Home > Altro > Roma città eterna(mente) invasa dai rifiuti

Roma città eterna(mente) invasa dai rifiuti

scritto da: Carlospinelli | segnala un abuso

Roma città eterna(mente) invasa dai rifiuti

Il movimento Italia dei Diritti segnala accumuli di immondizia in località Parioli e Trastevere e boccia quello che è stato il piano rifiuti del sindaco Gualtieri che non ha portato alla pulizia che i romani si attendevano e speravano.


Roma 21 gennaio 2022: Inizia il lavoro dei consiglieri ombra del movimento Italia dei Diritti nel comune di Roma e viene preso in esame il problema legato ai rifiuti che invadono la capitale. E' Irene Pastore, responsabile IDD per il XV Municipio di Roma membro del Direttivo Provinciale romano del movimento e consigliere ombra del comune capitolino a denunciare un enorme cumulo di rifiuti fotografando la situazione che il giorno 17 gennaio alle ore 15 regnava su viale Parioli. " Di fronte a questo degrado non si può rimanere indifferenti - sono le parole di Irene Pastore a commento di quanto visto e fotografato in viale Parioli - mi è sembrato quindi giusto documentare la situazione che mi sono trovata davanti e coinvolgere il movimento dell'Italia dei Diritti del quale sono una orgogliosa rappresentante per denunciare mediaticamente l'inefficienza del servizio di raccolta dei rifiuti a Roma". La stessa situazione è stata fotografata anche dall'ottimo Giovanni Ziantoni responsabile territoriale e circoli del movimento per la Valle dell'Aniene lo stesso giorno più o meno alla stessa ora in zona Trastevere. Carlo Spinelli Segretario Provinciale romano dell'IDD e responsabile per la Politica Interna del movimento interviene a commento di quanto sta succedendo a Roma per la raccolta dei rifiuti:" Purtroppo il piano promesso dal neo sindaco capitolino Roberto Gualtieri all'indomani della sua elezione circa la rimozione dei rifiuti dalle strade della Capitale è miseramente fallito. Il piano straordinario che il sindaco aveva sbandierato ai quattro venti prevedeva uno stanziamento di 40 milioni di euro di cui 3 milioni per gli straordinari degli operatori, più di mille operai Ama in campo ( fonte Agi ) e doveva ripulire entro Natale tutta la città invece alla scadenza fissata i cumuli di rifiuti ancora regnavano in gran parte di Roma. Lo stesso Gualtieri - continua Spinelli - pur dichiarando che Roma era più pulita di come l'aveva trovata, ha ammesso il fallimento del piano da lui messo in campo  perché non è riuscito a pulire Roma come la città merita ( fonte il Fatto Quotidiano ). Purtroppo il problema rifiuti a Roma non è di facile soluzione e sicuramente non si risolve con le semplici raccolte straordinarie atte a ripulire la città; una volta ripulita ( cosa che comunque non è successa ) Roma ha bisogno di un piano di intervento che permetta poi alla città di rimanere pulita altrimenti a distanza di qualche giorno si ritroverebbe nuovamente invasa dai rifiuti. Non si può pensare - prosegue ancora Spinelli - di attivare interventi straordinari che hanno costi esorbitanti per la città e di conseguenza per i cittadini ogni qual volta i rifiuti si accumulano nelle vie cittadine a causa di una gestione insufficiente della raccolta dell'immondizia. Gualtieri pare abbia promesso che entro 5 anni verranno realizzati impianti per la chiusura del ciclo dei rifiuti che risolveranno il problema e speriamo che questa volta la scadenza venga rispettata - va avanti ancora Spinelli - anche perchè l'unica soluzione idonea a migliorare la situazione di degrado che oggi Roma vive in materia di rifiuti è la raccolta differenziata possibilmente con il metodo del porta a porta ma per questo servono anche ecocentri ( a Roma ce ne sono 12 e non sono sufficienti a soddisfare l'intera popolazione capitolina ), servono impianti dove conferire le varie tipologie di rifiuto cosa che manca soprattutto in tutto il centro sud italiano ( ma su questo ci torneremo ) e serve un' organizzazione del servizio e una gestione delle risorse umane migliore per permettere anche ai costi del servizio di abbassarsi e di conseguenza ritoccare al ribasso le cartelle della tari. Al momento l'unica azione eseguita da questa maggioranza per i rifiuti, oltre alla pulizia straordinaria che non è andata a buon fine, è stata prorogare il conferimento di parte degli stessi nell'impianto di via Roncigliano ad Albano Laziale dove tra l'altro è presente un presidio permanente degli abitanti della zona contrari a ricevere l'immondizia della capitale; quindi ne più ne meno di quanto aveva fatto la ex sindaca Virginia Raggi che all'epoca dell'individuazione della discarica di Albano Laziale come parziale risoluzione al problema rifiuti era stata criticata proprio da quel Pd che adesso amministra la Capitale. Attendiamo gli eventi sperando che finalmente la pulizia ed il decoro urbano tornino nella città eterna - conclude Spinelli - noi con il nostro movimento e con i nostri consiglieri ombra continueremo a vigilare e a criticare costruttivamente o ad elogiare laddove l'amministrazione capitolina merita, affinchè la città più bella del mondo torni a risplendere ritornando ad essere orgoglio per efficienza, vivibilità e servizi non solo per i romani ma per il bel Paese intero del quale Roma è la capitale".
Ufficio stampa Italia dei Diritti provincia di Roma
e mail idd.provinciaroma@gmail.com

Roma | Rifiuti | Gualtieri | Ama | Spinelli | Italia dei Diritti |



 

Potrebbe anche interessarti

Raccolta differenziata si…e poi?


Rifiuti, Ares Ambiente: la normativa sulla classificazione espressa nel D.Lgs. 116/2020


Monnezza 2.0, la gestione dei rifiuti in chiave digitale


Italia dei Diritti denuncia, V Municipio invaso dai rifiuti


Intermediazione rifiuti e gestione impianti: il modello Ares Ambiente


Ares Ambiente: rifiuti organici FORSU, arriva un nuovo impianto di compostaggio


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Bloccheremo le elezioni, Italia dei Diritti si scaglia contro la legge elettorale

Bloccheremo le elezioni, Italia dei Diritti si scaglia contro la legge elettorale
Il movimento fondato e presieduto dal giornalista romano Antonello De Pierro critica aspramente il Rosatellum giudicandolo incostituzionale e minaccia di portare il caso nelle aule di tribunale Roma 12 Agosto 2022: Non sono bastati i teatrini, le polemiche, gli accordi e i susseguenti disaccordi che hanno e stanno condendo questa campagna elettorale, un'altra bomba sta per scoppiare. Ad armarla è il movimento Italia dei Diritti di Antonello de Pierro che minaccia di bloccare questa tornata elettorale in quanto, a loro dire, la legge con la quale si vota presenta dei punti di incostit (continua)

Salvini attacca De Pierro sui social ma sfugge al confronto diretto

Salvini attacca De Pierro sui social ma sfugge al confronto diretto
Il leader leghista definisce sui suoi profili social Antonello De Pierro un ominicchio ma si nasconde non accettando un confronto pubblico richiesto ufficialmente tramite una pec indirizzata dal movimento Italia dei Diritti alla pec di Noi per Salvini premier Roma 30 luglio 2022: Non è passato inosservato ai più l'attacco diretto che il Senatore Matteo Salvini ha portato nei confronti del presidente del movimento Italia dei Diritti Antonello De Pierro sui profili social del leader leghista in risposta ad una opinione espressa dal presidente IdD in merito all'elettorato della Lega. Per non far morire la cosa sui social giustamente il movimento presiedut (continua)

Italia dei Diritti segnala cumuli di rifiuti a Villanova di Guidonia

Italia dei Diritti segnala cumuli di rifiuti a Villanova di Guidonia
Enrico Perniè vice responsabile per Tivoli e Guidonia del movimento e consigliere ombra per le due città tiburtine denuncia abbandoni indiscriminati di rifiuti sul territorio di Villanova di Guidonia Roma 20 luglio 2022:Italia dei Diritti torna ad occuparsi di Guidonia e precisamente della frazione di Villanova già presa in considerazione in passato dal movimento attraverso le denunce dei responsabili IdD in loco per il dissesto stradale e i rifiuti che stazionavano in strada. Adesso dopo le elezioni e l'insediamento del nuovo sindaco le cose non sembra siano cambiate come sottolinea il vi (continua)

Carlo Spinelli IdD, ecco chi ci guadagna dalle dimissioni di Draghi

Carlo Spinelli IdD, ecco chi ci guadagna dalle dimissioni di Draghi
Il responsabile per la Politica Interna del movimento effettua una disamina sulla crisi di governo che si è aperta sotto la spinta dei Cinquestelle ed ipotizza sui benefici o meno che le singole formazioni politiche potranno trarre dalle dimissioni di Draghi Roma 15 luglio 2022: Ci risiamo! Questa legislatura non conosce pace, altra crisi di governo, altre dimissioni da parte del Premier respinte dal Presidente della Repubblica Mattarella, e confronto alle camere previsto per mercoledì prossimo. Ma cosa succederà mercoledì? Lo sapremo tra cinque giorni intanto si cominciano a fare le prime supposizioni su ciò che sarà: elezioni subito? Draghi bis? Gov (continua)

Povero ominicchio, Salvini attacca De Pierro Spinelli solidarizza

Povero ominicchio, Salvini attacca De Pierro Spinelli solidarizza
Il leader leghista in risposta ad un tweet del presidente del movimento Italia dei Diritti lo apostrofa sui propri profili social un povero ominicchio e i sostenitori della Lega rincarano la dose con commenti anche offensivi contro la persona. Carlo Spinelli solidarizzando con De Pierro ripercorre alcuni momenti censurabili della vita politica del capitano Roma 12 luglio 2022: Italia dei Diritti stavolta mira al bersaglio grosso e lo fa in risposta ad un attacco subito dal presidente del movimento il giornalista Antonello De Pierro ad opera del leader della Lega Matteo Salvini. Il capitano così come viene chiamato dai suoi sostenitori, si è permesso di giudicare sia sulla propria pagina facebook che sul suo profilo instagram De Pierro un "povero omi (continua)