Home > Sport > SU IL SIPARIO TRICOLORE AD ARCO (TN): AL CLIMBING STADIUM I CAMPIONATI GIOVANILI

SU IL SIPARIO TRICOLORE AD ARCO (TN): AL CLIMBING STADIUM I CAMPIONATI GIOVANILI

scritto da: Newspower | segnala un abuso

SU IL SIPARIO TRICOLORE AD ARCO (TN): AL CLIMBING STADIUM I CAMPIONATI GIOVANILI


Ad Arco di Trento oggi hanno preso il via i Campionati Italiani Giovanili di arrampicata

Di scena la speed con le categorie Under 16, 18, 20

Domani tocca alle prove lead, chiusura in pompa magna domenica col boulder

Il prossimo fine settimana altro appuntamento tricolore ad Arco

 

 

Un po’ come tornare indietro nel tempo, al clima di grande festa sportiva dei Campionati del Mondo di arrampicata 2011.

Oggi il Climbing Stadium di Arco, in Trentino, è stato per l’ennesima volta ombelico del climbing per le finali dei Campionati Italiani giovanili, riservati alle categorie Under 16, Under 18 ed Under 20. Circa 250 giovani promesse dello sport verticale italiano hanno preso d’assalto le pareti dell’arena altogardesana per misurarsi nella più adrenalinica delle discipline del climbing, la speed.

15 metri di muro lungo e diritto, da salire tutto d’un fiato, un gioco da ragazzi per chi, come Leonardo Gontero, ha siglato giusto qualche giorno fa il record italiano (6’’57) in terra scozzese alla Coppa Europa. È proprio del giovane portacolori della B-Side Torino il titolo di campione italiano speed Under 20, anche se i titoli nazionali definitivi verranno assegnati soltanto domenica con la combinata, dopo le prove lead e boulder.

A circa 3’’ da Gontero (6’’93) ha chiuso 2° l’altro velocista della B-Side Torino Alessandro Palma, mentre, dopo aver festeggiato i 18 anni giusto ieri, il torinese Andrea Botto si è regalato la terza piazza davanti all’azzurro Marcello Bombardi (4°).

La finale Under 20 in rosa se l’è giocata il poker formato da Federica Mingolla, Ilaria Guidotti, Michela Lacchio ed Andrea Prünster, quest’ultima campionessa italiana in carica. Tutte hanno dovuto arrendersi ad una Mingolla in grande spolvero, che dalle qualifiche fino alla finale è sempre riuscita a tenere a bada il cronometro meglio delle avversarie, alla Guidotti e alla Prünster non è rimasto che dividersi nell’ordine il resto del podio.

Per celebrare in grande stile le pareti trentine nulla di meglio di una doppietta di atleti di casa, la speed tra gli Under 18 se la sono aggiudicata Michela Facci del Gruppo Rocciatori Piaz ed Alessandro Santoni, vincitore della prova di velocità anche ai Campionati 2011 e portacolori di Arcoclimbing, la società locale che insieme alla SSD Arrampicata Sportiva Arco ha coadiuvato la FASI nell’organizzazione di questo evento giovanile.

Argento U18 per Stanislao Zama, seguito da Michael Piccolruaz e dall’altro atleta di Arcoclimbing Francesco Profico, fuori dal podio per un battito di ciglia.

Dietro alla Facci ha chiuso seconda un’ottima Andrea Ebner, al primo anno di categoria e campionessa italiana tra gli Under16, che proprio con la Facci ha dato grande prova di sé alla recente Coppa Europa di Edimburgo vincendo l’oro nella velocità (alla Facci è toccato il bronzo), disciplina che non è nemmeno la sua favorita. Dietro alle due medagliate di Coppa Europa ha centrato il 3° posto la torinese Claudia Ghisolfi, sorella dell’azzurro Stefano.

I più giovani climbers in lizza oggi erano quelli della categoria Under 16 dove, esattamente come ai Campionati Italiani 2011, la portacolori del Climbing Side Roma Chiara Rogora ha dominato la prova veloce, del resto questa è la sua specialità prediletta e la difende anche in maglia azzurra con la Nazionale Giovanile. Dietro alla Rogora hanno completato il podio Martina Giorello e Marion Senoner, seguite da Ginevra Casellato ed Alice Gianelli.

Tra gli U16, il modenese Ludovico Fossali si è aggiudicato la vittoria battendo in un’agguerrita finale Antonio Prampolini, mentre l’altoatesino Julian Santifaller si è dovuto accontentare della 3.a piazza.

Dopo aver iniziato ottimamente la cavalcata tricolore ai piedi del Colodri, le finali dei Campionati Italiani giovanili proseguiranno domani con la disciplina della difficoltà (lead), mentre domenica sarà ora di verdetti, perché dopo le competizioni boulder verrà stilata la classifica finale combinata.

Per Arco e il suo iridato Climbing Stadium questo è soltanto l’inizio di una stagione sportiva particolarmente “calda”, il prossimo fine settimana si parlerà ancora di Campionato Italiano con le categorie Under 14, Under 12 ed Under 10, il tutto anche nell’ottica di una candidatura per ospitare, fra tre anni, il Campionato del Mondo giovanile.

L’estate arcense sarà suggellata da un inedito, tra agosto e settembre toccherà alla nuova formula Rock Master Festival surriscaldare lo stadio trentino, in una settimana che racchiuderà tanti grandi e gustosi appuntamenti di arrampicata sportiva, tra cui il celeberrimo Rock Master valido come tappa di Coppa del Mondo speed.

Info: www.rockmasterfestival.com

 

Classifiche Finali Speed:

 

Under 16 Maschile

1 FOSSALI Ludovico Equilibrium Modena; 2 PRAMPOLINI Antonio Geko Modena; 3 SANTIFALLER Julian Ask Gherdëina; 4 TENTORI Simone Ragni di Lecco

 

Under 16 Femminile

1 ROGORA Chiara Climbing Side Roma; 2 GIORELLO Martina B-Side Torino; 3 SENONER Marion Ask Gherdëina; 4 CASELLATO Ginevra Equilibrium Modena

 

Under 18 Maschile  

1 SANTONI Alessandro Arcoclimbing; 2 ZAMA Stanislao Carchidio Strocchi; 3 PICCOLRUAZ Michael AVS Meran; 4 PROFICO Francesco Arcoclimbing

 

Under 18 Femminile

1 FACCI Michela Gruppo Rocciatori Piaz; 2 EBNER Andrea AVS Brixen; 3 GHISOLFI Claudia S.A.S.P. Torino; 4 ALTON Giulia AVS Meran

 

Under 20 Maschile

1 GONTERO Leonardo B-Side Torino; 2 PALMA Alessandro B-Side Torino; 3 BOTTO Andrea C.U.S. Torino; 4 BOMBARDI  Marcello Vertigine 1996 Sassuolo

 

Under 20 Femminile

1 MINGOLLA Federica S.A.S.P. Torino; 2 GUIDOTTI Ilaria Equilibrium Modena; 3 PRÜNSTER Andrea  AVS Meran; 4 LACCHIO Michela Get Up! Roma

arrampicata |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

ITALIA SUPER VELOCE CON LEONARDO GONTERO, SPETTACOLO ANCHE IN PARETE LEAD AD ARCO (TN)


ARCO INCORONA SCHUBERT E FAKHRITDINOVA, PUCCIO E SHARAFUTDINOV PADRONI DEI MASSI


ARRAMPICATA MONDIALE IN SCENA AD ARCO (TN). PRETI, MORONI E SCARPERI VOLANO IN SEMIFINALE!


ARCO (TN) PRESENTA IL CENTRO FEDERALE. IL CLIMBING STADIUM È IL CUORE DELL’ARRAMPICATA


DOMANI AL VIA L’IFSC CLIMBING WORLD CHAMPIONSHIP. ARCO (TN) E CLIMBING STADIUM IN VERSIONE IRIDATA


ROCK MASTER E “TRICOLORI” AL CLIMBING STADIUM, APERTO TUTTI I GIORNI CON LE GUIDE ALPINE


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Con il Tour il Monte Bondone è '4All'. Epic Ski Tour: l'evento tutto skialp

Con il Tour il Monte Bondone è '4All'. Epic Ski Tour: l'evento tutto skialp
Questo weekend sul Monte Bondone si parlerà solo di skialp Sabato scatta il Tour 4All, poi le due gare competitive (Epic e Vertical Race) Al ‘4All’ presenti anche Dal Medico, Merler, Felicetti e Fedrizzi Venerdì 21 serata con Tamara Lunger ed Expo Area a Trento Trento e il Monte Bondone si preparano ad ospitare due giornate di grandi eventi incentrati sullo scialpinismo, uno sport sicuramente duro e faticoso, ma che sa regalare emozioni lungo i pendii, e questa volta in notturna col frontalino. Sabato 22, oltre alle due gare competitive Epic e Vertical Race, andrà in scena alle ore 9.30 il Tour 4All, il raduno aperto a tutti, senza cronometraggio, per ch (continua)

DA LAGO DI TESERO 48 MINUTI DI “NORDIC SKI”. SKIRI TROPHY, LA VENOSTA, MARCIALONGA E…

DA LAGO DI TESERO 48 MINUTI DI “NORDIC SKI”. SKIRI TROPHY, LA VENOSTA, MARCIALONGA E…
Martedì 18 in onda la sesta puntata con interviste e news Tanti dettagli sulla 38.a edizione dello Skiri Trophy di sabato e domenica I commenti delle gare del weekend e curiosità su Marcialonga In onda su Trentino TV, AltoAdige TV, Welcome In TV e in streaming Di nuovo sul “palcoscenico” di Lago di Tesero! La sesta puntata della trasmissione “Nordic Ski” è stata ospite sul campo gara dello Skiri Trophy XCountry, l’evento dedicato ai giovani fondisti e in calendario questo fine settimana. Quasi un’ora di sci di fondo per entrare nel dettaglio della manifestazione proposta dal GS Castello, col presidente della società Alberto Nones, con Mario Broll, uno d (continua)

LA VENOSTA “OPEN” SI FA IN QUATTRO. GERMANIA, FINLANDIA, ITALIA E SVEZIA

LA VENOSTA “OPEN” SI FA IN QUATTRO. GERMANIA, FINLANDIA, ITALIA E SVEZIA
Colpaccio di Thomas Bing che recupera e vince la 33 km La finlandese Kati Roivas prenota il successo (33 km) fin dal via Il Team Internorm Trentino fa en-plein nella 23 km con Busin ed Eriksson Seconda gara nel weekend a Melago, successo in una splendida giornata di sole “La fortuna aiuta gli audaci”, ma certamente anche la determinazione. Gerald Burger per questo 2022 aveva programmato la 2.a edizione de La Venosta al Lago di Resia. Un’ambientazione unica per la 100.a tappa di Visma Ski Classics andata in scena ieri, ed anche per la gara di oggi, una ‘open’ valida anche come prova Challenger dello stesso circuito.Manca la neve? E allora tutti in Vallelunga, dove (continua)

IL RUGGITO DEI ‘VECCHI LEONI’ A LA VENOSTA. GJERDALEN E JOHANSSON, 10 KM DA RECORD

IL RUGGITO DEI ‘VECCHI LEONI’ A LA VENOSTA. GJERDALEN E JOHANSSON, 10 KM DA RECORD
La Venosta, quinta tappa di Ski Classics con un inedito formato Tord Asle Gjerdalen (1983) ha sorpreso tutti ed ha vinto con 18”99 su Nyenget Nel finale Britta Johansson Norgrenn (1983) mette il turbo e svernicia la Dahl Dopo i campioni delle lunghe distanze, domani gara open di 23 e 33 km Sole, cielo azzurro, neve, montagne da favola e… due grandi campioni. Oggi in Alto Adige Tord Asle Gjerdalen e Britta Johansson Norgren hanno dato la loro classica zampata vincendo la seconda edizione de La Venosta in un inedito format, una 10 km a cronometro da Kapron a Malga Melago. Spettatori inusuali stambecchi e camosci, risvegliati dal clamore dell’evento e dall’elicottero della TV: la Venos (continua)

CALCIATORI, RALLISTI, BIKERS E FONDISTI: LA MARCIALONGA È CALAMITA DI SPORTIVI

CALCIATORI, RALLISTI, BIKERS E FONDISTI: LA MARCIALONGA È CALAMITA DI SPORTIVI
Il 30 gennaio al via l’ex della Roma Riise, l’iridato Grönholm, Melandri, Longa e Valbusa Sport e politica: a dare il via il Ministro del Turismo Massimo Garavaglia Pista pronta, Marcialonga in rampa di lancio, sarà la 49.a E poi la combinata Craft, perché Marcialonga è anche ciclismo e running Sono 11 anni che la Marcialonga non si disputa il 30 gennaio, la data fissa è quella dell’ultima domenica del primo mese dell’anno, come succederà tra poco più di due settimane. Fino ad oggi, la granfondo trentina si è corsa il 30 gennaio negli anni 1972, 1977, 1983, 1994, 2000, 2005 e 2011. Quest’anno ricorre la 49.a edizione e il fermento è molto, come sempre. La pista, conferma il direttore gen (continua)