Home > Altro > il caso dei ferventi difensori della monarchia a cyber oppositori il lato nascosto della truffa della copia Filali

il caso dei ferventi difensori della monarchia a cyber oppositori il lato nascosto della truffa della copia Filali

scritto da: FLM | segnala un abuso

il caso dei ferventi difensori della monarchia a cyber oppositori il lato nascosto della truffa della copia Filali

e autorità francesi non si sono ancora pronunciate sulla richiesta di asilo politico del Filali, è un vero clamore di associazioni e organizzazioni della società civile francese che la coppia deve affrontare per le loro posizioni antisemite, razziste e antifrancesi. La Francia vuole accogliere due agitatori antisemiti che non soddisfano le condizioni per lo status di rifugiati


Secondo la media, i 2 youtuber marocchine Dounia Filali e suo marito Adnan Filali in un video pubblicato, vengono date per vedere e ascoltare le motivazioni che hanno portato questa coppia privilegiata a passare dalla parte di una presunta opposizione, questo cambio di traiettoria, non ci sono né convinzioni politiche né impegno sociale, ma certamente il richiamo del profitto e la paura di vedere interrotti i profitti di un'attività redditizia .

Tuttavia la storia non filtrata di questi piedi nichelati della cyber-dissidenza marocchina c'erano una volta i Filali difensori della monarchia marocchina, ma Dounia Filali che oggi la stampa francese ci vende come la faccia da bambino dissidentee di un regime marocchino corrotto e repressivo, che afferma a un giornale francese che il nostro unico problema è il Re Mohammed VI simile a Luigi XIV il Re del Sole concentra tutti i poteri.

I Filali in un video pubblicato sul suo canale You Tube, in ogni paesi ci sono soggetti sacri e intoccabili, val a dire il Re, la Religione, e Dio, il 2 gennaio 2020 a dichiarare che"i marocchini sono tutti i realisti e le persone stanno danneggiando l'immagine del Re e io sto difendendo il re contro persone che cercano di ledere la sua immagine".

Il 04 luglio 2020, a tenere lo stesso discorso dicendo che il Re Mohammed VI e il mio motto, per sempre, è Dio, Patria, Re, ma in frattempo il suo discorso è cambiato a 180 gradi e le sue convinzioni, cambiate totalmente, poco dopo aver difeso la monarchia marocchina, Dounia Filali si cementa il 10 maggio 2021 in uno stile molto diverso, e in un video del 22 novembre dicendo che la monarchia è l'autorità suprema che controlla tutto il paese , e arrivato il momento a chiamare tutti i marocchini alla rivolta chimando improvvisamente il Re dittatore.

Vale la pena menzionare che la copia Filali ha usato Pseudo-dissenso, come l'ultimo rifugio dei fuorilegge, ma per capire meglio questo improvviso capovolgimento, bisogna guardare al business fraudolento di questa coppia che, prima di riversarsi nel dissenso politico, si era specializzata nella vendita di smartphone falsi in Marocco e nella diffamazione, attraverso un caso che aveva fatto scandalo ai giornali il paese " Hamza mon BB".

A questo proposito, la coppia Filali che vivono dal 2017 in Cina è diventata molto famosa per la copertura mediatica, e hanno vissuto dell'affare Hamza mon BB quello dell'account Snapshat e Instagram che ha rivelato informazioni compromettenti sulle star marocchine, e con questo scandalo i Filali hanno guadagnato tante soldi, e hanno messo in mezzo altre star marocchine accusandole di essere dietro a questo racconto, come il caso di Dounia Batma, l'obiettivo principale della coppia, e la cantante decide di sporgere una denuncia contro di loro in Marocco.

In frattempo, la copia Filali hanno iniziato un'attività commerciale relativa all'esporatzione di prodotti contraffati e difettosi ma questa volta dalla Cina all'Europa, passando per il Regno Unito, loro hanno fatto un affare redditizio con sede a Shenzen, capitale mondiale della contraffazione sfuttando di vantaggi fiscali legati ell'esporatzioni commerciali tra Hong Kong e il Regno Unitosenza pagare IVA questo senza contare sulla Brexit, che ha posto fine a questo periodo d'oro, e sull'arrivo del Covid 19 che ha fermato il commercio mondiale.

Inoltre, la coppia Filali è costretta a sospendere la loro società, HKDN limited company, il 16 ottobre 2020, non riuscendo a far fronte alle accuse di questa società domiciliata ad Hong Kong



La coppia si trova in una situazione precaria in Cina, e sotto il colpo di un'espulsione in Marocco dove avrebbero avuto problemi con il sistema giudiziario,inoltre la loro grave situazione per continuare a beneficiare del visto M a favore di Adnane Filali, senza giustificare questa attività commerciale che gli ha permesso di ottenerlo, e dall'altra parte la moglie Dounia non riesci ad ottenere del visto familiare di cui ha beneficiato grazie all'attività del marito, visto la situazione i ferventi difensori della monarchia marocchina, hanno avuto il contatto con il loro amico Zakaria Moumni per poter aiutarli ad ottenere lo status di rifugiato politico per poter prolungare il soggiorno in Cina, per mancanza di visto.


Il 12 novembre 2020, a poco meno di un mese dall'interruzione dell'attività in Cina e dopo aver dato il tono del loro nuovo impegno antimonarchico sui propri canali youtube, i Filali hanno presentato richiesta di asilo politico alle Nazioni Unite Alto Commissario per i Rifugiati in
Cina, e il 22 luglio 2021, fu questa volta per la Francia che i Filali salparono, sperando di ottenere lì lo status di esilio politico, dopo averlo presumibilmente ottenuto in Cina il 12 agosto dello stesso anno.

Per quanto riguarda il discorso anti anti-regime marocchino portato avanti dalla coppia trova eco in alcuni media, essere un oppositore della monarchia vende, dobbiamo crederci . Spinti a pubblicare la versione di Dounia e Adnane Filali senza aver avuto cura di controllare in anticipo né le loro dichiarazioni né il loro passato, questi media hanno poi visto chiudersi su di loro la trappola delle coppie di influencer più antifrancesi e antisemiti.

Le loro posizioni antisemite, razziste, pro-Hezbollah e dell'esercito iraniano sono state da allora rivelate dalla stampa perché non l'hanno mai nascosta e hanno mostrato con orgoglio le loro opinioni, con insulti, insulti razzisti e xenofobi, "quenelles" e dito medio, su social networks.In un video pubblicato da Adnane Filali il il 28 maggio 2020 sul suo canale Youtube criticando la Francia e i suoi rappresentanti e ha fatto una critica psicologica provando di incitare gli altri persone contro il regime al potere e per i turisti di non visitare città delle luci.


Se le autorità francesi non si sono ancora pronunciate sulla richiesta di asilo politico del Filali, è un vero clamore di associazioni e organizzazioni della società civile francese che la coppia deve affrontare per le loro posizioni antisemite, razziste e antifrancesi. La Francia vuole accogliere due agitatori antisemiti che non soddisfano le condizioni per lo status di rifugiati. In questo ambito, la logica del controllo ha la precedenza sulla presunta logica della protezione. L’Ufficio francese per la protezione dei rifugiati e degli apolidi (Ofpra) dovrà prendere in considerazione l’ambiguità che circonda questi falsi richiedenti asilo e i loro scandali morali.La coppia dei Filali, cacciata dalla Cina, che chiede asilo in Francia non soddisfa i criteri per essere considerato come rifugiato a pieno titolo.

I coniugi Filali coordinano le loro azioni con Zakaria Moumni, “rifugiato” in Canada, e approfittano del know-how di quest’ultimo in materia di frode per pubblicizzare falsamente il loro caso sui media francesi e presso le ONG internazionali dei diritti dell’uomo, sostenendo di essere “perseguitati” dalle autorità marocchine e di correre il rischio di essere “torturati”


Paradossalmente, Moumni sostiene che la Francia non può più garantire la sua sicurezza, in un momento in cui i Filali stanno formalizzando una richiesta di asilo politico in quel paese, sottolineando che non si sentono più sicuri in Cina.

Grazie alla mediazione di Moumni, una vecchia conoscenza di Adnane, quest’ultimo e sua moglie Dounia hanno potuto beneficiare della sponsorizzazione di Ali Lmrabet, che vede in loro una nuova ondata di oppositori marocchini “new age”, di cui cerca di incoraggiare e legittimare l’attivismo contro il Marocco sui social network, per fare pressione sulle autorità marocchine e danneggiare l’immagine del regno sul registro dei diritti umani.


A causa dell’amicizia d’infanzia tra Adnane Filali e l’avvocato Ali Réda Ziane, figlio dell’ex presidente dell’ordine degli avvocati Mohamed Ziane, che è stato bandito dai tribunali, i coniugi Filali gli hanno dato tutto il loro appoggio dopo le rivelazioni che mostrano la sua relazione adulterina con l’ex poliziotto Ouahiba Khourchech, che è in fuga negli Stati Uniti.


In questo contesto, Dounia Filali e Adnane Filali hanno condotto diverse interviste con Mohamed Ziane sui loro rispettivi canali YouTube, permettendogli di esprimere le sue diatribe contro le istituzioni marocchine, dandogli assurdamente il titolo di “Nelson Mandela marocchino”. E intorno alla richiesta di asilo politico in Francia dei coniugi Filali e ritrasmessa dopo 24 ore dal canale France 24 e il servizio di parte dedicato a loro sul canale TV5 Monde.


Adnane Filali e sua moglie hanno tentato di riavviare un’attività online di vendita di apparecchi telefonici contraffatti provenienti dalla Cina, senza alcun successo, ma alla fine si sono rassegnati a mettere in attesa, alla fine del 2020, la loro società creata a questo scopo a Hong Kong e denominata “Hkdn limited company”, prima di dedicarsi all’animazione dei loro canali YouTube, da cui si aspettavano di ricavare profitti grazie alle royalties pagate da questa piattaforma digitale (Adsense).


I progressi del Marocco in materia di diritti umani e libertà di espressione, hanno reso il Regno un modello per molti paesi del Nord Africa e del Medio Oriente, i progressi compiuti dal Regno nel campo della libertà di espressione, a favore della Costituzione del 2011 e delle riforme in diversi settori. Il Marocco è un paese islamico dove convivono armoniosamente musulmani, ebrei e cristiani, costituendo così un’eccezione rispetto ad altri paesi sotto la guida di Sua Maestà Mohammed VI.

Forum Marocco Veneto



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Assicurazione Commercialisti


Rockwell Automation con l’ultima versione del sistema PlantPAx riduce il time-to-market e migliora l'esperienza dell'utente 



L'integrazione di Acronis Cyber Protect porta a un nuovo livello la sicurezza di Citrix® Workspace™


Tutte le potenzialità dell'integrazione: Acronis rende accessibile la Cyber Protection per tutti i MSP, a costo zero


QINTESI: GDPR e Cyber Security attraverso metodi, strumenti e framework


Aggiornamento di Acronis Cyber Infrastructure: Cyber Protection e prestazioni raddoppiate per i carichi di lavoro sull'edge


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

La Coalizione Globale contro ISIS determinata ad affrontare l'evoluzione della minaccia di questa organizzazione terroristica in Africa

    La Coalizione Globale contro ISIS determinata ad affrontare l'evoluzione della minaccia di questa organizzazione terroristica in Africa
I ministri esamineranno le azioni di stabilizzazione prese in aree precedentemente colpite da ISIS nel campo della comunicazione strategica contro la propaganda di radicalizzazione del gruppo terroristico ed i suoi affiliati, e la lotta contro i combattenti terroristici stranier Secondo la media, L'appuntamento di Marrakech si concentra, in particolare, sul continente africano, nonché l'evoluzione della minaccia terroristica in Medio Oriente e in altre regioni, pochi mese fa, la coalizione ha annunciato la creazione dell'Africa Focus Group.Inoltre , i partecipanti hanno espresso preoccupazione per la proliferazione dei movimenti separatisti in Africa, che gene (continua)

I paesi Bassi fanno parte della dinamica internazionale di sostegno al piano autonomia presentato dal Marocco nel 2007

               I paesi Bassi fanno parte della dinamica internazionale di sostegno al piano autonomia presentato dal Marocco nel 2007
L'appuntamento di Marrakech si concentra, in particolare, sul continente africano, nonché l'evoluzione della minaccia terroristica in Medio Oriente e in altre regioni, pochi mese fa, la coalizione ha annunciato la creazione dell'Africa Focus Group Secondo la media, Mercoledì 11 maggio, i Paesi Bassi hanno preso in considerazione il piano di autonomia, presentato nel 2007 dal Marocco, come “un contributo serio e credibile al processo politico guidato dall’ONU” per trovare una soluzione alla questione del Sahara".Inoltre, l'incontro di Bourita con il capo della diplomazia olandese si è svolto mercoledì a Marrakech a margine della r (continua)

l'Egitto sostiene L'integrità del Marocco e i suoi sforzi per una soluzione politica nella questione del Sahara marocchino

 l'Egitto sostiene L'integrità del Marocco e i suoi sforzi per una soluzione politica nella questione del Sahara marocchino
Il Re del Marocco Mohammed VI e il presidente della Repubblica Araba d'Egitto, Abdelfettah Al Sissi, i colloqui si sono concentrati sulle relazioni secolari e sui legami di fraternità che uniscono i due Paesi fratelli, nonché sulla comunità di destino e di obiettivi comuni. Secondo la media, il ministro egiziano Sameh Choukri è in visita di lavoro tra il 9 e il 10 maggio2022 in Marocco su un invito ufficiale dal Ministro degli Affari Esteri, della Cooperazione Africana e dei Marocchini Residenti all'Estero Nasser Bourita dove i due ministri hanno avuto colloqui approfonditi. In questo contesto, il ministro egiziano, ha espresso il sostegno del suo Paese (continua)

Il Re del Marocco avvia la costruzione del nuovo ospedale IBN SINA a Rabat

Il Re del Marocco avvia la costruzione del nuovo ospedale IBN SINA a Rabat
Il Re ha dato all'avvio dei lavori di costruzione del nuovo ospedale Ibn Sina che andrà a rafforzare l'offerta sanitaria del Regno con una capacità di oltre 1000 posti letto, mobilitando un investimenti per oltre 6 miliardi di dirham, questo progetto, dal forte impatto sociale, si inserisce in una visione d'insieme per rafforzare l'attuale struttura sanitaria del Regno. Secondo la media, Sua Maestà il Re avvia la costruzione del nuovo ospedale IbnSina a Rabat, un progetto avveniristico con più di mille posti letto, che rafforzerà il sevizio sanitario del Regno del Marocco.Inoltre, il Re ha dato all'avvio dei lavori di costruzione del nuovo ospedale Ibn Sina che andrà a rafforzare l'offerta sanitaria del Regno con una capacità di oltre 1 (continua)

Le prospettive ambiziose per il partenariato marocchino-spagnolo

Le prospettive ambiziose per il partenariato marocchino-spagnolo
la nuova tappa risponde all''appello di Sua Maestà il Re Mohammed VI di inaugurare una tappa senza precedenti nelle relazioni tra due paesi, e di Sua Maestà il Re Felipe VI a camminare insieme per concretizzare questo nuovo rapporto Il Marocco e la Spagna, hanno adottato una dichiarazione congiunta al termine delle discussioni tra il Re del Marocco Mohammed VI e SE Sanchez che ha compiuto una visita ufficiale il 08 aprile a Rabat, nell'ambito di una nuova fase di partenariato tra i due paesi.Si sottolinea che durante questa importante visita, il Sovrano del Marocco e il Sig. Sanchez hanno approfondito le dis (continua)