Home > Cibo e Alimentazione > Lo Stuzzichino di S.Agata entra nel Buon Ricordo

Lo Stuzzichino di S.Agata entra nel Buon Ricordo

scritto da: Studioagora | segnala un abuso

Lo Stuzzichino di S.Agata entra nel Buon Ricordo


Unico in Campania a far parte della più antica e conosciuta associazione di ristoratori italiani

Lo Stuzzichino di S. Agata sui due Golfi è entrato nell’Unione Ristoranti Buon Ricordo

Il suo piatto simbolo è Pasta e patate con provolone del monaco

Il Ristorante Lo Stuzzichino di S. Agata sui due Golfi (NA) di Mimmo De Gregorio è entrato a far parte dell’Unione Ristoranti del Buon Ricordo. E’ l’ unico in Campania a far parte della  prima associazione fondata in Italia  fra  imprenditori della ristorazione (era il 1964) e ancor oggi è la più nota tra i consumatori.  Con la Locanda Al Castello di Cividale del Friuli, il Caffè Arti e Mestieri di Reggio Emilia, il Ristorante Chalons d’Orange di Alvito (FR),  è una delle 4 new entry 2014 del prestigioso sodalizio. Giungono così a  109 le insegne al Buon Ricordo, nato per salvaguardare le tante tradizioni e culture gastronomiche del Bel Paese, che  rischiavano di scomparire davanti alla moda allora in auge della cucina internazionale. Cucina del territorio era allora, e lo è ancor oggi, la loro. Una cucina dove vengono privilegiati i prodotti a km zero e la tradizione culinaria regionale viene valorizzata, coltivata, interpretata al passo con i tempi. Esattamente quello che Mimmo de Gregorio coltiva con passione nella sua cucina.

A caratterizzare ciascun ristorante, e a creare fra loro un trait d’union, è oggi come un tempo il piatto-simbolo dipinto a mano dagli artigiani della notissima Ceramica artistica Solimene di Vietri sul Mare, su cui è effigiata la specialità del locale, che viene donato agli ospiti perché si ricordino la piacevole esperienza culinaria provata. La specialità del Ristorante Lo Stuzzichino è Pasta e patate con provolone del Monaco, che sarà tenuta in carta tutto l’anno. Si tratta di una minestra di pasta spezzata di stretta osservanza partenopea, a cui dà un tocco del tutto particolare il tanto decantato provolone del Monaco. Proveniente da Agerola sui monti dell’entroterra della Penisola Sorrentina, lo si grattugia sulla minestra alla fine della preparazione e l’ accompagna, con 3 generosi spicchi per commensale, in tavola. La sua curiosa denominazione deriverebbe dal misero mantello di sacco, simile al saio di un monaco, indossato dai marinai della costiera che all’alba sbarcavano il provolone nel porto di Napoli. Il formaggio trae la sua unicità dal latte di vacca Agerolese, allevata allo stato semibrado nella macchia mediterranea, produttrice di un latte di rara qualità. Per completare il quadro organolettico, vanno messi in conto l’intenso caglio caprino e la stagionatura, da 4 a 18 mesi, possibilmente in grotte di tufo, che porta il provolone ad avere pasta semidura e sapore straordinario. Quanto alla minestra, la consuetudine partenopea suggerisce il ricorso alla pasta spezzata mista, corta e lunga, familiarmente detta “munnezzaglia”. Nel calice, un particolarissimo Furore Rosso della Costa D'Amalfi.

Lo Stuzzichino è uno dei locali più caratteristici della Penisola Sorrentina. La piazzetta della chiesa di Santa Maria delle Grazie a Sant’Agata sui due Golfi, su cui si affaccia, è la cornice che ogni ristorante tipico vorrebbe avere. Varcata la soglia, si percepisce il senso di una gestione familiare, dalla cucina alla sala, che in breve fa sentire il cliente come una persona di casa. Il tutto, sullo sfondo della Penisola Sorrentina, dal mare alla montagna, con quel che ne deriva in fatto di eccezionalità enogastronomiche. I formaggi, i prodotti del mare, gli ortaggi di stagione sono gli ingredienti principe della tavola. Ad accompagnare i piatti, i  grandi vini dall’etichetta ben nota, ma anche vini di piccoli produttori che Mimmo, attento sommelier, cerca e seleziona per i suoi clienti.

Informazioni: Unione Ristoranti del Buon Ricordo, www.buonricordo.com - info@buonricordo.com



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Presentate le 6 new entry del Buon Ricordo e la Guida ai Ristoranti del Buon Ricordo 2021


Un anno di colore


A Palazzo Cordellina a Vicenza la mostra “Leggi, sogna, viaggia con Agata allegra Mucci” di Maria Pia Morelli in arte Zapi


“Deal”, il nuovo lavoro del regista Rosario Scuderi, al Festival Indipendente di Cinema Breve “Via dei Corti”


Rinnovato nel segno della continuità il Consiglio Direttivo dell’Unione Ristoranti Buon Ricordo


Due nuovi ristoranti entrano nel Buon Ricordo


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Torna nel 2022 il Trentino Music Festival per Mezzano Romantica in collaborazione con la Music Academy di New York

Torna nel 2022 il Trentino Music Festival per Mezzano Romantica in collaborazione con la Music Academy di New York
Si terrà dal 19 giugno al 31 luglio La prossima estate Mezzano, fra i Borghi più belli d’Italia, ed il Primiero torneranno a riecheggiare delle note del Trentino Music Festival per Mezzano Romantica, che dopo la forzata interruzione di 2 anni dovuta al Covid, riproporrà il suo consueto cartellone ricco di appuntamenti. E, attesissimi, torneranno da tutto il mondo decine di musicisti, docenti e studenti della MAI Music Acad (continua)

“Ecco” – L’olio extravergine di oliva di Enrico Coser

“Ecco” – L’olio extravergine di oliva di Enrico Coser
Nuovo progetto del vignaiolo friulano per valorizzare le potenzialità di un territorio che ritiene straordinariamente vocato alla coltivazione dell’ulivo Accanto al vino, anche l’olio: questo il nuovo progetto di Enrico Coser (proprietario con la famiglia di Ronco dei Tassi di Cormòns, storica cantina del Collio Goriziano), che ha messo a frutto i mesi di forzato rallentamento degli impegni imposti dalla pandemia per impegnarsi in una nuova iniziativa, sempre a contatto con la terra, sempre legata al Friuli Venezia Giulia. Ed ora produce& (continua)

“MEET BRESCIA EXCELLENCE”: Visit Brescia lancia il 1° evento sul Turismo di Lusso e Alta gamma in provincia di Brescia e punta ai mercati alto-spendenti USA e CANADA

“MEET BRESCIA EXCELLENCE”: Visit Brescia lancia il 1° evento sul Turismo di Lusso e Alta gamma in provincia di Brescia e punta ai mercati alto-spendenti USA e CANADA
Visit Brescia lancia il 1° evento sul Turismo di Lusso e Alta gamma in provincia di Brescia: presenti i rappresentanti di Regione Lombardia e delle Istituzioni del territorio per incontrare la delegazione estera. “MEET BRESCIA EXCELLENCE” by Visit Brescia: la filiera turistica di lusso e alta gamma bresciana punta per la prima volta ai mercati alto-spendenti USA e CANADA.Visit Brescia lancia il 1° evento sul Turismo di Lusso e Alta gamma in provincia di Brescia: presenti i rappresentanti di Regione Lombardia e delle Ist (continua)

Rinnovato nel segno della continuità il Consiglio Direttivo dell’Unione Ristoranti Buon Ricordo

Rinnovato nel segno della continuità il Consiglio Direttivo dell’Unione Ristoranti Buon Ricordo
Le elezioni nel corso dell’assemblea annuale svoltasi in Franciacorta Confermati per il prossimo triennio il Presidente Cesare Carbone, la Vicepresidente Giovanna Guidetti e il Segretario Generale Luciano Spigaroli.Le elezioni nel corso dell’assemblea annuale svoltasi in FranciacortaCesare Carbone, 47 anni, del Ristorante Manuelina di Recco (Ge) è stato riconfermato Presidente dell’Unione Ristoranti Buon Ricordo. Ad affiancarlo nei prossimi (continua)

15, 16 e 17 ottobre 2021 – “Magici Intrecci Autunnali” al Castello di Strassoldo di Sopra (Udine)

15, 16 e 17 ottobre 2021 – “Magici Intrecci Autunnali” al Castello di Strassoldo di Sopra (Udine)
Maestri artigiani e vivaisti di nicchia nel fascino autunnale di un castello friulano Da 23 anni i Castelli di Strassoldo, nell’omonima località friulana in provincia di Udine (fra i Borghi più Belli d’Italia), ospitano in primavera ed autunno due raffinati eventi dedicati all’artigianato e al florovivaismo d’eccellenza. Per dare un segnale di continuità e di speranza, in questi luoghi incantati della pianura friulana sono state studiate nuove vie per non far mancare al p (continua)