Home > Spettacoli e TV > PIACENZA 1547: COME AMMAZZARE UN DUCA

PIACENZA 1547: COME AMMAZZARE UN DUCA

scritto da: In arce | segnala un abuso

PIACENZA 1547: COME AMMAZZARE UN DUCA


Piacenza 1547:
come ammazzare un duca
 
 
Una congiura nella Valpadana del Rinascimento; un intreccio di politica, guerra, passione, tradimento, denaro e potere; un coinvolgente racconto by night.
 
È lo spettacolo Piacenza 1547: come ammazzare un duca: si svolgerà sabato 25 agosto 2018 (inizio alle ore 21:30) a Pizzighettone, cittadina cremonese situata sulle sponde del fiume Adda nelle terre comprese fra Crema, Lodi, Pavia e Piacenza.
 
L’evento è una narrazione storica con visita guidata: un racconto di vicende accadute secoli fa, ma che hanno forti legami con il presente.
 
In Piacenza 1547: come ammazzare un duca il protagonista è Pier Luigi Farnese (1503-1547): gonfaloniere della Chiesa, duca di Castro, di Piacenza e Parma nonché primogenito del papa Paolo III (al secolo Alessandro Farnese, 1468-1549).
 
Un personaggio intelligente, ribelle, irrequieto, stravagante, amante dei vizi e dei piaceri (come il padre), violento e brutale oltre il limite dell’efferatezza. Un personaggio che è parte dei complicati giochi politici con cui i Farnese (grazie all’appoggio del potente padre di Pier Luigi) tentano di ingrandire gli interessi e il proprio potere.
 
Così, Pier Luigi diviene gonfaloniere della Chiesa, duca di Castro e acquisisce Nepi e Ronciglione (1537), diventa marchese di Novara (1538) e infine duca di Piacenza e Parma (1545).
 
Insediatosi nel capoluogo piacentino, il figlio del papa non impiega troppo tempo a mettersi in urto con il notabilato locale, che non lo sopporta: troppo energico, troppo turbolento, troppo irrispettoso degli equilibri di forza fra i casati emiliani. Pier Luigi diventa un personaggio scomodo e ingombrante: da eliminare.
 
Le mura di Pizzighettone, illuminate in parte con torce e fiaccole, saranno l’affascinante scenario in cui prenderà corpo il racconto della congiura che quattro famiglie nobili ordiscono per togliere di mezzo il duca (Pallavicino, Landi, Anguissola e Confalonieri).
 
Narrerà queste vicende Davide Tansini, utilizzando i risultati delle proprie ricerche condotte nel corso degli anni sul Ducato di Parma e Piacenza.
 
Ispirato al teatro di narrazione, il racconto di Tansini ricostruirà la trama della cospirazione che culmina il 10 settembre 1547, quando quattro congiurati riescono a penetrare nella corte ducale di Piacenza (situata nella Cittadella Viscontea), a pugnalare Pier Luigi e a gettarne il cadavere nel fossato della fortezza.
 
Porta Cremona, il Rivellino, la cerchia muraria, il fossato, le Casematte, la Torre del Guado, i resti del Castello: un percorso suggestivo in cui saranno narrati al pubblico i retroscena di vicende che cambiarono le sorti della Valpadana rinascimentale.
 
Lo spettacolo di Tansini non si sarà limitato alla cronistoria e alla biografia: ci saranno arte, cucina, cultura, curiosità, economia, politica, società e vita quotidiana. In più, Davide Tansini avrà uno stile di conduzione vivace, coinvolgente, brioso, a tratti ironico.
 
 
Lo spettacolo di narrazione storica con percorso guidato Piacenza 1547: come ammazzare un duca si svolge sabato 25 agosto 2018 a Pizzighettone (Cremona, Lombardia) presso la cerchia muraria (Piazza d’Armi). L’inizio è alle ore 21:30. Il ritrovo e la partenza sono presso l’Ufficio Informazioni del «Gruppo Volontari Mura» (Piazza d’Armi – lato mura). Il contributo richiesto per la partecipazione allo spettacolo è di 5 (riscosso dal «Gruppo Volontari Mura»). Non è richiesta la prenotazione. L’evento si tiene anche in caso di maltempo (il percorso si svolge in parte entro ambienti coperti). Il percorso non è consigliabile per persone con disabilità motorie.
 
 
La manifestazione Piacenza 1547: come ammazzare un duca è ideata e condotta da Davide Tansini ed è organizzata dal «Gruppo Volontari Mura». Lo spettacolo fa parte della serie itinerante «Racconti d’estate 2018». L’evento non ha scopo di lucro: i contributi raccolti dal «Gruppo Volontari Mura» in occasione dello spettacolo saranno devoluti esclusivamente al recupero e alla valorizzazione del patrimonio storico-architettonico di Pizzighettone. La paternità creativa dell’evento appartiene a Davide Tansini, che detiene ogni diritto su Piacenza 1547: come ammazzare un duca. La spiegazione fornita al pubblico durante lo spettacolo riguarda esclusivamente le ricerche condotte da Tansini stesso in ambito storico ed è presentata sotto forma di narrazione a tema. Per la preparazione e la conduzione dell’evento Davide Tansini opera gratuitamente in qualità di collaboratore esterno volontario del «Gruppo Volontari Mura». La data, l’orario e il luogo indicati possono subire variazioni e/o cancellazioni senza necessità né responsabilità di preavviso da parte del «Gruppo Volontari Mura» e/o di Davide Tansini. Per informazioni: telefono 349 2203693; Facebook www.facebook.com/piacenza1547; email eventi @ tansini.it; Web www.tansini.it/it/piacenza-1547-come-ammazzare-un-duca.html.

 


Fonte notizia: http://www.tansini.it/it/piacenza-1547-come-ammazzare-un-duca.html


Pizzighettone | Cremona | Piacenza | Lombardia | spettacolo | spettacoli | eventi | evento | teatro | narrazione storica | storia | complotto | Rinascimento | Eta Moderna | Ducato di Parma e Piacenza | arte | cultura | politica | Roma | papa | pontefice | Farnese | Davide Tansini | Tansini |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Piacenza 1547: come ammazzare un duca (scheda)


ALLA SCOPERTA DI MURA E CASTELLI


Professione farmacista: al servizio della tua salute


ORZOROCK FESTIVAL A GRAGNANO TREBBIENSE (PC) L’8 E IL 9 LUGLIO SI TERRÀ L’EVENTO ORGANIZZATO DALL’ ASSOCIAZIONE ORZOROCK E DIRETTO ARTISTICAMENTE DALL’ETICHETTA DISCOGRAFICA ORZOROCK MUSIC


VISIONI


Cerchi una valida web agency nella zona di Piacenza? Affidati ai professionisti di Weber On Web!


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

FORME SFUGGENTI #84 – COL AGNEL

FORME SFUGGENTI #84 – COL AGNEL
Le sculture di Erminio Tansini al Colle dell’Agnello. La serie di shooting fotografici «Forme sfuggenti» diretta da Davide ha fatto tappa nel Queyras (Alte Alpi). Forme sfuggenti #84Col Agnel All’inizio di ottobre si è tenuto al Colle dell’Agnello l’84º appuntamento della rassegna itinerante «Forme sfuggenti», intitolato Col Agnel.La serie è dedicata alle sculture lignee prodotte da Erminio Tansini: allestisce set fotografici che scenarizzano temporaneamente e ritraggono le opere tansiniane in luoghi come corsi e specchi d’acqua, edifici monumentali, f (continua)

ITINERARI

ITINERARI
Pittura, scultura e fotografia: le opere di Erminio Tansini in mostra ad Alessandria, Brescia, La Spezia, Massa, Parma e Verona. A cura di Davide. Itinerari La mostra Itinerari si svolge nei territori di Alessandria, Brescia, La Spezia, Massa, Parma e Verona dal 26 settembre al 19 dicembre 2021.L’evento focalizza l’attenzione sull’opera artistica di Erminio Tansini nei campi della pittura, della scultura e della fotografia.L’esposizione presenta una selezione di dipinti a olio su tavola, di sculture in bronzo e in legno e di di scatti f (continua)

LUOGHI INSOLITI

LUOGHI INSOLITI
Tra Svizzera, Francia e Italia: posti rivisitati e trasfigurati attraverso la scultura. Mostra fotografica multimediale di Erminio Tansini. A cura di Davide. Luoghi insoliti La mostra fotografica dal titolo Luoghi insoliti si svolge dal 27 agosto al 19 settembre 2021.L’esposizione è un evento multimediale dedicato alle sculture in legno realizzate da Erminio Tansini.Giocate sulla pareidolia, le opere protagoniste della mostra sono state prodotte con ceppi, radici, rami e tronchi che l’artista ha selezionato per la maggior parte lungo i torrenti e (continua)

MOVIMENTO ARTISTICO CULTURALE

MOVIMENTO ARTISTICO CULTURALE
Mostra di pittura e scultura al Museo Nazionale di San Matteo (Pisa). Movimento artistico culturale Durante l’ultimo bimestre del 2007 negli spazi del Museo di San Matteo a Pisa è stata allestita la mostra di pittura e scultura dal titolo Movimento artistico culturale.Inaugurata il 10 novembre, l’iniziativa fa parte delle esposizioni che l’istituzione pisana dedica periodicamente all’arte contemporanea.Dal 1960 in questi eventi sono stati accolti i lavori di pe (continua)

MATERIA E COLORE. PERCORSI INFORMALI

MATERIA E COLORE. PERCORSI INFORMALI
Mostra della serie «Spazio Arte». Materia e colore. Percorsi informali Dal 18 maggio al 2 giugno 2013 il Piemonte ha ospitato la mostra di pittura intitolata Materia e colore. Percorsi informali.L’evento ha raccolto e presentato al pubblico una selezione di 32 lavori a olio su tela e su tavola, di stampo informale.L’iniziativa è stata il 31° appuntamento della serie espositiva «Spazio Arte», che nelle 42 edizioni svoltesi dal (continua)