Home > Informatica > Sophos arricchisce il suo ecosistema adattivo di cybersecurity con la tecnologia Zero Trust Network Access

Sophos arricchisce il suo ecosistema adattivo di cybersecurity con la tecnologia Zero Trust Network Access

scritto da: Sound PR | segnala un abuso

Sophos arricchisce il suo ecosistema adattivo di cybersecurity con la tecnologia Zero Trust Network Access

Sophos ZTNA si integra con Sophos Intercept X, la miglior soluzione per endpoint di nuova generazione, migliorando e semplificando la protezione contro il ransomware e altre minacce Una nuova ricerca condotta da Sophos su un ransomware Midas evidenzia le potenziali conseguenze di controlli limitati sugli accessi


Sophos, leader globale nella sicurezza informatica di ultima generazione, ha presentato oggi Sophos ZTNA, l'unica proposta Zero Trust Network Access (ZTNA) che si integra completamente con una delle principali soluzioni di nuova generazione per la protezione degli endpoint come Sophos Intercept X implementando protezione avanzata degli endpoint e accesso zero trust con un unico agent. Sophos ZTNA introduce un modello di sicurezza trasparente e scalabile per mettere in connessione utenti e dispositivi con applicazioni e dati, migliorando e semplificando la protezione contro ransomware e altre minacce informatiche avanzate.

Sophos ha inoltre pubblicato una nuova ricerca dal titolo “Windows Services Lay the Groundwork for a Midas Ransomware Attack” che evidenzia l'importanza della tecnologia ZTNA. Lo studio dimostra come alcuni cybercriminali siano riusciti a eludere i sistemi di rilevamento per quasi due mesi, sfruttando proprio la presenza di controlli limitati sugli accessi e un'insufficiente segregazione applicativa e di rete, punti deboli che sarebbero risultati maggiormente protetti con ZTNA. Gli autori degli attacchi hanno quindi approfittato di tool “fantasma” per l'accesso remoto ormai inutilizzati per eseguire movimenti laterali, colpire e compromettere altre macchine, creare nuovi account, installare backdoor ed esfiltrare dati prima di installare il ransomware Midas.

Grazie alla particolare integrazione con Sophos Intercept X, che include Sophos Extended Detection and Response (XDR), Sophos Managed Threat Response e altre soluzioni che usano la sua tecnologia, Sophos ZTNA elimina la complessità derivante dalla gestione di molteplici prodotti e agent di vendor differenti offrendo protezione end-to-end per gli endpoint, gli utenti e le relative identità, oltre che per le applicazioni e le reti a cui essi si connettono. Come parte di Sophos Adaptive Cybersecurity Ecosystem, Sophos ZTNA condivide con altre soluzioni i dati di intelligence in tempo reale sulle minacce rispondendo automaticamente ai pericoli. Funzionando insieme, le soluzioni possono identificare più efficacemente le minacce attive e valutare lo stato di salute dei dispositivi in modo da poter isolare rapidamente quelli che si rivelino compromessi o non conformi.

“Molte soluzioni tradizionali per l'accesso remoto come desktop remoti, IPsec e SSL-VPN sono dotate di solide capacità crittografiche ma offrono ben poco per difendersi dalle minacce moderne. Osserviamo come i malintenzionati sfruttino sempre più spesso queste limitazioni attaccando RDP e VPN con tecniche di credential stuffing per poter accedere alle reti delle loro vittime e muoversi poi liberamente al loro interno provocando costosi furti di dati e incidenti di ransomware”, ha dichiarato Joe Levy, chief technology and product officer di Sophos. “Persone, applicazioni, dispositivi e dati non sono più vincolati a restare dentro il perimetro di un ufficio: oggi si possono infatti trovare ovunque, e quindi abbiamo bisogno di metodi più moderni per assicurarne la protezione. Zero trust è un principio di cybersicurezza assai efficace e ZTNA lo implementa in modo semplice e pratico facendo in modo che gli utenti possano accedere in tranquillità alle sole risorse di cui hanno bisogno”.

Sophos ZTNA micro-segmenta le reti per proteggerle da intrusioni, movimenti laterali e sottrazioni di dati; autentica costantemente le identità degli utenti attraverso molteplici fattori e convalida lo stato di salute dei dispositivi, implementando controlli più rigidi sugli accessi utente per offrire minori occasioni di appiglio ai cybercriminali. A differenza delle VPN che forniscono un ampio accesso generico alla rete, Sophos ZTNA elimina la fiducia implicita autorizzando l'accesso utente esclusivamente ad applicazioni e sistemi specifici presenti sulla rete. Non fidandosi di niente e verificando tutto, Sophos ZTNA aumenta la protezione, semplifica la gestione della sicurezza da parte dei responsabili IT e dà vita a un'esperienza intuitiva per gli utenti remoti.

“Il futuro del lavoro sarà ibrido, il che rende necessario che le aziende siano in grado di proteggere chi lavora da remoto così come i dati remoti e le applicazioni remote”, ha commentato Christopher Rodriguez, research director, Network Security Products di IDC. “Integrando ZTNA con la protezione degli endpoint, Sophos ZTNA rende accessibili – con un rischio appropriato – le risorse da qualsiasi dispositivo, sempre e ovunque. La fiducia è un fattore chiave nel business odierno, un fattore che richiede controlli di sicurezza in grado di proteggere da eventi che possono avere un impatto negativo sull'attività, come il ransomware e la violazione dei dati”.

Disponibilità

Sophos ZTNA è già disponibile per l'acquisto esclusivamente attraverso il canale globale dei partner Sophos. Partner e clienti possono gestire facilmente Sophos ZTNA a fianco di altre soluzioni sulla piattaforma cloud-based Sophos Central, dove è possibile supervisionare le installazioni, rispondere agli allarmi, e gestire licenze e scadenze attraverso un'unica interfaccia intuitiva.

Per approfondire:

·         Maggiori informazioni relative a Sophos ZTNA disponibili qui

·         Qui l’articolo “Sophos ZTNA è ora disponibile!”

·         Disponibile qui il whitepaper, “I 6 principali vantaggi di ZTNA”

·         Qui i dati della ricerca che ha analizzato come aver subito un attacco ransomware influenzi la scelta di adottare la tecnologia ZTNA 

·         Le ultime tendenze dal mondo della cybersecurity sono disponibili nel nuovo Sophos 2022 Threat Report



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Sophos presenta la serie di switch di rete per rafforzare e semplificare la connettività all’Access Layer


Sophos: nuove soluzioni per la sicurezza di Linux e dei container ottimizzano la protezione dei workload


CryptoRom: nuova cybertruffa scoperta dagli esperti Sophos


Sophos Cloud Optix: nuove funzionalità avanzate per automatizzare e semplificare il rilevamento dei cyberattacchi e la risposta alle minacce che mettono a rischio AWS


Sophos presenta il Threat Report 202


Sophos annuncia l’apertura di due nuovi data center in India e Brasile


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

SRG 88088: primo schema al mondo accreditato per la Sostenibilità

SRG 88088: primo schema al mondo accreditato per la Sostenibilità
La Scuola Etica Leonardo è la prima realtà al mondo ad aver ottenuto l’accreditamento di uno standard di certificazione ESG – SRG La Scuola Etica di Alta Formazione e Perfezionamento “Leonardo”, Associazione culturale e di formazione senza fini di lucro, ha ottenuto l’accreditamento presso Accredia del proprio Schema di certificazione ESG-SRG88088 in qualità di Scheme Owner. Si tratta dell’unico schema in grado di certificare i sistemi di gestione per la sostenibilità delle organizzazioni, soddisfacendo le esigenze (continua)

KLIMAHOUSE 2022: LE NOVITA’ MyDATEC PER RISPONDERE ALLE ESIGENZE DI SALUBRITA’ SOSTENIBILE NEGLI AMBIENTI INDOOR

KLIMAHOUSE 2022: LE NOVITA’ MyDATEC PER RISPONDERE ALLE ESIGENZE DI SALUBRITA’ SOSTENIBILE NEGLI AMBIENTI INDOOR
L’appuntamento di Bolzano ospiterà la presentazione della rinnovata offerta MyDATEC con uno sguardo al futuro della sostenibilità e alle potenzialità tecnologiche per un’ottimale qualità dell’aria MyDATEC, marchio Telema che propone sistemi innovativi per la climatizzazione ed il controllo della qualità dell’aria, conferma la sua partecipazione all’edizione 2022 di KLIMAHOUSE, la più importante vetrina nazionale dedicata all’innovazione e all’efficienza in edilizia che si terrà a Bolzano dal 18 al 21 maggio 2022.La fiera accende i riflettori sulla necessità da parte (continua)

PROTEZIONE DEL PERIMETRO AZIENDALE, TUTELA DEI DATI DI PARTNER E CLIENTI: BARDIANI VALVOLE RISPONDE ALLE NUOVE SFIDE DELLA CYBERSECURITY AFFIDANDOSI AL NUOVO APPROCCIO PER LA SICUREZZA GESTITA DI SOPHOS

PROTEZIONE DEL PERIMETRO AZIENDALE, TUTELA DEI DATI DI PARTNER E CLIENTI: BARDIANI VALVOLE RISPONDE ALLE NUOVE SFIDE DELLA CYBERSECURITY AFFIDANDOSI AL NUOVO APPROCCIO PER LA SICUREZZA GESTITA DI SOPHOS
Bardiani Valvole, realtà italiana che opera nel settore della metalmeccanica alimentare, ha scelto Sophos come partner strategico per mettere in sicurezza il proprio perimetro aziendale h 24, 7 giorni su 7, attraverso il servizio di Managed Threat Response (MTR) e il supporto del Partner di canale Infor. Bardiani Valvole progetta, produce e commercializza in più di 100 Paesi valvole per applicazioni igienico-sanitarie rigorosamente “Made in Italy”. Con sede a Fornovo Taro (PR), nel cuore della Food Valley, l’azienda possiede una filiale in Canada che serve e supporta il mercato d’oltreoceano, consentendo di offrire servizi e competenze ai clienti che operano sul mercato canadese e nordamericano: d (continua)

Sophos acquisisce SOC.OS per ampliare le funzionalità di Managed Threat Response e Extended Detection and Response

L'accordo arricchisce l'ecosistema adattivo di cybersecurity di Sophos includendo la telemetria da soluzioni IT e di sicurezza di terze parti Sophos, leader globale nella sicurezza informatica di ultima generazione, ha annunciato l’acquisizione di SOC.OS, azienda innovativa nel campo delle soluzioni cloud-based di investigazione degli alert di sicurezza e selezione automatizzata.Questa soluzione consolida e dà priorità ad alti volumi di avvisi di sicurezza proveniente da prodotti e piattaforme diversificati presenti in tutto il pe (continua)

Nuove tecnologie multimediali a sostegno della cultura e della ripartenza del settore: gli istituti culturali di Casalmaggiore (CR) hanno scelto YouCo per la realizzazione dei nuovi portali web

Nuove tecnologie multimediali a sostegno della cultura e della ripartenza del settore: gli istituti culturali di Casalmaggiore (CR) hanno scelto YouCo  per la realizzazione dei nuovi portali web
Digital transformation e nuove tecnologie multimediali sono fattori chiave al centro della ripresa del comparto artistico e culturale. La pandemia ha ulteriormente evidenziato l’esigenza di un’accelerazione nella digitalizzazione e nell’ultimo anno si è registrato un significativo incremento dell’offerta digitale dei musei, principalmente attraverso un’intensificazione delle attività sui social media, l’attivazione di nuovi canali di comunicazione con il pubblico e la realizzazione di nuove modalità di fruizione dei contenu (continua)