Home > Esteri > Lo scenario della logistica italiana nel mercato internazionale

Lo scenario della logistica italiana nel mercato internazionale

scritto da: Newsnews | segnala un abuso


 In Italia la crisi tocca profondamente anche il settore della logistica e dei trasporti. Migliorare i nostri servizi è una delle soluzioni per salvare le nostre esportazioni e tornare competitivi sul mercato internazionale.

 

Per far fronte alla crisi che ha colpito molti settori commerciali italiani, bisogna valutare l'idea di un'esportazione maggiore del prodotto interno. Il Prodotto Interno Lordo si regge ormai sulle esportazioni nei mercati internazionali e quello che fa la differenza nella competizione in questi mercati sono ad oggi due fattori; la qualità del prodotto ed i servizi logistici.

Per salvare le esportazioni l'Italia dovrebbe imparare ad accostare i prodotti ad un servizio logistico di qualità. Un esempio di successo di questo sistema ne è la Germania, che ha unito i suoi prodotti ad un servizio logistico di qualità e di conseguenza il valore creato dal sistema tedesco non è solo quello del prodotto che propone ma anche quello del servizio logistico stesso, il quale viene venduto assieme al prodotto.

Nel caso dei porti marittimi italiani è necessario un miglioramento dei servizi, condizione di partenza fondamentale per dar modo ai porti italiani non solo di diventare punti di riferimento per le importazioni ed esportazioni regionali ma anche per diventare punti di transito per importazioni ed esportazioni di altri paesi.

Certo è che da parte delle aziende di logistica e trasporto sarebbe necessario un investimento in sistemi informatici, magazzini automatici e di operatori qualificati. Uno studio condotto dal Politecnico di Milano e l'Università di Castellanza ha portato alla luce un'ulteriore problema che impedisce alla logistica italiana di competere con le aziende estere. L'Italia non si è dimostrata un mercato interessante per i produttori di sistemi automatici di magazzinaggio e di movimentazione nei magazzini.

Le aziende non investono in questi settori e le nostre ditte produttrici si trovano in difficoltà a competere con mercati dove i finanziamenti hanno valori che raggiungono i 40 milioni di euro contro i nostri bandi di gara che a fatica arrivano a 4 milioni.

Di conseguenza si impedisce alla nostra logistica di essere di supporto alle nostre esportazioni danneggiando il mercato italiano.

In questo scenario difficile le aziende di trasporti e logistica si trovano a fare i conti con un commercio in bilico. Ma il rilancio del settore in molti casi è stato fatto espandendo il proprio mercato, estendendolo ad altri paesi e nazioni. Un' esempio di questi è la ditta altoatesina Tirol Trans Nuova; azienda che opera già in tutta Europa, negli Stati dell'Est, in Nord e Sud America ed ora ha deciso di investire più risorse nei paesi del Nord Africa. Marocco, Egitto , Tunisia e Libia stanno infatti sviluppando un importante sistema logistico a cui le aziende logistiche italiane dovrebbero rivolgere la propria attenzione.


Fonte notizia: http://www.tiroltrans.com/it/


trasporti internazionali | trasporti eccezionali | trasporti internazionali eccezionali | servizi logistici | aziende di trasporto |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Logistica l’organizzazione di scienziati e artisti


Logistica Milano la scienza e l’arte dell’organizzazione


BRACCHI GROUP, VOLA IL FATTURATO: SUPERATI I 500 DIPENDENTI CON LA LOGISTICA “IN HOUSE”


Logistica inversa: l’importanza del Food Logistics Management


Michele Monachino, il percorso professionale nel panorama della logistica avanzata


Personale, la colonna portante di un’azienda di successo


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Verona è la città dei centri benessere

Le Spa di Verona sono numerose. Negli ultimi anni, nonostante la crisi, è aumentato l'interesse e il numero di persone che si avvicinano ai centri wellness.  Il benessere psicofisico è diventato un elemento fondamentale nella vita di tutti i giorni;  stress e malumore vengono combattuti con trattamenti di bellezza, massaggi e saune.    Aumentano così le (continua)

L'atmosfera di Ora e la sua cultura vinicola

 Ora è una località dell'Alto Adige che conta 3.500 abitanti ed è situata a pochi chilometri dal capoluogo della regione.   Nelle vie di questo paese si può respirare un'atmosfera di tradizione e antica cultura grazie alle residenze storiche e gli antichi palazzi.   Ora è una meta apprezzata da  turisti che cercano un luogo in cui rilassar (continua)

Dolomiti. Patrimonio Unesco

 Nel 2009 le Dolomiti entrano a far parte del patrimonio mondiale Unesco. È unico il panorama che questa catena montuosa crea intorno a se'. Valli interrotte da queste imponenti montagne che si ergono in tutta la loro bellezza e maestosità.   Tra le sue rocce si trovano tutt'ora dei reperti fossili di enorme valore storico. Questa zona montana &eg (continua)

L'Alto Adige da vivere 365 giorni all'anno

 Che sia primavera, estate, autunno o inverno la regione del Trentino Alto Adige non smette mai di affascinare con i suoi meravigliosi paesaggi naturali. Le stagioni in Alto Adige sono dotate di un grande fascino. I colori che assumono le grandi distese di prato ed i fitti boschi ai piedi delle montagne segnano il passare dei giorni e l'avvicinarsi di una nuova stagione. I paesaggi di quest (continua)