Home > Altro > Catapano Giuseppe: I dipendenti dalla droga monetaria

Catapano Giuseppe: I dipendenti dalla droga monetaria

articolo pubblicato da: gente attiva | segnala un abuso

 L’impressione è quella che il Qe abbia dato vita a una sorta di nuova economia, una new economy nella quale non sono più le nuove tecnologie a produrre la crescita economica ma dove la quantità di massa monetaria disponibile è una variabile chiave per il modello di sviluppo economico. Pil, quindi, irreversibilmente agganciato anche nel post crisi a strategie di politica monetaria che nel ‘900 non erano mai state pensate o adottate. Una sorta di prigione monetaria nella quale le economie di questo scorcio iniziale del ventunesimo secolo devono navigare per poter evitare che, con meno quantità di moneta a disposizione, il livello della disoccupazione o la tenuta della finanza pubblica raggiungano livelli di non sostenibilità. Una trappola della liquidità molto originale, perché senza il Qe il cavallo non beve e non beve a sufficienza.

I recenti interventi in materia di Qe della BoJ in attuazione della cosiddetta Abenomics dalla dimensione quantitativa ancora più espansiva in termini di concentrazione temporale dell’intervento di quelli Usa e la decisione della BoE di estendere gli aiuti britannici anche all’acquisto di titoli emessi da imprese private, segnalano quanto la via di uscita dal Qe sia tutt’altro che scontata in termini di timing e di possibili effetti collaterali.

 Dalle ceneri della peggiore crisi post secondo dopoguerra è nata  una new economy? Sono emersi nuovi squilibri e condotte di politica economica destinate a perdurare ben oltre il ciclo successivo? Domande più che legittime alla luce della comprovata dipendenza dei mercati dalle politiche monetarie non convenzionali che vanno sotto l’acronimo di quantitative easing, cioè produzione di nuova massa monetaria tramite l’acquisto di titoli di stato o di altri asset. Le borse e gli investitori sono appesi alle mosse del numero uno della Fed, Ben Bernanke, proprio in materia di Qe. Una interruzione della politica di iniezione mensile di moneta da parte della Banca centrale Usa sarebbe interpretata oggi male dai trader e sicuramente indici azionari e prezzi dei bond ne risentirebbero non poco. È come se, senza la spinta e il supporto del Qe, i mercati non siano più in grado di avere sufficiente fiducia per decidere investimenti più o meno rischiosi. Si tratta di una evidente distorsione creata dalle politiche pubbliche sulle normali funzioni decisionali dei privati: oggi gli investitori per sentirsi al sicuro <pretendono> che una parte del rischio del loro investimento sia implicitamente assicurato dalle banche centrali con i loro Qe. Si è prodotta, quindi, dopo quasi cinque anni di politica monetaria ultra espansiva una originale attitudine alla socializzazione di parte dei rischi sistemici dei mercati finanziari.

A cura del Prof. Giuseppe Catapano

associazione |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Catapano,47^ FIERA CAMPIONARIA DI EBOLI


Fiera Campionaria di Eboli Oltre 20.000 visitatori per l’evento fieristico svoltosi nella Piana del Sele


Fiera Campionaria di Eboli Oltre 20.000 visitatori per l’evento fieristico svoltosi nella Piana del Sele


Sagra Sansilvestrese, Riscuote Successo E Consensi La Presentazione Del Manuale “Il Cittadino E La Sanità”


CENA SPETTACOLO PRESSO IL RISTORANTE CASALE TELESI PER IL”GRAN GALÀ DELLA SOLIDARIETÀ”


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

PREMIO SPECIALE PER GIUSEPPE CATAPANO e TIZIANA GRASSI

PREMIO SPECIALE PER GIUSEPPE CATAPANO e TIZIANA GRASSI
 Si è chiuso il sipario sullo Spoleto Festival Art Expò 2013 80 gli stand allestiti con opere di circa 2000 artisti Già al lavoro per la prossima edizione Comunicato Stampa Si è chiusa con risultati entusiasmanti la quarta edizione dello Spoleto Festival Art Expò negli splendidi spazi del Chiostro di San Nicolò e in altri luoghi suggestivi del c (continua)

Catapano Giuseppe, presenta a Napoli il nuovo libro

Catapano Giuseppe, presenta a Napoli il nuovo libro
  La casa editrice DREAMS ENTERTAINEMENT pubblica un interessante saggio dal titolo “Come risanare il debito publico senza chiedere un euro ai cittadini” di due autori non conosciuti al grande pubblico Giuseppe Catapano, rettore dell Università popolare di Milano e Michele Imperio avvocato tarantino con la passione del giornalismo, direttore del giornale online “La N (continua)

“Premio Italia diritti umani 2013”

“Premio Italia diritti umani 2013”
  Dedicata alla memoria dell’ ex Vice-presidente della Free Lance International Press Antonio Russo. Aula Magna della facoltà valdese di teologia Via Pietro Cossa 40 (piazza Cavour) ROMA ROMA 15 Ottobre 2013 Il Premio Italia Diritti Umani nasce dall’esigenza da parte delle associazioni coinvolte di voler dare un giusto riconoscimento a coloro che, per la loro atti (continua)

Catapano Giuseppe: Risanare il debito pubblico

Catapano Giuseppe: Risanare il debito pubblico
  Venerdi 18 ottobre 2013 ore 17,00 in Napoli Piazza dei Martiri ,tutti invitati alla Presentazione ufficiale del  libro “Come risanare il debito pubblico senza chiedere un euro ai cittadini” scritto da Giuseppe Catapano e Michele Imperio, edito da  Dreams Entertainment con il progetto Cultura Europa.Autori – Giuseppe Catapano Presidente dell’Osservatorio Pa (continua)

Letteratura e filatelia fanno volare lo Spoletofestivalart

 Si è svolto il Premio Spoleto Festival Art letteratura 2013 presso il Teatro san Nicolò  di Spoleto sabato 28 settembre 2013 0re 21 Conferimento Premio Spoleto Festival Art letteratura ai seguenti letterati: Anna Menozzi     Antiche Storie Vissute Maurizio Righetti   Le seconde Vite Enrico Danna        (continua)