Home > Internet > Come creare un sito di Commercio Elettronico?Quali step seguire?‏

Come creare un sito di Commercio Elettronico?Quali step seguire?‏

articolo pubblicato da: sofista | segnala un abuso

 Un modo comune per creare un sito e-commerce è quello di iniziare con la vostra idea imprenditoriale, parlare con un Web designer o una Agenzia Web che vi fornirà un progetto per costruire il tuo sito web. Una volta costruito e pagato si iniziare a lottare per  generare traffico verso il tuo nuovo sito, dato che è nuovo e ha pochi collegamenti nella rete sarà necessario un account AdWords di Google e il pagamento per i visitatori che riceverai su un Pay Per Click (PPC) di base.

Visto che hai appena pagato per progettare e costruire il sito e ora stai pure pagando per il traffico su di esso, questo non è un buon momento per scoprire che non c'è domanda sul Web per i vostri prodotti, o che il costo del traffico e delle spese generali non permettono di realizzare un profitto su ciò che si vende.
Diamo un'occhiata ad alcuni modi di evitare una situazione come questa. Prendendo una serie di passaggi con gli attuali strumenti e servizi online è possibile ottenere alcune ricerche nel mondo reale per scoprire un po 'di più il vostro mercato potenziale, e quindi con una prova minima di investimento come tale mercato è ricettivo ai vostri prodotti proposti e il loro prezzo.
Aprire un negozio online non è un gioco.


Fase 1. Dove è la ricerca?

Il tuo primo passo dovrebbe essere quello di scrivere un elenco delle frasi che potenzialmente potrebbero digitare i clienti per trovare i vostri prodotti, una volta che hai queste frasi di puoi utilizzare strumenti on-line di ricerca parole chiave per scoprire la quantità di traffico che viene generato dagli utenti, così come il livello di concorrenza, che ogni frase ha.
È necessario tenere presente che le cifre relative al volume di ricerca variano in funzione dello strumento utilizzato. Ad esempio  lo Strumento di ricerca di Google di parola chiave è orientata verso Adwords e di default ti darà le cifre in base alla loro impostazione 'Broadmatch' che comprende ricerche simili, e come tale di default fornisce alcuni dati sul traffico insolitamente elevato.
Io preferisco usare anche Yahoo! o Wordtracker per raccogliere  questo tipo di informazioni, così da avere una visione più realistica.
Fase 2. Quanti concorrenti ci sono sul mercato?
Si potrebbe scoprire che esiste un volume ricerca importante, ma poi se si tratta di una nicchia già minata da molti concorrenti vi sarà un aggravio immediato ,infatti non è semplice introdursi in un mercato molto concorrenziale.
Ci sono 2 informazioni importanti di cui abbiamo bisogno per ogni frase di ricerca per darci un quadro completo della situazione. Uno è il numero di concorrenti diretti che sono già presenti nell'indice di Google per le frasi che ci interessano e l’altro è un indice di parole chiave efficacia (KEI) che combina il volume di ricerca con i concorrenti del volume di ottenere un valore dell'indice, che sottolinea il potenziale di ogni frase nella nostra lista.

Fase 3. Fare i conti con la concorrenza

Non tutte le frasi di ricerca sono stati create uguali, alcune avranno più siti concorrenti per loro rispetto ad altri.
Immaginate di avere una frase di ricerca nella tua lista con 100 ricerche al mese, sei in competizione con 10 altri siti per il traffico o con 10.000.000 altri siti? Utilizzando un indice di efficacia potrai vedere a colpo d'occhio dove ci sono lacune nella competizione e se si decide di andare avanti con il tuo nuovo sito e-commerce è possibile utilizzare queste informazioni per ottimizzare il vostro sito web per queste frasi.

Al fine di trovare il numero di siti concorrenti per una frase di ricerca, fare una ricerca in Google con la frase di ricerca scrivendo la parola e dare un'occhiata a "Risultati 1 a 10 di circa xxx" la figura xxx è la quantità di siti web che sono presenti nell'indice di Google per la frase esatta.
L'equazione è KEI ricerche x ricerche / concorso = efficacia per esempio 100 x 100 / 10 = 1.000 KEI che è una grande opportunità, come in ultima analisi, si hanno 100 ricerche, con solo 10 concorrenti diretti per quella frase. Considerando che 100 x 100 / 10.000.000 = 0,001 KEI che è terribile!
Se si conosce un po 'di ottimizzazione dei motori di ricerca si riconoscono queste tecniche in quanto sono spesso utilizzati nel processo di selezione delle keyphrase per ottimizzare un sito esistente, ma dato che questa ricerca può facilmente essere utilizzata prima di costruire un sito web, perchè non farlo ? Ha senso impiegare queste tecniche per ottenere e tastare le opportunità offerte online per la tua idea imprenditoriale.

Fase 4. Prova la vostra idea imprenditoriale con PPC

Questa tecnica richiede più di un investimento, ma ti premia con alcuni risultati più tangibili.
Avrete bisogno di creare alcune pagine web per i tuoi prodotti chiave con un clic sul pulsante per l'acquisto che ti invia una e-mail. Segnala ai tuoi potenziali clienti che si sono esauriti e chiedere se desidera essere informato quando il prodotto è tornato dentro in stock.
Ora impostare un account con Google PPC e passare un paio di centinaia di euro / dollari per ottenere il traffico verso la pagina, è presto per avere un'idea dei costi del traffico e il tipo di tasso di conversione.

Passo 5. Organizza il tuo sito e-commerce
 
Esistono diversi software sul mercato web per il commercio elettronico, opzioni chiavi in mano con un determinato costo oppure ecommerce gratuito oppure una via di mezzo.
E’ importante scegliere un fornitore di servizi e-commerce che vi dia idea di serietà e professionalità e che vi possa offrire un servizio su misura per soddisfare le vostre esigenze.
Se avete selezionato già le frasi di ricerca avrete anche un buon punto di partenza per impostare un account AdWords e un notevole vantaggio sulle frasi si dovrebbero includere nei contenuti del sito ecommerce per attirare traffico di ricerca.

sito ecommerce | aprire negozio online | commercio elettronico | agenzia web |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

MI-NY PRESENTA LA COLLEZIONE ONE STEP DI SMALTI SEMIPERMANENTI


Commercio elettronico: una sfida da raccogliere, un’occasione da non perdere


Iniziare a lavorare con un business online


Uso avanzato di convenzioni CONSIP e Mercato Elettronico


FATTURATO ECOMMERCE SEMPRE PIU' IN CRESCITA


ECOMMERCE: PIATTAFORMA MAGENTO


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Stesso autore

Soluzione e-commerce per Big e Small Business

 Prima di tutto, è necessario sapere che cosa è una soluzione e-commerce. Una soluzione e-commerce  può essere definita in molti modi. E' un modo per definire i carrelli elettronici, è anche utilizzata dalle imprese che vendono prodotti sul web. Una soluzione di e-commerce rende possibile la vendita o transazione da effettuar (continua)

Come vendere online, consigli per presentare la tua azienda in Internet

 Come vendere online è una delle preoccupazioni principali oggi. Di seguito verranno riportate le regole principali per lo sviluppo di una buona presentazione di un azienda in Internet, dato che è l’immagine aziendale il primo punto su cui deve basarsi una comunicazione vincente al momento di intraprendere un commercio in Internet e creare un ecommerce In (continua)

Mosaico bagno: originalità in casa

 Mosaico bagno: porta un po’ di originalità nella tua casa, giocando su forme geometriche e accostamenti cromatici inediti.   Il rivestimento del bagno è sempre un bel problema quando si stanno facendo dei lavori di ristrutturazione in casa. Che tipo di piastrelle scegliere? E di che colore? Molte sono le cose da tenere sotto controllo, e in particolare non bisogna (continua)

Article Marketing: fatti conoscere da tutti i tuoi clienti

 Sempre più persone, al giorno d’oggi, si rivolgono a internet per la loro pubblicità; ma il web, come tutti sanno, è un oceano sconfinato, e riuscire a farsi conoscere e arrivare a nuovi acquirenti può essere difficile. Per questo motivo, sempre più agenzie offrono un servizio di Article Marketing professionale. Di che si tratta?   L&rsquo (continua)

Bauhaus: Architettura e Arti applicate al servizio della Modernità

 Lo Staatliches Bauhaus, meno noto solo come Bauhaus, nasce a Weimar nel 1919 dalla fusione tra l’Accademia di Belle Arti e la Kunstgewerbeschule (Scuola d’Arti Applicate). Il progetto del suo fondatore Walter Gropius, però, andava ben oltre quello di fondare una semplice scuola di architettura e artigianato artistico: Gropius infatti fu fortemente influenzat (continua)