Home > Festival > Al musicologo Quirino Principe il Premio Giacomo Casanova 2014

Al musicologo Quirino Principe il Premio Giacomo Casanova 2014

articolo pubblicato da: studioagora | segnala un abuso

Al musicologo Quirino Principe il Premio Giacomo Casanova 2014

Al Castello di Spessa la musica protagonista della XII edizione del Premio, sostenuto fin dalla sua prima edizione da PaliWines e Banca Popolare di Cividale

A Quirino Principe il Premio Giacomo Casanova 2014

Successo del  Sogno di una notte di mezza estate” di William Shakespeare che ha aperto la serata e con cui ha preso il via il Piccolo Festival FVG

In una magica ed elegante serata dedicata alla musica, il  Castello di Spessa di Capriva del Friuli ha fatto da cornice  al Premio Giacomo Casanova e all’applaudita prima del “Sogno di una notte di mezza estate” di William Shakespeare con musiche di Felix Mendelssohn-Bartholdy, che ha fatto da preludio alla premiazione.

Vincitore è stato proclamato Quirino Principe, goriziano, musicologo e critico musicale di fama internazionale. Docente universitario, autore di importanti monografie (fra cui quelle dedicate a Richard Wagner, Richard Strauss e Gustav Mahler), raffinatissimo traduttore (non solo di numerosissimi libretti d’opera, cantate, Lieder e melòloghi, ma anche de Il Signore degli Anelli di Tolkien), Quirino Principe è personaggio di cultura poliedrica, una voce originalissima, indipendente e fuori dal coro nel panorama della cultura europea.

A premiarlo è stato il presidente del Consiglio Regionale Franco Iacop, con il proprietario del Castello Loretto Pali e il vicepresidente della Banca Popolare di Cividale Adriano Luci. Nato nel 2003, il Premio Casanova è un riconoscimento ai grandi protagonisti della cultura italiana e, negli anni scorsi, è stato dedicato  alla letteratura, al cinema, alla lirica. Ideato dall’Associazione culturale Amici di Giacomo Casanova, è stato  sostenuto fin dalla sua prima edizione da PaliWines e dalla Banca Popolare di Cividale, realtà  impegnate a valorizzare il Friuli Venezia Giulia con iniziative di respiro nazionale. Giacomo Casanova soggiornò nel 1773 nel maniero di Spessa e ne apprezzò grandemente i vini, definendoli di “qualità eccellente”: in ricordo di ciò, gli è stato dedicato uno dei grandi vini prodotti oggi dalla cantina del castello, un importante Pinot Nero. E proprio con una magnum di Pinot Nero Casanova è stato simbolicamente premiato Quirino Principe.

Per il terzo anno consecutivo, in occasione del Premio, il Castello di Spessa ha fatto da cornice ad una prima del Piccolo FestivalFVG: applausi convinti sono andati al “Sogno di una notte di mezza estate”,brillantemente introdotto da Rino Alessi. Si è trattato di un’inedita prova attoriale con Maria Sole Mansutti e Luciano Roman - entrambi attori friulani conosciuti per la loro presenza sullo schermo televisivo e cinematografico - che hanno ricreato la magica atmosfera della commedia shakespeariana con le musiche di Felix Mendelssohn-Bartholdy interpretate dall‘Orchestra dell’Accademia Musicale di Schio (Vicenza), dal Piccolo Coro Artemia di Torviscosa diretto dal M° Denis Monte, dal soprano Yasko Fujii, dal mezzosoprano Cecilia Bernini, tutti sotto la guida della bacchetta del M° Eddi De Nadai.

In omaggio al Collio ed ai suoi vini, la serata è stata intervallata da una brillante e piacevole Conversazione enoica: moderata da una delle principali firme del giornalismo enologico italiano Daniele Cernilli, vi hanno preso parte il  corrispondente della prestigiosa rivista Decanter Richard Baudeins, Marco Simonit fondatore dei Preparatori d’Uva e della Scuola Italiana di Potatura della Vite e il noto enologo Gianni Menotti.



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Dedicato alla musica Il Premio Giacomo Casanova 2014


Kate è più comune – ed europea – di quello che si pensa: lo rivela uno studio


Vacanze in famiglia su Viale Giacomo Matteotti 9 Firenze


Viale Giacomo Matteotti 9 Firenze: ponte del 25 aprile


Castello di Spessa – Nuove etichette, tre linee di vini, visite in cantina e a breve una Spa con vinoterapia


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

ASSOCIAZIONE PIZZA TRAMONTI: “Intervenire subito, Made in Italy a rischio”

ASSOCIAZIONE PIZZA TRAMONTI: “Intervenire subito, Made in Italy a rischio”
 CRISI SANITARIA, L’ASSOCIAZIONE PIZZA TRAMONTI CHIEDE DI PARTECIPARE ALLA CABINA DI REGIA DEL GOVERNO La richiesta: “Intervenire subito, Made in Italy a rischio” Tramonti (Sa), 01/04/2020 - L’Associazione Pizza Tramonti non resta inerte al grido di soccorso dei suoi associati e ha chiesto ufficialmente al Governo di creare un tavolo di lavoro affin (continua)

Grido d'allarme dall'Unione Ristoranti del Buon Ricordo

Grido d'allarme dall'Unione Ristoranti del Buon Ricordo
Dai Ristoratori del Buon Ricordo ”Un grido d’allarme”. Eccolo. "Dal quel terribile 22 febbraio 2020 sono oramai trascorsi 38 giorni. Per tantissimi di noi ristoratori da quel momento gli incassi si sono azzerati. La paura ha iniziato a serpeggiare tra i clienti e gli eventi in programma sono stati tutti annullati. Subito abbiamo dovuto mettere il personale in ferie. P (continua)

Nota dell'Unione Ristoranti Buon Ricordo - Covid-19. Anche il Buon Ricordo si ferma

Nota dell'Unione Ristoranti Buon Ricordo  - Covid-19. Anche il Buon Ricordo si ferma
56 anni di storia. 103 professionisti che tengono alta l’immagine della cucina della tradizione italiana nel mondo. Da oggi in Italia siamo ufficialmente chiusi da Decreto. Nella nostra storia non era mai accaduto. Anche il Buon Ricordo si ferma. 56 anni di storia alle spalle, siamo 103 professionisti che tengono alta l’immagine della cucina della tradizione italiana nel mondo. (continua)

La Scuola Italiana di Potatura della Vite avvia i corsi di Dendrochirurgia

La Scuola Italiana di Potatura della Vite avvia i corsi di Dendrochirurgia
 A marzo 2020 in Lombardia, Friuli Venezia Giulia e Toscana Simonit&Sirch hanno messo a punto una tecnica innovativa per salvare i vigneti dal mal d’esca, probabilmente la più grave e diffusa malattia che colpisce le vigne di tutto il mondo, e in particolar modo quelle europee: la dendrochirurgia. Si tratta di un intervento letteralmente “chirurgico” (continua)

Festa delle Donne del Vino, una tavola rotonda a Buttrio con tema portante l’ambiente

Festa delle Donne del Vino, una tavola rotonda a Buttrio con tema portante l’ambiente
Talk Show Donne del Vino FVG Il 5 Marzo 2020 alle 18 l’Associazione Nazionale Le Donne del Vino delegazione del Friuli Venezia Giulia organizza a Buttrio, a Villa di Toppo Florio, la tavola rotonda “I cambiamenti climatici e le ripercussioni in vigna e cantina”, in collaborazione con l’Assessorato all& (continua)