Home > Esteri > Sahara del Marocco Il SG dell'ONU riafferma la centralità del processo delle Nazioni Unite

Sahara del Marocco Il SG dell'ONU riafferma la centralità del processo delle Nazioni Unite

scritto da: FLM | segnala un abuso

Sahara del Marocco Il SG dell'ONU riafferma la centralità del  processo delle Nazioni Unite

il segretaio generale delle Nazioni Unite, Antonio Guterres, ha invitato durante la sua conferenza stampa tutte le parti in conflitto nel Sahara marocchino, guidate dall'Algeria, ad assumersi la responsabilità di porre fine senza indugio a questo conflitto artificiale


Secondo la media, il Segretario Generale delle Nazioni Unite Antonio Guterres ha appena riabilito la centralità del processo della politica delle Nazioni Unite sulla questione del Sahara marocchina.

In una risposta ad una domanda sulla recente visita dell'inviato personale per il Sahara marocchina, Staffan di Mistura nella regione, durante la sua conferenza stampa di inizio anno con i media accreditati a l'ONU, SigGutteres ha risposto che il Sigdi Mistura ha fatto la sua prima visita nella regione, "Spero che il processo politico riprenda di nuovo"

Inoltre, il segretario generale delle Nazioni Unite, Antonio Guterres, ha invitato durante la sua conferenza stampa tutte le parti in conflitto nel Sahara marocchino, guidate dall'Algeria, ad assumersi la responsabilità di porre fine senza indugio a questo conflitto artificiale, il SG non solo ha invitato tutte le parti a mostrare serietà ed efficienza per raggiungere una soluzione a questo problema, ma anche collegato questa controversia regionale ai problemi di sicurezza che esistono nella regione sahel-sahariana.

Il signor Guterres durante la sua conferenza stampa si è rivolto direttamente all'Algeria, sponsor del fronte polisario che sta cercando di ostacolare il processo delle Nazioni Unite volto a porre fine a questo conflitto durato troppo lungo, il SG sta gestendo in questa fase storica critica i negoziati per porre fine a questa vertenza regionale sulla base della risoluzione 2602 del Consiglio di Sicurezza adottata il 29 ottobre 2021 che consacra il processo delle tavole rotonde, con la partecipazione del Marocco, Algeria, Mauritania e il polisario, come quadro unico per raggiungere una soluzione politica, realistica, pragmatica, duratura, reciprocamente accettabile e di compromesso a questo problema. Questa risoluzione, ha aggiunto, dedica un intero paragrafo a lodare gli sforzi, la serietà e la credibilità del Regno, nonché la preminenza dell'iniziativa di autonomia marocchina presentata nel 2007 come l'unica soluzione seria e credibile a questa controversia.

Al riguardo, ha ricordato che la Commissione ha respinto la risoluzione 2602 sin dalla sua adozione e ha dichiarato che non parteciperà più al processo politico, tuttavia, di fronte alla pressione internazionale e al timore di essere condannati dal Consiglio di sicurezza, l'Algeria aveva finito per ricevere l'inviato personale di Mistura durante la sua recente visita regionale, e questo dopo diverse settimane di inutili tergiversazioni e manovre dilatorie, più ancora come a Rabat dove ha incontrato Nasser Bourita, Ministro degli Affari Esteri, della Cooperazione Africana e dei Marocchini Residente all'Estero, Mr. Di Mistura è stato ricevuto a Alger da parte del Ministro degli Affari Esteri Algerino, Ramtane Laamamra, confermando se ne fossi ancora bisogno, il ruolo e lo status dell'Algeria come parte principale di questa controversia.

Ribadendo il quadro esclusivamente ONU del processo politico, il SG non ha lasciato alcun posto a nessun altro attore, né l'UE, né l'UA, né la Lega Araba, in cui il Consiglio di sicurezza non attribuisce alcun ruolo nella questione del Sahara marocchino, in tal modo, Sig. Gutteres ha opposto una fine di non ricevere ai tentativi subdoli dell'Algeria e del suo burattino il piano polisario rivolto ad attori regionali nel dossier del Sahara marocchino, Il SG dell'ONU ha spazzato via con un pugno di ferro le menzogne spacciate dal regime algerino e del suo gruppo di mercenari armati per la cosiddetta guerra nel Sahara marocchino.

In nessun momento, Mr Guterres si riferiva a una cosiddetta "escalation militare" nelle province del sud del Marocco, tuttavia, nella sua dichiarazione Mr.Gueteress ha lungamente richiamato l'attenzione sulle minacce terroristiche che le regioni del Nord Africa e del Sahel devono per forza affrontare, è un giocoforza ricordare che i rapporti internazionali hanno confermato i legami comprovati del gruppo separatista armato, il polisario con i gruppi terroristici nello Sahel.

Tuttavia, a livello internazionale, il Marocco mantiene l’impegno assunto di aderire alla dinamica attuale voluta dalle Nazioni Unite, così fintanto che verranno rispettati i principi e i fondamenti della posizione marocchina, la quale nessuna soluzione della questione del Sahara è possibile al di fuori della piena sovranità del Marocco sul suo Sahara , e al di fuori dell’Iniziativa d’autonomia, di cui la comunità internazionale ha riconosciuto la serietà e la credibilità ed assumersi la piena responsabilità nella ricerca di una risoluzione definitiva.

Va la pena menzionare, che il Marocco non resterà a guardare nell’attesa che venga trovata la soluzione auspicata ma piuttosto prosegue l'azione intrapresa per stimolare lo sviluppo delle province del Sud, e per assicurare alla loro popolazione le condizioni per una vita libera e dignitosa., Infatti, i progetti che hanno avviato, e quelli che intendono avviare consentiranno al Sahara marocchino di posizionarsi come polo economico integrato. Chiamato a servire da tratto di collegamento tra il Marocco e la sua profondità africana, esso si affermerà come elemento fondamentale per le relazioni tra i Paesi della regione.

Il Marocco, porta d’accesso al continente africano, e offre significative opportunità di investimento nelle province del sud del Marocco. C’è una forte dinamica economica che si sta sviluppando nel Regno.

Forum Marocco Veneto



Gueteress |



Commenta l'articolo

 
 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

La Coalizione Globale contro ISIS determinata ad affrontare l'evoluzione della minaccia di questa organizzazione terroristica in Africa

    La Coalizione Globale contro ISIS determinata ad affrontare l'evoluzione della minaccia di questa organizzazione terroristica in Africa
I ministri esamineranno le azioni di stabilizzazione prese in aree precedentemente colpite da ISIS nel campo della comunicazione strategica contro la propaganda di radicalizzazione del gruppo terroristico ed i suoi affiliati, e la lotta contro i combattenti terroristici stranier Secondo la media, L'appuntamento di Marrakech si concentra, in particolare, sul continente africano, nonché l'evoluzione della minaccia terroristica in Medio Oriente e in altre regioni, pochi mese fa, la coalizione ha annunciato la creazione dell'Africa Focus Group.Inoltre , i partecipanti hanno espresso preoccupazione per la proliferazione dei movimenti separatisti in Africa, che gene (continua)

I paesi Bassi fanno parte della dinamica internazionale di sostegno al piano autonomia presentato dal Marocco nel 2007

               I paesi Bassi fanno parte della dinamica internazionale di sostegno al piano autonomia presentato dal Marocco nel 2007
L'appuntamento di Marrakech si concentra, in particolare, sul continente africano, nonché l'evoluzione della minaccia terroristica in Medio Oriente e in altre regioni, pochi mese fa, la coalizione ha annunciato la creazione dell'Africa Focus Group Secondo la media, Mercoledì 11 maggio, i Paesi Bassi hanno preso in considerazione il piano di autonomia, presentato nel 2007 dal Marocco, come “un contributo serio e credibile al processo politico guidato dall’ONU” per trovare una soluzione alla questione del Sahara".Inoltre, l'incontro di Bourita con il capo della diplomazia olandese si è svolto mercoledì a Marrakech a margine della r (continua)

l'Egitto sostiene L'integrità del Marocco e i suoi sforzi per una soluzione politica nella questione del Sahara marocchino

 l'Egitto sostiene L'integrità del Marocco e i suoi sforzi per una soluzione politica nella questione del Sahara marocchino
Il Re del Marocco Mohammed VI e il presidente della Repubblica Araba d'Egitto, Abdelfettah Al Sissi, i colloqui si sono concentrati sulle relazioni secolari e sui legami di fraternità che uniscono i due Paesi fratelli, nonché sulla comunità di destino e di obiettivi comuni. Secondo la media, il ministro egiziano Sameh Choukri è in visita di lavoro tra il 9 e il 10 maggio2022 in Marocco su un invito ufficiale dal Ministro degli Affari Esteri, della Cooperazione Africana e dei Marocchini Residenti all'Estero Nasser Bourita dove i due ministri hanno avuto colloqui approfonditi. In questo contesto, il ministro egiziano, ha espresso il sostegno del suo Paese (continua)

Il Re del Marocco avvia la costruzione del nuovo ospedale IBN SINA a Rabat

Il Re del Marocco avvia la costruzione del nuovo ospedale IBN SINA a Rabat
Il Re ha dato all'avvio dei lavori di costruzione del nuovo ospedale Ibn Sina che andrà a rafforzare l'offerta sanitaria del Regno con una capacità di oltre 1000 posti letto, mobilitando un investimenti per oltre 6 miliardi di dirham, questo progetto, dal forte impatto sociale, si inserisce in una visione d'insieme per rafforzare l'attuale struttura sanitaria del Regno. Secondo la media, Sua Maestà il Re avvia la costruzione del nuovo ospedale IbnSina a Rabat, un progetto avveniristico con più di mille posti letto, che rafforzerà il sevizio sanitario del Regno del Marocco.Inoltre, il Re ha dato all'avvio dei lavori di costruzione del nuovo ospedale Ibn Sina che andrà a rafforzare l'offerta sanitaria del Regno con una capacità di oltre 1 (continua)

Le prospettive ambiziose per il partenariato marocchino-spagnolo

Le prospettive ambiziose per il partenariato marocchino-spagnolo
la nuova tappa risponde all''appello di Sua Maestà il Re Mohammed VI di inaugurare una tappa senza precedenti nelle relazioni tra due paesi, e di Sua Maestà il Re Felipe VI a camminare insieme per concretizzare questo nuovo rapporto Il Marocco e la Spagna, hanno adottato una dichiarazione congiunta al termine delle discussioni tra il Re del Marocco Mohammed VI e SE Sanchez che ha compiuto una visita ufficiale il 08 aprile a Rabat, nell'ambito di una nuova fase di partenariato tra i due paesi.Si sottolinea che durante questa importante visita, il Sovrano del Marocco e il Sig. Sanchez hanno approfondito le dis (continua)