Home > Altro > La solitudine: una risorsa o fuga dalla realtà?

La solitudine: una risorsa o fuga dalla realtà?

scritto da: Aurelia | segnala un abuso

La solitudine: una risorsa o fuga dalla realtà?


Esiste  una solitudine sana, positiva e che va ricercata ed un’altra legata invece ad un condizione di profondo malessere, oggi purtroppo sempre più diffusa ad ogni fascia di età.
La solitudine può essere una risorsa, come bisogno di ritrovare noi stessi, la nostra emotività, il nostro lato più artistico, ma anche al contempo, la solitudine può rappresentare una fuga e un distacco dalla realtà e dalle difficoltà.

Bambini che hanno sempre più difficoltà a socializzare e giocare insieme, vittime del consumismo, dei giochi elettronici, cellulari ed altro.
Adulti chiusi nel loro isolamento ed egoismo ed anziani sempre più soli.
I dati ci confermano che è un fenomeno in continuo aumento. E’ una condizione umana che genera profonda sofferenza e si accompagna spesso a stati d’animo depressivi e di disperazione.

Un tempo era considerata un privilegio di artisti, intellettuali e poeti.
Oggi purtroppo il male del secolo al quale diventa difficile sfuggire. Ma la vera solitudine, non è soltanto quella data dallo stare fisicamente soli, è qualcosa di ben più profondo e radicato, una nostra dimensione intima ed interna che ci portiamo dentro anche quando siamo in mezzo ad una folla.
Per cogliere meglio il fenomeno si può far riferimento a Bauman che ha spiegato il concetto di modernità liquida e solitudine del cittadino globale, dove i legami tra le persone si sono “liquefatti” sono diventati effimeri, fugaci e precari.

Il risultato di tutto ciò è che gli individui sono afflitti dalla solitudine.
Nella società contemporanea, l’individuo è centrato esclusivamente su se stesso ed è così diventato egocentrico ed egoista. Viviamo in una epoca storica dove i rapporti sono “liquidi” e la modernità ha prodotto smarrimento e paura ed ha preso il posto della fiducia e della condivisione, pervasi da un vuoto che non è soltanto esterno ma che corrisponde ad un svuotamento anche interiore.
Instabilità, disorientamento, malessere, precarietà ed estraneità sono solo alcune delle conseguenze possibili.
 


Fonte notizia: http://www.psicoitalia.it/informazioni/psicologi/area-pubblica/


solitudine | instabilità | disorientamento | malessere | precarietà | psicoitalia | psicologiadulti | psicologibambini |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Fabio Mazzeo: giornalisti presentano il romanzo “La solitudine degli amanti”


Fabio Mazzeo: “La solitudine degli amanti” è un romanzo che ci racconta di noi


Come affrontare la solitudine durante il coronavirus


Palco per due pianoforti


ENRICO NADAI- LA SOLITUDINE E I SUOI VOLTI.


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Racconti schizofrenici di Stefano Porcu e Bruno Furcas - Edizioni Psiconline, dal 17 settembre in libreria

Racconti schizofrenici di Stefano Porcu e Bruno Furcas - Edizioni Psiconline, dal 17 settembre in libreria
Racconti schizofrenici. Vivere la malattia mentale attraverso gli occhi di operatori, pazienti e familiari di Stefano Porcu e Bruno Furcas, nella Collana A Tu per Tu, illustrazioni di Emanuele Musiu sarà disponibile in libreria dal 17 settembre. Gli autori hanno raccolto attraverso brevi racconti, delle storie che tratteggiano stralci di vita ed esperienza di persone con sofferenza menta (continua)

Edizioni Psiconline presenta l'anteprima delle novità editoriali

Edizioni Psiconline presenta l'anteprima delle novità editoriali
Dal 12 al 23 agosto 2015 Edizioni Psiconline chiuderà per le ferie estive, ma la nostra Redazione è da tempo impegnata per la preparazione di numerose e interessanti novità editoriali: Racconti schizofrenici, Scegliere il cambiamento, Ilcinquantaduepercento, sono soltanto alcuni titoli delle prossime pubblicazioni. Da settembre in tutte le librerie: Racconti schizofrenici (continua)

Intervista a Emmanuella Ameruoso autrice di Desiderare la genitorialità. Il mondo interiorizzato nel disturbo dell'infertilità - Edizioni Psiconline

Intervista a Emmanuella Ameruoso autrice di Desiderare la genitorialità. Il mondo interiorizzato nel disturbo dell'infertilità - Edizioni Psiconline
Emmanuella Ameruoso nel suo volume Desiderare la genitorialità. Il mondo interiorizzato nel disturbo dell’infertilità (Collana Ricerche e Contributi in Psicologia) fornisce uno spunto per un’indagine più specifica sul tema dell’infertilità di coppia ad eziologia psicogena e come manifestazione di esperienze legate allo sviluppo psicosessuale. Emmanuel (continua)

Chi è lo psicologo del lavoro?

Chi è lo psicologo del lavoro?
Lo psicologo del lavoro, le sue principali aree di attività e le sue competenze sono l'argomento dell'articolo pubblicato su www.psicologi-italiani.it dal titolo Chi è lo psicologo del lavoro? di Angela Chiara Leonino laureata in Psicologia Clinica e della Salute, all’Università “G. D’Annunzio” di Chieti. Lo Psicologo del lavoro è lo specialista (continua)

Intervista a Francesco Codato sul suo nuovo saggio Che cos’è la malattia mentale - Edizioni Psiconline

Intervista a Francesco Codato sul suo nuovo saggio Che cos’è la malattia mentale - Edizioni Psiconline
Sebbene la malattia mentale venga identificata quale male epocale, non esiste nessuna definizione precisa che persuada tutti gli animi su cosa essa sia. Francesco Codato nel suo nuovo saggio Che cos’è la malattia mentale cerca di ovviare a questo problema prendendo ad esame le risposte che le differenti discipline (psichiatria, storia, antropologia, sociologia, filosofia, religione, (continua)