Home > Sport > CAMPIONATI DEL MONDO WOC-WTOC 2014, A VENEZIA IL VERNISSAGE DELLA RASSEGNA IRIDATA

CAMPIONATI DEL MONDO WOC-WTOC 2014, A VENEZIA IL VERNISSAGE DELLA RASSEGNA IRIDATA

scritto da: Newspower | segnala un abuso


Presentata oggi a Venezia la prima edizione italiana dei Campionati del Mondo di Orienteering e Trail-O

Dal 5 al 12 luglio gare iridate a Venezia, sull’Altopiano dei Sette Comuni e in Trentino

Prime prove a Venezia, gran finale a Campomulo di Gallio (VI)

L’assessore regionale Marino Finozzi grande sostenitore dell’evento

 

 

Si è svolta oggi a Venezia, nella Sala Pedenin di Palazzo Balbi, sede della Giunta Regionale del Veneto, la conferenza stampa di presentazione dei Campionati del Mondo di Orienteering e Trail Orienteering (WOC-WTOC) in programma dal 5 al 12 luglio prossimi in Veneto e in Trentino. La rassegna iridata si aprirà con le gare di sabato 5 luglio a Venezia e sull’isola di Burano, mentre domenica 6 luglio ad Asiago (VI) andrà in scena la cerimonia di apertura. Dopo le prove in Trentino, nelle sedi di Trento, della Valsugana e degli Altipiani di Folgaria, Lavarone e Luserna, i Campionati WOC-WTOC torneranno in Veneto per assegnare le ultime medaglie a Campomulo di Gallio (VI), l’11 e il 12 luglio.

Veneto e Trentino durante la settimana iridata saranno le capitali dell’orienteering mondiale perché oltre ad attirare, insieme alla “5 Days of Italy”, migliaia di atleti in rappresentanza di 54 nazioni, ospiteranno anche il 27° Congresso della IOF e numerosi eventi di contorno.

L’assessore al turismo della Regione Veneto Marino Finozzi ha fatto gli onori di casa prendendo la parola per primo: “Ringrazio il comitato organizzatore e tutti i soggetti coinvolti nella manifestazione. La Regione Veneto è onorata di ospitare un mondiale e la collaborazione fra Veneto e Trentino dà un valore aggiunto a questa manifestazione. Si tratta di un’occasione importante per far conoscere il nostro territorio ad atleti di 54 nazioni ed inoltre l’evento è ospitato dalle zone interessate dalle celebrazioni del Centenario della Grande Guerra. Il Veneto è una regione ad alta vocazione sportiva e riserviamo una particolare attenzione agli sport che permettono di ammirare il territorio come ciclismo, sci da fondo (con la Coppa del Mondo ad Asiago) e orienteering. Si tratta di una vetrina importante per mettere in mostra l’ospitalità veneta e speriamo che anche dopo il mondiale atleti ed appassionati tornino in Veneto per le vacanze. I numeri della rassegna sono importanti, perché arriveranno complessivamente 2500 persone e per il turismo veneto si tratta di un’opportunità da non perdere”.

Gian Pietro Mazzeni, presidente del comitato organizzatore della manifestazione, ha fatto il punto sullo “stato dei lavori”. “Per noi organizzare un mondiale è un impegno importante perché l’evento abbraccia due regioni e 500 volontari sono già al lavoro da mesi. I mondiali, infatti, sono due: quelli di Corsa Orientamento e Trail-O, uno sport aperto sia a normodotati che a diversamente abili. Gli eventi di contorno porteranno anche tanti appassionati sui nostri territori con la 5 Days of Italy e le gare open a Venezia, Folgaria e Asiago per avvicinare all’orienteering nuovi adepti. Siamo onorati di ospitare in contemporanea ai Mondiali il congresso IOF e orgogliosi dei patrocini di PEFC Italia, una delle più importanti aziende di certificazione ambientale, e del Tavolo Provinciale di Trento per le Pari Opportunità. Sarà un mondiale dei record con 54 squadre nazionali, oltre 50 giornalisti accreditati, dirette televisive all’estero e uno spazio su Raisport, in un periodo caldissimo per quanto riguarda i palinsesti. L’evento è già iniziato perché dall’anno scorso le principali nazionali si allenano in Veneto e Trentino in vista delle gare di luglio. Concludo ringraziando il consorzio Asiago Sette Comuni, l’amministrazione comunale di Venezia e gli amici del Trentino.”

Dopo Mazzeni è intervenuto anche il Presidente della F.I.S.O. Mauro Gazzerro: “Abbiamo avuto la fortuna negli ultimi anni di ospitare diversi campionati del mondo di orienteering in Italia, anche se questo è il massimo evento in assoluto e ringrazio l’assessore Finozzi che ci supportò nel 2011, quando organizzammo il campionato mondiale di mtb-O. Come Federazione siamo onorati di avere l’evento top della disciplina in Italia, per di più in abbinata ad un evento come la 5 Days. Veneto e Trentino sono le due regioni italiane capofila del movimento e quest’anno raccoglieremo sicuramente i frutti dell’ottimo lavoro.”

In sala erano presenti anche due atleti, l’austriaco Gernot Kerschbaumer e l’azzurro Alessio Tenani, che ha spiegato nel dettaglio le caratteristiche dell’orienteering: “Si tratta di uno sport completo perché coniuga la corsa con le capacità di lettura della mappa e le conoscenze di geografia ambientale. La componente tecnica è fondamentale e in questo sport bisogna usare gambe e testa contemporaneamente. Venezia è il simbolo di questa duplice natura dell’orienteering e su di me esercita un fascino particolare. Qui ho vinto la mia prima gara di sempre e adesso è davvero un sogno tornare qui a disputare un mondiale. L’orienteering è uno sport formativo, rispettoso dell’ambiente e ad impatto zero, perchè utilizziamo i boschi o le città al posto degli impianti”.

Franco Sella, assessore allo sport del Comune di Asiago, ha portato i saluti del neoeletto sindaco Roberto Rigoni Stern. “Il territorio di Asiago, come quello di Lavarone, è ideale per ospitare questo sport. I grandi eventi sportivi sono un veicolo importante per la promozione turistica”. Infine, Gianfranco Bardelle, presidente del CONI regionale, ha sottolineato l’elevata vocazione sportiva della regione: “Rivolgo un sentito in bocca al lupo alla manifestazione. Il Veneto ha 12.300 società sportive e 300.000 volontari impegnati in tutti gli sport, soprattutto in quelli che portano valori positivi come l’orienteering. Ringrazio l’assessore al turismo perché tutti assieme possiamo fare squadra per portare molti turisti in Veneto e il Campionato del Mondo dà un segnale molto positivo in questa direzione”.

L’event manager dei Campionati del Mondo, Stefano Ravelli, ha portato i saluti a nome degli enti locali trentini e dell’assessore allo sport della Provincia Autonoma di Trento Tiziano Mellarini, mentre l’assessore al turismo della Regione Veneto Finozzi ha concluso il vernissage di Palazzo Balbi.

Info: www.woc2014.info

 

Immagini di repertorio:

http://woc2014.broadcaster.it/

 



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

ORIENTEERING IRIDATO IN ITALIA TRA UN MESE, WOC-WTOC A BRACCETTO CON FISO


IL CAMPIONATO DEL MONDO DI ORIENTEERING, FINALMENTE IN ITALIA TRA VENETO E TRENTINO


NON SOLO BUSSOLE E CARTINE PER WOC-WTOC 2014, TANTI EVENTI DI CONTORNO IN VENETO E TRENTINO


GIORNO DI RIPOSO PER I CAMPIONATI WOC-WTOC, SALE L’ATTESA PER LA MIDDLE DI CAMPOMULO


IL CAMPIONATO MONDIALE ORIENTEERING, TRA UN ANNO SBARCA IN ITALIA


WOC-WTOC IN RAPIDO AVVICINAMENTO, DUE PAROLE CON L’IRIDATA ROBERTA FALDA


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

I LOMBARDI HANNO L’ORO IN BOCCA. IN COPPA VINCONO NÖCKLER E DEFRANCESCO

I LOMBARDI HANNO L’ORO IN BOCCA. IN COPPA VINCONO NÖCKLER E DEFRANCESCO
Ultima giornata di gare a Schilpario con pursuit di Coppa Italia e staffetta mista ai Campionati Italiani U14 Nöckler e Defrancesco conquistano la vittoria tra i grandi, alle Alpi Centrali il tricolore dei giovani Fanton e Coradazzi dietro a Didì, Bellini e Corradini a seguire Ilenia, a Veneto e Trentino il podio tricolore Grande soddisfazione per Michel Rainer, Omar Galli e Andrea Giudici: “Bilancio più che positivo” “Buongiornoooo Schilparioooo!” L’enfasi era quella di Good morning Vietnam. Lo storico speaker di Schilpario Maurizio Capitanio ha “acceso” così stamattina lo stadio del fondo.E se è vero che ‘l’unione fa la forza’, a Schilpario se n’è avuta l’ennesima dimostrazione. In occasione della pursuit di Coppa Italia senior e U23, ad imporsi sono stati Dietmar Nöckler e Ilenia Defrancesco, mentre per quel (continua)

SCHILPARIO TRICOLORE PER GIACOMELLI ED EPIS. IN “COPPA” VINCONO FANTON E DEFRANCESCO

SCHILPARIO TRICOLORE PER GIACOMELLI ED EPIS. IN “COPPA” VINCONO FANTON E DEFRANCESCO
Seconda giornata di sci nordico in Val di Scalve con Individuale Coppa Italia senior e Campionati Italiani U14 Paolo Fanton e Ilenia Defrancesco dominano la Coppa Italia e incamerano vantaggio per la pursuit Tricolore U14 a Stella Giacomelli, secondo successo consecutivo, e a Stefano Epis entrambi Alpi Centrali Lara Magoni: “Uno spettacolo vedere così tanti giovani in previsione di Milano-Cortina 2026” Si è svolta oggi la seconda giornata di sci di fondo in Val di Scalve con i ‘big’ della Coppa Italia senior e U23 ad animare la scena, precedendo i giovanissimi atleti impegnati nei Campionati Italiani U14 a Schilpario. È stata una mattinata trascorsa sotto una leggera nevicata che ha preso il via alle 9 con la 15 km individuale uomini, seguita a ruota dalla 10 km donne, dove a vincere sono stati (continua)

UNDER14 MISSILI IN VAL DI SCALVE: GIACOMELLI E LEONE CAMPIONI

UNDER14 MISSILI IN VAL DI SCALVE: GIACOMELLI E LEONE CAMPIONI
Campionati Italiani U14 in Val di Scalve aperti con il Cross Country Cross Sventolano i primi tricolori a Schilpario per Stella Giacomelli e Gabriele Louis Leone Domani Individuale di Coppa Italia Senior e U23 alle 9, a seguire i Campionati Italiani U14 Abbinata vincente tra Sci Club Schilpario e Sci Club Oltre CPA C’era il sole ad accompagnare la prima giornata del weekend tricolore di Schilpario, con il venerdì interamente dedicato ai giovani U14 che si sono contesi i Campionati Italiani di sci di fondo nella disciplina Cross Country Cross. I titoli nazionali sono andati a Stella Giacomelli, figlia d’arte di Guido Giacomelli, grande protagonista dello skialp nei primi anni 2000, e Gabriele Louis Leone, ent (continua)

IL MARMOTTA TROPHY SI TINGE D’AZZURRO. EYDALLIN VINCE, BONNET ROVINA LA FESTA TRICOLORE

IL MARMOTTA TROPHY SI TINGE D’AZZURRO. EYDALLIN VINCE, BONNET ROVINA LA FESTA TRICOLORE
Grande spettacolo in Val Martello per la giornata conclusiva di Coppa del Mondo di skialp Gara ‘Individual’ vinta dall’azzurro Matteo Eydallin e dalla svedese Tove Alexandersson Lo svizzero Bonnet rovina la festa italiana giungendo secondo davanti ad Antonioli, Magnini e Boscacci Vittorie italiane anche per Giulia Murada (U23), Andrea Prandi (U23) e Samantha Bertolina (U20) Il cielo è azzurro sopra la Val Martello… in tutto e per tutto. Gran giornata di scialpinismo in Alto Adige al Trofeo Marmotta, quarta tappa di Coppa del Mondo, con un sole splendente, spuntato proprio nel momento dell’arrivo della prima atleta al traguardo, quasi a voler ‘benedire’ la manifestazione, a riscaldare il percorso nella valle delle fragole, con i più grandi protagonisti della disciplin (continua)

LA ‘SPRINT’ APRE IL MARMOTTA TROPHY. VITTORIA A LIETHA E ALEXANDERSSON, CANCLINI 2°

LA ‘SPRINT’ APRE IL MARMOTTA TROPHY. VITTORIA A LIETHA E ALEXANDERSSON, CANCLINI 2°
Sole e paesaggio da sogno al Marmotta Trophy in Val Martello per la Coppa del Mondo di skialp Gara ‘Sprint’ vinta e dominata da Arno Lietha (Sui) e Tove Alexandersson (Swe) tra i Senior Nicolò Canclini ottimo secondo davanti a Cardona Coll, mentre Fatton e Harrop completano il podio donne Domani alle 9 ‘Individual’ con grande spettacolo e percorsi mozzafiato tra le cime dell’Ortles-Cevedale Un bellissimo sole e un paesaggio da sogno in Val Martello, dove oggi si è svolta la prima giornata di gare del Marmotta Trophy, quarta tappa di Coppa del Mondo di scialpinismo. Al Centro Biathlon ‘Grogg’, nella ‘Sprint’ inaugurale, si sono sfidati i più forti protagonisti della disciplina, con lo svizzero Arno Lietha e la svedese Tove Alexandersson a dettare legge sulle nevi altoatesine. È stata (continua)