Home > Siti web e pubblicità > La pubblicità: un modo per ripartire

La pubblicità: un modo per ripartire

scritto da: Stampatipograica | segnala un abuso


 "Chi più spende meno spende" recitava un veccho adagio, ma ai giorni nostri sembra essere più opportuno dire: "Chi più spende più guadagna".

Siamo in un periodo di crisi infatti, questo ormai lo sappiamo, e spendere ulteriori soldi per dare un'accelerata al proprio business sembra un paradosso.

Eppure, l'ultimo studio condotto dall'IAP - Istituto dell'Autodisciplina della pubblicità non lascia dubbi a riguardo: più dell'85% delle piccole imprese che nonostante il periodo di crisi, proseguono nelle proprie campagne pubblicitarie (purchè trasparenti e veritiere, perchè la correttezza paga sempre nel lungo periodo) non solo ottengono il completo ritorno dell'investimento, ma riescono a fidelizzare una clientela che negli ultimi tempi è sempre più volatile e giustamente rivolta al risparmio.

In effetti non c'è da stupirsi: chiudersi a riccio nei confronti della crisi, magari aspettando che le cose cambino da sè, comporterà inevitabilmente un distacco in termini competitivi rispetto a chi persevera nella pubblicità. Il rischio è di accorgersene quando ormai sarà troppo tardi.

Bene, qual'è il miglior investimento da intraprendere per rimanere competitivi?

Fortunatamente esistono diverse forme pubblicitarie oggigiorno, accessibili anche a chi desideri spendere il meno possibile.

Il canale Internet, ad esempio, può fornire un'immediata visibilità anche alle aziende più piccole che possono investire in campagne pay-per-clic (cioè, si paga solo se l'utente clicca sulla nostra pubblicità).

Siete invece più affezionati al vecchio cartaceo? Anche in questo caso Internet accorre in nostro aiuto: esistono diversi portali che offrono stampa di materiale tipografico a prezzi oggettivamente più vantaggiosi rispetto alle tipografie locali.

Infine non dimentichiamo le inserzioni su giornali e riviste: non dobbiamo per forza pensare in grande, alle testate nazionali. Iniziamo dalle pubblicazioni regionali che spesso ci permettono di raggiungere, con investimenti contenuti, ottimi risultati specialmente per le aziende locali.

Le opportunità ci sono e sono alla portata di tutti: è un periodo difficile per l'imprenditore, ma ci sentiamo di ribadire l'importanza di una corretta ed etica pubblicità che rimane la vera anima di commercio e, siamo sicuri, il punto di partenza da cui rifare partire l'economia.



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

“Pubblicità: Moda e Guerra, Le parole in comune’: il primo libro della fashion designer Fabiana Gabellini edito da Linea Edizioni


Come essere in prima pagina su Google


Product placement su Netflix


Dario Mirri, Direttore Generale di Damir S.r.l., presenta il progetto DamirLab


Regole e rischi della pubblicità dei medicinali omeopatici


Vaccino, terza dose e privacy: i chiarimenti del Garante


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore