Home > Altro > Heat: il thriller sui cambiamenti climinatici vincitori al Digital Media Fest

Heat: il thriller sui cambiamenti climinatici vincitori al Digital Media Fest

scritto da: Mariarita.marigliani | segnala un abuso

Heat: il thriller sui cambiamenti climinatici vincitori al Digital Media Fest


Martijn Winkler (1978) è uno scrittore, regista e creativo digitale. Dopo il successo avuto all'edizione del Digital Media Fest 2019 con "SWIPE", quest'anno si è ripresentato con una nuova proposta vincente: Heat, un thriller sui cambiamenti climatici, scientificamente basato, dove seguiamo le vicende di vari personaggi in un quartiere residenziale di una città afflitta da un'ondata di caldo. I protagonisti combattono per la propria vita contro il caldo brutale, riscoprendo allo stesso tempo il valore dell'umanità in tempi di disperazione.

La protagonista dell'episodio in gara, Tara Hetharia, vince il premio come Miglior Attrice Protagonista nella sezione Webserie del Digital Media Frest 2021, diretto dalla regista Janet De Nardis.

Abbiamo intervistato Martijn Winkler, autore dell'opera:

 

Qual è l’importanza dei festival per le opere webnative?

Per me l'importanza dei festival è duplice. Da un lato, è un ottimo modo per dare visibilità al mio lavoro in tutto il mondo, un modo per ampliare la portata del mio pubblico originale e locale; avere la possibilità di parlare agli spettatori dopo aver visto la mia opera, valutarne le reazioni e imparare veramente da loro -  tutto questo è così importante per la crescita personale e artistica e per migliorare il proprio mestiere. (Anche se può essere scoraggiante scoprire cosa pensa veramente il pubblico del tuo lavoro...) 

D'altra parte, i festival sono un ottimo modo per incontrare altri registi, vedere il loro lavoro, creare legami, amicizie e una rete di contatti in modo professionale. Essere ispirati dagli altri è un dono ed è molto importante per la crescita di qualsiasi creatore. Inoltre, è semplicemente divertente parlare e bere con persone che la pensano allo stesso modo e scoprire che non sei l'unico a lottare!

 

Qual è stata la soddisfazione più grande che ha avuto grazie al lavoro fatto?

Immagino che sia stato scoprire che il mio lavoro ha effettivamente avuto un impatto sulle comunità o sugli individui, che significava davvero qualcosa e faceva parte del processo di cambiamento e miglioramento nella vita degli altri. Anche se dovesse essere solo per una persona: scoprire che il tuo lavoro ha avuto un impatto così profondo su qualcuno, è una sensazione incredibile e rende l'intero processo di realizzazione di un film utile. Ad esempio: dopo una proiezione della mia ultima serie Heat, che parla di cambiamento climatico, un gruppo di ragazzi si è avvicinato a me, dicendomi che non si erano mai resi conto dell'impatto che il cambiamento climatico ha già sulla loro vita quotidiana, e hanno deciso di creare una petizione per sollecitare il governo olandese a farsi avanti. E l'hanno fatto, e alla fine hanno formato un grande gruppo d'azione di ragazzi che ha consegnato la petizione al governo. Certamente non sto insinuando che la nostra serie cambierà direttamente la politica del governo, ma solo essere un'ispirazione e un incentivo per gli altri, aiutarli ad agire, è una grande soddisfazione. Parlo da regista che cerca di avere un impatto con il suo lavoro.

 

Quali sono i suoi progetti per il futuro? Ha delle nuove opere in produzione?

Attualmente sto scrivendo un lungometraggio, che spero sarà in produzione il prossimo anno.

 

Secondo lei cosa cosa è urgente raccontare in questo periodo? 

In questo mondo in subbuglio in cui così tante cose sembrano fuori dal nostro controllo e dalla nostra comprensione, penso che sia importante concentrarsi sulla nostra umanità, che persevera in tutto, nonostante tutto, ed è così importante da non perdere di vista. Il fatto che ci prendiamo cura di un'altra persona, amiamo un'altra persona, è un piccolo gesto che può portare avanti il mondo intero. Per raccontare una grande storia, devi ingrandire il più piccolo dei racconti.



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

SKY ATLANTIC AL FIANCO DEL ROMA WEB FEST: LA RIVOLUZIONE DELLE WEB SERIE


Laser Transmission Welding


Praja - Gallipoli (LE): Salmo, Gué, Rondodasosa, Villabanks, Boro Boro... E le star dell'hip hop al Sottosopra Fest


Lo scrittore Mauro Mogliani presenta il thriller psicologico Cerco te


L'intervista a Erno Rossi per i suoi 40 anni di professione...


In arrivo FOREST SUMMER FEST 2014!


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Influence è il maxi evento che si é svolto al Number One di Brescia venerdì 24 giugno

Influence è il maxi evento che si é svolto al Number One di Brescia venerdì 24 giugno
Matteo Palanca e Gian Pietro Beltrando sono stati gli ideatori e finanziatori dell’atteso appuntamento. I due imprenditori digitali si occupano, da anni, con successo e dinamicità del mondo del marketing online. Matteo Palanca è un imprenditore e formatore in ambito ecommerce da tre anni. Mentre Gian Pietro Beltrando è un imprenditore e influencer, co-proprietario di molteplici az (continua)

VIP E ELEGANZA AL PARTY DEDICATO ALLE “DONNE DI OGGI” UN NUOVO MAGAZINE IN ROSA

VIP E ELEGANZA AL PARTY DEDICATO ALLE “DONNE DI OGGI”  UN NUOVO MAGAZINE IN ROSA
Giovedì 26 Maggio alle ore 18:00 presso il Circolo Due Ponti Sporting Club si è tenuto il party inaugurale del lancio della rivista "DONNE DI OGGI Business & Life".Tra i tanti personaggi presenti insieme a Janet De Nardis (a cui è stato affidato il compito di dirigere la rivista), anche Savino Zaba, Brigitta Boccoli, Cristian Marazziti, Roberta Beta, Elena Russo, Demetra Hampton, Annalis (continua)

Butta via i fazzoletti - il primo libro di Sabrina De Federicis

Butta via i fazzoletti - il primo libro di Sabrina De Federicis
(Roma) – Giovedì 19 maggio , ore 18:30, Sabrina De Federicis, country manager dell’azienda farmaceutica HAL ALLERGY, presenterà presso il Circolo Canottieri Lazio in Lungotevere Flaminio, 25a, il libro “Butta via i fazzoletti” edito da Libri D’Impresa. Le allergie: molti ne parlano, pochi le curano. Gli allergici sono un popolo silenzioso (tranne quando starnutiscono a raffica) che si (continua)

Shakespeare Republic vince il Michael Ajakwe Awards al Digital Media Fest

Shakespeare Republic vince il Michael Ajakwe Awards al Digital Media Fest
 Creata dall'attrice australiana Sally McLean nel 2015, Shakespeare Republic è una serie antologica vincitrice di molti premi internazionali tra cui il premio speciale "Michael Ajakwe Awards" nella sezione Webserie del Digital Media Fest 2021, diretto dalla regista Janet De Nardis. Prodotta da Incognita Enterprises, celebra non solo il più grande drammaturgo del mondo, Shakespeare, ma (continua)

Grande successo per il Digital Media Fest - I Vincitori

Domenica 12 dicembre, si è conclusa con un grandissimo successo di pubblico L’edizione 2021 del Digital Media Fest! Il festival patrocinato dal MIC e da Roma Lazio Film Commission, vanta l’alto patrocinio del Parlamento Europeo ed è dedicato ai prodotti audiovisivi webnativi. Ideato e diretto dalla giornalista Janet De Nardis, si è svolto in tre giornate, nella (continua)