Home > Lavoro e Formazione > Sicurezza sul lavoro: ricerca sulla formazione in e-Learning

Sicurezza sul lavoro: ricerca sulla formazione in e-Learning

scritto da: AIFUS | segnala un abuso


Comunicato Stampa

Sicurezza sul lavoro: ricerca sulla formazione in e-Learning

 

Disponibili in rete due questionari per raccogliere opinioni, luci e eventuali ombre della formazione e-Learning per la tutela della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro.

 

La formazione e-Learning corrisponde ad un modello formativo interattivo attuato su una piattaforma informatica online che consente a chi viene formato di interagire con un tutor e con gli altri discenti. Un modello formativo con grandi potenzialità che è stato recentemente valorizzato dalla pubblicazione della normativa italiana sulla formazione alla sicurezza. Un modello che è ancora soggetto a preconcetti e limiti che devono essere attentamente conosciuti e affrontati per trasformare la formazione e-Learning in un processo efficace, rigoroso, in grado di rinnovarsi con l’evolversi della tecnologia e di migliorare la prevenzione nei luoghi di lavoro.

 

Per conoscere meglio questa tipologia di formazione, per evidenziarne pregi e difetti, l’Associazione Italiana Formatori ed Operatori della Sicurezza sul Lavoro (AiFOS) ha deciso di produrre e diffondere alcuni questionari elaborati all’interno di un Tavolo di Lavoro dedicato all’e-Learning per la sicurezza sul lavoro, coordinato da AiFOS e composto da SIe-L (Società Italiana e-Learning), Ministero del Lavoro e Istituto nazionale per l’Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro (INAIL).

 

Questi questionari - come ricordato da Francesco Naviglio, segretario generale di AiFOS e coordinatore del Tavolo di Lavoro – sono la continuazione di una lunga attività di ricerca dell’Associazione volta ad approfondire la conoscenza e migliorare l’efficacia della formazione alla sicurezza in Italia.

 

La ricerca attuale si sviluppa in particolare attraverso due questionari nati con l'obiettivo di ottenere dati statisticamente rilevanti ed accurati sulla formazione e-Learning:

- un questionario è rivolto a coloro che hanno fruito di un corso in e-Learning negli ultimi tre anni;

- un questionario è rivolto a coloro che, pur non avendo alcuna esperienza di formazione e-Learning, vogliono esprimere la propria opinione e percezione su questa delicata tematica inerente il settore della formazione alla sicurezza.

 

I dati raccolti tramite il sondaggio verranno poi elaborati, analizzati e commentati nel Rapporto AiFOS 2014 diventando spunto di riflessione per esperti del settore e rappresentanti delle parti sociali. La ricerca sarà inoltre pubblicata nei Quaderni della sicurezza AiFOS e presentata nel corso di un convegno a Roma il prossimo 3 dicembre 2014.

 

I due questionari, composti da 21/44 domande, permetteranno, non solo di raccogliere il giudizio di chi parteciperà al sondaggio, ma anche di mettere in confronto i vari modelli in uso per la formazione. Ad esempio la formazione in aula con lezioni frontali, con simulazioni di casi aziendali, in modalità e-Learning, in modalità blended (aula e online), …

Permetteranno inoltre di verificare la conoscenza sulle specifiche della formazione e-Learning, sulle differenze con la normale formazione a distanza (FAD), sulla qualità della formazione sperimentata, sul controllo dell’apprendimento, … Cercheranno inoltre di comprendere se esistono, e in quale misura, controlli da parte degli Organi di Vigilanza sulla formazione erogata.

 

Ricordiamo che l’e-Learning, modello formativo interattivo attuato su una piattaforma informatica online, non deve limitarsi alla fruizione di materiali didattici via internet.

Se idoneamente costruita la piattaforma – come indicata dall’Accordo per la formazione dei lavoratori del 21 dicembre 2011 – è uno strumento di realizzazione di un percorso di apprendimento dinamico che consente di partecipare alle attività didattico formative annullando le distanze fisiche tra i componenti della comunità di studio e di condividere materiali e conoscenze.

 

Perché la ricerca colga meglio la percezione della formazione e-Learning e possa contribuire a un suo miglioramento qualitativo è tuttavia necessario che i questionari siano compilati dal maggior numero di lavoratori.

 

Per questo motivo l’associazione AiFOS invita tutti coloro che abbiano fruito di almeno un corso in e-learning o vogliano esprimere il proprio giudizio a supportare questa ricerca compilando il questionario e diffondendo il link ad altri colleghi, al fine di ampliare il campione rappresentativo che costituirà la base della ricerca.

 

È possibile compilare i questionari attraverso il seguente link:

http://www.aifos.eu/section/Questionario_Rapporto_2014/1181/index.htm

 

I dati raccolti tramite il sondaggio verranno elaborati e analizzati esclusivamente in forma anonima e aggregata - nel pieno rispetto della normativa sulla privacy di cui alla legge D. Lgs. 196/03 - e non saranno riconducibili a singoli lavoratori o singole aziende.

 

 

 

Chi volesse avere informazioni su come visionare, ricevere, utilizzare il questionario può fare riferimento a AiFOS via Branze, 45 - 25123 Brescia c/o CSMT, Università degli Studi di Brescia tel.030.6595031 - fax 030.6595040 www.aifos.it - info@aifos.it

 

 

 

03 giugno 2014

 

Ufficio Stampa di AiFOS

ufficiostampa@aifos.it

http://www.aifos.it/


Fonte notizia: http://www.aifos.eu/section/Questionario_Rapporto_2014/1181/index.htm


sicurezza sul lavoro | formazione |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

La formazione online per i rischi generali e specifici


Il rigore didattico nella formazione in modalità e-learning


La formazione alla sicurezza di Mega Italia Media ad Ambiente Lavoro di Bologna


DynDevice 4.0 e il futuro della formazione


Sicurezza sul lavoro a Bologna: convegni, workshop e corsi di formazione


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Carrelli e piattaforme: formare i lavoratori e migliorare la prevenzione

Carrelli e piattaforme: formare i lavoratori e migliorare la prevenzione

 

Due corsi a Brescia tra marzo e aprile 2022 per consulenti e formatori con l’obiettivo di accrescere le competenze e migliorare la formazione e prevenzione degli infortuni nell’uso di carrelli elevatori e piattaforme di lavoro elevabili.

  Comunicato Stampa Carrelli e piattaforme: formare i lavoratori e migliorare la prevenzione   Due corsi a Brescia tra marzo e aprile 2022 per consulenti e formatori con l’obiettivo di accrescere le competenze e migliorare la formazione e prevenzione degli infortuni nell’uso di carrelli elevatori e piattaforme di lavoro elevabili.   Sono ancora molti gli infortuni (continua)

Un nuovo corso per i responsabili dei manufatti contenenti amianto

Un nuovo corso per i responsabili dei manufatti contenenti amianto

 

Un corso in presenza a Brescia l’8, 9 e 10 marzo 2022 per formare i responsabili del rischio amianto (RRA). Il percorso formativo migliora le conoscenze per la localizzazione, caratterizzazione e valutazione dei manufatti contenenti amianto.

  Comunicato Stampa Un nuovo corso per i responsabili dei manufatti contenenti amianto     Un corso in presenza a Brescia l’8, 9 e 10 marzo 2022 per formare i responsabili del rischio amianto (RRA). Il percorso formativo migliora le conoscenze per la localizzazione, caratterizzazione e valutazione dei manufatti contenenti amianto.     In Italia continua ad es (continua)

Sicurezza sul lavoro: come cambia il decreto 81 e le prospettive future

Sicurezza sul lavoro: come cambia il decreto 81 e le prospettive future

 

Il 24 gennaio 2022 un webinar gratuito per conoscere e analizzare le recenti modifiche del D.Lgs. 81/2008 e le prospettive future delle figure della sicurezza.

  Sicurezza sul lavoro: come cambia il decreto 81 e le prospettive future   Il 24 gennaio 2022 si terrà un webinar gratuito per conoscere e analizzare le recenti modifiche del D.Lgs. 81/2008 e le prospettive future delle figure della sicurezza.   Di fronte ai molti infortuni mortali che sono avvenuti nei luoghi di lavoro in questi mesi, anche in relazione alla ripresa co (continua)

La valutazione del rischio elettrico e la nuova CEI 11/27

La valutazione del rischio elettrico e la nuova CEI 11/27

 

Nel mese di febbraio 2022 un corso in videoconferenza si soffermerà sulla valutazione del rischio elettrico, sulle principali misure di prevenzione e sulle novità introdotte dalla nuova edizione 2021 della norma CEI 11-27.

  Comunicato Stampa La valutazione del rischio elettrico e la nuova CEI 11/27   Nel mese di febbraio 2022 un corso in videoconferenza si soffermerà sulla valutazione del rischio elettrico, sulle principali misure di prevenzione e sulle novità introdotte dalla nuova edizione 2021 della norma CEI 11-27.   Se l’esposizione al rischio elettrico è present (continua)

Rapporto AiFOS: l’uso della videoconferenza per la salute e sicurezza

Rapporto AiFOS: l’uso della videoconferenza per la salute e sicurezza

 

I risultati della ricerca sull’uso della videoconferenza per la formazione alla salute e sicurezza sul lavoro, la presentazione del Rapporto AiFOS 2021 e il webinar gratuito del 19 gennaio 2022.

  Comunicato Stampa Rapporto AiFOS: l’uso della videoconferenza per la salute e sicurezza   I risultati della ricerca sull’uso della videoconferenza per la formazione alla salute e sicurezza sul lavoro, la presentazione del Rapporto AiFOS 2021 e il webinar gratuito del 19 gennaio 2022.   Per essere un efficace misura di prevenzione di infortuni e malattie professio (continua)