Home > Ambiente e salute > Women for Oncology Italy: finalmente la legge sulla parità retributiva è realtà Da anni, l’Associazione guidata dalla Presidente Rossana Berardi si batte contro le discriminazioni di genere

Women for Oncology Italy: finalmente la legge sulla parità retributiva è realtà Da anni, l’Associazione guidata dalla Presidente Rossana Berardi si batte contro le discriminazioni di genere

scritto da: Motore sanita | segnala un abuso

l 3 dicembre è entrato in vigore in Italia la nuova legge sulla parità retributiva tra uomo e donna. Un grande passo che le lavoratrici aspettavano da tempo. Il nostro Paese purtroppo è ancora molto indietro per quanto riguarda la questione del gender gap e bisogna velocemente fare dei passi da gigante per non rimanere indietro.


Il 3 dicembre è entrato in vigore in Italia la nuova legge sulla parità retributiva tra uomo e donna. Un grande passo che le lavoratrici aspettavano da tempo. Il nostro Paese purtroppo è ancora molto indietro per quanto riguarda la questione del gender gap e bisogna velocemente fare dei passi da gigante per non rimanere indietro.

Women for Oncology Italy, plaudendo a questo importante momento, vuole ricordare che la pandemia da Covid ha penalizzato fortemente il mercato del lavoro femminile e che bisogna agire subito per cambiare la situazione, mettendo in atto situazioni concrete che invertano la marcia. È ormai assodato che la parità di genere faccia crescere il PIL nei Paesi che la mettono in pratica, anche perché le imprese che la applicano sono più competitive. Per questo motivo le professioniste di Women for Oncology Italy continueranno a contribuire a questa rivoluzione culturale, mettendo in atto iniziative che supportino le Donne e le Istituzioni. 

Soddisfatta Rossana Berardi, Presidente dell’Associazione Women for Oncology Italy, Professore Ordinario di Oncologia dell’Università Politecnica delle Marche e Direttore della Clinica Oncologica Azienda Ospedaliero Universitaria Ospedali Riuniti di Ancona: “Il sì alla legge sulla parità salariale è una conquista importante per combattere le discriminazioni di genere. Il gap salariale tra uomo e donna non è giusto e non è accettabile e finalmente, dopo troppo tempo, le cose hanno iniziato a muoversi. Retribuzioni, reclutamento e opportunità di carriera devono poter essere uguali, indipendentemente dal proprio sesso e le donne che chiedono di lavorare, devono avere l’opportunità di potersi realizzare su tutti i piani, senza essere costrette a scegliere tra la famiglia e la realizzazione lavorativa. Noi da anni, come Associazione, siamo in prima linea nella lotta contro ogni forma di mancanza di equità, tra cui il gender gap, e continueremo a lavorare in questa direzione”

 



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Legge sulla parità salariale: punto di partenza di Women for Oncology Italy per superare il Gender Gap


SCIENZA, CONOSCENZA E CUORE. PROFESSIONISTE IN RETE


Tumori - Women for Oncology premia un film a tema oncologico Rossana Berardi, al Bardolino Film Festival per sottolineare l’impegno di W4O nella lotta contro il cancro


Gender Gap: l’appello di Women for Oncology Italy al Presidente Draghi


Università e divario di genere: Women for Oncology Italy a fianco delle 3 neodiplomate alla Normale di Pisa


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Legge sulla parità salariale: punto di partenza di Women for Oncology Italy per superare il Gender Gap

Rossana Berardi, Presidente di Women for Oncology Italy: “Un gap nel mondo del lavoro che pesa particolarmente nel nostro Paese. Per metterci alla pari, è necessario compiere passi da gigante”. Ecco i prossimi step per colmarlo, a partire dalla Survey appena lanciata per la quale tutti possono dare il proprio contributo. Rossana Berardi, Presidente di Women for Oncology Italy: “Un gap nel mondo del lavoro che pesa particolarmente nel nostro Paese. Per metterci alla pari, è necessario compiere passi da gigante”. Ecco i prossimi step per colmarlo, a partire dalla Survey appena lanciata per la quale tutti possono dare il proprio contributo.  21 gennaio 2022 - Il 3 dicembre 2021 è entrata in vigore (continua)

Invito stampa - HIV Romagna. Una pandemia silenziosa - 27 gennaio 2022, Ore 10:30

giovedì 27 gennaio, dalle ore 10:30 alle 13:00, si terrà il webinar ‘HIV Romagna. Una pandemia silenziosa’, organizzato da Motore Sanità. giovedì 27 gennaio, dalle ore 10:30 alle 13:00, si terrà il webinar ‘HIV Romagna. Una pandemia silenziosa’, organizzato da Motore Sanità. Il Piano Nazionale di interventi contro l’HIV e AIDS (PNAIDS) approvato con intesa nella Conferenza Stato-Regioni del 26 ottobre 2017, contempla l’attuazione di interventi di carattere pluriennale riguardanti la prevenzione, l’informazio (continua)

Un mondo del lavoro amico delle donne. È l’augurio di Women for Oncology Italy per il 2022

“Archiviamo il 2021 con la consapevolezza che c’è ancora tanto da fare, per colmare il gender gap. Auspichiamo un nuovo anno all’insegna non più della precarietà, ma dell’uguaglianza di occupazione e di retribuzione”. Il mondo del lavoro rimane un ambiente molto difficile per le donne e in questo anno e mezzo di pandemia l’aumento delle disuguaglianze di genere è cresciuto: dati alla mano il tasso di occupazione degli uomini è pari al 67,8% e quello delle donne è al 49,5%. È quanto evidenzia il Gender Policies Report, elaborato dalla Struttura Mercato del Lavoro dell’Inapp e presentato all’Auditorium dell’ (continua)

Tumori cutanei: bando alla vergogna e alla paura. Oggi guarire si può, grazie alla diagnosi precoce

“È importante conoscere la malattia, per poterla affrontare al meglio. Per questo occorre coinvolgere i pazienti e i loro familiari”. 21 dicembre 2021 – È uno dei tumori della pelle più comuni, secondo per diffusione solo al melanoma. È il carcinoma squamo cellulare (CSCC), che rappresenta da solo il 20-25% di tutti i tumori cutanei, caratterizzato da una crescita anomala e accelerata delle cellule squamose che, se individuata precocemente, nella maggior parte dei casi è curabile. Può localizzarsi ovunque sul corpo, m (continua)

Vaccino anti-HPV: in Piemonte la strategia vaccinale contro il tumore del collo dell’utero è esemplare e unica nel suo genere

L’offerta - che risponde all’obiettivo dell’OMS di eradicare la neoplasia entro il 2030 - è attiva e gratuita. “A Natale regaliamoci la prevenzione”. 21 dicembre 2021 - Il tumore della cervice uterina (o collo dell’utero) è la quarta neoplasia più frequente nelle donne dopo il cancro della mammella, del colon-retto e del polmone. Ogni anno nel mondo muoiono 300mila donne a causa di questo tumore, soprattutto nei Paesi meno sviluppati: è come se scomparisse all’improvviso poco più dell’intera popolazione di Firenze. In Italia si contan (continua)