Home > Sport > GARDA TRENTINO PATRIA DELL’ARRAMPICATA, A FINE AGOSTO NOVE GIORNI A TUTTO CLIMBING

GARDA TRENTINO PATRIA DELL’ARRAMPICATA, A FINE AGOSTO NOVE GIORNI A TUTTO CLIMBING

scritto da: Newspower | segnala un abuso

GARDA TRENTINO PATRIA DELL’ARRAMPICATA, A FINE AGOSTO NOVE GIORNI A TUTTO CLIMBING


L’arrampicata sportiva guarda verso Arco (TN) e il Rock Master Festival

Da fine agosto ad inizio settembre full immersion verticale

Questo fine settimana la Coppa del Mondo Speed ha fatto tappa in Trentino

Buoni risultati per gli azzurri, con Morandi quinta e Sirotti sesto

 

 

Ad Arco, in Trentino, novità e tradizione si incontrano per offrire il top dell’arrampicata sportiva mondiale.

L’arena iridata del Climbing Stadium, centro federale nazionale, da sabato 25 agosto a domenica 2 settembre ospiterà il Rock Master Festival, full immersion sportiva che durerà per un’intensa decina di giorni.

Arco si conferma sempre più caput mundi verticale, dunque, e con il nuovo format proporrà in rapida successione una lunga serie di eventi legati all’arrampicata. Un paio di mesi fa i giovani talenti nazionali hanno infiammato lo stadio di Arco con i Campionati Italiani, tra qualche settimana toccherà a quegli stessi giovani, insieme alle migliori promesse del panorama internazionale, darsi da fare tra prese e volumi per il Rock Junior che, insieme ad altri appuntamenti giovanili come Kid’s Rock e Family Rock, avrà l’onore di aprire il Festival arcense il 25 e 26 agosto. Tanto divertimento ma anche grande agonismo, perché Rock Junior significa Under 14 Cup, una sorta di Coppa Europa dedicata ai campioni in erba dell’universo verticale.

Il nuovo Festival avrà anche uno spazio per atleti diversamente abili, sull’onda del successo del 1° Campionato del Mondo di Paraclimbing disputato ad Arco lo scorso anno in luglio, quest’estate ci sarà la Paraclimbing Cup, in programma il 28 agosto.

Gli ultimi due giorni di agosto, invece, toccherà ai migliori climbers del mondo giocarsi la qualificazione al Rock Master 2012 per le specialità Lead e Boulder, con l’ultima serata del mese dedicata invece al classico appuntamento di Arco Rock Legends per la consegna degli “Oscar” dell’arrampicata.

Dulcis in fundo, spetterà poi al mito del Rock Master chiudere il Festival l’1-2 settembre, come sempre saranno di scena tutte e tre le discipline del climbing, Speed, Lead e Boulder, con la Speed valida come tappa di Coppa del Mondo e, in aggiunta, l’appassionante “Duello” sulle pareti Lead.

Proprio questo fine settimana la Coppa del Mondo Speed ha fatto tappa in Trentino (Val Daone), in un appuntamento che anticipa quello di Arco e dove sono emersi particolari segni positivi per il climbing nazionale. Nella gara femminile, vinta dalla polacca Edyta Ropek, la ventiduenne di Arco Sara Morandi si è confermata velocista di punta della squadra azzurra, centrando una buona 5.a posizione e battendo, tra le altre, la campionessa del mondo in carica Maria Krasavina, giovane climber russa che vinse l’oro proprio ai Campionati del Mondo di Arco dello scorso luglio.

La recente tappa Speed ha anche regalato all’ucraino Yaroslav Gontaryk, classe 1993, la prima vittoria di carriera in Coppa del Mondo, in una gara dove ha centrato il miglior piazzamento di sempre anche il venticinquenne modenese Michel Sirotti, 6°. Nella tappa trentina si sono difesi bene pure Leonardo Gontero (11°) e il minore dei due fratelli Sirotti, Gianluca (12°), tutti risultati che segnalano una felice situazione dell’arrampicata italiana, confermata anche dalla 6.a piazza nella Lead di Stefano Ghisolfi, agguantata nella recente tappa di CdM a Briançon (FRA).

Ora l’attenzione del climbing mondiale si concentra verso Arco, nella cui start list figurano già atleti da otto Nazioni per la sola gara Speed del Rock Master, e a questi si aggiungeranno i migliori climbers di tutte le specialità per fare della località gardesana, ancora una volta, il punto focale della grande arrampicata.

Oltre al versante più puramente sportivo gli organizzatori dell’Asd Arrampicata Sportiva Arco capeggiata da Albino Marchi hanno anche apparecchiato un ricco menu di intrattenimento, il Rock Master Festival sarà occasione unica per vivere le falesie, le ferrate e i sentieri del Garda Trentino, con le escursioni insieme alle Guide Alpine, i corsi di introduzione all’arrampicata tra gli oliveti di Arco e i tour guidati.

Oltre a questo ci sono anche le Kid’s Experiences, attività ludico-sportive per ragazzi tra i 5 e i 13 anni in un vero e proprio vertical campus che li metterà in contatto con la natura e con lo sport all’aria aperta, mentre il grande punto di incontro e di relax “after climbing” sarà il Climbing Village, a pochi passi dallo Stadio, con animazioni, serate dance, intrattenimenti e spettacoli.

Nel frattempo sul sito della manifestazione www.rockmasterfestival.com sono in corsa sia le prevendite dei biglietti per le gare dell’1° e 2 settembre, sia le iscrizioni al Rock Junior e agli altri eventi per climbers in erba e relative famiglie, come Family Rock e Kid’s Rock.

Info: www.rockmasterfestival.com



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

ITALIA SUPER VELOCE CON LEONARDO GONTERO, SPETTACOLO ANCHE IN PARETE LEAD AD ARCO (TN)


ARCO INCORONA SCHUBERT E FAKHRITDINOVA, PUCCIO E SHARAFUTDINOV PADRONI DEI MASSI


ARRAMPICATA MONDIALE IN SCENA AD ARCO (TN). PRETI, MORONI E SCARPERI VOLANO IN SEMIFINALE!


ROCK MASTER E “TRICOLORI” AL CLIMBING STADIUM, APERTO TUTTI I GIORNI CON LE GUIDE ALPINE


ARCO (TN) PRESENTA IL CENTRO FEDERALE. IL CLIMBING STADIUM È IL CUORE DELL’ARRAMPICATA


ROCK MASTER 2012, SPETTACOLO POST-MONDIALE. IL CLIMBING STADIUM È CENTRO FEDERALE


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

MARCIALONGA: SOGNO PER CAMPIONI E AMATORI. 70 KM DI PASSIONE IN VAL DI FASSA E IN VAL DI FIEMME

MARCIALONGA: SOGNO PER CAMPIONI E AMATORI. 70 KM DI PASSIONE IN VAL DI FASSA E IN VAL DI FIEMME
Pian piano si dispone l’attrezzatura per innevare i 70 km da Moena a Cavalese È la gara amata dai grandi campioni dello sci di fondo, con “ritorni” eccellenti Il 29 e 30 gennaio ce n’è per tutti i gusti con Light, Story, Baby, Mini, Young e Stars C’è ancora qualche posto, la corsa al pettorale sta per concludersi C’è un’equazione fissa che mette alla prova gli organizzatori della Marcialonga: basse temperature, produzione neve.È vero che il termometro in questo periodo fluttua su e giù dallo zero, è comunque tempo di spolverare i 26 ‘cannoni’ che gli uomini della mitica granfondo degli sci stretti, la cui 49.a edizione è in programma il 29 e 30 gennaio, hanno tolto dal magazzino. L’imperativo è iniziare la (continua)

FIVE HUNDRED, CINQ CENTS, FÜNFHUNDERT! MASSIMO IN 500 ALLA SGAMBEDA DI LIVIGNO

FIVE HUNDRED, CINQ CENTS, FÜNFHUNDERT! MASSIMO IN 500 ALLA SGAMBEDA DI LIVIGNO
Sono sempre di più gli iscritti alla prima gara di stagione del fondo Gli organizzatori livignaschi hanno stabilito il tetto massimo di 500 unità Da sabato 23 ci si potrà allenare sull’anello frutto dello snow farming La “superstar” Klaebo di nuovo a Livigno per la preparazione in altura della stagione Olimpica Da Pauli Siitonen, il finlandese che ha avuto l’intuito, a Bill Kock, l’americano che per primo sviluppò la nuova tecnica negli anni ‘70. Lo skating è una disciplina dello sci di fondo che piace, frizzante ed esplosiva.La prima opportunità di stagione di calzare gli sci stretti e fare a gara col cronometro in tecnica libera è la storica Sgambeda, che sabato 4 dicembre è pronta ad alzare il sipario (continua)

Curti e Beri sulle orme di Charly Gaul. Skiroll di Coppa Italia sul Monte Bondone

Curti e Beri sulle orme di Charly Gaul. Skiroll di Coppa Italia sul Monte Bondone
Seconda giornata del weekend di skiroll a Trento Luca Curti attende e poi scappa. Sul podio Tanel e Masiero Mortagna accende i giochi, poi paga e vince Beri davanti a Becchis Spettacolo dei giovanissimi. Organizzazione di Trento Eventi Sport e Team Futura Il Monte Bondone, la montagna di Trento per antonomasia, è sempre stato banco di prova per ogni genere di “scalatore”. Dalle auto alle moto, dalle bici al running, ma anche autentica “bestia nera” per gli skirollisti.Oggi confronto serrato sui tornanti del Bondone lungo quella salita che, non a caso, porta il nome di Charly Gaul, il lussemburghese che nel 1956 in una giornata da tregenda qui vinse (continua)

Il Sassolungo fa l'occhiolino ai runners. La 4.a Dolomites Saslong HM l'11 giugno

Il Sassolungo fa l'occhiolino ai runners. La 4.a Dolomites Saslong HM l'11 giugno
L’11 giugno 2022 quarta edizione della Dolomites Saslong Half Marathon Un percorso di 21 km e 900 m. di dislivello tra Val Gardena e Val di Fassa Iscrizioni online con Enternow, la quota base è di 50 euro 600 posti per un’occasione sportiva intorno al Gruppo del Sassolungo Alcuni atleti nella scorsa edizione di giugno, disputata comunque nonostante i disagi della pandemia, dicevano di non riuscire a concentrarsi in gara, tanto la vista li affascinava. C’è da crederci. Forse un po’ meno per Xavier Chevrier, favorito della vigilia, e Caterina Stenta, outsider vincente tra le donne, autori di una gara velocissima.E così dopo gli entusiasmi per il successo e i complimen (continua)

A gennaio torna lo Skiri Trophy: sciolina alla mano per i giovani fondisti

A gennaio torna lo Skiri Trophy: sciolina alla mano per i giovani fondisti
Il 22-23 gennaio in Val di Fiemme appuntamento col 38° Skiri Trophy XCountry A Lago di Tesero (TN) classico happening dello sci di fondo giovanile Al via le categorie Baby, Cuccioli, Ragazzi e Allievi e quindi il Revival Un mix di iniziative per tutti gli appassionati: dai più giovani ai nostalgici Lo sci di fondo può guardare lontano con entusiasmo: quello che è comunemente definito il ‘mondialino’ degli sci stretti è confermato per l’imminente stagione: dopo l’annullamento dello scorso gennaio a causa della pandemia, il 22-23 gennaio prossimi la Val di Fiemme vedrà nuovamente i giovani atleti degli sci stretti darsi battaglia in occasione del 38° Skiri Trophy XCountry. L’evento è ormai una (continua)