Home > Altro > TvbEat apre due nuove filiali e ricerca imprenditori per raggiungere tutte le province d’Italia

TvbEat apre due nuove filiali e ricerca imprenditori per raggiungere tutte le province d’Italia

scritto da: Giorgio Bellucci | segnala un abuso


«Secondo gli ultimi dati di Coldiretti e Censis, quasi 4 italiani su 10 ordinano il cibo dalle piattaforme di consegna a domicilio. In provincia c’è una forte domanda per questo servizio, ma le multinazionali non sono interessate a lavorare al di fuori delle grandi città e dei loro dintorni – sottolinea Damiano Vassalli, Ceo e co-founder di TvbEat. Si tratta di un problema non da poco per i ristoranti che operano nelle province, costretti a organizzarsi da soli per le consegne (quando riescono) o a rinunciare, perdendo clienti. Ecco perché abbiamo fondato TvbEat: un franchising che permette di portare il delivery ovunque, creando nuova ricchezza e posti di lavoro nei territori lontani dai grossi centri». 

Un business in forte espansione

Quello del digital food delivery è un mercato in forte espansione. La Pandemia da Covid-19 ha dato una spinta incredibile al settore, che nel 2020 è arrivato a coprire una quota compresa tra il 20 e il 25% dell’intero mercato delle consegne a domicilio, diventando un servizio essenziale per molti italiani (dati Osservatorio Nazionale di Just Eat).

Secondo l’Osservatorio eCommerce B2C del Politecnico di Milano, il mercato del digital food delivery nel suo complesso vale 1,5 miliardi e nel 2021 ha registrato una crescita del +59% rispetto all’anno precedente. Le conseguenze del nuovo coronavirus pesano ancora sull’economia mondiale, ma anche quando finalmente tutto sarà superato, il delivery non perderà terreno, al contrario. Le consegne a domicilio, soprattutto quelle di cibo, sono qui per restare. 

Le grandi aziende multinazionali non operano in provincia, c’è quindi una forte domanda che resta inevasa. Quando Vassalli si è reso conto che tanti ristoranti della sua zona (quella bergamasca) durante il lockdown non potevano lavorare, perché non avevano nessuno che consegnasse i loro piatti, ha deciso di correre ai ripari.

TvbEat nasce nel 2020 proprio per aiutare i locali di provincia a fare delivery. Dopo Lodi e Cremona, sono appena partite anche Tortona e Alessandria. Nel complesso la startup serve oltre 150 ristoranti e 50 comuni. 

Circa il 67% degli italiani ha potenzialmente accesso si servizi di food delivery ma spesso si tratta di un accesso parziale (pochi ristoranti). C’è ancora tanto spazio per lavorare e raggiungere quel 33% di clienti potenziali che non vedono l’ora di ordinare da casa. Stiamo parlando di oltre 18 milioni di persone disseminate sul territorio. «La nostra idea è quella di coinvolgere altri giovani imprenditori come noi, che abbiano voglia di impegnarsi e creare posti di lavoro proprio lì dove sono cresciuti, vicini ai propri affetti, partendo dai ristoratori e dagli esercenti che conoscono di persona e di cui si fidano, per poi espandersi. Aprendo una sede TvbEat si valorizza il territorio, lo si fa vivere e crescere. Ecco perché abbiamo deciso di mettere il nostro modello di business e il nostro know-how a disposizione di altre persone che come noi amano l’Italia» racconta Andrea Togni, co-founder della startup. 

Perché salire a bordo di TvbEat

TvbEat è un progetto made in Italy, che non ha alle spalle grandi multinazionali. Chi apre una nuova sede in franchising può farlo con un investimento minimo (meno di 10.000 euro) e in tempi molto rapidi. Sono davvero poche le occasioni di mettersi in proprio di questo genere, che combinano un modello di business solido e validato dal mercato con una fee d’ingresso alla portata di tutti o quasi. 

Il lavoro, nelle zone decentrate, è spesso una chimera. Con TvbEat si dà la possibilità di lavorare di più e meglio ai ristoranti e ai loro dipendenti e si creano dal nulla nuovi posti di lavoro, per i rider e per i gestori della filiale. Si tratta di un business altamente scalabile e sostenibile, gestito da persone del posto per le persone che quel posto lo abitano.

Ad oggi TvbEat è l’unica piattaforma di delivery che opera nei comuni al di sotto dei 30mila abitanti e in pochi mesi i locali che si sono associati al suo servizio hanno generato oltre 800mila euro di ordini. «A ottobre 2021 abbiamo lanciato un nuovo sito e una nuova app per un servizio ancora più efficiente. Oltre al cibo i nostri rider possono consegnare anche altri beni, come farmaci, fiori e prodotti di elettronica. Gli strumenti per arrivare ovunque ci sono tutti» conclude Vassalli.

 


Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Erasmus per giovani imprenditori: l’esperienza della Camera di Commercio Belgo-italiana


Quando cambiare è sinonimo di benefici: Ameropa sceglie gateprotect


Pubblicati i risultati della ricerca “L’evoluzione dello Sportello bancario: modelli distributivi, innovazione tecnologica e supporto multicanale”


Banca Valsabbina apre nuove filiali a Monza, Seregno e Bergamo


È boom per il primo manuale “Imprenditori che cambiano”


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

MeetMyPet raddoppia il numero di utenti e stringe accordi con L’Isola dei Tesori e Facile.it

MeetMyPet raddoppia il numero di utenti e stringe accordi con L’Isola dei Tesori e Facile.it
 A pochi mesi dalla campagna di equity crowdfunding, la startup MeetMyPet porta a bordo oltre 220 nuove aziende affiliate e raddoppia il numero di utenti unici, sfiorando quota 9000.Il primo social network dedicato a cani e gatti ha un obiettivo preciso: non solo aiutare i proprietari a trovare compagnia per gli amici pelosi, ma soprattutto offrire in un unico luogo, tutti (continua)

L’avanzata del Lending Crowdfunding. Nasce Investimento Digitale, la piattaforma che sostiene le Pmi e l’economia reale

L’avanzata del Lending Crowdfunding. Nasce Investimento Digitale, la piattaforma che sostiene le Pmi e l’economia reale
Gli ultimi dati a disposizione sono quelli del 2020, ma evidenziano una crescita del lending del 75% sull’anno precedente e anche per il 2021 le aspettative sono altissime». A raccontarlo è Roberto Ghilardini, founder di Investimento Digitale, giovane portale di lending crowdfunding nato con una missione precisa: mettere in contatto imprese e finanziatori per crescere insieme.«Nel 2017, il lending (continua)

Recensioni, ristoranti e pandemia: clienti sempre più severi. RepUP analizza 27milioni di commenti

Recensioni, ristoranti e pandemia: clienti sempre più severi.  RepUP analizza 27milioni di commenti
La pandemia ha cambiato tutto. È vero. Ma abbiamo qualche dato su cui basare e misurare questo cambiamento? RepUP, la startup specializzata nella gestione delle recensioni online dei ristoranti, ha analizzato oltre 27milioni di recensioni lasciate dagli ospiti di ristoranti e pizzerie su Google, TripAdvisor e TheFork per capire cosa è cambiato realmente dal 2019 (continua)

Nel 2021 il 76% delle aziende ha registrato un'interruzione operativa e una perdita di dati imputabili a blocchi del sistema, errori umani o attacchi informatici

Nel 2021 il 76% delle aziende ha registrato un'interruzione operativa e una perdita di dati imputabili a blocchi del sistema, errori umani o attacchi informatici
Acronis, leader globale della Cyber Protection, ha annunciato la pubblicazione del consueto Report globale per la Settimana della Cyber Protection 2022. Dal report, per il quale sono stati intervistati più di 6.200 responsabili e utenti di tecnologie IT di aziende di ogni dimensione in 22 paesi, emergono alcune delle carenze più critiche nelle attuali prassi di Cyber Protection e le ragioni che le (continua)

Carne Genuina va in overfunding e compensa la CO2 di un intero anno grazie all’accordo con Forever Bambù

Carne Genuina va in overfunding e compensa la CO2 di un intero anno grazie all’accordo con Forever Bambù
La startup che produce carne di qualità a impatto zero ha raccolto oltre 170mila euro e nuovi investitori stanno arrivando. «Sono molto contento di come sta andando la campagna di equity crowdfunding su Opstart - commenta Mattia Assanelli, Ceo di Carne Genuina. Tra gli investitori ci sono anche due allevamenti italiani: è importante ricevere un ric (continua)