Home > Esteri > Le donne marocchine sono ancora una priorità nelle politiche del Paese

Le donne marocchine sono ancora una priorità nelle politiche del Paese

scritto da: FLM | segnala un abuso

Le donne marocchine sono ancora una priorità nelle politiche del Paese

La condizione della donna marocchina è migliorata notevolmente. Diversi movimenti sociali per la promozione dell’uguaglianza di genere hanno promosso corsi di alfabetizzazione insieme ad attività associative per la produzione di un piccolo reddito e di un autonomia finanziaria.


Il Marocco è un paese ricco di patrimonio religioso e culturale, è in piena mutazione. Negli ultimi anni ha conosciuto una vera emancipazione a livello sociale, economico, politico e culturale. E' un paese che si dirige verso la modernità ma al contempo rimane sempre attaccato ai suoi valori.

Nel 2004 il Re del Marocco Mohammed VI ha annunciato la riforma della Mudawana, il Codice della Famiglia. Questo annuncio è stato visto, a livello nazionale e internazionale, come un importante passo avanti per i diritti delle donne e l'uguaglianza di genere in Marocco, Il Regno è una monarchia costituzionale. la legge si basa sulla sharia (legge islamica) di cui il Sovrano è garante in quanto commendatore dei credenti.

Vale la pena menzionare che Il Marocco ha ricevuto le congratulazioni dal Comitato per l’eliminazione della discriminazione contro le donne (CEDAW), per i progressi compiuti in termini di diritti delle donne, dove godono dei loro diritti sotto la guida del Re Mohammed VI.

Durante l’esame della relazione del Marocco, i membri della CEDAW sono stati informati dei progressi compiuti dal Marocco sulla strada della consacrazione dei diritti delle donne, in particolare nei settori coperti dalla Convenzione sulla lotta alla discriminazione nei confronti delle donne.

In questo contesto gli esperti della CEDAW hanno elogiato l’impegno “fermo” del Marocco nei confronti delle questioni relative ai diritti delle donne. Hanno inoltre evidenziato la qualità degli scambi fruttuosi e costruttivi con i membri della delegazione marocchina, guidata dal Ministro della Solidarietà, dell’Integrazione Sociale e della Famiglia, Aawatif Hayar, e comprendente rappresentanti di diversi dipartimenti e istituzioni nazionali.

Tuttavia, donne, immagini e rappresentazioni che parlano e fanno parlare, indipendenti, moderne, liberali, femministe e madri, questa in particolare è la figura femminile più forte in Marocco, l’immagine materna, elemento portante di tutta la famiglia marocchina. La donna in quanto madre viene rispettata proprio per il ruolo che riveste nella società. Oggi giorno le donne del Marocco sono orgogliosi per il riconoscimento dei loro diritti e cercano nuovi spazi d’espressione.

Negli ultimi anni in Marocco, la condizione della donna marocchina è migliorata notevolmente. Diversi movimenti sociali per la promozione dell’uguaglianza di genere hanno promosso corsi di alfabetizzazione insieme ad attività associative per la produzione di un piccolo reddito e di un autonomia finanziaria.

Inoltre, il processo di modernizzazione è stato accelerato dalle ultime riforme effettuate dal Re Mohammed VI e i progetti di legge e il decreto in materia di promozione della condizione della donna sono stati dei passi molto importanti per il Paese. E' importante tenere in considerazione che il Marocco ha fatto dei progetti di legge relativo alla lotta contro la violenza sulle donne ed il decreto relativo alla creazione di un osservatorio nazionale.

Forum Marocco Veneto

Donne in Marocco |



 

Potrebbe anche interessarti

I Settanta Anni Dell' UDI nel messaggio del Presidente Sergio Mattarella


Daiichi Sankyo e ONDA insieme per una “Cardiologia al Femminile”


"Il Made in Italy delle donne" di Ketty Karraffa


Accademia Leonina: Il Presidente Raponi Cristian aderisce alla risoluzione ONU sul Sahara


Pubblicazione di un libro italiano che parla della radicalizzazione in italia : il modello di culto marocchino come esperienza da cui attingere


Priorità vaccini, Italia dei Diritti chiede l'immediata vaccinazione dei commessi dei supermercati


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

La dimissione di Oksana Pokaltchouk, Capo di Amnesty International in Ucraina a causa del rapporto ONG

  La dimissione di Oksana Pokaltchouk, Capo di Amnesty International in Ucraina a causa del rapporto ONG
Il Marocco continua a stupire la comunità internazionale per la forza riformista e l’immenso impegno della monarchia nel voler applicare e rispettare la giurisprudenza internazionale, Il Regno del Marocco compie nuovi passi per il rafforzamento dello stato di diritto e il rispetto delle convenzioni internazionali sui diritti umani. Oltre mezzo miliardo di persone, dal Marocco all'Iran, rischiano di vedere triplicati il costo del pane. La guerra tra la Federazione Russa e l'Ucraina rischia di avere un profondo impatto non solo in Europa, ma anche sulla sicurezza alimentare dei Paesi del Grande Medio Oriente, con implicazioni politiche, sociali ed economiche potenzialmente drammatiche. Secondo la media, Oksana Pokaltc (continua)

Una lettura nel discorso del Re del Marocco Mohammed VI

Una lettura nel discorso del Re del Marocco Mohammed VI
Il Sovrano del Marocco sottolinea ancora una volta che i confini che separano il popolo marocchino dal popolo fraterno algerino non saranno mai barriere che ne impediscano l'interazione e la comprensione, e il desiderio di Sua Maestà è che questi confini diventino ponti che consentano al Marocco e all'Algeria di accedere a un futuro migliore e di offrire un bell'esempio di armonia agli altri popoli del Maghreb Il Re del Marocco Mohammed VI ha rivolto un discorso alla nazione sabato 30 luglio 2022 in occasione del 23 anniversario dell'ascesa al Trono del Sovrano. il Re ha dichiarato che la festa del Trono simboleggia il sacro patto della beia e testimonia l'incrollabile simbiosi che ha sempre unito in ogni circostanza i Sultani.Inoltre, Il Sovrano del Marocco sottolinea ancora una volta che i c (continua)

Uno spunto sull'ultimo rapporto di HRW sul Marocco.

Uno spunto sull'ultimo rapporto di HRW sul Marocco.
Il Marocco continua a stupire la comunità internazionale per la forza riformista e l’immenso impegno della monarchia nel voler applicare e rispettare la giurisprudenza internazionale, Il Regno del Marocco compie nuovi passi per il rafforzamento dello stato di diritto e il rispetto delle convenzioni internazionali sui diritti umani. Secondo la media, c'è stato un tempo in cui i comunicati stampa di Human Rights Watch facevano tremare i corridoi della Casa Bianca. Oggi bisogna essere una dittatura o essere ingenui per credere ancora in HRW, in gran parte finanziata da fondi discutibili e la cui parzialità è denunciata da attivisti per i diritti umani, ascesa e caduta di una ONG gestita per 27 anni da Kenneth Roth,la su (continua)

La Repubblica del Togo apre un Consolato Generale a Dakhla

 La Repubblica del Togo apre un Consolato Generale a Dakhla
L'apertura di questa rappresentanza diplomatica riflette il costante sostegno della Repubblica del Togo all'integrità territoriale del Regno del Marocco e ai forti legami che uniscono i due Capi di Stato, Sua Maestà il Re Mohammed VI e Sua Eccellenza il Sig. Faure Gnassingbé , Presidente della Repubblica del Togo. Secondo la media, giovedì 21 luglio 2022, la cerimonia di inaugurazione è stata presieduta dal ministro togolese degli Affari esteri, dell'integrazione africana e del Togo all'estero, Robert Dussey, e dal Ministro degli Affari Esteri, della Cooperazione Africana e dei Marocchini residenti all'Estero, Nasser Bourita Inoltre, L'apertura di questa rappresentanza diplomatica riflette (continua)

Il Marocco, un ruolo di primo piano nella ricerca per risolvere la questione palestinese

Il Marocco, un ruolo di primo piano nella ricerca per risolvere la questione palestinese
Grazie all'intervento del Sovrano del Regno del Marocco Mohammed VI, le autorità israeliane hanno deciso di aprire senza interruzioni, il valico di frontiera Allenby King Hussein che collega la Cisgiordania. Secondo la media, grazie all'intervento del Sovrano del Regno del Marocco Mohammed VI, le autorità israeliane hanno deciso di aprire senza interruzioni, il valico di frontiera Allenby King Hussein che collega la Cisgiordania.Questa mediazione guidata dal Regno del Marocco e dagli Stati Uniti d'America, ha permesso di raggiungere un accordo per l'apertura permanente 24 ore su 24,7 giorni su (continua)