Home > Sport > GIALLO! CHABLOZ (SUI) VOLA A SANTA CATERINA. GLI ITALIANI… SCIVOLANO SUL “FANK”

GIALLO! CHABLOZ (SUI) VOLA A SANTA CATERINA. GLI ITALIANI… SCIVOLANO SUL “FANK”

scritto da: Newspower | segnala un abuso

GIALLO! CHABLOZ (SUI) VOLA A SANTA CATERINA. GLI ITALIANI… SCIVOLANO SUL “FANK”

L’elvetico Yannick Chabloz vince la “prima” libera di Coppa Europa Sul podio anche Pfiffner (LIE) e Weber (SUI) Miglior azzurro il comasco Molteni (6°), Zazzi si ferma al 13° posto Qualche indecisione al “Fank”, il punto cruciale di gara. Domani si replica


Tuffarsi in una discesa libera dalla ‘Deborah Compagnoni’ è come sentirsi spinti giù da quella grande campionessa qual è la cittadina più famosa di Santa Caterina Valfurva.

Un obbligo dedicarle la pista: al suo debutto internazionale nell’86 Deborah Compagnoni vinse il bronzo nei mondiali junior di discesa, l’anno dopo era già oro nello slalom gigante e ancora bronzo in discesa. La sua carriera è illuminata da tre ori olimpici e tre ori mondiali. La pista intitolata alla campionessa di Santa Caterina è stata realizzata in occasione delle gare femminili dei Campionati Mondiali di sci alpino 2005, poi per la discesa maschile di Coppa del Mondo 2014 il tracciato è stato modificato e adattato alle diverse esigenze tecniche degli atleti.

Ovvia quindi oggi la soddisfazione dell’elvetico Yannick Chabloz dopo aver vinto la prima discesa libera di Coppa Europa di questa stagione, nella prima delle tre giornate che accendono l’entusiasmo per le discipline veloci a Santa Caterina Valfurva. Un podio tutto straniero con, alle spalle di Chabloz, il portacolori del Liechtenstein Marco Pfiffner e l’altro svizzero Ralph Weber.

È stata una bella giornata quella di oggi, Santa Caterina Valfurva imbiancata e scintillante, neve e pista in perfette condizioni, tempo abbastanza soleggiato e temperature ideali, appena al di sotto dello zero.

Chabloz, sceso col pettorale numero 9, ha subito messo in chiaro le proprie intenzioni e del resto è un atleta che non deve certo dimostrare molto; primo nei due intertempi, è sceso con grinta e determinazione e nessuno è riuscito a scalfire la sua leadership. 40° in CdM a Lake Luise una decina di giorni fa, abituato ai podi nazionali e gare FIS, terzo lo scorso anno proprio a Santa Caterina ma mai primo in Coppa Europa. “Sono soddisfatto della gara – ha detto lo svizzero - sono contento perché è la mia prima vittoria in Coppa Europa. L’anno scorso proprio qui sono salito sul podio. La neve era molto bella oggi, nonostante quella fresca scesa pochi giorni fa la pista era ottima, congratulazioni agli organizzatori. Domani proverò a fare del mio meglio e ritornare sul podio. Ci sarò anche nella gara di SuperG”. Forse il secondo posto lo si può considerare sorpresa per Marco Pfiffner, visto che non ha recentemente al suo attivo grandi risultati: “Oggi è stata una giornata perfetta per me, è la prima volta che salgo sul podio. La neve dei primi giorni era veramente tanta e soffice, oggi era perfetta. Nei prossimi giorni cercherò di spingere, anche nella gara di SuperG”.

Chi invece di podi in Coppa Europa ne ha centrati a bizzeffe è Ralph Weber, raccogliendo anche punti in CdM. L’elvetico alterna DH a SuperG e a Santa Caterina ha dato l’impressione di poter fare anche di meglio del terzo posto: “Oggi è stata una gara difficile, soprattutto riuscire ad essere veloce. Alla fine la neve era bella, è stata una gara equilibrata, una bella giornata per la Svizzera. Per la gara di domani devo migliorare alcuni piccoli dettagli”.

Il discorso sugli italiani si fa difficile. Nei primi dieci è riuscito ad entrarci solo Nicolò Molteni. Il discesista di Cabiate (CO) era partito bene, addirittura terzo al secondo intertempo, poi si è dovuto accontentare del sesto posto finale: “La gara è andata abbastanza bene, la pista era molto bella e piuttosto veloce. Ho cercato di dare il massimo e non mi sembra sia andata male. Oggi era un po’ più veloce di ieri e sicuramente ci riproverò domani”. Secondo italiano l’atteso bormino Pietro Zazzi. Ha chiuso al 13° posto, qualche cosa di meglio i tecnici se l’aspettavano. Come tanti, ha affrontato male il “Fank”, il tratto più tecnico della pista, un “muretto” con curva e controcurva e chi esita entra nel tratto finale con una velocità ridotta. Non ha trovato scuse Zazzi: “Purtroppo oggi ho sbagliato il tratto finale e ho perso tanta velocità, ma ci riproverò domani”.

Domani si replica, stessa pista, stessi atleti, la differenza sarà Yannick Chabloz che indosserà il pettorale giallo e che, a microfoni spenti, ha giurato di volerselo cucire addosso. Gli azzurri si rivedranno nei video e studieranno come migliorare il passaggio nel Fank (‘fanc’ in dialetto valfurvese significa fango). Partenza alle 10.30, la neve, come assicura il direttore di gara Maurilio Alessi, dovrebbe migliorare ancora col freddo della notte.

Info: www.santacaterina.it

Classifica DH Men

1 Chabloz Yannick SUI 1'01.63; 2 Pfiffner Marco LIE 1'01.99; 3 Weber Ralph SUI 1'02.08; 4 Koeck Niklas AUT 1'02.22; 5 Roulin Gilles SUI 1'02.27; 6 Molteni Nicolo ITA 1'02.29; 7 Naralocnik Nejc SLO 1'02.33; 8 Etxezarreta Adur ESP 1'02.40; 9 Babinsky Stefan AUT 1'02.42; 10 Roesti Lars SUI 1'02.43


Fonte notizia: http://www.newspower.it/CoppaEuropa_MEN_SuperG_DH_SCaterinaValfurva.htm


newspower | coppa europa | valfurva | santa caterina valfurva | sci alpino | discesa | sci di discesa | alpi | sondrio | valtellina | italia | sport invernali | compagnoni |



 

Potrebbe anche interessarti

LA SVIZZERA ATTACCA E JOSUA METTLER VINCE. A SANTA CATERINA IN COPPA EUROPA ZAZZI 7°


I “MAGHÈT” DELLA DISCESA A SANTA CATERINA: COPPA EUROPA E SUPER-G IN VALFURVA


NEVE IN… DISCESA LIBERA A SANTA CATERINA. IN VALFURVA COPPA EUROPA IMBIANCATA


“LA FONTE” DEL FONDO A S.CATERINA VALFURVA. COPPA ITALIA ALL’OUVERTURE DI STAGIONE


Novità GVM dalla clinica Santa Caterina da Siena di Torino


‘TROFEO DANTE CANCLINI’ A SANTA CATERINA VALFURVA. LO SCI DI FONDO APRE CON LE GARE FIS SKATING


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

VALLE DI PRIMIERO A UN PASSO DAL MONDIALE. C’È L’ULTIMA FIRMA SUL CONTRATTO

VALLE DI PRIMIERO A UN PASSO DAL MONDIALE. C’È L’ULTIMA FIRMA SUL CONTRATTO
Ieri a Fiera di Primiero la firma del contratto di candidatura al Campionato Mondiale Marathon 2026 Presenti Massimo Panighel, le autorità locali e i vari sponsor che sostengono l’evento iridato L’assegnazione del Mondiale verrà annunciata in Australia a fine settembre A rappresentare la società Pedali di Marca ci sarà Cordiano Dagnoni, presidente FCI ‘Se credi in quello che fai i sogni si avverano’. È una frase che calza a pennello con quello che sta succedendo in Valle di Primiero (in Trentino), un territorio che vuole aprirsi al mondo intero e che, a un passo dall’ufficialità, sogna di ospitare il Campionato del Mondo Marathon del 2026. Ieri a Fiera di Primiero c’è stato l’incontro per raccogliere la firma sul contratto che va a supportare l (continua)

UN MESE ALLA MARCIALONGA COOP: IN CORSA I 23 AUDACI SENATORI

UN MESE ALLA MARCIALONGA COOP: IN CORSA I 23 AUDACI SENATORI
Nel tardo pomeriggio di sabato 3 settembre scatta la 20.a Marcialonga Coop Al via i 23 senatori che hanno portato a termine tutte le edizioni Da Moena partono il tradizionale tracciato di 26 km e la nuova mezza maratona di 21 km Gadget personalizzato con il logo dell’associazione benefica per chi si iscrive alla staffetta La grande carica di Marcialonga Running Coop si farà spazio fra un mese nelle Valli di Fiemme e Fassa, in Trentino. La gara podistica settembrina rappresenta il puro spirito sportivo: non solo agonismo ma anche tanta voglia di gareggiare contro sé stessi, misurarsi con lo splendido tracciato che ricalca in parte quello della “sorella maggiore” invernale e trascorrere un piacevole sabato pomeriggio (continua)

LA ‘MYTHOS’ LANCIA L’AVVENTURA IN E-BIKE: SI PEDALA NELLA VALLE ‘WILD’ DEL VANOI

LA ‘MYTHOS’ LANCIA L’AVVENTURA IN E-BIKE: SI PEDALA NELLA VALLE ‘WILD’ DEL VANOI
Il 28 agosto l’evento collaterale ‘Mythos Adventure E-Bike’ 50 km con la pedalata assistita nel Parco Naturale Paneveggio - Pale di San Martino Iscrizione gratuita e ogni partecipante riceverà un gadget by Montura L’evento anticiperà la gara regina di mtb Mythos Primiero Dolomiti dell’11 settembre “L'uomo è nato per creare. La vocazione umana è di immaginare, inventare, osare nuove imprese” (Michael Novak). In Valle di Primiero, in attesa della gara di mtb Mythos Primiero Dolomiti in calendario l’11 settembre, si sperimentano nuove formule per far divertire i bikers sui sentieri panoramici trentini. Le salite diventeranno una piacevole passeggiata per gli e-riders al via, in sella alle loro (continua)

MISS SOREGHINA IN PASSERELLA. MARCIALONGA: SPORT E BELLEZZA

MISS SOREGHINA IN PASSERELLA. MARCIALONGA: SPORT E BELLEZZA
Pieve Tesino, Canazei e Pinzolo hanno ospitato le serate del concorso Miss Italia Le prime tre fasce di Miss Soreghina a Eleonora Dallago, Viola Ruffo e Elisa Zandonai Prossimo appuntamento mercoledì 10 agosto a Scena, in Alto Adige Grande attesa per la finale nella bella Moena il 13 agosto La ricerca per la nuova ambasciatrice di Marcialonga è ufficialmente iniziata. Lo scorso 24 luglio è stata assegnata la prima fascia di Miss Soreghina durante la serata di Miss Italia ospitata nella location “green” del Tesino Golf Club di Pieve Tesino, in Trentino. Hanno sfilato ben 18 ragazze davanti agli occhi attenti dei vari giurati presentati dalla conduttrice Sonia Leonardi. A ricevere la f (continua)

SCHUBERT UN FULMINE AL ROCK MASTER! CHAEHYUN, UN PROBLEMA DOPO L’ALTRO

SCHUBERT UN FULMINE AL ROCK MASTER! CHAEHYUN, UN PROBLEMA DOPO L’ALTRO
Oggi pomeriggio il via al 35° Rock Master, l’arrampicata VIP Prime gare col boulder, Schubert dal podio olimpico e mondiale al Rock Master Seo Chaehyun, prima volta ad Arco e vittoria, pensando al Duello Doppio argento per i poliziotti delle FFOO Laura Rogora e Filip Schenk Podio mondiale, addirittura olimpico oggi ad Arco al 35° Rock Master nella prima fase Boulder, con l’austriaco Jakob Schubert. Il quattro volte campione del mondo, bronzo olimpico e sette volte vincitore della classifica generale di Coppa del Mondo ha steso tutti gli avversari, precedendo il poliziotto gardenese Filip Schenk. Al femminile la reginetta indiscussa è stata la coreana Seo Chaehyun, ca (continua)