Home > Musica > IL TRIO D’ARCHI CASTIGLIA-BROZ-TRIMBOLI OSPITE A PASSOGATTO

IL TRIO D’ARCHI CASTIGLIA-BROZ-TRIMBOLI OSPITE A PASSOGATTO

scritto da: Gemma Galfano | segnala un abuso

IL TRIO D’ARCHI CASTIGLIA-BROZ-TRIMBOLI OSPITE A PASSOGATTO

Con un programma dedicato a Beethoven e Boccherini, i tre saranno protagonisti del concerto in memoria di Arrigo Antonellini al Santuario della B.V. di Loreto


Simone Castiglia (violino), Giada Broz (viola) e Giancarlo Trimboli (violoncello), legati da un rapporto artistico e professionale ormai pluriennale, scelgono la Romagna per debuttare in Trio. Il loro concerto d'esordio, incentrato su due veri masterpiece del repertorio (Beethoven - Trio d'Archi Op.3 in mi bemolle maggiore; Boccherini - Trio d'Archi Op.14 n° 4 in re maggiore) sarà ospitato domenica 12 dicembre alle 16 presso il Santuario della B.V. di Loreto a Passogatto. Il concerto, organizzato dall'Associazione culturale Amici del Circolo di Passogatto, sarà dedicato all'amico e giornalista Arrigo Antonellini, scomparso nel gennaio di quest'anno. 

Con percorsi artistici costellati di esperienze di elevato prestigio e una lunga serie di premi e riconoscimenti all'attivo, i membri del Trio possono vantare curricula musicali di ottima caratura. Simone Castiglia si perfeziona, dopo brillanti studi, all'Accademia di Musica di Pinerolo sotto la guida del M° Adrian Pinzaru, ed è vincitore di varie competizioni cameristiche (Primo Premio al Concorso "Mikrokosmi Off" in duo con il pianista Francesco Villa e Secondo Premio al 29° Concorso “Città di Moncalieri” nel 2014; Primo Premio Assoluto nella categoria Musica da Camera al 12° Concorso internazionale Città di Pesaro col Trio Verbunkos nel 2015). È stabile in qualità di violino di fila presso l’OPV - Orchestra di Padova e del Veneto e collabora con alcune delle maggiori Orchestre del nostro panorama musicale. Giada Broz si forma fin da piccolissima con maestri di fama internazionale e dopo il diploma in violino e in viola viene ammessa alle più importanti Istituzioni di Formazione Musicale (Scuola di Musica di Fiesole ed Accademia Nazionale di S. Cecilia), dove si perfeziona sia come solista che come camerista, laureandosi con il massimo dei voti. È vincitrice di vari concorsi nazionali ed internazionali come solista e come camerista e si distingue con il Trio Broz fin dal 1995 in una serie di primi premi assoluti, esibizioni in diretta radiofonica e televisiva e incisioni per etichette quali Universal e Sony Music. Giancarlo Trimboli, musicista di rinomata formazione, è protagonista di una lunga e brillante carriera cameristica. Fondatore del Trio Malipiero, con cui si aggiudica la vittoria in alcuni dei principali concorsi nazionali ed internazionali di musica da camera (Vittorio Veneto, Pavia, Palmi, Pistoia, Roma, tra gli altri), avvia col Trio un'intensa attività, continuando il perfezionamento con i maggiori nomi del panorama musicale mondiale. È membro stabile dell’Orchestra di Padova e del Veneto e collabora con altre prestigiose istituzioni in Italia e all'estero, con una nutrita discografia all'attivo e una lunga esperienza didattica.

Il Trio ha scelto per il suo debutto le raffinate pagine di repertorio di Beethoven e Boccherini. Nel suo Trio Op. 3, Beethoven introduce caratteri di leggerezza, eleganza e piacevolezza costruendo un insieme musicale organico in cui trionfa quasi sempre il valore del complesso sull’esibizione virtuosistica di un singolo. Sotto il profilo formale la pagina si avvicina alla tradizione del divertimento (sei movimenti che si susseguono liberamente), scelta nella quale si intravede un chiaro riferimento al modello mozartiano. Il linguaggio musicale rimane poi vicino a quello del disinvolto intrattenimento settecentesco, come dimostrano i tratti dei vari episodi, dallo spirito cantabile e leggiadro.

Con il Trio d'Archi n° 4 in re maggiore (1772) Boccherini

celebra il suo primo soggiorno a Madrid e il fratello del re, l’infante Don Luis, dedicatario della raccolta Op. 14.  Qui il compositore, ancora lontano dalla grande produzione viennese, riesce già ad esprimere un mondo musicale di grande complessità e raffinatezza. La scrittura, con il suo carattere concertante, crea un dialogo generalmente privo di prevaricazioni tra i tre archi, ma che lascia ampio spazio al violoncello (strumento in cui Boccherini stesso eccelleva), a cui viene assegnato un ruolo da protagonista.

Il concerto del Trio Castiglia-Broz-Trimboli è ad ingresso libero, con posti limitati e prenotazione obbligatoria al numero 333.2513259.

L'accesso è consentito nel rispetto della normativa vigente anti-contagio da Covid 19 e successivi aggiornamenti

trio | castiglia | broz | trimboli | boccherini | beethoven | debutto | musica | camera | archi |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

IL TRIO D’ARCHI CASTIGLIA-BROZ-TRIMBOLI AL DEBUTTO


19 ottobre esce l'ultimo album di Danilo Amerio


Luca Maris in radio con il nuovo singolo “Messaggio perfetto”


Il Trio Johannes a Pinerolo


Fara Music Festival VI edizione 28 luglio/5 agosto - Il Calendario dei concerti con Ospiti internazionali!


I suoni dei clarinetti barocchi originali


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

IL TRIO D’ARCHI CASTIGLIA-BROZ-TRIMBOLI AL DEBUTTO

IL TRIO D’ARCHI CASTIGLIA-BROZ-TRIMBOLI AL DEBUTTO
Con un concerto dedicato a Beethoven e Boccherini, i tre saranno ospiti della Rassegna “Entroterre” della Scuola di Musica Popolare di Forlimpopoli sabato 11 dicembre alle ore 21 Simone Castiglia (violino), Giada Broz (viola) e Giancarlo Trimboli (violoncello), legati da un rapporto artistico e professionale ormai pluriennale, scelgono la Romagna per debuttare in Trio. Il loro concerto d'esordio, incentrato su due veri masterpiece del repertorio (Beethoven - Trio d'Archi Op.3 in mi bemolle maggiore; Boccherini - Trio d'Archi Op. (continua)