Home > News > Innovazione, sostenibilità e resilienza per affrontare il cambiamento: i fili conduttori dell’IBE 2021

Innovazione, sostenibilità e resilienza per affrontare il cambiamento: i fili conduttori dell’IBE 2021

scritto da: MLanzetta | segnala un abuso

Innovazione, sostenibilità e resilienza per affrontare il cambiamento: i fili conduttori dell’IBE 2021

Lo scorso 18 novembre si è tenuta presso l’Aula Magna Leonardo da Vinci del Politecnico di Milano l’ottava edizione di IBE (Industry Big Event) organizzato da MindUp Pentaconsultinge e Fondazione Politenico di Milano, un prestigioso tavolo di confronto, attorno a cui sono state affrontate e condivise tematiche e best pratice, con i riflettori rivolti verso il mercato e l’industria italiana in particolare.


Il convegno ha fornito spunti, indicazioni, metriche per un futuro sostenibile da vivere come una reale opportunità per un totale cambio di mentalità, con l’obiettivo di crescere in un nuovo assetto di mercato.

Come orientare il mindset e la cultura industriale? Come coniugare il paradigma di innovazione e sostenibilità coni concetti di profitto, organizzazione del lavoro, metodi, tecnologie e applicazioni abilitanti? Su questi punti si sono espressi relatori di alto profilo, condividendo esperienze e punti di vista.

Dopo il benvenuto di Adrea Sianesi a nome della Fondazione Politecnico di Milano, a dare inizio ai lavori è stato Francesco Iervolino, partner della nota società di consulenza Deloitte, che ha sviluppato il concetto di Innovability, ovvero un’innovazione sostenibile che ponga l’uomo al centro, passando a Roberto Siagri, imprenditore ed esperto di nuove tecnologie, che ha parlato di servitizzazione a sostegno di un modello economico e sociale sostenibile, e ancora sulla centralità dell’uomo si è espresso Gian Luca Sacco, Director Marketing, EMEA  di Siemens Digital Industries Software, alla base di una strategia digitale che supporti un mercato in costante evoluzione. A Seguire Nicola Lanzetta, Country Manager Italia di Enel Group, ha poi illustrato come elettrificazione e  decabornizzazione rappresentino la strada per raggiungere l’obiettivo di offrire a livello globale un’energia sostenibile, non solo in termini ambientali ma anche economici. Successivamente Stefano Quintarelli, imprenditore e IT advisor, ha affrontato il delicato tema dell’equilibrio tra efficienza ed effetti sociali a fronte di un’interferenza sempre più invasiva della tecnologia nelle nostre vite, analizzando rischi e i benefici dell’Intelligenza Artificiale e del Machine Learning. E su rapporto tra tecnologia e società si è espresso anche Marco Maiocchi, Socio e Fondatore di OPDIPO, che di fronte un evento che ci ha colto totalmente impreparati, come la pandemia, pone alcune domande: cosa abbiamo costruito che ci ha reso così fragili? Quali elementi nuovi e imponderabili hanno portato lo sviluppo tecnologico e la globalizzazione? Quale società vorremmo per il nostro futuro? A chiudere il cerchio Massimo Fucci, general Manager di MindUp Pentaconsulting il quale focalizzandosi sull’adozione di nuovi modelli di sviluppo sostenibile, ha evidenziato la necessità da parte delle aziende di operare un profondo cambiamento culturale, che parta dal vertice, in un contesto in cui le linee di governance siano supportate da comunicazione, competenza, condivisione, collaborazione e controllo. Il convegno è stato arricchito da una dinamica sessione di dibattito moderata da Giorgio Colombo, docente ordinario presso il Politecnico di Milano.

L’iniziativa si è svolta sia in presenza con un numero limitato di partecipanti selezionati, sia in streaming, registrando complessivamente oltre cento adesioni. E’ stata, inoltre, occasione per dedicare – alla presenza delle figlie - un tributo e un memoriale al Prof. Umberto Cugini, mancato lo scorso anno, il quale ha rappresentato una figura di riferimento all’interno del Politecnico di Milano e in generale in tutto il mondo accademico e della ricerca, precursore e propulsore di nuove tecnologie e innovazione, nonché ideatore, insieme a Massimo Fucci, dell’IBE.

 

Chi è MindUp Pentaconsulting

Pentaconsulting S.r.l. è una storica società di consulenza e servizi personalizzati per le aziende, finalizzati a sviluppare valore, agendo su tre elementi cardine, lo sviluppo di: - business, - organizzazione, - risorse umane.

La Mission della società si concretizza attraverso cinque percorsi di interventi strutturati e sinergici costituito da Servizi, Iniziative, Formazione e Consulenza di Direzione, atti a facilitare la capacità di misurarsi in contesti sempre più competitivi e dinamici.

Tre sono le macro-aree di competenza/intervento individuate da MindUp Pentaconsulting: - AZIENDA e ORGANIZZAZIONE (Consulenza Aziendale ed organizzativa- Metodi- Advisor Plm & Digital Product) – BUSINESS & COMUNICAZIONE (Marketing ,Sviluppo Business - Comunicazione Business)- COMPETENZE & FORMAZIONE (Corsi Di Formazione e Coach di management e di team) , il tutto sotto l'egida irrinunciabile dell'innovazione, che non è solo tecnologica ma anche e soprattutto culturale, attraverso la metodologia proprietaria MindUp di Pentaconsulting, basata sull'utilizzo delle mappe mentali.
Contatti: pentaconsulting@pentaconsulting.itufficio.stampa@pentaconsulting.it

sostenibilità | tecnologia | innovazione | cambiamento | industria | società |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

TRIATHLON E IRONMAN La psicologia del triatleta di Matteo SIMONE


"MARR pubblica il Bilancio di Sostenibilità"


Futuro green e sostenibile: il ruolo delle aziende nel settore delle finiture estetiche superficiali.


Christian Reali, 100km: Finalmente, sono riuscito ad abbattere il muro delle 8h


Grande successo per la VI Edizione del Festival delle Arti Noi per Napoli 2021


“Repubblica” ed Edison per la sostenibilità: l’intervento del Rettore di Luiss Guido Carli Andrea Prencipe


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

IDC MarketScape nomina nuovamente Syncron Leader e Mize Major Player, a livello mondiale, nelle applicazioni per la gestione delle parti di ricambio per le aziende manifatturiere nel 2021-2022

IDC MarketScape nomina nuovamente Syncron Leader e Mize Major Player, a livello mondiale, nelle applicazioni per la gestione delle parti di ricambio per le aziende manifatturiere nel 2021-2022
Nella valutazione del MarketScape 2021-2022 di IDC si evidenziano, come punti forza chiave, la ricchezza e la completezza delle soluzioni Syncron e Mize, la solidità dell’offerta e la forte attenzione all'innovazione. Dopo la recente fusione le due società, Syncron - leader nelle soluzioni di servizi aftermarket – e Mize - fornitore di soluzioni di assistenza sul campo - hanno annunciato oggi che entrambe sono state collocate nel MarketScape di IDC nell’ambito delle applicazioni per la gestione delle parti di ricambio per le aziende manifatturiere a livello mondiale, nel Vendor Assessment2021-2022  . (continua)

Syncron AB viene definita leader per l'ottimizzazione e la gestione del Pricing in ambito B2B nel report IDC Marketscape

Syncron AB viene definita leader per l'ottimizzazione e la gestione del Pricing in ambito B2B nel report IDC Marketscape
Syncron, società privata, leader a livello globale nelle soluzioni SaaS “intelligenti” dedicate alla gestione del ciclo di vita dei servizi end-to-end, ha annunciato oggi di essere stato nominato Leader nell’IDC MarketScape: Ottimizzazione e gestione del Pricing B2B a livello mondiale Applicazioni 2021 Vendor Assessment (doc # US46742021, settembre 2021). Nel MarketScape 2021 di IDC si mette in risalto la profonda conoscenza di Syncron nella gestione dei profitti per le aziende globali, la facilità d'uso della soluzione e la flessibilità nella gestione del Pricing, come punti di forza chiave dei fornitori. Nel MarketScape 2021 di IDC si mette in risalto la profonda conoscenza di Syncron nella gestione dei profitti per le aziende globali, la facilità d'uso della soluzione e la flessibilità nella gestione del Pricing, come punti di forza chiave dei fornitori. Il modello di valutazione elaborato da IDC MarketScape consiste in un’accurata analisi competitiva, accompagnata da un scoring sui mag (continua)

Il Gruppo REMIRA acquisisce Kyklos

Il Gruppo REMIRA acquisisce Kyklos
REMIRA GmbH, multinazionale tedesca con ultradecennale esperienza nello sviluppo di soluzioni software a supporto della supply chain, ha completato di recente l’ acquisizione di Kyklos, società toscana specializzata nello sviluppo di software e soluzioni per l’industria della moda e del lusso. L’operazione porterà il gruppo REMIRA ad avere oltre 250 dipendenti in tutto il mondo, una presenza capillare in Europa e negli Stati Uniti, con un portfolio di oltre 100.000 utenti a livello globale.Kyklos, entrando nel gruppo REMIRA, potrà accelerare la propria crescita nel mercato europeo e internazionale, rendendo il portfolio d’offerta ancora più ricco e interes (continua)

REMIRA sarà presente al IT4Fashion edizione 2021

REMIRA sarà presente al IT4Fashion edizione 2021
REMIRA GmbH, multinazionale tedesca con ultradecennale esperienza nello sviluppo di soluzioni software a supporto della supply chain, sarà presente con un proprio stand alla decima edizione di IT4Fashion, la più importante manifestazione in Italia, dove Information Technology incontra il mondo della moda. REMIRA sviluppa e mette a disposizione delle aziende un’innovativa piattaforma, basata su Intelligenza Artificiale e Big Data e possiede un know-how consolidato nel mondo del fashion avendo già affrontato le criticità e le sfide tipiche di questo settore industriale. Facendo leva su tali competenze, oggi REMIRA è in grado di proporre specificatamente per il mondo della moda: Preset (per l (continua)