Home > Sport > BARDOLINO E INGOLSTADT A BRACCETTO. TRIATHLON PROTAGONISTA SUL LAGO DI GARDA

BARDOLINO E INGOLSTADT A BRACCETTO. TRIATHLON PROTAGONISTA SUL LAGO DI GARDA

scritto da: Newspower | segnala un abuso

BARDOLINO E INGOLSTADT A BRACCETTO. TRIATHLON PROTAGONISTA SUL LAGO DI GARDA


Il 16 giugno prossimo Bardolino (VR) ospita il classico triathlon internazionale

29.a edizione per una gara nata nel 1984, prima del settore in Italia

Quest’anno la gara veneta è gemellata con il triathlon di Ingolstadt in Germania

Le iscrizioni sono già da record, stop a 1.200 partecipanti

 

 

Questo 2012 un po’ in tutti i settori della vita comune, ma anche sportiva, è l’anno delle “vacche magre”.

Ancora una volta il Triathlon Internazionale di Bardolino è … controcorrente. Dante Armanini, mente e cuore della gara che Bardolino coccola con particolare attenzione, da navigato triatleta gongola. Il numero di circa 700 iscrizioni, ovvero +300% rispetto alla stessa data dello scorso anno (quando si chiusero in anticipo al raggiungimento delle 1200 unità), è un riferimento significativo.

Quella del prossimo 16 giugno a Bardolino (VR) sarà la 29.a edizione di un evento internazionale dalla lunga storia, anzi, del più longevo in Italia, dato che è stato il primo del settore nella nostra penisola e che ha dato vita alla disciplina “olimpica”.

Quest’anno la pluridecennale tradizione del triathlon si arricchisce di un’ulteriore novità sempre all’insegna dell’internazionalità, infatti l’edizione 2012 della gara veronese è gemellata al triathlon di Ingolstadt, in programma il 10 giugno in Germania.

La scelta di abbinare le due gare è un modo per avvicinare i triatleti della rassegna tedesca e di quella italiana, e fa parte di un progetto sportivo a lungo termine. Il gemellaggio costituirà infatti il primo step per realizzare un nuovo circuito di triathlon, un challenge che a partire dal 2013 coinvolgerà più nazioni europee attraverso alcune delle più apprezzate sfide del settore.

L’abbinamento con l’appuntamento germanico di Ingolstadt è insomma l’ennesimo passo verso la sempre maggiore affermazione del Triathlon Internazionale di Bardolino, che anche quest’anno sta precorrendo i tempi in quanto ad adesioni.

Folto anche il parterre internazionale, in particolare al Triathlon Internazionale di Bardolino si sono prenotate al momento 10 delegazioni straniere, oltre ovviamente all’Italia, nello specifico saranno rappresentate Germania, Repubblica di San Marino, Austria, Gran Bretagna, Slovacchia, Finlandia, Slovenia, Stati Uniti, Irlanda e Nuova Zelanda.

Tra i tanti iscritti c’è già qualche testa di serie, tra i giovani saranno da tenere d’occhio il carabiniere novarese Giulio Molinari e il triatleta italo-statunitense Rodolphe von Berg, più volte in luce ai campionati italiani junior di triathlon.

Si tratta di conferme importanti, che rendono conto di come, dopo 28 anni dalla sua nascita, l’evento ideato da Dante Armanini, Camillo Cametti e Francesco Marchiori sia ancora tra i più quotati e amati dal pubblico di triatleti. Il segreto della formula vincente è presto detto, la sostanza di gara e il contesto lacustre piacciono molto, così come l’organizzazione ormai rodata, e guidata tutt’oggi dall’infaticabile Armanini.

Anche nell’anno del suo 29° anniversario il Triathlon Internazionale di Bardolino si presenterà con il classico programma agonistico, le gare verranno disputate sulle distanze olimpiche perché fu proprio il Triathlon di Bardolino, nell’edizione del debutto, ad introdurre la formula che ancora oggi viene utilizzata nei Giochi Olimpici. Nello specifico, sabato 16 giugno prossimo verranno affrontati nell’ordine 1,5 km a nuoto nelle acque di Punta Cornicello del Lago di Garda, 40 km in bici nell’entroterra veronese e 10 km di corsa a Bardolino e sul lungolago.

Le iscrizioni per la 29.a edizione sono in corsa fino al 12 giugno e, fino alla fine del mese, sarà possibile approfittare della quota ridotta di 50 Euro sempre che, visto l’andamento spedito, non venga raggiunto prima del previsto il limite massimo di 1.200 partecipanti.

Info: www.triathlonbardolino.it

 

triathlon |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

CHIARETTO DI BARDOLINO: NASCE UNA NUOVA DOC


APPUNTAMENTO “OLIMPICO” A BARDOLINO (VR). IL TRIATHLON INTERNAZIONALE SCATTA IL 16 GIUGNO


IL TRIATHLON TORNA A BARDOLINO. 28° APPUNTAMENTO INTERNAZIONALE IL 18 GIUGNO


IN 1.250 AL VIA SABATO A BARDOLINO (VR). NUOVO RECORD PER IL TRIATHLON INTERNAZIONALE


DOMANI IL TRIATHLON INTERNAZIONALE N. 29, ITALIA VS. RESTO DEL MONDO A BARDOLINO (VR)


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

LA VENOSTA “OPEN” SI FA IN QUATTRO. GERMANIA, FINLANDIA, ITALIA E SVEZIA

LA VENOSTA “OPEN” SI FA IN QUATTRO. GERMANIA, FINLANDIA, ITALIA E SVEZIA
Colpaccio di Thomas Bing che recupera e vince la 33 km La finlandese Kati Roivas prenota il successo (33 km) fin dal via Il Team Internorm Trentino fa en-plein nella 23 km con Busin ed Eriksson Seconda gara nel weekend a Melago, successo in una splendida giornata di sole “La fortuna aiuta gli audaci”, ma certamente anche la determinazione. Gerald Burger per questo 2022 aveva programmato la 2.a edizione de La Venosta al Lago di Resia. Un’ambientazione unica per la 100.a tappa di Visma Ski Classics andata in scena ieri, ed anche per la gara di oggi, una ‘open’ valida anche come prova Challenger dello stesso circuito.Manca la neve? E allora tutti in Vallelunga, dove (continua)

IL RUGGITO DEI ‘VECCHI LEONI’ A LA VENOSTA. GJERDALEN E JOHANSSON, 10 KM DA RECORD

IL RUGGITO DEI ‘VECCHI LEONI’ A LA VENOSTA. GJERDALEN E JOHANSSON, 10 KM DA RECORD
La Venosta, quinta tappa di Ski Classics con un inedito formato Tord Asle Gjerdalen (1983) ha sorpreso tutti ed ha vinto con 18”99 su Nyenget Nel finale Britta Johansson Norgrenn (1983) mette il turbo e svernicia la Dahl Dopo i campioni delle lunghe distanze, domani gara open di 23 e 33 km Sole, cielo azzurro, neve, montagne da favola e… due grandi campioni. Oggi in Alto Adige Tord Asle Gjerdalen e Britta Johansson Norgren hanno dato la loro classica zampata vincendo la seconda edizione de La Venosta in un inedito format, una 10 km a cronometro da Kapron a Malga Melago. Spettatori inusuali stambecchi e camosci, risvegliati dal clamore dell’evento e dall’elicottero della TV: la Venos (continua)

CALCIATORI, RALLISTI, BIKERS E FONDISTI: LA MARCIALONGA È CALAMITA DI SPORTIVI

CALCIATORI, RALLISTI, BIKERS E FONDISTI: LA MARCIALONGA È CALAMITA DI SPORTIVI
Il 30 gennaio al via l’ex della Roma Riise, l’iridato Grönholm, Melandri, Longa e Valbusa Sport e politica: a dare il via il Ministro del Turismo Massimo Garavaglia Pista pronta, Marcialonga in rampa di lancio, sarà la 49.a E poi la combinata Craft, perché Marcialonga è anche ciclismo e running Sono 11 anni che la Marcialonga non si disputa il 30 gennaio, la data fissa è quella dell’ultima domenica del primo mese dell’anno, come succederà tra poco più di due settimane. Fino ad oggi, la granfondo trentina si è corsa il 30 gennaio negli anni 1972, 1977, 1983, 1994, 2000, 2005 e 2011. Quest’anno ricorre la 49.a edizione e il fermento è molto, come sempre. La pista, conferma il direttore gen (continua)

Mythos, gesta degli dei sulle Dolomiti. MTB multitasking in Valle di Primiero

Mythos, gesta degli dei sulle Dolomiti. MTB multitasking in Valle di Primiero
Gli eroi della mtb alla 2a edizione della Mythos Primiero Dolomiti La società Pedali di Marca organizza tre gare il 10 settembre Tracciato Marathon per i ‘pro’, Classic ed Easy per amatori ed e-bikers Iscrizioni online già disponibili sul sito dell’evento ‘Mito’ deriva dal greco ‘mỳthos’, significa racconto, ma non un racconto qualsiasi. Si parla delle gesta di dei, semidei, eroi e mostri, di fenomeni naturali, dell’origine del mondo e si tenta di dare una spiegazione logica ai riti o alle domande che il popolo si pone. I ‘miti’ della marathon Mythos Primiero Dolomiti, il cui slogan appunto recita "Create miti su voi stessi, anche gli dei han (continua)

Arrivano i russi! La Venosta frizzante. Ustjugov & C. sabato, domenica la open

Arrivano i russi! La Venosta frizzante. Ustjugov & C. sabato, domenica la open
Gara di lusso sabato tra i Pro Team, confronto tra “classico” e double poling A parte i russi di Ski Classics arrivano Ustjugov, Sorina e Smirnova Il Team Koteng in quarantena in Svizzera Domenica gara open, 23 e 33 km per tutti. Iscrizioni aperte fino a sabato alle 18 I team trentini fanno “acquisti” nella campagna pre-olimpica e La Venosta ne guadagna! L’annullamento delle gare di Coppa del Mondo di Francia e Slovenia lascia a secco i fondisti di tutto il mondo, i russi in allenamento a Passo Lavazè ne approfittano e si accasano con i teams trentini.Così nella quinta tappa Ski Classics, sabato in Val Venosta, o meglio nella sua laterale Vallelunga, i 10 km a c (continua)