Home > Libri > Brera's Key: Complesso itinerario artistico, ovvero il percorso filosofico dell'artista

Brera's Key: Complesso itinerario artistico, ovvero il percorso filosofico dell'artista

scritto da: UfficioStampa23 | segnala un abuso

Brera's Key: Complesso itinerario artistico, ovvero il percorso filosofico dell'artista

E' uscito il libro tanto atteso di Brera's Key




È acquistabile in anteprima dal sito della casa editrice la prima opera letteraria del musicista-polistrumentista, autore-compositore ed interprete, Brera’s Key: “Complesso Itinerario Artistico, ovvero il Percorso Filosofico dell’Artista”.

BRERA'S KEY (nome d’arte di Antonio Coccia) nel 2021 ha pubblicato ben due CD musicali, rispettivamente:

1) “Old & New Singles”;

2) “New and Old Singles 752”.

Entrambi con distribuzione internazionale in 15 nazioni, hanno raggiunto in pochi mesi le 100mila visualizzazioni. Il primo dei due album, “Old & New Singles”, è registrato magistralmente quasi per intero dallo stesso artista, il quale, oltre ad aver composti i brani e curato gli arrangiamenti, suona: chitarre elettriche ritmiche (rhythm guitar), chitarre elettriche soliste (lead guitar), chitarre acustiche (acustic guitar) basso elettrico (electric bass), batteria (drums), percussioni (snare and congas), armonica (harp), voce (lead vocals) & cori (background vocals).

Il secondo album, “New and Old Singles 752”, vede la presenza di ospiti internazionali quali:

Karl Potter, storico percussionista di Pino Daniele (scomparso pochi anni fa), Primiano Di Biase (pianista dei Dire Straits con Phil Palmer), Michael Brill (bassista & vocalist dei Mad Dogs, oltre che di alcuni Big della canzone italiana), e altri. La sua nuova opera letteraria, “Complesso Itinerario Artistico, ovvero il Percorso Filosofico dell’Artista” uscirà con FABIO CROCE EDITORE e sarà distribuito da Feltrinelli.



DAL 9 MARZO VERRÀ DISTRIBUITO TRAMITE I CONSUETI CANALI DI DISTRIBUZIONE.

ECCONE UN ESTRATTO:

Nell’attuale circostanza l’arte di argomentare nasce dall’esigenza di riportare alla luce quel particolare sapere che gli antichi Greci identificavano nella 
parola “Sophia”. La parola greca “saphes” vuol dire “chiaro”, “luminoso”, “che si mostra”, “che sta in luce”. Il termine “phes” contenuto nella parola “saphes” vuol dire “luce”. Di conseguenza è necessario sottolineare che, 
nell’esposizione dei fatti, l’analisi dialettica è quanto di più antitetico ci sia a tutto ciò che non si mostra chiaramente, nella misura in cui si contrappone 
alla manipolazione degli elementi di verità. Dunque l’impostazione dialettica non si limita a fissare dei principi nominali convenzionali o ad auto relegarsi 
nell’ambito della proprietà lessicale che segue le tendenze di stile; né tantomeno si riconosce in quei consolidati stratagemmi letterari che, subordinando 
l’ontologia umana all’arte creativa della teologia o anche alle astrazioni teleologiche (ovvero il discorso e il pensiero che concepiscono non solo la finalità come attività dell’uomo razionale indirizzata ad uno scopo, ma comprendente le azioni involontarie ed inconsapevoli che tuttavia realizzano un fine), e agli espedienti ontoteleologici (ovvero il tentativo di rendere il pensiero indifferente ad ogni differenza), in ogni epoca mirano a revisionare artatamente il tronomio di Natura/Uomo/Storia, con l’intento di contraddire e manipolare il nostro Libero Arbitrio. Tale sovversione culturale rappresenta una consuetudine millenaria, ed è una prassi talmente consolidata che l’atavico revisionismo ha consentito d’imporre una nuova antropologia culturale, i cui tratti principali riflettono un’ontologia indubbiamente disumanizzata: in primis a danno dell’arte. Pertanto, sul piano logico, si rende necessario sviscerare ulteriormente alcune tematiche, non da ultimo ridando vita ad una sfera dell’etica che 
in alcuni periodi storici è per lo più poco visibile e, in particolar modo nell’era contemporanea, non di rado viene poco visualizzata e ancor meno valorizzata. 
Altresì, sul piano spirituale, la Musica è l’arte suprema che consente di avere una progressiva elevazione coscienziale, quindi un’evoluzione spirituale che permette di riconoscerne i principi immortali, ovverosia universali, i quali 
determinano l’identificarsi nell’armonico equilibrio delle leggi naturali. Per alcuni ciò rappresenta la base sulla quale erigere e coltivare la propria conoscenza: di certo non è così per tutti.


Fonte notizia: https://music.youtube.com/playlist?list=OLAK5uy_lZKnLXGBtzqjOBD69Gu1qDCyfzGBuTFKs&feature=share


complesso | itinerario | artistico | Brera s | Key | percorso | filosofico | artista |



Commenta l'articolo

 
 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore