Home > Eventi e Fiere > Logistica e supply chain: al Global Logistics Expo Summit si parla di tecnologie innovative tra cui il Cloud Computing

Logistica e supply chain: al Global Logistics Expo Summit si parla di tecnologie innovative tra cui il Cloud Computing

scritto da: Redoffice3 | segnala un abuso

Logistica e supply chain: al Global Logistics Expo Summit si parla di tecnologie innovative tra cui il Cloud Computing


Il 21 e 22 maggio 2014 sul lago di Garda si svolge l’evento dedicato alla community della logistica, intralogistica e supply chain, che unisce appuntamenti one-to-one preorganizzati con potenziali clienti a conferenze e workshop. Nei momenti di approfondimento in aula si tratterà delle nuove soluzioni e degli strumenti all’avanguardia per la gestione della logistica, tra cui (mercoledì 21 maggio nella tavola rotonda di fine giornata) l’utilizzo del Cloud Computing, una delle innovazioni più importanti del settore

 

Global Logistics Expo Summit è l’evento b2b focalizzato sulla logistica, intralogistica e supply chain, in cui conoscere tutte le soluzioni, le tecnologie, i servizi e le strategie innovative per essere più competitivi sul mercato e rispondere alle nuove esigenze emergenti. Oggi una delle tecnologie di frontiera nel settore della logistica e della supply chain è il Cloud Computing; “esso consiste in un insieme di tecnologie per permettere di memorizzare, archiviare e/o elaborare dati grazie all’utilizzo di risorse hardware e software distribuite e virtualizzate in Rete, fruibili grazie ad un’architettura tipica client-server (citazione da “Il Cloud Computing nella gestione della logistica per le PMI” di Marino Cavallo, Cristina Gironimi e Luigia Sampietro). Oggi il Cloud Computing rappresenta una grande opportunità per migliorare la competitività e la capacità di innovazione delle imprese italiane, specialmente nel settore della logistica. Le soluzioni di Cloud Computing migliorano infatti la gestione della Supply Chain perchè aiutano a ridurre i costi, a far fronte alla complessità infrastrutturale e ad aumentare la flessibilità. Con il Cloud Computing è infatti possibile utilizzare i diversi software via internet e non più unicamente dal proprio server; per il settore logistico si tratta di un'innovazione importante perché la diffusione dei dispositivi mobili è in crescita.

 

Il primo maggio 2011 è stato lanciato il progetto europeo LOGICAL (transnational LOGistics Improvement through Cloud computing and innovAtive cooperative business modeLs) che si concluderà il 30 ottobre 2014 e che mira, con un budget di 2.943.876 euro, a sviluppare strumenti di Cloud Computing per le imprese, in particolare nella gestione della logistica. Finanziato dal Programma Central Europe (vi partecipano la Provincia di Bologna e l’Interporto di Bologna) è nato per progettare, sviluppare e implementare strumenti di Cloud Computing nella logistica per le imprese, con particolare riferimento a quelle di piccola e media dimensione, nell’ambito dell’accessibilità e dei trasporti e per migliorare l’interoperabilità e la cooperazione fra piccole imprese, grandi centri logistici e gli attori globali del settore. Diversamente da soluzioni già operative in altri Paesi, il Progetto implementa un innovativo approccio multi-cloud che consiste nell’impiego di una serie di diversi cloud specifici virtualmente collegati attraverso una architettura transnazionale realizzata tramite un processo di partecipazione delle aziende e dei loro rappresentanti in tutte le fasi di sviluppo.

 

Al Global Logistics Expo Summit, l’evento per aggiornarsi e conoscere di persona gli strumenti e le soluzioni per l'ottimizzazione della logistica e della supply chain, si tratterà anche dell’utilizzo del Cloud Computing. Mercoledì 21 maggio, durante il primo giorno della manifestazione, dalle 18.30 alle 19 vi sarà infatti la tavola rotonda “Le opportunità del cloud quale piattaforma di supporto delle applicazioni logistiche”.

 

Il format del Global Logistics Expo Summit alterna un sistema di incontri b2b ad un planning di conferenze e workshop. Gli incontri one2one sono calibrati e definiti sui reali interessi delle aziende e sulle specifiche soluzioni offerte dagli espositori mentre il programma delle conferenze  e dei workshop di aggiornamento e approfondimento professionale sono focalizzati sulle nuove frontiere e sui nuovi paradigmi della logistica e della supply chain.

 

Global Logistics Expo Summit è un evento dinamico organizzato da Concordia Professional Oriented Events e patrocinato da Assologistica in cui i  partecipanti creano la propria agenda personalizzata in funzione dei propri interessi e della risorsa tempo. Negli anni (questa è la 21esima edizione) si è sempre dimostrata una concreta ed efficace occasione di aggiornamento e business.

 

 

Save the date

Global Logistics Expo Summit

21 e 22 maggio 2014

Centro Congressi Hotel Parchi del Garda di Pacengo di Lazise (VR)

 

Info:

http://www.global-logistics-expo.it    

organizzazione@concordiasrl.it


Fonte notizia: http://www.global-logistics-expo.it


forum logistica supply chain intralogistica | evento logistica supply chain intralogistica | workshop logistica supply chain intralogistica | tavola rotonda logistica supply chain intralogistica | global logitics expo summit | cloud logistics | cloud compu |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Logistica e supply chain; workshop e seminari per meglio orrizzontarsi durante la crisi: Global Logistics, 21 e 22 novembre 2012 a Lazise (VR)


Logistica e supply chain, 21 e 22 maggio 2014: due giorni di incontri business one2one nel format di relazione del Global Logistics Expo Summit


Gli aggiornamenti al portfolio HP Helion aiutano i clienti a valorizzare il potenziale di un'infrastruttura ibrida


Grande partecipazione alla XII edizione del Global Logistics


Acronis: forte crescita dei servizi cloud promossi dai service provider


Supply Chain la gestione della vita attraverso una catena di distribuzione


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Reagire alla crisi: una soluzione arriva dall’alta gioielleria d’arte

Reagire alla crisi: una soluzione arriva dall’alta gioielleria d’arte
Il "Grande Patto” proposto da #GabriellaRivalta è un vero e proprio nuovo paradigma che vede la cultura e la prassi della condivisione diventare driver di cambiamento nella pratica di tutti i giorni La Maison piemontese di gioielli d’arte, con a capo Gabriella Rivalta e il figlio Roberto, ha deciso di recuperare i rapporti che in questi momenti di crisi sanitaria e sistemica stanno subendo danni irreparabili nel tessuto sociale e relazionale dell’Italia. Ecco la proposta di #GabriellaRivalta: “si tratta di un rivoluzionario rapporto di collaborazione, un nuovo patto fiduciario fra produz (continua)

Diretta con “Da Gutenberg a Zuckerberg, che emozione!”, martedì 26 maggio 2020 dalle ore 14.30 alle 16

Diretta con “Da Gutenberg a Zuckerberg, che emozione!”, martedì 26 maggio 2020 dalle ore 14.30 alle 16
Le frontiere dell'editoria del terzo millennio ed i segreti per una strategia di content curation e storytelling efficace, fra tecnologia ed umanità Come riconoscere le nuove forme di editoria digitale che possono diventare modelli di business validi e replicabili? Come rendere la propria comunicazione multi-canale coerente ed efficace? Risponderà a queste ed altre domande un evento AISM - Associazione Italiana Sviluppo Marketing a cura di Emotional Marketing Lab e MIURA: dalla prima Bibbia sino a «Facebook Augmented Reality» passando per (continua)

La desiderabilità del segno a Milano: brand design, calligrafia e agopuntura urbana

La desiderabilità del segno a Milano: brand design, calligrafia e agopuntura urbana
“La desiderabilità del segno” è un concept a tre voci con Paolo Rossetti, Simonetta Ferrante e Matteo Pettinaroli, in cui è possibile immergersi in una ramificazione di segni, una texture di relazioni, una trama di gesti Designing Happiness a 100 anni da Bauhaus L’incontro “La desiderabilità del segno”, avvenuto nel centesimo annive (continua)

La desiderabilità del segno

La desiderabilità del segno
La desiderabilità del segno Un incontro tra arte, design e trasformazione urbana, a cento anni dall’esperienza Bauhaus con al centro la desiderabilità, motore che fa girare l'esistenza “La desiderabilità del segno”. Un incontro a tre voci, Paolo Rossetti, Matteo Pettinaroli, Simonetta Ferrante in cui è possibile immergersi in una ramificazione di segni, una texture di relazioni, una trama di ge (continua)

“Robots & Rinascimento”, l’intelligenza artificiale si connette con il patrimonio creativo italiano e la visione 4.0

“Robots & Rinascimento”, l’intelligenza artificiale si connette con il patrimonio creativo italiano e la visione 4.0
Il meeting svoltosi il 30 gennaio 2018 ha visto protagonista il robot NAO della Scuola di Robotica che ha interagito con gli ospiti. L’incontro, presentato da “LA LOGICA DEL FLUIRE. CHE MERCATO SAREMO” e “COPERNICO”, ha incluso gli interventi di Fiorella Operto, Fabrizio Bellavista e Stefano Lazzari e un saluto di benvenuto di Federico Lessio mentre Luisa Cozzi ha (continua)