Home > Arte e restauro > “Acqua su tela”: il calendario 2022 del Gruppo Acque Minerali Bracca

“Acqua su tela”: il calendario 2022 del Gruppo Acque Minerali Bracca

scritto da: RedazioneSB | segnala un abuso

“Acqua su tela”: il calendario 2022  del Gruppo Acque Minerali Bracca

L’elemento naturale protagonista del tradizionale calendario Bracca, reinterpretato, in molteplici modi e sfumature, dal pennello degli artisti che hanno segnato la storia dell’arte mondiale da Caravaggio a Magritte.


Il Gruppo Acque Minerali Bracca e Pineta, leader del settore nel panorama italiano, con il calendario 2022 porta in un viaggio nella storia e nella bellezza di grandi opere d’arte con protagonista l’acqua. Che sia sullo sfondo o parte principale del dipinto, sarà possibile osservare la maestria con cui i più grandi artisti della storia hanno interpretato questo bene naturale.

 

Il calendario, che il Gruppo realizza da più di 30 anni, quest’anno si intitola “Acqua su tela” e ritrae 13 dipinti internazionali legati all’acqua. Protagonisti nei prossimi mesi saranno: “Notte stellata sul Rodano” (1888) di Vincent van Gogh, “Nascita di Venere” (1485 c.) di Sandro Botticelli, “Narciso” (1594-1596) di Michelangelo Merisi da Caravaggio, “Sulla spiaggia” (1873) di Edouard Manet, “Impressione al levar del sole” (1872) di Claude Monet, “Stagno delle ninfee, armonia verde” (1899) di Claude Monet, “Lago di Annecy” (1896) di Paul Cézanne, “Bisce d’acqua II” (1904) di Gustav Klimt, “Ragazza alla finestra” (1925) di Salvador Dalì, “La grande onda” (1830) di Katsushika Hokusai, “Decalcomania” (1966) di René Magritte, “Paesaggio invernale” (1909) di Wassily Kandinsky per concludere con ”L’acqua selvaggia” (1934) di Paul Klee.

 

Chi fosse interessato a ricevere una copia del calendario può rivolgersi, fino a esaurimento copie, a: calendariobracca@gmail.com

 

 

I QUADRI E GLI ARTISTI PROTAGONISTI DEL CALENDARIO

Gennaio: “Notte stellata sul Rodano” (1888) di Vincent van Gogh

Una delle opere più famose dell’artista, ritrae un cielo rischiarato da una moltitudine di stelle che si riflettono nelle acque blu del Rodano. La naturalezza degli astri viene contrapposta all’artificialità dei lampioni a gas. Nell’opera viene utilizzata una sola tinta e van Gogh la sviluppa in tutte le sue possibili sfumature.

 

Febbraio: “Nascita di Venere” (1485 c.) di Sandro Botticelli

In questo dipinto senza tempo, l’acqua viene raffigurata come forza motrice della natura, fonte di vita e simbolo di purezza. Viene rappresentata attraverso i miti dell’antica Grecia nella nascita della dea Venere, dipinta come l’ideale universale della perfezione e della bellezza femminile.

 

Marzo: “Narciso” (1594-1596) di Michelangelo Merisi da Caravaggio

L’acqua è protagonista, seppur drammatica, anche nella pittura profana del Seicento, nell’interpretazione in chiave moderna del mito di Narciso, il cacciatore che si innamorò a tal punto della sua immagine riflessa in un torrente, da annegarci. Caravaggio ne ritrae il momento in cui il giovane vanesio si avvicina all’acqua, che per lui sarà mortale.

 

Aprile: “Sulla spiaggia” (1873) di Edouard Manet

Nel dipinto vengono raffigurati la moglie e il fratello del pittore su una spiaggia, con il mare attraversato da alcune barche a vela. Con grande padronanza Manet ha riprodotto un mare completamente realistico alternando sfumature di strisce orizzontali con i vari colori.

 

Maggio: “Impressione al levar del sole” (1872) di Claude Monet

Dipinto chiave nella corrente dell’Impressionismo, ha un unico elemento dominante, l’acqua. Raffigura un paesaggio marino, un porto immerso in una leggera nebbiolina all’alba, dove si possono distinguere barche di pescatori e in lontananza il sole rossastro che emette raggi aranciati che si riflettono nell’acqua.

 

Giugno: “Stagno delle ninfee, armonia verde” (1899) di Claude Monet

L’acqua è l’elemento naturale che più incanta l’artista, essendo in costante mutamento, al punto da passare giornate intere nel suo giardino per ritrarre una parte di questo stagno. L’opera viene divisa in due parti da un ponte ad arco, che si inserisce perfettamente nella natura che lo circonda.

 

Luglio: “Lago di Annecy” (1896) di Paul Cézanne

Il lago cristallino è protagonista del dipinto di Cézanne in cui il colore prevale sulla linea e la presenza dell’elemento acqua di basa sulle differenza cromatiche nei toni del blu e del verde.

 

Agosto: “Bisce d’acqua II” (1904) di Gustav Klimt

L’artista viennese rappresenta il serpente e l’acqua, simboli scelti per trasmettere un erotismo sottinteso, mai volgare. Questo carattere viene espresso nella sinuosità dei cormi nudi e allungati delle quattro donne, con un intreccio ininterrotto di capelli, alghe, sensi, sguardi e gesti.

 

Settembre: “Ragazza alla finestra” (1925) di Salvador Dalì

Questa rappresentazione risale a quando Dalì non si era ancora approcciato al Surrealismo. Ritrae la sorella dell’artista che ammira lo splendido paesaggio del mediterraneo. Un mare azzurro e intenso come il cielo, con leggere onde che lo increspano dolcemente.

 

Ottobre: “La grande onda” (1830) di Katsushika Hokusai

L’artista prende ispirazione dallo stile shan shui, forma artistica originaria della Cina in cui i soggetti più ricorrenti sono montagne, fiumi e cascate. Raramente la natura veniva raffigurata come forza divina in grado di condizionare la vita umana.

 

Novembre: “Decalcomania” (1966) di René Magritte

L’opera ci fa riflettere sui limiti umani rispetto a quanto ci è dato vivere, vedere e conoscere della natura e dell’universo, lasciandoci la possibilità di intravedere solo un’infinitesima parte dell’immensità del mare.

 

Dicembre: “Paesaggio invernale” (1909) di Wassily Kandinsky

Un inverno unico e pieno di colori quello rappresentato nell’opera di Kandinsky. Anche l’acqua, in sottoforma di cristalli di neve non ha il suo normale colore bianco ma diventa un tripudio di colori.

 

Overview 2023: L’acqua selvaggia” (1934) di Paul Klee

L’acqua viene raffigurata con segni grafici estremamente semplici e linee sinuose che si rincorrono. Un dipinto che ci trasmette con vigoria tutta la forza espressiva di questo elemento naturale.

 

acqua | acqua bracca | bracca | arte | calendario | 2022 |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Massimo Paracchini Free Sprinkling R- Evolution alla Meeting Art


Massimo Paracchini ad Arte Genova 2020


Aggiorna i tuoi album fotografici con una stampa su tela


Il recupero delle acque reflue


Depuratori acqua di pozzo: le tipologie di strumenti


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Consumo di pesce: Orobica Pesca risponde al cambiamento delle abitudini con un nuovo servizio a firma di chef

Consumo di pesce: Orobica Pesca risponde al cambiamento delle abitudini con un nuovo servizio a firma di chef
Lo storico brand, sinonimo di eccellenza del settore ittico, inaugura il 2022 con un nuovo ingresso. Lo chef Francesco Gotti entra in staff per integrare il servizio di Orobica Pesca e rispondere alle esigenze di un consumatore sempre più raffinato. Se il 2021 ha rappresentato per Orobica Pesca un anno di passaggio importante con il trasferimento della storica sede presso l’Hub di Stezzano, altamente tecnologico, in grado di garantire i massimi standard di qualità e capace di rispondere alle esigenze sempre crescenti del pubblico professionale, il 2022 si apre con un’altra novità: l’ingresso di Francesco Gotti, che, grazie alla sua espe (continua)

Torre Tintoretto: partono i lavori per la nuova era dell’abitare

Torre Tintoretto: partono i lavori per la nuova era dell’abitare
Bonifica, demolizione graduale e ricostruzione. Così, la storica torre, simbolo dell’edilizia popolare del secolo scorso, si prepara a lasciare il posto al nuovo quartiere, marcando una svolta cruciale nella cultura del living. Un nuovo modo di abitare: più inclusivo, più sostenibile, più collaborativo. È ispirandosi a questi valori che Brescia si prepara a lasciarsi alle spalle la Torre Tintoretto. Il cantiere che porterà alla demolizione graduale dell’edificio e alla riconversione dell’area, al via oggi 5 luglio, è affidato a Vitali Spa, gruppo leader nel settore, e segna un momento storico per l’intera città. Il proge (continua)

Il giorno nuovo. Rinascere dalla memoria.

Il giorno nuovo. Rinascere dalla memoria.
Presentate a Palazzo Creberg importanti iniziative nel segno della memoria, della speranza e della fiducia nel futuro. In tutto il difficile periodo appena trascorso, Fondazione Creberg ha proseguito con determinazione nel suo impegno in favore del territorio. L’esplodere e il persistere della pandemia hanno determinato i vertici della Fondazione a rimodulare gli interventi liberali e a reinventare le modalità di proposizione delle iniziative sociali e culturali al fine di proseguire, con immutata efficacia, la st (continua)

É senza confini "cover me", il primo contest italiano dedicato a Bruce Springsteen

É senza confini
DOPO LA VOTAZIONE DELLA GIURIA DI QUALITÀ 30 COVER DI ARTISTI NAZIONALI E INTERNAZIONALI PASSERANNO ALLA FASE FINALE. I BRANI DI BRUCE SPRINGSTEEN PROTAGONISTI LIVE IN TRE TAPPE DI “COVER ME LIVE” A MALGRATE, MILANO E BERGAMO. 60 artisti, di cui 10 internazionali, e una giuria di qualità, che avrà il compito di selezionare le 30 cover più originali. Il successo di Cover Me replica anche nella sua seconda edizione e diventa live con un tour estivo di tre tappe a ingresso gratuito a Lecco, Milano e Bergamo. Dal 10 al 30 luglio sarà il pubblico ad esprimere la propria preferenza e decretare i 15 finalisti del contest che s (continua)

CUS Bergamo: pronti a ripartire. Il 1° giugno riapre la sala fitness

CUS Bergamo: pronti a ripartire. Il 1° giugno riapre la sala fitness
In sicurezza e con prudenza, da giugno riprendono gradualmente le attività e i corsi del Centro Universitario Sportivo di Dalmine Sicurezza,attenzione e prudenza ma anche tanta voglia di ricominciare a fare sport: questo lo spirito del CUS Bergamo, il Centro Universitario Sportivo con sede a Dalmine, che il prossimo 1° giugno ripartirà con attività sportive e corsi.  Martedì 1° giugno infatti, il CUS riaprirà la sala fitness, secondo i consueti orari: fino al 30 giugno, dal lunedì al venerdì dalle 7 alle 22.30, saba (continua)