Home > Spettacoli e TV > Come è cambiata la "Tv dei ragazzi" negli ultimi decenni?

Come è cambiata la "Tv dei ragazzi" negli ultimi decenni?

articolo pubblicato da: redazioneonline | segnala un abuso

Come è cambiata la

Roma - Con l'avvento della televisione e la successiva diffusione del computer e dei videogiochi, la realtà dei bambini è significativamente cambiata. Oggi le strutture cognitive del bambino entrano presto in contatto con una realtà fatta di immagini e di suoni prodotti dalle tecnologie della comunicazione. Come è emerso da numerose ricerche, tale realtà influisce profondamente sulla percezione del bambino, sulla sua vita sociale e sul suo sviluppo emotivo e intellettivo. Il modo tradizionale (legato ai rapporti con le figure parentali e con altri adulti significativi) di affrontare le difficoltà emotive, la sofferenza e i divieti genitoriali, ha lasciato il posto ad un caotico senso di sé, indebolito da paure e insicurezze. La costruzione dell'identità e l'empatia verso gli altri sono diventate imprese difficili per i bambini di oggi, che si dibattono in una realtà che percepiscono sempre più ostile e piena di avversari. Oggi i bambini sono stati privati degli spazi in cui giocare, e trascorrono ore davanti alla Tv oppure a giocare con i videogiochi. Ciò influisce sulla loro crescita molto di più di quanto i genitori possano pensare. Le generazioni passate potevano trascorrere ore all'aria aperta, a correre e a giocare con i coetanei. Si formavano gruppi di ragazzi in ordine all'età e si organizzavano giochi di movimento che potevano durare ore. In passato i ritmi di vita erano diversi, e i bambini avevano un rapporto affettivo più forte con gli adulti. Trascorrevano più tempo con i genitori, e spesso giocavano con loro, oppure svolgevano semplici attività da cui imparavano nuove cose. Oggi lo spazio del bambino si è ridotto, ed egli trascorre la maggior parte del suo tempo fra scuola e casa. A casa, il bambino impiega molte ore a guardare la Tv o a giocare con i videogiochi. Da molte ricerche è emerso che sia la Tv che i videogiochi non sono passatempi sani, ma esercitano un condizionamento sul bambino, che inconsapevolmente viene formato e manipolato in modo da sviluppare un certo tipo di personalità. La televisione è, dunque, un mezzo potente, che incide sulla formazione della personalità del bambino e determina trasformazioni sociali significative. Molti pedagogisti ed educatori esprimono preoccupazione per i forti condizionamenti mediatici a cui il bambino è soggetto. La pubblicità permea ormai l'intera realtà: le strade sono tappezzate di cartelloni pubblicitari, la Tv manda in onda massicciamente migliaia di spot al giorno, e persino i cartoni animati contengono messaggi pubblicitari subliminali. Il potere dei media viene percepito come fortemente invasivo e violento, in particolare per la fragile psiche dei bambini. Per educare un bambino è ormai indispensabile capire come i media possono influire sulla sua psiche e produrre effetti nocivi sulla salute fisica e mentale. Capire in che maniera le pressioni al consumismo e al materialismo manipolano la sua fragile personalità. Essere consapevoli di come nel mondo di oggi il consumismo e l'aridità morale hanno generato gravissimi squilibri economici, sociali e ambientali, di cui i nostri bambini risentono. Oggi le agenzie di marketing stanno sviluppando conoscenze approfondite sulla personalità dei bambini. Le aziende spendono molto denaro per fare ricerche, studi e valutazioni, in modo tale da conoscere in maniera dettagliata i gusti, le motivazioni, i bisogni e i desideri dei nostri bambini. Esiste un discorso occulto di manipolazione della mente dei bambini, per poterli trasformare presto in "consumatori". I nostri bambini sono diventati per il sistema economico come una "merce", da sfruttare e da manipolare. Ciò, ovviamente, non è a fin di bene. La conoscenza approfondita dei bambini avvantaggia le aziende e conferisce loro più potere degli stessi genitori o educatori. Negli ultimi venti anni il potere mediatico sui bambini si è notevolmente accresciuto, a tal punto che alcuni genitori si sono trovati di fronte a nuove difficoltà. Ad esempio, a pressioni per acquistare cibi spazzatura o giocattoli non educativi o inutili. I genitori di oggi sono sempre più oppressi dalle richieste d'acquisto dei loro bambini, e si trovano in conflitto fra il desiderio di renderli felici e l'obbligo morale di vietare l'acquisto di prodotti nocivi. Se si vuole educare in modo corretto, i divieti necessari sarebbero molti, e la questione è diventata sociale, in quanto i bambini si appoggiano fra loro per ottenere ciò che chiedono.Oggi più che mai è necessario conoscere i meccanismi persuasivi dei media, per potersi proteggere e per proteggere i bambini. Questo libro fa luce su molti aspetti della realtà mediatica, finalizzati al controllo mentale del bambino e alla manipolazione della sua personalità. Attingendo a numerose ricerche e all'analisi dei media e degli aspetti sociali ad essi collegati, il libro fa emergere fatti assai inquietanti, che ogni genitore dovrebbe conoscere per poter adeguatamente aiutare il proprio bambino ad avere una crescita emotiva e sociale armoniosa e adeguata. Il libro offre anche numerosi spunti di riflessione su ciò che i genitori possono fare per favorire un giusto sviluppo emotivo dei propri figli, e su come avversare le caratteristiche nocive dell'aggressiva cultura mediatica di oggi. I genitori non possono più esimersi dal conoscere a fondo le modalità attraverso le quali la realtà mediatica condiziona gli individui, e come in essa agiscano ideologie e attitudini mentali che non vorrebbero affatto che i loro bambini facessero proprie. Educare oggi vuol dire soprattutto essere consapevoli e autoconsapevoli. Significa capire come i media producono effetti sulla personalità e sul comportamento. Saper comprendere la natura e le dinamiche di questi effetti è indispensabile per poter sottrarre i bambini alla loro nocività. I primi tre capitoli trattano i condizionamenti che la televisione, la pubblicità e i videogiochi esercitano sulla mente dei bambini. Gli ultimi due capitoli considerano gli aspetti sociali e ideologici che condizionano la vita degli individui, e inducono a scegliere come gestire l'educazione. Il presupposto è che l'educazione che si impartisce ai bambini è frutto delle ideologie che più o meno occultamente prevalgono in un contesto sociale e culturale, di cui i media sono lo specchio. Saranno tali ideologie a plasmare l'identità dei bambini, a meno che i loro genitori non ne divengano consapevoli ed elaborino un sistema educativo alternativo, che permetta al bambino di acquisire la capacità di esprimere liberamente le sue potenzialità. I genitori consapevoli potranno costruire la società del futuro. Una società di gruppi di persone autoconsapevoli, e non più una società di "massa". La società di "massa" è funzionale al consumismo e alla passivizzazione esercitata dai media. Una società di persone consapevoli riesce a scardinare il sistema di sottomissione acritica e a costruire il mondo del futuro: un mondo di persone creative e capaci di esprimere se stesse. Ma per costruire la società del futuro occorre formare bambini creativi, liberi e capaci di contrastare la passivizzazione e gli altri effetti nocivi che i media producono. Programmi come "Ti lascio una canzone" "Amici"  per citarne due tipologie e fasce d'età, sono ottime "serre" di allenamento alla non passivizzazzione del tubo catodico e non solo.

Redazione Online  in collaborazione con Marco Nicoletti

tv | ragazzi | cambiamento internet | computer |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

CAMERE PER RAGAZZI ROMA: CIMINELLI CASA ti aspetta a Moa Casa al padiglione 1 stand 16 con le ultimissime novità in fatto di arredo


Camere per ragazzi Roma letto a scomparsa e altre soluzioni salva spazio


Cyberbullismo - 0 in condotta: ragazzi incuranti della privacy usano lo smartphone dai 9 anni


Partiti a Pozzuoli i Corsi Aibes per ragazzi Speciali


Il Trail è per me amore incondizionato, il mio posto è tra le montagne


Le CAMERE PER RAGAZZI ROMA di CIMINELLI CASA sono progettate con scaffali e librerie disposte per avere a portata di mano libri, quaderni e tutto ciò di cui i vostri figli hanno bisogno per studiare


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Raffaella Carrà - "Replay" il nuovo singolo che riempie l'estate "orfana" di tormentoni !

Raffaella Carrà -
Roma -  E' record per Raffaella Carra' su Cubomusica. La piattaforma dedicata alla musica digitale di Telecom Italia ha registrato infatti il record di accessi con l'anteprima streaming di ''Replay'', il nuovo singolo dance che ha segnato il grande ritorno dell'artista sulla scena discografica: in soli 5 giorni sono stati oltre 250.000 gli utenti che su cubomusica.it sono venuti a scoprire l' (continua)

Marco Nicoletti su Sara Tommasi : " Mi fanno pena quei coglioni che la offendono"

Marco Nicoletti  su Sara Tommasi :
Roma -  Il nostro collega e giornalista Rai , Marco Nicoletti oggi con il suo pezzo qui sul nostro sito , ha ottenuto un numero elevatissimo di contatti con la notizia su Sara Tommasi , che ha visto impazzare nell' intero Web da questa mattina i post al vetriolo di Sara , che poi come lo stesso Nicoletti con la giornalista Gabriella Sassone ( amica dell'ex bocconiana)  hanno tentato di a (continua)

Sara Tommasi - Un Hacker si è impadronito della sua pagina Facebook !

Sara Tommasi - Un Hacker si è impadronito della sua pagina Facebook !
Roma - Molti appassionati di Social Network questa mattina avevano salutato il "ritorno" in rete della pagina ufficiale di Sara Tommasi. La presunta Sara Tommasi aveva esordito con questo post " Finalmente a casa.... buon giorno a tutti " . Dopo poco sono iniziati  svariati post contenenti  molteplici nomi di personaggi dello spettacolo, musica e sport. Post nei quali (continua)

Parodie sui social ; Su Twitter il "romanesco "@SoLeoDiCaprio" tra i più seguiti .

Parodie sui social ; Su Twitter il
Roma - Non è il divo del "Titanic" , ma un suo Fake dichiarato , parliamo di @SoLeoDiCaprio . Sui più noti social network impazzano profili che prendono spunto da un noto personaggio , attori , cantanti, politici. C'è di tutto. Molti poi cadono nell'illegalità, infatti molti personaggi non sono realmente loro, ma fake che illegalmente si spacciano per vol (continua)

Antonella Clerici - Le sue vacanze tricolore , tanto relax prima del ritorno in video.

Antonella Clerici - Le sue vacanze tricolore , tanto relax prima del ritorno in video.
Roma -  La signora del mezzogiorno in  tv è " in alto mare " , e nell'attesa del rientro in tv con la nuova edizione de "La prova del cuoco" ( Prevista per il 9 Settembre su Raiuno )  si gode le meritate e sospirate vacanze. Antonella Clerici , reduce da una stagione ricca di impegni professionali ha staccato la spina lavorativa con la serata  "L (continua)