Home > Musica > Il Festival Nazionale Corale di Musica Sacra Mariana a Bagheria

Il Festival Nazionale Corale di Musica Sacra Mariana a Bagheria

scritto da: Nico1972 | segnala un abuso

Il Festival Nazionale Corale di Musica Sacra Mariana a Bagheria


Evento svolto il 5 giugno 2022 alla Chiesa delle Anime Sante

È accaduto il 5 giugno 2022 a Bagheria che la musica, e la passione per il bel canto riempissero di note il Santuario Maria Santissima Immacolata – Regina delle Anime Sante, dove oltre 100 cantori si sono esibiti nella IX edizione del Festival Nazionale Corale di Musica Sacra Mariana.

Un evento che ha una grande valenza culturale e musicale, che nasce nel maggio del 2013 da un’idea del Direttore Artistico Salvatore Di Blasi a cui va un plauso particolare.

Il Festival quest’anno è inserito nel cartellone regionale “Salve Regina Coelitum” dell’Associazione Chorus Inside Sicilia sotto la presidenza di Salvatore Di Blasi, patrocinato dalla Federcori, organizzato dall’associazione Bequadro presieduta da Giovanni Gargano, e dal Comune di Bagheria.

Il Festival è sostenuto dal Ministero Della Cultura attraverso i fondi ExtraFus e dall’Assessorato al Turismo, Sport e Spettacolo della Regione Siciliana.

Ad esibirsi 6 Cori scelti:

    • Coro della Parrocchia San Domenico Bagheria (PA), diretto da Maria Carmela Corleone.
    • Fruicantus Gruppo Vocale di Partinico (PA), con la direzione di M. Messana.
    • Coro Polifonico Regina Caelorum di Belpasso (CT), direttore: Paolo Lamantia.
    • Corale Polifonica Iubilaeum di Augusta (SR), con la direzione di Luigi Trigilio.
    • Schola Cantorum Soli Deo Gloria della Parrocchia San Basilio di Palermo, diretto da Salvatore Di Blasi.
    • Coro Laudate Dominum di Bagheria (PA), anche esso diretto da Salvatore Di Blasi.

A condurre il Festival di musica sacra a Bagheria, è stata Caterina Vitale, a cui vanno i nostri più affettuosi ringraziamenti. Ad accogliere i cori come un perfetto anfitrione è stato Don Giovanni Basile, parroco del Santuario Maria Santissima Immacolata.

La manifestazione è stata ripresa in streaming dall’emittente TeleOne, sul canale 19 del digitale terrestre, dove sarà possibile rivedere il concerto.

A chiusura del festival sono state conferite le targhe di riconoscimento a tutti i maestri dei cori partecipanti, e all’Assessore al Turismo Provvidenza Tripoli in rappresentanza dell’amministrazione comunale di Bagheria.

Parole di ringraziamento e di stima sono state espresse da tutti i direttori per la riuscitissima organizzazione, per l’opportunità di incontro e confronto offerta per una crescita stimolante dell’attività canora.

Il Festival di Musica Sacra inaugurato a Bagheria un “pellegrinaggio musicale” tra le cattedrali siciliane per unire attraverso l’amore per la musica

Il Festival internazionale “Salve Regina Coelitum” si è inaugurato a Bagheria, e come in un “pellegrinaggio musicale” si evolverà in altri eventi nelle grandi cattedrali siciliane con lo scopo di unire l’amore per la musica, la devozione a Maria SS. e la gioia del canto corale.



Fonte notizia: https://www.newsicily.it/festival-musica-sacra-bagheria/


Festival Nazionale Corale di musica Sacra Mariana | Bagheria | Sicilia | Musica Sacra | Musica Mariana | Coro Laudate Dominum di Bagheria | Associazione Bequadro | stagione concertistica di Bagheria |



 

Potrebbe anche interessarti

A Bagheria il Festival Nazionale Corale di Musica Sacra Mariana


Continua la riqualificazione urbana a Bagheria con la Street Art


A Bagheria un concerto per l’Ucraina


” Graduale Polyphonicum, vol2/A – tempus Nativitatis” – Libro di Alessandro Bacchiega e Rocco Salemme


“Graduale Polyphonicum – Tempus Nativitatis”, scritto da Alessandro Bacchiega e Rocco Salemme


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Passi avanti sul benessere degli animali

Passi avanti sul benessere degli animali
Si avvicina il divieto di utilizzo di carrozze trainate da cavalliLa Camera approva l’odg che rientra nel decreto infrastrutture e trasporti, per vietare l’utilizzo di animali come mezzi di trasporto sull’intero territorio nazionaleSempre più vicino il divieto di utilizzare delle carrozze trainate da cavalli. Nella giornata di mercoledì 3 agosto alla Camera è stato approvato un ordine del giorno, (continua)

Il triste anniversario di una tragedia accaduta molti anni fa, in Belgio

Il triste anniversario di una tragedia accaduta molti anni fa, in Belgio
Nell’incidente alla miniera di Marcinelle morirono 136 italiani, di cui 5 erano emigrati sicilianiRicorre oggi il triste anniversario di una tragedia destinata a rimanere impressa nella memoria collettiva in modo, purtroppo, indelebile; nella mattina dell’8 agosto del 1956 nella miniera di carbone Bois du Cazier, a Marcinelle, in Belgio, un incendio provocò la morte di centinaia di minatori.La tra (continua)

Il ricordo dell’immane tragedia di Hiroshima

Il ricordo dell’immane tragedia di Hiroshima
La commovente storia di Sadako Sasaki e le sue mille gru di cartaSecondo un’antica leggenda giapponese chiunque fosse riuscito a realizzare mille gru di carta (in giapponese orizuru) avrebbe potuto esprimere un desiderio che si sarebbe realizzato, per quanto ritenuto altamente improbabile, o addirittura impossibile.Una ragazzina giapponese, sopravvissuta allo sgancio della prima bomba atomica su H (continua)

Le elezioni Regionali in Sicilia si tingono di rosa

Le elezioni Regionali in Sicilia si tingono di rosa
Piera Maria Loiacono annuncia la sua candidatura alla Presidenza della Regione SicilianaAll’indomani delle dimissioni del Presidente della Regione Siciliana, la democristiana e autonomista Piera Maria Loiacono lancia, con una nota, la sua candidatura alla Presidenza.“Oggi più che mai la Sicilia ha bisogno di persone che hanno la passione per la Vera Politica e abbiano a cuore il Futuro della (continua)

Scoperta sensazionale in Sicilia

Scoperta sensazionale in Sicilia
Nell’antica Selinunte rinvenuta l’agorà più grande del mondo anticoRisale a pochi giorni fa la scoperta, nel sito archeologico di Selinunte, di un’agorà estesa circa 33.000 metri quadrati. Le dimensioni davvero ragguardevoli conferiscono all’agorà di Selinunte un primato storico di importanza eccezionale: si tratta, infatti, della più grande agorà del mondo antico, rinvenuta finora.La sensazi (continua)