a Ravenna, nella notte tra il 13 e il 14 settembre del 1321, Dante Alighieri, il Sommo Poeta, simbolo e icona della cultura italiana nel mondo e creatore della Divina Commedia, testo base della lingua italiana. Il 2021 è l’anno del Sommo Poeta ed nel corso di questo periodo sono stati organizzati vari eventi, mostre, spettacoli, convegni e itinerari dedic (continua)

Nuovo incontro sulla Rivolta di Reggio Calabria del 1970 organizzato dal Il Circolo Culturale “L’Agorà”

 Nuovo incontro sulla Rivolta di Reggio Calabria del 1970 organizzato dal Il Circolo Culturale “L’Agorà”
Il 14 luglio 1970 hanno inizio di moti di Reggio. Sette mesi di guerriglia urbana, alla quale partecipano tutte le fasce della popolazione: donne, operai, intellettuali, professori, studenti, senza alcuna distinzione di classe sociale.La rivolta di Reggio Calabria rappresenta l'esplosione del più vasto moto popolare della storia della Repubblica. La rivolta esplode il 13 luglio 1970, in piena crisi di governo, e dura - pur con varia intensità - fino al marzo 1971, con qualche fiammata nel settembre dello stesso anno e strascichi che arrivano fino al 1973. “Le organizzazioni giovanili della destra reggina dopo la Rivolta del ‘70”, sarà il tema della nuova conversazione, organizzata da remoto dal Circolo Culturale “L’Agorà”, alla quale parteciperà, in qualità di relatore, Giuseppe Agliano, già assessore e consigliere del Comune di Reggio Calabria. Si tratta, in buona sostanza di una conversazione con il gradito ospite del sodalizio organizzatore (continua)

Si continua a parlare della Rivolta del ’70 con il Circolo Culturale “L’Agorà”

Si continua a parlare della Rivolta del ’70 con il Circolo Culturale “L’Agorà”
Nuovo incontro da remoto organizzato dal Circolo Culturale “L’Agorà” sulla Rivolta di Reggio Calabria del 1970. Conosciuti come “i fatti di Reggio Calabria”, dove un intero territorio diventò teatro di durissimi scontri tra civili, di ogni estrazione sociale e partitica, e lo Stato. Attentati dinamitardi, cortei pacifici repressi violentemente dalle forze dell’ordine, l’invio dei mezzi cingolati nella Città dello Stretto, così come avveniva sia nell’Est europeo che in diverse realtà dell’America Latina (continua)