Home > Altro > Sun Contracting inizia la costruzione del primo dei suoi progetti SUN CARPORTS a Schönebeck

Sun Contracting inizia la costruzione del primo dei suoi progetti SUN CARPORTS a Schönebeck

scritto da: Sun Contracting AG | segnala un abuso

Sun Contracting inizia la costruzione del primo dei suoi progetti SUN CARPORTS a Schönebeck

Schönebeck/Triesen. Una pianificazione intensa complicata da lunghe procedure di autorizzazione, nonché dalle limitazioni dovute alla pandemia, ha causato ritardi notevoli nella partenza di questo progetto. A novembre però è giunto finalmente il grande atteso momento. Il gruppo Sun Contracting ha potuto avviare la realizzazione del primo SUN CARPORT nel land tedesco della Bassa Sassonia.


 

Un autocenter, un grosso parcheggio con posti auto coperti ed elettricità solare pulita prodotta dalle tettoie: questo sarà il risultato finale del progetto. Con una potenza fotovoltaica totale di 576 kWp, l’azienda Sun Contracting ha iniziato la costruzione dell’impianto fotovoltaico, parte del suo progetto SUN CARPORTS. L’autosalone di Schönebeck produrrà in futuro 564.480 kWh di elettricità all’anno, una quantità in grado di fornire sufficiente energia per 113 abitazioni. Sotto l’impianto fotovoltaico saranno parcheggiati i veicoli della concessionaria, in modo da lasciarli protetti dalle tettoie fotovoltaiche, e così al sicuro dalle intemperie.

 

Elettricità per tutti

L’impianto fotovoltaico per l’autosalone di Schönebeck, come la maggior parte dei progetti fotovoltaici del gruppo Sun Contracting, è stato pianificato come Contracting. Ciò significa che l’elettricità generata dall’impianto fotovoltaico non deve essere interamente consumata in loco. Il Contracting fotovoltaico stabilisce, infatti, la messa a disposizione dell’energia prodotta dal Sole per la comunità locale. L’elettricità prodotta e immessa nella rete pubblica viene destinata alla fornitura della collettività; sotto forma di energia verde aumenta la quota ecologica nel mix energetico.

 

Vantaggi per tutti

Il modello Contracting fotovoltaico garantisce vantaggi per tutte le parti coinvolte. Ad approfittarne non sono solo la collettività e l’ambiente circostante, grazie all’aumento della quota di elettricità verde e all’abbassamento del consumo di energia fossile. Il proprietario del terreno o del tetto su cui viene installato l’impianto fotovoltaico, ovvero il beneficiario del Contracting, viene ripagato con un affitto mensile per la messa a disposizione della superficie. Sun Contracting, non da meno, ottiene dei profitti a lungo termine, grazie all’energia prodotta immessa che le viene pagata dal gestore locale della rete elettrica.

 

Fotovoltaico il mercato del futuro

L’interesse all’espansione del fotovoltaico non è solo tedesco e non si concentra solo in Germania. A livello mondiale viene riconosciuta l’importanza fondamentale che rivestono le energie rinnovabili, in special modo il fotovoltaico, per poter raggiungere la transizione energetica. La domanda di componenti e impianti fotovoltaici rimane inarrestabilmente alta, come continuano a dimostrare dati e previsioni.

 

Ritratto aziendale

Il gruppo Sun Contracting è da oltre undici anni attivo nel settore fotovoltaico. Particolare notorietà, soprattutto nell’area di lingua tedesca, gli è stata riconosciuta grazie al suo concetto energetico innovativo Contracting fotovoltaico. In Austria, Germania, Liechtenstein e Slovenia Sun Contracting detiene al momento una potenza fotovoltaica installata e progettata complessiva di 98,8 MWp. Oltre alla costruzione e alla gestione di impianti fotovoltaici, il gruppo Sun Contracting è un noto partecipante nel campo degli investimenti sostenibili. La società figlia Sun Invest AG ha emesso da poco due obbligazioni. Queste, Sun Invest Registered Euro Bond 2021 e Sun Invest Registered CHF Bond 2021, sono sottoscrivibili direttamente online presso l’emittente fino all’autunno 2022.


Fonte notizia: https://www.sun-contracting.com/it/stampa/le-cose-buone-arrivano-a-chi-sa-aspettare-sun-contracting-inizia-la-costruzione-del-primo-dei-suoi-progetti-sun-carports-a-schoenebeck/47590/


SUN CARPORTS | Sun Contracting | fotovoltaico | Contracting fotovoltaico | energia rinnovabile | tettoia fotovoltaica | autosalone |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Energia solare dal pollaio: Sun Contracting allaccia alla rete due impianti da 1,3 MWp


Non c’è paragone: le energie fossili sono 40 volte più inquinanti delle rinnovabili


Verso un’Europa verde: a cosa porta l’obbligo solare per le costruzioni e come vi può prender parte Sun Contracting?


Sun Contracting in agitazione per il “fit for 55”: sarà una rampa di lancio per il prezzo del CO2?


Perché gli impianti a terra vengono erroneamente demonizzati? Anche Sun Contracting si impegna per costruire una corretta immagine e far capire i benefici


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

ECCO la soluzione alla crisi: puntare sull’aumento delle rinnovabili e sul risparmio, per una strategia di uscita dal gas

ECCO la soluzione alla crisi: puntare sull’aumento delle rinnovabili e sul risparmio, per una strategia di uscita dal gas
La crisi energetica, già impazzita sul finire del 2021 e acuitasi all’inizio del 2022, non è potuta che peggiorare con l’inizio del conflitto in Ucraina. I prezzi dell’energia hanno raggiunto picchi mai visti in passato. La risposta emergenziale è purtroppo orientata ad affidarsi a combustibili fossili, solo di derivazione alternativa. Non possiamo però non dare priorità, per calcoli sensati più lungimiranti, alle rinnovabili. Al centro dei dibattiti di questi giorni si trovano diverse prospettive e proposte per uscire dalla dipendenza dalla Russia per le forniture di gas in particolare. Come riporta ECCO, il think tank italiano indipendente per il clima: “Un mix di interventi di risparmio e di rilancio delle rinnovabili permetterebbe entro il prossimo inverno la sostituzione del 50% dei volumi delle importazioni di gas (continua)

Perché gli impianti a terra vengono erroneamente demonizzati? Anche Sun Contracting si impegna per costruire una corretta immagine e far capire i benefici

Perché gli impianti a terra vengono erroneamente demonizzati? Anche Sun Contracting si impegna per costruire una corretta immagine e far capire i benefici
Gli obiettivi climatici fissati dall’UE mostrano chiaramente la necessità di pensare più in grande. Diventa importante includere in maniera sensata gli impianti fotovoltaici a terra e i parchi solari di grandi dimensioni nell’espansione delle rinnovabili. L’agro-fotovoltaico diventa sempre più rilevante. Il potenziale nell’uso di terreni agricoli per l’installazione di impianti fotovoltaici a terra solo in Germania, secondo le stime Fraunhofer ISE 2021, è tra 3.500 e 4.600 GWp, ma enorme in tutti i Paesi. L’associazione tedesca C.A.R.M.E.N e.V. (Centrales Agrar-Rohstoff Marketing- und Energienetzwerk, ovvero rete centrale di commercializzazione dei prodotti agricoli e dell’energia) ha assunto il compito di compilare informazioni utili per i suoi membri sulla selezione e la pianificazione di impianti fotovoltaici in spazi aperti. Ha appena pubblicato delle nuove linee guida. L’obiettivo principale è (continua)

La Commissione UE approva i PPA, riconoscendo che le rinnovabili sono l’unica alternativa all’esplosione incontrollata dei prezzi sul mercato energetico

La Commissione UE approva i PPA, riconoscendo che le rinnovabili sono l’unica alternativa all’esplosione incontrollata dei prezzi sul mercato energetico
La situazione sui mercati energetici a livello mondiale è tesa e sempre più preoccupante. La Commissione europea ha presentato un pacchetto di raccomandazioni e strumenti per poter agire affrontando la situazione attuale, un piano B pronto all’uso. La soluzione si chiama Power Purchase Agreement (PPA). Questi accordi per la fornitura di energia permetterebbero di contrastare l’aumento dei prezzi dell’elettricità. I PPA vengono definiti come contratti di fornitura a lungo termine tra un produttore di elettricità – ovvero un gestore di un impianto fotovoltaico – e un acquirente di energia elettrica. L’acquirente può essere un fornitore o un consumatore. Tali contratti di compra-vendita di energia, non essendo vincolati al gestore della rete elettrica pubblica, non incidono sullo stato dei mercati energe (continua)

Verso un’Europa verde: a cosa porta l’obbligo solare per le costruzioni e come vi può prender parte Sun Contracting?

Verso un’Europa verde: a cosa porta l’obbligo solare per le costruzioni e come vi può prender parte Sun Contracting?
Sempre più Paesi europei prestano attenzione all’espansione delle energie rinnovabili e specialmente al fotovoltaico. I motivi di questa scelta sono incontestabili: la tecnologia è ormai sufficientemente avanzata, i componenti hanno prezzi accessibili, il Sole splende gratuitamente per tutti. Ora il Gruppo dei Verdi chiede al Parlamento europeo che l’installazione di impianti fotovoltaici sia resa obbligatoria in tutta Europa. Sun Contracting caldeggia questa proposta. Il reclamato obbligo solare dovrebbe essere valido in egual modo sia per edifici residenziali che per edifici non ad uso abitativo, e indifferentemente sia che si tratti di nuove costruzioni o di drastiche ristrutturazioni in edifici già esistenti. Questa richiesta potrebbe rappresentare un importante passo all’interno di giuste misure per la protezione del clima, utile per raggiungere risul (continua)

Sun Contracting in agitazione per il “fit for 55”: sarà una rampa di lancio per il prezzo del CO2?

Sun Contracting in agitazione per il “fit for 55”: sarà una rampa di lancio per il prezzo del CO2?
Finalmente, all’inizio della primavera, le riflessioni che da diverso tempo giravano attorno all’argomento si sono concretizzate. Per poter raggiungere l’obiettivo della neutralità climatica entro il 2050 è necessario alzare il livello della prima tappa delle riduzioni di gas serra al 55% entro il 2030. Il pacchetto europeo di leggi sull’energia e sul clima denominato “fit for 55” ha lo scopo di aiutare la realizzazione di questo progetto. Dopo che, in aprile, la Commissione europea ha deciso l’inasprimento delle misure di protezione climatica, mancava solo l’atteso aumento del prezzo del carbonio. Da diverso tempo si parlava dell’innalzamento degli obiettivi e il sistema ETS aveva già fatto salire il prezzo di CO2 da mesi, anche se a piccoli passi, ma costantemente. Le conseguenze attese sui prezzi del CO2 Secondo l’age (continua)