Home > Sviluppo sostenibile > La ricerca di Enel,il futuro da 50

La ricerca di Enel,il futuro da 50

scritto da: Scarlett | segnala un abuso


 

I centri di Pisa, Catania e Brindisi e le aree sperimentali di Livorno, Sesta e Fusina. Dove nascono innovazioni tecnologiche e progetti capaci di rispondere alle nuove sfide energetiche e ambientali: dalle rinnovabili, alla CCS alle smart grids


In un mondo globalizzato e in costante evoluzione il ruolo della ricerca scientifica e tecnologica è sempre più determinante. Nel settore energetico, per esempio, ad essa è affidato il compito non solo di combinare la generazione di energia con l’efficienza, la compatibilità ambientale e la competitività economica, ma anche di sviluppare innovative soluzioni tecnologiche, capaci di aprire la strada verso nuove opportunità di business e di offrire risposte efficaci alle varie sfide che si presentano

Su questa via la Ricerca di Enel prosegue il proprio impegno ormai da 50 anni, confrontandosi con gli obiettivi più ambiziosi grazie ad una rete di centri, laboratori e aree sperimentali distribuite su tutto il territorio italiano.

Il quartier generale dell'Area di ricerca di Enel è a Pisa, dove si trovano i laboratori per lo studio delle tecnologie di combustione e quelli per lo studio dei microinquinanti e per la riduzione delle emissioni. Qui sono anche stati progettati e realizzati il prototipo del sistema TOB (Triangle-based Omni-purpose Building) per il rifornimento di energia alle zone isolate, e, in collaborazione con l'Università di Pisa, Diamante, l’innovativo impianto fotovoltaico che consente anche di accumulare e conservare l’energia prodotta.

Soprattutto all'energia solare è dedicato il centro di ricerca di Catania: sia il fotovoltaico sia il termodinamico, con particolare riferimento all'impianto Archimede, uno dei fiori all'occhiello dell'eccellenza tecnologica di Enel.

Brindisi le attività di valorizzazione dei rifiuti e dei residui sono state affiancate da un'altra tecnologia di avanguardia: la cattura e sequestro dell'anidride carbonica (CCS, dall'inglese Carbon Capture and Storage), una delle soluzioni più promettenti per ridurre le emissioni di gas serra degli impianti termoelettrici.

Ai centri di ricerca si aggiungono poi le aree sperimentali, dove si studia l’energia del futuro: Livorno per le fiamme, la combustione e il trattamento dei fumi, Sesta (Siena) per il turbogas, Fusina (Venezia) per l'idrogeno.



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Auto elettriche:si scaldano i motori


Enel: la Colombia nomina Francesco Starace Commendatore dell’Ordine nazionale al merito


Francesco Starace e il modello di sviluppo sostenibile di Enel


Francesco Starace (Enel): raddoppiano le vendite di auto elettriche in Italia


Francesco Starace: lo sviluppo della e-mobility nel report 2020 di Enel, Symbola e Fca


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Tasse :col Redditest la famiglia scopre se è a posto col Fisco

Ha debuttato, sul sito dell’Agenzia delle Entrate, Redditest, il software che consente ai contribuenti di valutare la coerenza tra il reddito familiare e le spese sostenute nell'anno, per non farsi sorprendere dal Redditometro, lo strumento che l’Agenzia stessa usa per scovare gli evasori, grazie proprio alle incoerenze tra tenore di vita e redditi dichiarati. Per utilizzare Redditest (continua)

Enel per lo sviluppo dello smart metering in America Centrale

Lo sviluppo di smart grids e smart metering come strumento per risolvere il problema delle perdite tecniche e commerciali, che affligge da tempo larga parte del settore della distribuzione di energia in America Centrale. Questo il tema al centro del “Metering Central America 2012“, la manifestazione che si tiene a Bogotà, in Colombia, il 20 e 21 novembre 2012. La conferenza (continua)

Rinnovabili nel Lazio, oltre 6000 nuovi impianti connessi alla rete Enel

Nel primi dieci mesi del 2012 sono 6044 i nuovi impianti per la produzione di energia elettrica da fonti “a zero emissioni” che Enel ha connesso alla rete elettrica del Lazio, per una potenza di oltre 186 megaWatt. Per il 96% delle attivazioni si tratta di impianti fotovoltaici. In particolare, a Frosinone i nuovi impianti sono 769, per una potenza di 43 MW; a Latina Enel ha allac (continua)

La CSR di Enel per un’energia sostenibile per tutti

Due giorni di incontri per parlare di energia sostenibile e del ruolo centrale che questa ricopre nell’ambito della cooperazione e dello sviluppo. È quanto avviene durante la Conferenza Internazionale “Sustainable Energy Strategies in Low and Middle-Income Economies: Blending Technology, Finance and Policy beyond 2012”, che si tiene presso l’Aula Magna del Politec (continua)

Contatore elettronico: con Enel l’Isola d’Elba è tutta smart

Un record tutto “made in Enel”. Con la sostituzione dell’ultimo vecchio misuratore con il contatore elettronico, l’Isola d’Elba è la prima macro-zona in Toscana in cui sono installati esclusivamente apparecchi elettronici in telegestione. Nonostante siano rarissimi i misuratori meccanici di vecchia generazione ancora attivi sul territorio toscano, l’Is (continua)