Home > Esteri > Il Marocco è un partner affidabile per l'Italia sulla sponda meridionale del Mediterraneo.

Il Marocco è un partner affidabile per l'Italia sulla sponda meridionale del Mediterraneo.

scritto da: FLM | segnala un abuso

Il Marocco è un partner affidabile per l'Italia sulla sponda meridionale del Mediterraneo.

Il modello di sviluppo delle Province del Sud, lanciato dal Re Mohammed VI, e lo sviluppo che la regione del sud sta vivendo in termini di infrastrutture rafforzano la preminenza del piano di autonomia sotto la sovranità marocchina.


L'Italia e l'Algeria stanno costruendo una relazione bilaterale principalmente sul piano economico dove il commercio del gas è predominante, ma allargata anche alla politica e strategica come quello della stabilizzazione in Libia e della sicurezza della regione del Mediterraneo meridionale.

Inoltre, il presidente algerino Tabboune è stato ricevuto a Roma dal presidente della Repubblica Italiana Sergio Mattarella dove hanno discusso dei vari temi che riguardano i due stati come le questioni culturali, economico, e ovviamente il mondo dell'energia che l'Italia intende affrancarsi dalla dipendenza russa.

Tuttavia, Il Marocco rappresenta un partner imprescindibile per qualsiasi efficace strategia sul fronte della migrazione, della sicurezza e dello sviluppo, e la cooperazione di polizia tra il Marocco e l'Italia. Le relazioni tra i due stati è ottima e sulla base dell’Accordo contro il terrorismo, la criminalità organizzata e il traffico di droga del 1987 e i successivi strumenti convenzionali si è arricchita nel tempo.

Tuttavia le relazioni italo-marocchine sono tradizionalmente eccellenti sia a livello di scambio, sia culturale sia commerciale, sulla base di valori condivisi e ispirati a una politica equilibrata e di apertura al confronto.

Vale la pena menzionare che Il terrorismo di un gruppo separatista come quello del Fronte Polisario mette in gioco la stabilità non solo della regione ma anche del continente africano con conseguenti ripercussioni in Europa.

Vale la pena ricordare che fino ora sono 24 paesi che hanno già aperto consolati nelle città di Dakhla e Laayoune, inoltre, la Repubblica del Suriname che ha aperto ieri un Consolato Generale a Dakhla e la sua Ambascita a Rabat. Questa posizione del Suriname si inserisce nello slancio di sostegno alla causa nazionale espresso da diversi paesi del mondo.

Tutti questi paesi hanno cambiato la loro posizione a favore del Marocco sulla questione del Sahara marocchino e l'Italia può essere un partner solidale nella questione visto l'antica storia con il Regno del Marocco.

Si precisa che il Senatore Italiano Andrea Causin ha auspicato che l’Italia segua l’esempio degli Stati Uniti ed apra un consolato a Dakhla, nella regione del Sahara marocchino. Il senatore ha sottolineato la rilevanza dell’iniziativa di autonomia presentata dal Marocco, accolta con favore da buona parte della comunità internazionale come soluzione ideale per la controversia regionale sul Sahara.

Il Senatore ha affermato che il modello di sviluppo delle Province del Sud, lanciato dal ReMohammed VI, e lo sviluppo che la regione del sud sta vivendo in termini di infrastrutture rafforzano la preminenza del piano di autonomia sotto la sovranità marocchina.

Il Marocco, è un paese pacifico e di certo non vuole la guerra, ma semmai far prevalere la giustizia e la legge, per questo serve un cordone di solidarietà e riconoscimento sempre più allargato per la difesa dell'integrità territoriale del Marocco da parte della comunità internazionale.

Forum Marocco Veneto

le relazioni bilaterali tra italia e marocco |



Commenta l'articolo

 
 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Le donne marocchine sono ancora una priorità nelle politiche del Paese

Le donne marocchine sono ancora una priorità nelle politiche del Paese
La condizione della donna marocchina è migliorata notevolmente. Diversi movimenti sociali per la promozione dell’uguaglianza di genere hanno promosso corsi di alfabetizzazione insieme ad attività associative per la produzione di un piccolo reddito e di un autonomia finanziaria. Il Marocco è un paese ricco di patrimonio religioso e culturale, è in piena mutazione. Negli ultimi anni ha conosciuto una vera emancipazione a livello sociale, economico, politico e culturale. E' un paese che si dirige verso la modernità ma al contempo rimane sempre attaccato ai suoi valori. Nel 2004 il Re del Marocco Mohammed VI ha annunciato la riforma della Mudawana, il Codice del (continua)

Il Marocco, da sempre impegnato nello sviluppo di tutti i settori vitali della società.

Il Marocco, da sempre impegnato nello sviluppo di tutti i settori vitali della società.
Il Marocco compie nuovi passi per il rafforzamento dello stato di diritto e il rispetto delle convenzioni internazionali sui diritti umani, dove la costituzione del 2011 ha rappresentato una svolta importante per la promozione dei diritti umani nel paese attraverso l'adozione di tutti i diritti previsti nella dichiarazione universale dei diritti umani. Secondo la media, una convegno è stato organizzato mercoledì 15 giugno 2022 presso il Club Svizzero della Media a Ginevra dove è stato presentato un nuovo libro con il titolo di “Marocco, il potenziale per un cambiamento trasformativo”, di Obbad Noureddine, un autore svizzero marocchino specializzato in sviluppo economico.L'autore ha messo in evidenza nel suo libro, i progressi compiuti da (continua)

Il Consiglio Superiore degli Ulema del Marocco condanna il film "The Lady of Heaven"

Il Consiglio Superiore degli Ulema del Marocco condanna il film
Il Consiglio Supremo degli Ulema presieduto da Sua Maestà il Re Mohammed VI condanna fermamente il film "le donne del paradiso" scandaloso e esprime il suo categorico rifiuto della palese falsificazione di fatti accertati della storia islamica oltre la rabbia del popolo islamico, Secondo la media, il film britannico "le donne del paradiso" ovvero The Lady of Heaven è stato bandito in Marocco dove il Consiglio Superiore degli Ulema condanna fermamente questo film scandaloso che danneggia le santità islamiche, che sono una linea rossa per il mondo arabo e i paesi islamici. A tal proposito, il Consiglio Supremo degli Ulema presieduto da Sua Maestà il Re Moham (continua)

Sua Eccellenza Sig Pedro Sanchez sostiene l'autonomia del Sahara marocchino

 Sua Eccellenza Sig Pedro Sanchez sostiene l'autonomia del Sahara marocchino
Sanchez "La proposta marocchina di autonomia è la base più seria, credibile e realistica. Rispettiamo il fatto che altri possano pensarla diversamente, ma sbaglieremmo tutti se non riconoscessimo quello che può sembrare un'ovvietà: perché ormai dobbiamo risolvere un conflitto che dura già da troppo tempo". Secondo la media, il primo ministro spagnolo Sua Eccellenza Sig Pedro Sanchez ha affermato mercoledì 08 giugno 2022 che il sostegno del governo spagnolo all'iniziativa del Marocco per l'autonomia nel Sahara deriva dalla visione dello Stato di raggiungere la stabilità nell'intera regione e risponde a una dinamica internazionale che sostiene l'approccio adottato dal Marocco.Inoltre, Sanche (continua)

Le aperture di consolati esteri nel sud del Marocco confermano la sovranità marocchina su queste province

Le aperture di consolati esteri nel sud del Marocco confermano la sovranità marocchina su queste province
Il modello di sviluppo delle Province del Sud, lanciato dal Re Mohammed VI, e lo sviluppo che la regione del sud sta vivendo in termini di infrastrutture rafforzano la preminenza del piano di autonomia, sotto la sovranità marocchina. Secondo la stampa, il Ministro degli Affari Esteri del Togo, per l'Integrazione Africana e Togolese all'estero, Robert Dussey, ha annunciato martedì 07 giugno 2022 a Rabat, l'imminente apertura di un Consolato Generale del suo Paese a Dakhla. Il Signor Dussey ha fatto l'annuncio durante una conferenza stampa di concerto con il Ministro degli Affari Esteri, della Cooperazione Africani e i (continua)