Home > Libri > XXVI Edizione del Premio Letterario Internazionale "EMILY DICKINSON" a Napoli l'8 giugno

XXVI Edizione del Premio Letterario Internazionale "EMILY DICKINSON" a Napoli l'8 giugno

scritto da: Renail87 | segnala un abuso

XXVI Edizione del Premio Letterario Internazionale

Mercoledi 8 giugno, alle ore 15:30, nel suggestivo scenario della chiesa di S.Erasmo in Castel Sant'Elmo, si terrà la manifestazione conclusiva della XXVI Edizione del Premio Letterario Internazionale "EMILY DICKINSON"


Mercoledi 8 giugno, alle ore 15:30, nel suggestivo scenario della chiesa di S.Erasmo in Castel Sant'Elmo, si terrà la manifestazione conclusiva della XXVI Edizione del Premio Letterario Internazionale "EMILY DICKINSON". Il Premio si articola in 7 sezioni: libro edito di narrativa o saggio edito; libro edito di poesie, anche in dialetto; libro o racconto inedito; silloge inedita; poesia inedita in lingua o in dialetto; sezione speciale riservata agli studenti; sezione speciale "Dott. Ing. Ruggiero Cenere". Tanti gli scrittori che hanno inviato le loro opere edite ed inedite a giudizio della commissione esaminatrice. Tra i premiati vi sono letterati provenienti da tutta Italia e dall'estero. E stato istituito, inoltre, un riconoscimento nell'ambito dello stesso Premio a personalità del mondo della cultura e delle istituzioni che si sono distinte per meriti e per elevate doti umane. Quest'anno il riconoscimento andrà allo scrittore Maurizio De Giovanni ed al giornalista napoletano Marco Altore. Ad organizzare il Premio "EMILY DICKINSON è l'omonima Associazione fondata e presieduta dalla scrittrice, docente e giornalista Carmela Politi Cenere: «Il premio rappresenta un punto di osservazione per la letteratura ed anche un'occasione per l'economia locale ospitando scrittori provenienti da ogni parte. I riconoscimenti speciali sono stati individuati tenendo conto dell'etica e della morale dei premiati nell'ambito della loro attività professionale. Gli scrittori sono stati premiati in base alla qualità del lavoro presentato e la scelta non è stata semplice perché i lavori pervenuti erano davvero tanti e di alto livello». Alla manifestazione conclusiva della XXVI Edizione del Premio Letterario Internazionale "EMILY DICKINSON" sono stati invitati il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, il sindaco di Napoli, Gaetano Manfredi, e la presidente della V Municipalità, Clementina Cozzolino

arte | lettere | letteratura | poesia | concorso | premio | napoli | campania | vomero | scrittura | scrittori |



Commenta l'articolo

 
 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Peppe Esposito Luca Esposito con la personale "Presenze nelle Assenze" a Pozzuoli all'Art Garage 2022

Peppe Esposito Luca Esposito con la personale
Peppe Esposito Luca Esposito “Presenze nelle Assenze” mostra fotografica nell’ambito della rassegna “Fotoart in Garage 2022” a cura di Gianni Biccari all'Art Garage POZZUOLI (NA) Viale Bognar,21(pochi metri dalla stazione ferroviaria Pozzuoli Solfatara) dal 9 al 29 aprile 2022 Opening Sabato 9 aprile ore 17.30/21.30 Orari apertura mostra: lun-ven 10-13 / 16.30-21sab.10-13dom. chiuso. Ingresso libero, in ottemperanza alle disposizioni delle norme vigenti anticovid Personale fotografica dell’artista fotografo Peppe Esposito e di suo figlio Luca, giovane fotografo e operatore cinematografico. Il filo conduttore del racconto visivo, che unisce padre e figlio, è il gioco di conflitti tra artificio e realtà, tra presenze e assenze anzi “presenze nelle assenze”, come giustamente il titolo della mostra. L’occhio fotografico esperto di Peppe Esposito immortala (continua)

Nove torte targate pasticceria Seccia per la festa della mamma nel segno di cinema e serie tv

Nove torte targate pasticceria Seccia per la festa della mamma nel segno di cinema e serie tv
Cesira, Filumena, Adelina, Manuela, Olimpia, Cersei, Elizabeth e Dany (Daenerys): la festa della mamma più dolce e cinefila va in scena ai Quartieri Spagnoli di Napoli Anche quest'anno la pasticceria Seccia ai Quartieri Spagnoli, storico locale di via Concordia a Montecalvario a Napoli, ha realizzato per la festa della mamma, domenica 9 maggio, una linea di nove torte dai nomi insoliti, ispirati alle madri famose delle serie tv, del cinema e persino a quelle della classicità.Sono nati così in laboratorio la millefoglie e il pan di Spagna "Olimpia", le Chant (continua)

Il primo dolce ufficiale in memoria di Maradona a Napoli con Pasticceria Seccia

Il primo dolce ufficiale in memoria di Maradona a Napoli con Pasticceria Seccia
La Pasticceria Seccia, fiore all'occhiello dei Quartieri Spagnoli e da sempre legata al tifo e all'amore per il pibe de oro, lancia nell'ultima domenica di novembre una mignon dedicata alla memoria del compianto Diego Armando Maradona: un bignè craquelin panna e caramello da condividere sui social con l'hashtag #elpibe. La notizia della scomparsa di Diego Armando Maradona ha lasciato tutti sgomenti a Napoli, seconda casa del Pibe de Oro, e le manifestazioni d'affetto che stiamo vedendo in questi giorni ne sono la prova tangibile. Se allo Stadio San Paolo, che presto cambierà nome in suo onore a quanto pare, l’abbraccio di tifosi e appassionati è stato forse il più pittoresco e degno di una rockstar, con le candel (continua)

Un quasi amore in quarantena nel primo libro di Davide Gambardella, giornalista napoletano

Un quasi amore in quarantena nel primo libro di Davide Gambardella, giornalista napoletano
È già in libreria il racconto “Storia di un (quasi) amore in quarantena”, primo libro del giornalista napoletano Davide Gambardella, edito da Graus e scritto in piena quarantena, quasi un instant book si potrebbe dire. In molti hanno parlato di amori e storie in quarantena, persino di tradimenti, eppure la narrazione di Gambardella è abbastanza insolita e si distingue bene dalle altre pub (continua)

ARTISTI DEL GUSTO, NASCE IN CAMPANIA LA SQUADRA DEL FOOD

ARTISTI DEL GUSTO, NASCE IN CAMPANIA LA SQUADRA DEL FOOD
Un progetto ambizioso nasce al Sud, in Campania, e si presenta, con autorevolezza, come un’iniziativa di cui molto probabilmente se ne avvertiva l’esigenza già da mesi, prima del difficile periodo collegato al lockdown. Nasce infatti Gruppo Artisti del Gusto, grazie ad un accentuato spirito di gruppo, ad una coesione tanto visionaria quanto forte tra una quindicina di professionisti, di varia (continua)