Home > Cultura > -Brusciano Ritorno Natalizio del Gruppo Operaio ‘E Zezi di Pomigliano d’Arco. (Scritto da Antonio Castaldo)

-Brusciano Ritorno Natalizio del Gruppo Operaio ‘E Zezi di Pomigliano d’Arco. (Scritto da Antonio Castaldo)

scritto da: TonySpeaker | segnala un abuso

-Brusciano Ritorno Natalizio del Gruppo Operaio ‘E Zezi di Pomigliano d’Arco. (Scritto da Antonio Castaldo)


Brusciano Ritorno Natalizio del Gruppo Operaio ‘E Zezi di Pomigliano d’Arco. (Scritto da Antonio Castaldo)

 

A Brusciano, mercoledì 22 dicembre 2021, nell’ambito degli spettacoli natalizi promossi dall’Amministrazione Comunale, guidata dal Sindaco, Avv. Giacomo Romano, c’è stato, dopo dieci anni, l’applaudito ritorno, in Piazza XI Settembre, del gruppo musicale “‘E Zezi” di Pomigliano d’Arco. Con il fondatore e leader storico, Angelo De Falco, per tutti “O’ Prufessore”, hanno suonato e cantato: Alessio Sica alla batteria; Dario Mogavero, voce e tammorre; Massimo Ferrante, voce e chitarra; Paolo Esposito Mocerino, voce e nacchere; Giacomo Pedicini al basso; Maurizio Saccone agli strumenti a fiato.

Il Gruppo Operaio “‘E Zezi” ha aperto il concerto con una beneaugurante “N’Ferta” continuando poi con “A Nuvella”, quindi c’è stato il doveroso omaggio, con la canzone “ E Ciente Paise”, ad uno dei locali testimoni della coinvolgente cultura popolare, Francesco Palladino (Brusciano 1925-1977), come nelle immagini riprese dal sociologo e giornalista Antonio Castaldo e postate, con l’assistenza di Giuseppe Pio Di Falco, per IESUS Istituto Europeo di Scienze Umane e Sociali, all’indirizzo web https://www.youtube.com/watch?v=2dh0BlfPnVQ .

Quindi è stata la volta dei saluti istituzionali espressi dal Vice Sindaco, Avvocato Salvatore Travaglino, come ripreso nel video IESUS qui postato https://www.youtube.com/watch?v=8ehFBuVSPUU .

Il concerto è continuato con “Giuvinotte e Signurine”, “Malarazza” di Domenico Modugno, cantata magistralmente da Massimo Ferrante, quindi l’apoteosi zeziana con “Vesuvio” e poi a seguire diverse “Fronne e Tammurriate”.

In Piazza XI Settembre, insieme al Vice Sindaco, Avv. Salvatore Travaglino vi erano l’Assessore alla Cultura, la giornalista Monica Cito; il Vice Presidente del Consiglio Comunale, Dott. Giovanni Auriemma; i Consiglieri Comunali, Nicola Di Maio e Arch. Nicola Braccolino. Fra gli altri, seguivano la serata musicale, i genitori del primo cittadino, Mimmo Romano con la gentile consorte, Fiorinta Faicchia; la Presidente, Maria D’Amore, ed il Segretario Stefano Russo, dell’Associazione di Promozione Sociale, SA.MA, Ente  del Terzo Settore; l’agrotecnico Salvatore Papaccio; il coiffeur Pietro La Fortuna; Alessandro Cavaliere, fondatore e scrittore per “Il Cenacolo Bruscianese”; Rocco Braccolino, fondatore e gestore della pagina F. B. “Brusciano Story” attivata anche per la diretta di alcuni momenti della bella serata di musiche e canti popolari con l’applaudito gruppo “‘E Zezi” di Pomigliano d’Arco.

Il sociologo e giornalista, Antonio Castaldo, che con questi cantori popolari per qualche tempo, in passato, ha condiviso, con Bruno Senese e tanti altri, il percorso artistico sul versante “Zezi Teatro”, ha ricordato che «la storia del Gruppo Operaio ‘E Zezi di Pomigliano d’Arco, iniziata nel 1974, fra tre anni fa il giro di boa di 50 anni di navigazione per i nostri paesi, Napoli, la Campania, l’Italia e l’Europa, sempre con il timoniere Angelo De Falco. Sempre con la bussola  puntata sul lavoro di ricerca e riproposta della cultura popolare dell’agro Pomiglianese-Nolano; interpretando i sentimenti di rivendicazione dei diritti del mondo operaio; nel costante posizionamento progressista sociale  e politico nell’ambito di vita e lavoro del territorio di appartenenza. Fedeli ai valori e coerenti nei comportamenti dalla prima produzione discografica, “Tammurriata dell’Alfasud”, del 1976 con I Dischi del Sole, fino al DVD “Zig Zag Zug 40 Anni di canti, musica e teatro” con la Città Metropolitana di Napoli e così procedendo nel tempo e nella storia. Stasera, nel riceverne una copia con l’amichevole dedica di Angelo De Falco, ho condiviso con lui l’abbraccio zeziano, allargato idealmente a tutti i partecipanti che si sono susseguiti partecipando, in successive generazioni, a questa che è una realtà esperienziale di arte, cultura e memoria popolare fra le più longeve al mondo».

 

IESUS Istituto Europeo di Scienze Umane e Sociali-Brusciano NA

E Zezi di Pomigliano d Arco Concerto a a Brusciano NA 22 12 2021 | IESUS Istituto Europeo di Scienze Umane e Sociali - Brusciano NA IT EU - Antonio Castaldo |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

A Pomigliano d'Arco il Forum delle Culture 2013


Appello-indizione per l'Assemblea Operaia Nazionale a Pomigliano nel Centenario della Rivoluzione d'Ottobre


E' ZEZI ALLA FESTA DEL PRIMO MAGGIO A CIAIANO NAPOLI


NAPOLI E ZEZI CON LA CANZONE DELLA ZEZA ALL'EX ASILO FILANGIERI


NAPOLI E ZEZI CON LA CANZONE DELLA ZEZA ALL'EX ASILO FILANGIERI di Antonio Castaldo


Assemblea 1° maggio a Pomigliano


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

-Piacenza Round Table sostiene le attività dell’AISA. (Scritto da Antonio Castaldo)

-Piacenza Round Table sostiene le attività dell’AISA. (Scritto da Antonio Castaldo)
Piacenza Round Table sostiene le attività dell’AISA. (Scritto da Antonio Castaldo) Sabato 7 maggio 2022, l’AISA Associazione Italiana Sicurezza Ambientale la cui sede provinciale di Piacenza è in Viale Stazione a Rottofreno con il Presidente Gianfranco Busatto ha ricevuto la visita del sociologo e giornalista Antonio Castaldo, delegato dal Presidente nazionale Cav. Giovanni Cimmino, da S (continua)

ANPI Zona Nolana presenta a Saviano il libro “Paisà, sciuscià e segnorine” di Avagliano e Palmieri. Un racconto corale del Mezzogiorno nei due anni sotto gli Alleati.(Inviato da Antonio Castaldo per A.N.P.I. Zona Nolana)

ANPI Zona Nolana presenta a Saviano il libro “Paisà, sciuscià e segnorine” di Avagliano e Palmieri. Un racconto corale del Mezzogiorno nei due anni sotto gli Alleati.(Inviato da Antonio Castaldo per A.N.P.I. Zona Nolana)
ANPI Zona Nolana presenta a Saviano il libro “Paisà, sciuscià e segnorine” di Avagliano e Palmieri. Un racconto corale del Mezzogiorno nei due anni sotto gli Alleati. (Testo trasmesso da Antonio Castaldo per A.N.P.I. Zona Nolana) La caduta di Mussolini e l’armistizio lasciano l’Italia stremata e divisa, mentre gli Alleati e i tedeschi si contendono palmo a palmo la penisola con sco (continua)

-Mariglianella Comune ed Associazioni in condivise iniziative di cultura, solidarietà e ambiente.

-Mariglianella Comune ed Associazioni in condivise iniziative di cultura, solidarietà e ambiente.
Mariglianella Comune ed Associazioni in condivise iniziative di cultura e solidarietà e ambiente. Venerdì 6 maggio 2022 alle 18:30 nell’Aula Consiliare del Comune di Mariglianella, retto dal Sindaco, Dott. Arcangelo Russo, si terrà la presentazione del libro “L’alchimista dei colori maledetti” di Giuseppe Sirio Esposito. L’autore dialogherà con il giornalista Andrea Fiorentino& (continua)

-Somma Vesuviana AISA promuove visita didattica ad Apice. (Scritto da Antonio Castaldo)

-Somma Vesuviana AISA promuove visita didattica ad Apice. (Scritto da Antonio Castaldo)
Somma Vesuviana AISA promuove visita didattica ad Apice. (Scritto da Antonio Castaldo) La Presidenza dell’Associazione Italiana Sicurezza Ambientale, retta dal Cav. Giovanni Cimmino, nell’ambito delle variegate attività d’istituto ha promosso una giornata di visita e formazione a favore delle giovani generazioni per la riscoperta ed il rilancio di un equilibrato rapporto tra uomo e ambie (continua)

-Brusciano Festa della Liberazione 1945-2022. (Scritto da Antonio Castaldo)

-Brusciano Festa della Liberazione 1945-2022. (Scritto da Antonio Castaldo)
Brusciano Festa della Liberazione 1945-2022. (Scritto da Antonio Castaldo)Lo scorso 25 aprile l’Italia ha celebrato la Festa della Liberazione dal nazifascismo, nella richiamata data della Liberazione di Milano del 25 aprile 1945, come fissato fra le ricorrenze festive civili nel calendario istituzionale attraverso la Legge n. 260 del 27 maggio 1949 e già festa nazionale come proclamato con d (continua)