Home > Altro > Un mondo del lavoro amico delle donne. È l’augurio di Women for Oncology Italy per il 2022

Un mondo del lavoro amico delle donne. È l’augurio di Women for Oncology Italy per il 2022

scritto da: Motore sanita | segnala un abuso

“Archiviamo il 2021 con la consapevolezza che c’è ancora tanto da fare, per colmare il gender gap. Auspichiamo un nuovo anno all’insegna non più della precarietà, ma dell’uguaglianza di occupazione e di retribuzione”.


Il mondo del lavoro rimane un ambiente molto difficile per le donne e in questo anno e mezzo di pandemia l’aumento delle disuguaglianze di genere è cresciuto: dati alla mano il tasso di occupazione degli uomini è pari al 67,8% e quello delle donne è al 49,5%. È quanto evidenzia il Gender Policies Report, elaborato dalla Struttura Mercato del Lavoro dell’Inapp e presentato all’Auditorium dell’Istituto Nazionale per le Analisi delle Politiche Pubbliche, che fa i conti con un 2021 segnato da precarietà, disparità economica e dei diritti del mondo del lavoro. Anche durante la ripresa della post pandemia, l’incidenza della precarietà e della discontinuità per le donne è sempre maggiore, con un ruolo prevalente della piccola impresa fino a 15 dipendenti. Basti pensare che sono a tempo indeterminato solo il 14% dei nuovi contratti e solo il 38% delle stabilizzazioni da altre forme contrattuali. Il 49,6% di tutti i contratti femminili, inoltre, è a tempo parziale, contro il 26,6% degli uomini. Si ampliano insomma i gap di genere (di occupazione e di retribuzione) e, allo stesso tempo, si acuiscono i divari territoriali: sono 4 i diversi scenari regionali per occupazione creata, livello di stabilità e numero di ore lavorate dalle donne. Oltre 100 mila contratti a donne in Lombardia, Lazio, Emilia Romagna e Veneto; dalle 50 alle 100 mila attivazioni in Toscana, Piemonte, Campania, Puglia e Sicilia; tra 15mila e 99mila in Trentino Alto Adige, Marche, Sardegna, Liguria, Abruzzo, Friuli, Calabria e Umbria. Al di sotto delle 15 mila in Basilicata, Valle d’Aosta e Molise.

“Proprio al fine di rendere il lavoro più amico e di garantire un equo accesso alla crescita professionale, abbiamo deciso di lanciare un sondaggio, che ci aiuti a comprendere aree di miglioramento e iniziative concrete per superare il gender gap. Invitiamo tutti a darci un contributo compilandolo!” – Rossana Berardi, Presidente dell’Associazione Women for Oncology Italy, Professore Ordinario di Oncologia dell’Università Politecnica delle Marche e Direttore della Clinica Oncologica Azienda Ospedaliero Universitaria Ospedali Riuniti di Ancona. Se volete partecipare anche voi alla survey di Women for Oncology Italy seguite questo link: https://it.surveymonkey.com/r/JKKNB9F



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

SCIENZA, CONOSCENZA E CUORE. PROFESSIONISTE IN RETE


COVID-19: la pandemia frena il percorso professionale delle donne in oncologia I risultati del sondaggio ESMO Women for Oncology


Gender Gap: l’appello di Women for Oncology Italy al Presidente Draghi


Tumori - Women for Oncology premia un film a tema oncologico Rossana Berardi, al Bardolino Film Festival per sottolineare l’impegno di W4O nella lotta contro il cancro


Legge sulla parità salariale: punto di partenza di Women for Oncology Italy per superare il Gender Gap


Costo corsi yoga: i prezzi di una lezione yoga


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Invito stampa - Il ruolo sociale del farmaco equivalente. Call to action - 31 maggio 2022, Ore 14:

martedì 31 maggio, dalle ore 14:30 alle 17, si terrà, presso l'Auditorium Ospedale Schiavonia, ULSS 6 Euganea, a Padova, l'evento dal titolo ‘Il ruolo sociale del farmaco equivalente. Call to action’, organizzato da Motore Sanità. martedì 31 maggio, dalle ore 14:30 alle 17, si terrà, presso l'Auditorium Ospedale Schiavonia, ULSS 6 Euganea, a Padova, l'evento dal titolo ‘Il ruolo sociale del farmaco equivalente. Call to action’, organizzato da Motore Sanità.L'ingresso dei farmaci equivalenti nel mercato farmaceutico mondiale è un fenomeno di notevole interesse in termini econ (continua)

Invito stampa - Nuovi modelli di governance ospedaliera per gli antibiotici innovativi. “Da un accesso razionato a un accesso razionale e appropriato” - 31 maggio 2022, Ore 10:30

martedì 31 maggio, dalle ore 10:30 alle 13, si terrà l'evento Nuovi modelli di governance ospedaliera per gli antibiotici innovativi. “Da un accesso razionato a un accesso razionale e appropriato”, organizzato da Motore Sanità. martedì 31 maggio, dalle ore10:30 alle 13, si terrà l'evento Nuovi modelli di governance ospedaliera per gli antibiotici innovativi. “Da un accesso razionato a un accesso razionale e appropriato”, organizzato da Motore Sanità. Quali sono i rischi clinici per il paziente con l'antimicrobico-resistenza? Quali sono le molecole innovative in arrivo? Come programmare un ac (continua)

Contro i batteri resistenti agli antibiotici il team di stewardship detta l’uso appropriato dei nuovi farmaci valutando dosaggi e tempi di somministrazione

Napoli, 24 maggio 2022 - Si potrà evitare o quantomeno di ridurre il pesante impatto di quella che è oggi considerata una vera e propria pandemia, l’antimicrobico resistenza (AMR), super batteri resistenti agli antibiotici che mettono in ginocchio i sistemi sanitari di tutto il mondo Napoli, 24 maggio 2022 - Si potrà evitare o quantomeno di ridurre il pesante impatto di quella che è oggi considerata una vera e propria pandemia, l’antimicrobico resistenza (AMR), super batteri resistenti agli antibiotici che mettono in ginocchio i sistemi sanitari di tutto il mondo. Le linee di intervento sono la prevenzione, la ricerca, lo sviluppo e la produzione di nuovi antibiotici (continua)

HIV e PNRR: serve creare percorsi tra specialisti e il territorio per individuare e curare precocemente i pazienti sieropositivi ed evitare altri contagi

È necessario ritornare a parlare delle molte malattie rimaste sottotraccia durante l'immensa tragedia che è il Covid. L'infezione da Hiv è una di queste malattie, che per la natura della sua trasmissione non può rimanere sconosciuta al grande pubblico È necessario ritornare a parlare delle molte malattie rimaste sottotraccia durante l'immensa tragedia che è il Covid. L'infezione da Hiv è una di queste malattie, che per la natura della sua trasmissione non può rimanere sconosciuta al grande pubblico. Riuscire ad aumentare la consapevolezza dei cittadini su questa malattia non è l'unica grande sfida del momento. Infatti, con una maggiore conoscen (continua)

Motore Sanità lancia l’idea di un fondo vincolato per la Salute Mentale

La Conferenza Stato-Regioni ha già indicato nel 5%, escluse le dipendenze, la quota del fondo sanitario nazionale da destinare alla Salute Mentale. Il problema è che non viene applicata. 23 maggio 2022 - Motore Sanità, in occasione del webinar “CENTRAL-MENTE IN SALUTE. PORTARE LA SALUTE MENTALE AL CENTRO DELL’AZIONE DI GOVERNO E DEL PNRR”, lancia l’idea di un fondo vincolato per la Salute Mentale. Così il Dottor Claudio Zanon, Direttore scientifico di Motore Sanità, rivolgendosi alla Senatrice Paola Boldrini, Vice Presidente 12^ Commissione Igiene e Sanità Senato de (continua)