Home > Altro > Car sharing: il noleggio ecosostenibile

Car sharing: il noleggio ecosostenibile

scritto da: MacchinaSportivaLaDigital | segnala un abuso

Car sharing: il noleggio ecosostenibile

Il car sharing è un servizio offerto da molte aziende specializzate che basato sul noleggio a breve termine di automobili per spostarsi in città e fuori. Si caratterizza per avere prezzi accessibili, zero costi di manutenzione e mantenimento dell’auto, ecosostenibilità e rispetto per l’ambiente.


Il car sharing è un servizio offerto da molte aziende specializzate che basato sul noleggio a breve termine di automobili per spostarsi in città e fuori.

Si caratterizza per avere prezzi accessibili, zero costi di manutenzione e mantenimento dell’auto, ecosostenibilità e rispetto per l’ambiente.

Che cos’è il car sharing?

Partiamo dal nome. Parola inglese che significa “condivisione automobile”: si tratta  quindi di un servizio in cui gli utenti utilizzano il veicolo su prenotazione.

Il noleggio avviene in un determinato arco temporale, autonomamente gestito dal conducente.

Acquistare un’auto richiederebbe certamente molti più costi. Dal prezzo di acquisto a tutti i costi di mantenimento della stessa.

Infatti chiunque sia in possesso di una macchina privata sa benissimo che periodicamente bisogna pagare servizi come il tagliando, la revisione, il bollo auto e l’assicurazione.

Oltre a queste spese ci sono poi anche i costi di manutenzione, il cambio gomme e le eventuali riparazioni in caso di anomalie, guasti o addirittura incidenti.

Quindi acquistare un’auto potrebbe non essere così conveniente.

Ed è proprio per questo motivo che nascono i servizi di car sharing, la cui intenzione è di fare concorrenza ai mezzi pubblici.

Che servizio offre il car sharing?

Prima di spiegare dettagliatamente il servizio, vi starete chiedendo da dove nasce questa idea e perché. 

Il car sharing nasce in Svizzera alla fine degli anni ‘80, per rispondere a quelle esigenze di sostenibilità sempre più forti e impellenti.

Quando questo servizio venne proposto, trovò subito molte adesioni in molti altri stati europei e nel mondo quali Inghilterra, Germania, Stati Uniti d’America e persino Australia.

L’arrivo in Italia è stato piuttosto tardivo. Le prime città ad adottare il car sharing, con l’apertura di agenzie apposite, sono state città come MilanoRoma e Torino.

Successivamente, visto il successo nelle grandi città, questi servizi di car sharing hanno raggiunto città più piccole come Brescia, Bologna, Genova, Padova, Catania e Palermo.

Quali sono i vantaggi e svantaggi di questo servizio?

I vantaggi del car sharing possono essere di ordine morale e di ordine pratico. 

Dal punto di vista morale, facciamo riferimento alla riduzione dell’impatto ambientale rispetto all’utilizzo di una macchina normale.

Infatti tutte le auto scelte per il car sharing, per legge, devono essere auto di ultima generazione, caratterizzate da una ridotta emissione di gas e polveri inquinanti.

Invece a livello pratico, i vantaggi riguardano l’utilizzo di un mezzo che per definizione è pubblico, ma senza dover sottostare ai tempi di nessuno.

Altro vantaggio, come abbiamo già accennato nell’introduzione, riguarda il risparmio in termini di spese di un’auto di proprietà.

Inoltre, a favore della causa, essendo macchine quasi sempre alimentate con motore elettrico o ibrido, non sarete costretti a pagare le zone ZTL del centro città, ma potrete circolare liberamente.

E potrete anche parcheggiare su qualsiasi parcheggio senza rischiare di prendere una multa!

L’unico lato negativo è che non sempre si riesce a trovare un’auto disponibile nelle vicinanze.

Il funzionamento del servizio di car sharing è veramente semplice, abbiamo bisogno solo del nostro smartphone con una stabile connessione ad internet.

Prima di tutto si scarica l’applicazione. Una volta scaricata, accedetevi, inserite le vostre credenziali e seguite le istruzioni che vi verranno sottoposte.

Questo sarà necessario affinché voi possiate usufruire del servizio, sia esso impostato con un abbonamento mensile o con pagamento una tantum ogni volta che usufruirete del servizio di car sharing.

Sull’applicazione avrete a disposizione una mappa sulla quale andare ad individuare le macchine disponibili. Una volta individuata quella più vicina a voi, è presente un’opzione che vi permette di bloccare la macchina per qualche minuto. Così da evitare che qualcuno la prenda al posto tuo.

Una volta dinanzi all’auto che avrete prenotato, basterà inquadrare un codice posto sul parabrezza dell’auto per sbloccarla e salire a bordo. Le chiavi saranno già inserite nel quadro, oppure in un apposito scomparto.

Esiste anche il car sharing a lungo termine?

Sì, è sempre più di uso comune che le aziende concedano ai propri utenti di noleggiare una macchina per un tempo più lungo per gli spostamenti all’interno della città: 6 ore, una giornata o un weekend intero.

Le agenzie si sono proposte sul mercato con alcune alternative che combinano il limite orario con un limite di km percorribili, per assecondare le richieste di un numero sempre maggiore di vacanzieri.


Fonte notizia: https://macchinasportiva.it/2021/10/15/car-sharing/


auto | car sharing | ecosostenibilità | noleggio |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Noleggio a lungo termine Ford. Scopri la convenienza!!!


Noleggio a lungo termine. Scopri tutti i vantaggi!


Il noleggio a lungo termine conviene? Scoprilo qui!


Noleggio a lungo termine Audi. Scopri la convenienza!!!


Noleggio Auto Timisoara - West Rent a Car


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore