Home > Altro > Il libro d’artista come ricettacolo Romantico

Il libro d’artista come ricettacolo Romantico

scritto da: CSArt | segnala un abuso

Il libro d’artista come ricettacolo Romantico

Opere in forma di libro nell'ambito della mostra Ultraromanticismo


Nell’ambito della mostra “Ultraromanticismo. Il post umano, tra inquietudini e abbandono”, collettiva in sei atti promossa dai Comuni di Castelnuovo Rangone, Pavullo nel Frignano, Castelfranco Emilia, Savignano sul Panaro, Spilamberto e Vignola, in collaborazione con l’Associazione culturale Ricognizioni sull’arte, oltre alla pittura, al disegno, alla scultura e alla fotografia è presentata anche una selezione di libri d’artista, realizzati appositamente per l’occasione.

La Galleria d'Arte Contemporanea di Palazzo Ducale a Pavullo nel Frignano ospita, fino al 9 gennaio 2022, i libri opera di Valentina Biasetti, Silvia Inselvini e Marika Ricchi. Le opere in forma di libro di Andrea Capucci, Andrea Chiesi, Elisa Florian, Michelangelo Galliani e Simone Pellegrini vengono invece mostrate, fino al 16 gennaio 2022, alla Rocca di Vignola (accesso su prenotazione: https://www.fondazionedivignola.it/rocca-di-vignola/prenota-la-tua-visita/ - sale concesse in uso gratuito dalla Fondazione di Vignola), infine il lavoro di Jessica Ferro è stato presentato allo Spazio CRAC di Castelnuovo Rangone.

«Prossimale all’arte visiva – spiegano Sergio Bianchi, Alessandro Mescoli, Massimiliano Piccinini, Federica Sala, Laura Solieri e Andrea Barillaro, curatori indipendenti che fanno capo all’Associazione culturale Ricognizioni sull’arte – dove spesso compare passivato sotto forma di tomo (vanitas) o zibaldone (ad esempio nella pittura romantica), il libro d'artista (o il libro opera) rappresenta uno degli oggetti del desiderio per i collezionisti di arte contemporanea. Proprio per le sue caratteristiche raffinate ed eclettiche si impone come medium elettivo su cui gli artisti contemporanei cimentano sperimentazioni e lateralità, creando vere e proprie opere in grado di sintetizzare, in un unico oggetto, dibattito culturale, manifestazioni di poetica e canoni estetizzanti, raggiungendo livelli così elevati da azzardare di contendere primato e autorevolezza a tele e sculture. Molto diffuso negli anni ‘70 grazie all'impulso dato dalle neoavanguardie (ma oggi più che mai attuale), il libro opera è di difficile definizione. Tendenza, ma al tempo stesso oggetto operato, un ricettacolo romantico e sensibile, che può avere forma di libro o raccoglierne solamente le intenzioni, ma sempre testimonia, deposita e racconta, la ricerca dell’autore stesso: a volte come approdo definitivo e terminale, a volte come approccio iniziale alla nascita di un nuovo lavoro. Spesso prodotti in serie limitatissime numerate e firmate, oppure opere uniche dove l’artista interviene direttamente, i libri oggetto oltre a parlarci di vulnerabilità e seduzione, riportano il contemporaneo alla dimensione dell'uomo: attraverso l’atto gestuale dello sfogliare le pagine, ci illudono, rassicurandoci, di una ritrovata conoscenza preferenziale».

In occasione della mostra, realizzata con il sostegno di BPER Banca (main sponsor) e Galleria Ossimoro, è stato pubblicato un catalogo con prefazione istituzionale, introduzione dei curatori, testi critici di Maria Chiara Wang, Giorgia Bergantin, Mattia Cattaneo, Enrico Turchi, Eleonora Brizi e ricco apparato iconografico. È stato inoltre realizzato un video-documentario con la regia e la fotografia di Mauro Terzi e la musica de “Le Piccole Morti”, disponibile al link: https://youtu.be/0DRpCZbo3ZY. Per informazioni: T. +39 059 783519, ricognizionisullarte@gmail.com, www.ricognizionisullarte.com, www.facebook.com/ricognizionisullarte, www.instagram.com/ricognizionisullarte



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

CORTEX Presenta il nuovo video BORI$


"Sulle orme del massone. Studio ragionato e comparato sulla Massoneria" il nuovo saggio di Thomas Moreau


Proprietà e caratteristiche dei carciofi nella coltivazione organica


FRED BRANCA “Giorni strani” è il secondo singolo estratto dall’album d’esordio “Romantico Punk”


Questo Natale regala il sogno più romantico


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

"All inclusive. 9 artisti contemporanei performano il museo” a Massa


Il museo Guadagnucci di Massa presenta dal 4 giugno al 2 ottobre 2022 la mostra “All inclusive. Nove artisti contemporanei performano il museo” Il Museo Guadagnucci di Massa (MS)presenta, dal 4 giugno al 2 ottobre 2022, la mostra All Inclusive. Nove artisti contemporanei performano il museo, curata da Cinzia Compalati con opere di Aqua Aura, Emiliano Bagnato, Eleonora Chiesa, Sandro Del Pistoia, Giorgio Di Palma, Antonello Ghezzi, Aldo Giannotti, Simone Gori, Vincenzo Marsiglia. L’inaugurazione si terrà sabato 4 giugno alle ore 18.30 (continua)

Attraverso l’arte, l’esposizione alla galleria Il Gabbiano 1968-2018 di La Spezia

Attraverso l’arte, l’esposizione alla galleria Il Gabbiano 1968-2018 di La Spezia
Al CAMeC di La Spezia un'esposizione per rendere omaggio alla storica galleria Il Gabbiano Il CAMeC Centro Arte Moderna e Contemporanea della Spezia rende omaggio alla storica galleria Il Gabbiano che, in cinquant’anni di ricerca artistica e con oltre500 mostre, ha portato in città le eccellenze dell’arte contemporanea italiana e internazionale, con approfondimenti dedicati alla Poesia visiva, a Fluxus, all’Arte concettuale, alla Body Art e alle esperienze legate alla musica e al s (continua)

DEAR UNIVERSE. A casa Cavezzi una mostra di Fernanda Carrillo, vincitrice della prima edizione del “Premio Massimiliano Galliani per il disegno under 35”

DEAR UNIVERSE. A casa Cavezzi una mostra di Fernanda Carrillo, vincitrice della prima edizione del “Premio Massimiliano Galliani per il disegno under 35”
La giovane artista messicana presenterà in anteprima assoluta alcune opere originali, realizzate durante il suo soggiorno a Montecchio Emilia, ospite del Comune Il Comune di Montecchio Emilia e l’Associazione culturale artMacs presentano, dal 20 maggio al 26 giugno 2022, “Dear Universe”, mostra personale della giovane artista messicana Fernanda Carrillo, vincitrice della prima edizione del “Premio Massimiliano Galliani per il disegno under 35”, dedicato al disegno e alla ricerca visiva emergente. L’esposizione sarà inaugurata venerdì 20 maggio, alle (continua)

Davide Maria Coltro. Pax Naturae

Davide Maria Coltro. Pax Naturae
Dal 21 maggio al 24 luglio 2022 gli spazi di Kromya Art Gallery ospitano Pax Naturae, la rassegna monografica di Davide Maria Coltro: 30 opere e un ciclo inedito. Dopo il successo della mostra milanese allo Studio Museo Francesco Messina e la prima personale in Svizzera, Davide Maria Coltro torna a Verona, sua città natale, con una rassegna monografica negli spazi di Kromya Art Gallery (via Oberdan, 11c). Curata da Alberto Fiz, l’esposizione Pax Naturae sarà inaugurata sabato 21 maggio alle ore 18.00. Il tema scelto dall’artista appare particolarment (continua)

Transiti for life. La memoria è vita

Transiti for life. La memoria è vita
Mostra in ricordo di S.E. Luca Attanasio Artisti per il sociale in memoria di Luca Attanasio, ambasciatore di pace, costruttore di ponti, amante dell’arte e pittore nel privato. Fa tappa a Limbiate (MB), sua città natale, dal 21 maggio al 4 giugno 2022, il progetto Transiti, ideato e curato da Raffaella A. Caruso per AMMP Onlus. Dopo la mostra inaugurale promossa dal Consiglio regionale del Piemonte all’interno di Palazzo Lasca (continua)