Home > Sport > LA ZAMPATA DI WEBER, L’URLO DI FRANZONI! LA COPPA EUROPA DI SANTA CATERINA È OK

LA ZAMPATA DI WEBER, L’URLO DI FRANZONI! LA COPPA EUROPA DI SANTA CATERINA È OK

scritto da: Newspower | segnala un abuso

LA ZAMPATA DI WEBER, L’URLO DI FRANZONI! LA COPPA EUROPA DI SANTA CATERINA È OK

A Santa Caterina Valfurva secondo posto di un grande Giovanni Franzoni Il classe 2001 bresciano a 17/100 dallo svizzero Weber, terzo Krenn (AUT) Ora Franzoni è leader di Coppa Europa, Franzoso (8° oggi) passa secondo La soddisfazione di Max Carca (FISI) e della Pro Loco di S.Caterina Valfurva


Non c’è stata la “valanga” dei giorni scorsi, ma la Svizzera ha vinto nuovamente piazzando al primo posto Ralph Weber. È successo oggi a Santa Caterina Valfurva nella terza giornata di Coppa Europa, con un combattuto SuperG che però ha regalato un folgorante argento al giovane (classe 2001) Giovanni Franzoni, bresciano che aveva già vinto pochi giorni fa a Zinal, sempre in SuperG, e reduce dalla Coppa del Mondo di Val d’Isere.

Gara nuovamente sulla pista ‘Deborah Compagnoni’ proposta e supportata dalla Pro Loco di Valfurva, con un centinaio di atleti a caccia di punti in una giornata soleggiata e per nulla fredda. Nonostante questo, la pista ha retto perfettamente e gli organizzatori capeggiati da Maurilio Alessi ed Omar Galli hanno ricevuto gli elogi dai dirigenti FIS.

La classifica ha preso forma fin dalle prime battute. Ralph Weber (SUI) col pettorale 4 ha bloccato il cronometro su un buon 1’7”4 ed ha messo una seria ipoteca sulla vittoria, poi confermata. L’atleta elvetico ha avuto un’escalation incredibile a Santa Caterina, terzo sabato, secondo domenica in discesa e oggi primo in SuperG: “La gara è andata bene, la pista non è così difficile. La neve di oggi era più soffice rispetto agli altri giorni. Sono soddisfatto del mio risultato e di questi tre giorni, ho conquistato tre podi. Il mio prossimo appuntamento è in Val Gardena.”

Col pettorale 5 è sceso il bresciano Franzoni. Aggressivo, autentico combattente, Giovanni ha affrontato la ‘Deborah Compagnoni’ come si deve, ha chiuso con 1’7”21, un’inezia ma il suo tempo è rimasto “illibato” per tutta la gara. Gran soddisfazione a fine gara di tutto il team azzurro, ora Franzoni si è guadagnato il pettorale giallo e rosso: primo nella Overall di Coppa Europa e primo, ovviamente, in SuperG: “Secondo me oggi si poteva fare qualcosa di meglio. Oggi era tutto abbastanza facile, c’era da tenere giù un po’ di più il piede, però, non avendo fatto la discesa, la gara è stata discreta. La neve era abbastanza facile, sempre tutta da attaccare però divertente. L’esperienza in Coppa del Mondo è sempre più dura, è davvero uno step grande da fare e sto facendo ancora un po’ di esperienza, ci vuole ancora un po’ di fiducia e confidenza per cercare di attaccare al massimo anche in quelle gare.” L’Austria subisce lo strapotere svizzero in Coppa Europa, ma si difende bene. Oggi Christoph Krenn è salito sul terzo gradino relegando Cristopher Neumayer alla medaglia di legno.

Col pettorale giallo di leader di Coppa Europa SuperG oggi partiva Matteo Franzoso, con 1’7”77 ha chiuso all’ottavo posto a parimerito con Pfiffner: “Oggi è andata così così, - ha detto Franzoso - nella prima parte di pista ho sciato sempre abbastanza bene, nella parte sotto potevo avere un po’ più di velocità e aggressività, invece sono stato troppo accorto prendendo mezzo secondo nella parte bassa. La neve era sempre facile. Non conosco ancora bene i miei prossimi appuntamenti, forse andrò in Val Gardena, ma non so ancora.” Franzoso ora è secondo nella generale di SuperG e comunque settimo nella Overall.

Nicolò Molteni è entrato nei 20 al 17° posto con una gara così così, proprio come confida all’arrivo: “La pista era abbastanza bella, anche il tracciato. Non sono riuscito a sciare come volevo, però va bene così.”

Al 22° posto il tarvisiano Luca Taranzano, che forse molti non avevano considerato per le buone potenzialità: “Sono abbastanza soddisfatto. Dovevo essere un po’ più accorto in qualche passaggio. Avrei potuto fare meglio ma nel complesso sono piuttosto contento.” A punti sia Paini che Zazzi, sul quale gli sportivi locali puntavano sicuramente: “Oggi è stato un po’ tutto troppo brusco, peccato, si poteva fare bene. Sono partito abbastanza bene però mi sentivo lento.”

Premiazione con l’Italia in festa, facce soddisfatte soprattutto di Max Carca, direttore agonistico della nazionale di Coppa Europa: “È ancora presto per fare un bilancio delle discipline veloci italiane di queste tre gare, nel senso che ad inizio stagione abbiamo avuto tante difficoltà, non siamo riusciti a fare le giornate di allenamento che avevamo in programma e quindi siamo arrivati veramente un po’ in ritardo, e queste competizioni le abbiamo utilizzate come un buon allenamento. C’erano gli atleti un po’ più esperti che erano stati in America come Molteni, Zazzi e Bosca che avevano qualche km in più sulla velocità, loro se la sono cavata in discesa. Oggi per noi era un banco di prova significativo perché il SuperG è interessante, e bisogna ringraziare l’organizzazione che comunque - nonostante le nevicate - è riuscita a preparare una pista all’altezza. Oggi siamo soddisfatti perché fare podio con Giovanni che è un classe 2001, in queste condizioni di neve e in mezzo ad atleti che bazzicano in Coppa del Mondo, è importante. Per il futuro dei giovani bisogna avere pazienza e trovare una collaborazione con i comitati organizzatori e le poche piste che ci sono a disposizione. Santa Caterina è sempre stata un punto di riferimento, negli ultimi anni eravamo riusciti a sciare a fine novembre, quest’anno ha fatto caldo e non ci ha permesso di allenarci in modo adeguato. Le gare sono state utilizzate anche per fare dei km sopra ai 100/h, perché è difficile organizzare allenamenti in sicurezza con questa velocità. Abbiamo dei ragazzi interessanti anche dietro in classifica, e noi stiamo investendo tanto come Federazione per riuscire a creare questo ricambio.”

Santa Caterina Valfurva chiude con un bilancio positivo questa tre giorni e guarda alle prossime festività con grande interesse, le piste sono perfette in tutto il comprensorio, le prenotazioni fioccano. Così la soddisfazione di vedere un italiano secondo sul podio si mischia con quella di una stagione che apre prospettive interessanti.

Info: www.santacaterina.it

SuperG - Men

1 Weber Ralph SUI 1:07.04; 2 Franzoni Giovanni ITA 1:07.21; 3 Krenn Christoph AUT 1:07.25; 4 Neumayer Christopher AUT 1:07.47; 5 Mettler Josua SUI 1:07.53; 6 Roulin Gilles SUI 1:07.63; 7 Koeck Niklas AUT 1:07.71; 8 Pfiffner Marco LIE 1:07.77; 8 Franzoso Matteo ITA 1:07.77; 10 Hintermann Niels SUI 1:07.83


Fonte notizia: http://www.newspower.it/CoppaEuropa_MEN_SuperG_DH_SCaterinaValfurva.htm


newspower | coppa europa | valfurva | santa caterina valfurva | sci alpino | discesa | sci di discesa | alpi | sondrio | valtellina | italia | sport invernali | compagnoni | franzoni | franzoso | superg |



 

Potrebbe anche interessarti

NEVE IN… DISCESA LIBERA A SANTA CATERINA. IN VALFURVA COPPA EUROPA IMBIANCATA


I RAZZI EUROPEI GIÙ DALLA “COMPAGNONI” TRE GIORNI ADRENALINICI A SANTA CATERINA


WEBER CUP 2019: tutto pronto per il più appassionante campionato amatoriale dedicato agli amanti della griglia


LA SVIZZERA ATTACCA E JOSUA METTLER VINCE. A SANTA CATERINA IN COPPA EUROPA ZAZZI 7°


“LA FONTE” DEL FONDO A S.CATERINA VALFURVA. COPPA ITALIA ALL’OUVERTURE DI STAGIONE


GIALLO! CHABLOZ (SUI) VOLA A SANTA CATERINA. GLI ITALIANI… SCIVOLANO SUL “FANK”


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

VALLE DI PRIMIERO A UN PASSO DAL MONDIALE. C’È L’ULTIMA FIRMA SUL CONTRATTO

VALLE DI PRIMIERO A UN PASSO DAL MONDIALE. C’È L’ULTIMA FIRMA SUL CONTRATTO
Ieri a Fiera di Primiero la firma del contratto di candidatura al Campionato Mondiale Marathon 2026 Presenti Massimo Panighel, le autorità locali e i vari sponsor che sostengono l’evento iridato L’assegnazione del Mondiale verrà annunciata in Australia a fine settembre A rappresentare la società Pedali di Marca ci sarà Cordiano Dagnoni, presidente FCI ‘Se credi in quello che fai i sogni si avverano’. È una frase che calza a pennello con quello che sta succedendo in Valle di Primiero (in Trentino), un territorio che vuole aprirsi al mondo intero e che, a un passo dall’ufficialità, sogna di ospitare il Campionato del Mondo Marathon del 2026. Ieri a Fiera di Primiero c’è stato l’incontro per raccogliere la firma sul contratto che va a supportare l (continua)

UN MESE ALLA MARCIALONGA COOP: IN CORSA I 23 AUDACI SENATORI

UN MESE ALLA MARCIALONGA COOP: IN CORSA I 23 AUDACI SENATORI
Nel tardo pomeriggio di sabato 3 settembre scatta la 20.a Marcialonga Coop Al via i 23 senatori che hanno portato a termine tutte le edizioni Da Moena partono il tradizionale tracciato di 26 km e la nuova mezza maratona di 21 km Gadget personalizzato con il logo dell’associazione benefica per chi si iscrive alla staffetta La grande carica di Marcialonga Running Coop si farà spazio fra un mese nelle Valli di Fiemme e Fassa, in Trentino. La gara podistica settembrina rappresenta il puro spirito sportivo: non solo agonismo ma anche tanta voglia di gareggiare contro sé stessi, misurarsi con lo splendido tracciato che ricalca in parte quello della “sorella maggiore” invernale e trascorrere un piacevole sabato pomeriggio (continua)

LA ‘MYTHOS’ LANCIA L’AVVENTURA IN E-BIKE: SI PEDALA NELLA VALLE ‘WILD’ DEL VANOI

LA ‘MYTHOS’ LANCIA L’AVVENTURA IN E-BIKE: SI PEDALA NELLA VALLE ‘WILD’ DEL VANOI
Il 28 agosto l’evento collaterale ‘Mythos Adventure E-Bike’ 50 km con la pedalata assistita nel Parco Naturale Paneveggio - Pale di San Martino Iscrizione gratuita e ogni partecipante riceverà un gadget by Montura L’evento anticiperà la gara regina di mtb Mythos Primiero Dolomiti dell’11 settembre “L'uomo è nato per creare. La vocazione umana è di immaginare, inventare, osare nuove imprese” (Michael Novak). In Valle di Primiero, in attesa della gara di mtb Mythos Primiero Dolomiti in calendario l’11 settembre, si sperimentano nuove formule per far divertire i bikers sui sentieri panoramici trentini. Le salite diventeranno una piacevole passeggiata per gli e-riders al via, in sella alle loro (continua)

MISS SOREGHINA IN PASSERELLA. MARCIALONGA: SPORT E BELLEZZA

MISS SOREGHINA IN PASSERELLA. MARCIALONGA: SPORT E BELLEZZA
Pieve Tesino, Canazei e Pinzolo hanno ospitato le serate del concorso Miss Italia Le prime tre fasce di Miss Soreghina a Eleonora Dallago, Viola Ruffo e Elisa Zandonai Prossimo appuntamento mercoledì 10 agosto a Scena, in Alto Adige Grande attesa per la finale nella bella Moena il 13 agosto La ricerca per la nuova ambasciatrice di Marcialonga è ufficialmente iniziata. Lo scorso 24 luglio è stata assegnata la prima fascia di Miss Soreghina durante la serata di Miss Italia ospitata nella location “green” del Tesino Golf Club di Pieve Tesino, in Trentino. Hanno sfilato ben 18 ragazze davanti agli occhi attenti dei vari giurati presentati dalla conduttrice Sonia Leonardi. A ricevere la f (continua)

SCHUBERT UN FULMINE AL ROCK MASTER! CHAEHYUN, UN PROBLEMA DOPO L’ALTRO

SCHUBERT UN FULMINE AL ROCK MASTER! CHAEHYUN, UN PROBLEMA DOPO L’ALTRO
Oggi pomeriggio il via al 35° Rock Master, l’arrampicata VIP Prime gare col boulder, Schubert dal podio olimpico e mondiale al Rock Master Seo Chaehyun, prima volta ad Arco e vittoria, pensando al Duello Doppio argento per i poliziotti delle FFOO Laura Rogora e Filip Schenk Podio mondiale, addirittura olimpico oggi ad Arco al 35° Rock Master nella prima fase Boulder, con l’austriaco Jakob Schubert. Il quattro volte campione del mondo, bronzo olimpico e sette volte vincitore della classifica generale di Coppa del Mondo ha steso tutti gli avversari, precedendo il poliziotto gardenese Filip Schenk. Al femminile la reginetta indiscussa è stata la coreana Seo Chaehyun, ca (continua)