Home > Ambiente e salute > Invito stampa - Sostenibilità e appropriatezza nell'innovazione farmacologica in Regione Piemonte - 3 Dicembre 2021, Ore 10:30

Invito stampa - Sostenibilità e appropriatezza nell'innovazione farmacologica in Regione Piemonte - 3 Dicembre 2021, Ore 10:30

scritto da: Motore sanita | segnala un abuso

venerdì 3 Dicembre, dalle ore 10:30 alle 13, si terrà il webinar ‘Sostenibilità e appropriatezza nell'innovazione farmacologica in Regione Piemonte’, organizzato da Motore Sanità.


venerdì 3 Dicembre, dalle ore 10:30 alle 13, si terrà il webinar ‘Sostenibilità e appropriatezza nell'innovazione farmacologica in Regione Piemonte’, organizzato da Motore Sanità

Il Piemonte è la prima e unica Regione in Italia ad aver lanciato la gara di equivalenza terapeutica sull’HCV, a due anni dal via libera di AIFA. Una regione pilota dunque, che dopo oltre un anno dalla partenza, potrebbe raccontare della propria recente esperienza in tale ambito. Si ritiene necessario discutere sull’effettiva efficacia delle modalità di valutazione dei MEAs (Managed Entry Agreement) per le diverse specialità farmaceutiche. Nello specifico, si ritiene opportuno indagare in quale modo vengano inseriti gli accordi negoziali evoluti in una gara di equivalenza terapeutica che viene aggiudicata al prezzo di cessione più basso. Il caso della Regione Piemonte è interessante da discutere in quanto unica ad aver avviato questo tipo di procedura. 

Per i giornalisti che volessero seguirlo in presenza, vi aspettiamo presso il Copernico Garibaldi - Corso Valdocco, 2 - TORINO. Per accedere alla sede dell'evento, è necessario avere il Green pass ed è gradita la pre registrazione (per evitare assembramenti) salvo esaurimento disponibilità posti. 

Per motivi legati all'emergenza Covid, comunichiamo che l'evento è chiuso al pubblico. 

Tra gli altri, partecipano:

Andrea Cane, Vice  Presidente IV Commissione Sanità, Regione Piemonte

Mauro De Rosa, Professore Economia e Regolazione del Farmaco presso Dipartimento Scienze del Farmaco Università Piemonte Orientale

Giovanni Di Perri, Professore Ordinario Dipartimento Discipline Medico Chirurgiche-Divisione Universitaria degli Studi di Torino, Direttore del Dipartimento di Malattie Infettive Ospedale Amedeo di Savoia , Torino

Lucia Infante, Dirigente Medico SC Farmacia Ospedaliera AO S.Croce e Carle, Cuneo

Angelo Penna, Direttore Generale ASL Novara

Laura Poggi, Responsabile Assistenza Farmaceutica Integrativa e Protesica, Regione Piemonte 

Franco Ripa, Dirigente Programmazione Servizi Sanitari e Socio Sanitari, Regione Piemonte

Claudio Zanon, Direttore Scientifico Motore Sanità

Per maggiori informazioni e per iscriversi al webinar:

⇒ Iscriviti al webinar

⇒ Scarica il programma



Commenta l'articolo

 
 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Legge sulla parità salariale: punto di partenza di Women for Oncology Italy per superare il Gender Gap

Rossana Berardi, Presidente di Women for Oncology Italy: “Un gap nel mondo del lavoro che pesa particolarmente nel nostro Paese. Per metterci alla pari, è necessario compiere passi da gigante”. Ecco i prossimi step per colmarlo, a partire dalla Survey appena lanciata per la quale tutti possono dare il proprio contributo. Rossana Berardi, Presidente di Women for Oncology Italy: “Un gap nel mondo del lavoro che pesa particolarmente nel nostro Paese. Per metterci alla pari, è necessario compiere passi da gigante”. Ecco i prossimi step per colmarlo, a partire dalla Survey appena lanciata per la quale tutti possono dare il proprio contributo.  21 gennaio 2022 - Il 3 dicembre 2021 è entrata in vigore (continua)

Invito stampa - HIV Romagna. Una pandemia silenziosa - 27 gennaio 2022, Ore 10:30

giovedì 27 gennaio, dalle ore 10:30 alle 13:00, si terrà il webinar ‘HIV Romagna. Una pandemia silenziosa’, organizzato da Motore Sanità. giovedì 27 gennaio, dalle ore 10:30 alle 13:00, si terrà il webinar ‘HIV Romagna. Una pandemia silenziosa’, organizzato da Motore Sanità. Il Piano Nazionale di interventi contro l’HIV e AIDS (PNAIDS) approvato con intesa nella Conferenza Stato-Regioni del 26 ottobre 2017, contempla l’attuazione di interventi di carattere pluriennale riguardanti la prevenzione, l’informazio (continua)

Un mondo del lavoro amico delle donne. È l’augurio di Women for Oncology Italy per il 2022

“Archiviamo il 2021 con la consapevolezza che c’è ancora tanto da fare, per colmare il gender gap. Auspichiamo un nuovo anno all’insegna non più della precarietà, ma dell’uguaglianza di occupazione e di retribuzione”. Il mondo del lavoro rimane un ambiente molto difficile per le donne e in questo anno e mezzo di pandemia l’aumento delle disuguaglianze di genere è cresciuto: dati alla mano il tasso di occupazione degli uomini è pari al 67,8% e quello delle donne è al 49,5%. È quanto evidenzia il Gender Policies Report, elaborato dalla Struttura Mercato del Lavoro dell’Inapp e presentato all’Auditorium dell’ (continua)

Tumori cutanei: bando alla vergogna e alla paura. Oggi guarire si può, grazie alla diagnosi precoce

“È importante conoscere la malattia, per poterla affrontare al meglio. Per questo occorre coinvolgere i pazienti e i loro familiari”. 21 dicembre 2021 – È uno dei tumori della pelle più comuni, secondo per diffusione solo al melanoma. È il carcinoma squamo cellulare (CSCC), che rappresenta da solo il 20-25% di tutti i tumori cutanei, caratterizzato da una crescita anomala e accelerata delle cellule squamose che, se individuata precocemente, nella maggior parte dei casi è curabile. Può localizzarsi ovunque sul corpo, m (continua)

Vaccino anti-HPV: in Piemonte la strategia vaccinale contro il tumore del collo dell’utero è esemplare e unica nel suo genere

L’offerta - che risponde all’obiettivo dell’OMS di eradicare la neoplasia entro il 2030 - è attiva e gratuita. “A Natale regaliamoci la prevenzione”. 21 dicembre 2021 - Il tumore della cervice uterina (o collo dell’utero) è la quarta neoplasia più frequente nelle donne dopo il cancro della mammella, del colon-retto e del polmone. Ogni anno nel mondo muoiono 300mila donne a causa di questo tumore, soprattutto nei Paesi meno sviluppati: è come se scomparisse all’improvviso poco più dell’intera popolazione di Firenze. In Italia si contan (continua)