Home > Economia e Finanza > Rincaro luce e gas, Stefano Donnarumma (Terna): “Bisogna accelerare su rinnovabili”

Rincaro luce e gas, Stefano Donnarumma (Terna): “Bisogna accelerare su rinnovabili”

scritto da: Pressreleaself | segnala un abuso


Dallo scorso autunno il Governo italiano sta provando a limitare gli effetti del rincaro dei prezzi dell'energia. Misure che per Stefano Donnarumma dovranno prima o poi lasciar spazio ad una soluzione che guardi al lungo termine.

Stefano donnarumma

Terna, Stefano Donnarumma: Italia ancora troppo dipendente dal gas

Nonostante l'Italia abbia chiuso il 2021 con un tasso di crescita del 6,5% (secondo i dati Istat non accadeva dal 1976), il Paese è ancora alle prese con la pandemia e i suoi effetti. Tra questi il caro energia, che si riflette inevitabilmente sulle bollette degli italiani. Da mesi famiglie e imprese stanno facendo i conti con l'aumento di luce e gas. L'allarme è stato recentemente lanciato anche da diversi Enti locali, con le bollette che rischiano di diventare una vera e propria voragine nei conti pubblici. Sul tema è intervenuto Stefano Donnarumma, Amministratore Delegato e Direttore Generale di Terna e dal 1° gennaio in carica come Presidente di GO15, l'associazione che riunisce i principali operatori della trasmissione elettrica a livello internazionale. In una puntata di "Radio anch'io", in onda su Radio 1, il manager ha innanzitutto illustrato la causa principale legata al caro energia: "Negli ultimi mesi la ripresa economica internazionale dovuta alla riduzione dell'impatto del Covid ha portato ad un maggiore consumo delle fonti fossili, in particolare del gas. E come sempre accade in un mercato quando cresce la domanda rispetto ad una certa risorsa, i prezzi salgono perché diminuisce la disponibilità". L'Italia, ricorda Stefano Donnarumma, produce il 60% dell'energia elettrica che serve grazie a impianti che utilizzano gas metano. Ed è ancora oggi fortemente dipendente dai Paesi esteri per il suo approvvigionamento energetico.

Stefano Donnarumma: necessario portare le rinnovabili dal Sud alle imprese del Nord

Negli ultimi mesi il Governo italiano è intervenuto per calmierare l'aumento dei prezzi. Misure giuste e necessarie, ha commentato nel suo intervento Stefano Donnarumma, ma che tuttavia restano un palliativo. Per risolvere una volta per tutte quello che per l'Italia è un problema atavico, ossia la dipendenza dalle fonti fossili, è necessario infatti puntare sulle rinnovabili. Per l'AD e DG di Terna si tratta della soluzione più efficace sul lungo periodo: "Attualmente dalle fonti rinnovabili riusciamo a produrre solo il 35-36% di energia che ci serve. Dobbiamo aumentare la percentuale e renderci sempre più autonomi e indipendenti". Il primo passo da fare è sfruttare a pieno le potenzialità dei nostri territori: "Il nostro Mezzogiorno offre grandissime opportunità di generazione sia solare che eolica - ha spiegato Stefano Donnarumma - Il lavoro di Terna è continuare a costruire, irrobustire e adeguare l'infrastruttura di rete affinché si possa prendere l'energia e trasportarla al nord Italia, dove sono collocate le grandi industrie che la assorbono".


Fonte notizia: https://www.raiplaysound.it/audio/2021/09/Stefano-Antonio-Donnarumma-Amministratore-delegato-e-Direttore-Generale-di-Terna-39f4ea3a-8325-4172-8c0c-8effbddf3655.html


Stefano Donnarumma | Terna |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Emergenza energetica, Stefano Donnarumma: “Terna, Eni, Enel e Snam: serve sinergia”


Stefano Donnarumma (Terna): “Su rinnovabili pronti a favorire la produzione italiana”


Puntare sui giovani per il rilancio del Paese: l’invito dell’AD e DG di Terna Stefano Donnarumma


Italian Energy Summit: l’intervento di Stefano Donnarumma, AD e DG di Terna


Terna, scienza e innovazione pilastri del futuro. Stefano Donnarumma: - 30% di C02 entro il 2030


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Emergenza energetica, Stefano Donnarumma: “Terna, Eni, Enel e Snam: serve sinergia”

Per affrontare le sfide che attendono il Paese sul fronte dell'energia è necessario che i big italiani del settore condividano una strategia comune. A suggerirlo è Stefano Donnarumma, AD e DG di Terna.Le dichiarazioni di Stefano Donnarumma sullo scenario energetico attualeI continui mutamenti dello scenario energetico internazionale impongono al Paese una brusca accelerata sulla produzione da font (continua)

“Premio Driving Energy 2022”, Terna lancia la sfida ai fotografi italiani

Il Premio è un'evoluzione del percorso iniziato da Terna con i volumi fotografici "Driving Energy". "Contributo alla crescita sociale e culturale del Paese è nel nostro Dna", ha dichiarato Massimo Paolucci, Direttore Relazioni Esterne del Gruppo.Terna: come nasce l'idea del concorso fotograficoUn connubio apparentemente inedito, quello tra arte fotografica e trasmissione dell'energia elettrica, ch (continua)

Terna, Stefano Donnarumma: con il Premio Driving Energy 2022 promuoviamo l’energia nella cultura

Con il suo nuovo concorso il Gruppo guidato da Stefano Donnarumma lancia una sfida a tutti i fotografi d'Italia. Il tema: la transizione energetica. "Mi aspetto belle sorprese", ha dichiarato soddisfatto l'AD e DG di Terna.Stefano Donnarumma: "Vogliamo creare valore culturale per contribuire alla crescita dei territori"Promuovere la creazione e la condivisione di cultura per contribuire alla cresc (continua)

Primo trimestre 2022 in crescita per Terna: ricavi +4,7%, investimenti +21,4%

Terna ha comunicato i dati economici relativi al primo trimestre 2022: forte crescita negli investimenti (+21,4%) e risultati positivi anche sul fronte dei ricavi (+4,7%) e dell'utile netto (+0,7%).Terna nel primo trimestre 2022: i dati della performanceNonostante lo scenario di instabilità che ha caratterizzato i primi mesi del 2022, Terna conferma risultati economici in crescita e un'accelerazio (continua)

Stefano Donnarumma (Terna): “Elettrico fondamentale per net zero”

Dopo i risultati incoraggianti del 2021, il Gruppo guidato da Stefano Donnarumma è pronto a condurre il Paese nel raggiungimento dei target ambientali e climatici.Stefano Donnarumma: "Con l'aggiornamento del Piano ulteriore spinta agli investimenti"Senza il contributo dell'elettrico la transizione energetica non è ipotizzabile. In vista del 'net zero', lo sviluppo della rete è diventato per il Pae (continua)