Home > Musica > Chinotto Neri main sponsor di “Ortaccio Jazz Festival”

Chinotto Neri main sponsor di “Ortaccio Jazz Festival”

articolo pubblicato da: public-relations | segnala un abuso

Chinotto Neri main sponsor di “Ortaccio Jazz Festival”

La storica bevanda “Chinotto Neri”, prodotta in Campania e distribuita su tutto il territorio nazionale dalla IBG SpAsostiene e accompagna l’organizzazione della nona edizione di Ortaccio Jazz Festival, un evento che, a partire da giovedì 17 luglio a domenica 20 luglio,  per quattro giorni, porterà a Vasanello (Vt), sul palco di Piazza Ortaccio i più bei nomi della scena jazz italiano.

La rassegna è organizzata dall’Associazione Culturale “Messico e nuvole”, con il patrocinio della Regione Lazio, della Provincia di Viterbo e del Comune di Vasanello.

La manifestazione sarà ad ingresso gratuito e tutte le sere offrirà la possibilità di degustazioni enogastronomiche in piazzetta in attesa dei concerti, nel corso delle quali sarà possibile sorseggiare anche il Chinotto Neri.

Programma

GIOVEDI 17 LUGLIO
Grande concerto d’apertura con Enrico Pieranunzi al pianoforte,  Gabriele Mirabassi al clarinetto e Luca Bulgarelli al contrabbasso. Il  trio, abbastanza eterogeneo per sensibilità, esperienza e cultura musicale  si riunisce per festeggiare la casa discografica Egea, che all’inizio dello  scorso decennio pubblicò l’album Racconti mediterranei un viaggio  musicale dalle sonorità molto raffinate ed evocative. Diversi brani del cd  colpirono l’attenzione del pubblico e tra questi Les Amants, composto da  Enrico Pieranunzi, che diventò a suo modo una hit. Pieranunzi,  Mirabassi e Bulgarelli si riuniranno per dar vita in concerto a Nuovi  Racconti Mediterranei rinnovando così la magia di una musica dalla  particolare intensità narrativa, in equilibrio tra mèlos mediterraneo e  delicate improvvisazioni. In occasione del ventennale dell’Egea, Nuovi  Racconti Mediterranei è diventato un cd che sarà presentato nel corso  dell’edizione 2014 di Ortaccio Jazz festival.

VENERDI 18 LUGLIO
Il festival prosegue con un omaggio a Stan Getz che il giovane  sassofonista Paolo Recchia ha voluto tributare ad un gigante della  musica jazz. Three For Getz è il titolo del progetto in trio con Enrico  Bracco alla chitarra e Nicola Borrelli al contrabbasso. I brani tratti dal  vastissimo repertorio di Stan Getz vengono reinterpretati con originalità  e carattere dai musicisti che brillano per l’affiatamento e la spiccata  sensibilità musicale. Un progetto che potrebbe risultare presuntuoso ma che invece è frutto della curiosità, del desiderio di conoscere e di entrare  in sintonia e in simbiosi con un artista che portò per primo in America  la musica brasiliana, che fu fervido sostenitore della “Bossa Nova” e il  precursore delle contaminazioni tra i generi.

SABATO 19 LUGLIO
Come nella migliore tradizione del festival sabato a tutta orchestra!  Quest’anno ad esibirsi sarà l’ensemble Orchestra Operaia del maestro  Massimo Nunzi, un compositore affermato che dona la possibilità ai  giovani talenti di scrivere e dirigere la sua orchestra. Il progetto nato più  di un anno fa è coraggioso e al tempo stesso figlio dei tempi che  vivivamo. Un laboratorio sperimentale che propone al pubblico musica  libera da logiche commerciali e al di fuori dei circuiti tradizionali e  istituzionali.

DOMENICA 20 LUGLIO
Chiusura del festival di notevole livello. Sul palco dell’OJ uno dei gruppi  che più caratterizza la New Jazz Generation italiana . Insieme a Martux_m  (nome d’arte del compositore, produttore, percussionista,  sperimentatore dell’elettronica e sound designer Maurizio  Martusciello) accompagnato dalla sua Crew, gruppo di lavoro stabile  nato nel 2010 e costituito insieme a Zeno (aka Enzo Varriale) e Kocleo  (aka Gianpasquale Rina), “un collettivo” che ha al suo attivo  collaborazioni di grande prestigio, come quelle con Danilo Rea, Arto Lindsay e Markus Stockhausen, ci saranno il trombettista Fabrizio  Bosso, musicista tra i più noti del panorama jazz internazionale, il  sassofonista Francesco Bearzatti, nominato dall’Académie du Jazz  Français come miglior musicista europeo 2011, e il pianista Paul  Brosseau, grande protagonista della scena nu-jazz francese. “Imagine” è un progetto che nasce da alcune riflessioni sull’attuale condizione umana,  riflessioni amare in quanto disegnate guardando il mondo attraverso le lenti di un testo portatore di speranza che risale a ben 42 anni fa, “Imagine” di John Lennon.

Chinotto Neri | IBG SpA | Rosario Caputo |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Un giugno da bere con gli eventi targati Neri su tutto il territorio nazionale.


73^ Mostra del Cinema di Venezia, tante Star alla Lounge targata Neri


“Chinotto Neri Zero” sale a bordo della Superbike. La bevanda, emblema del “Made in Italy”, sostiene il team “Grillini Racing”


Rosario Caputo: “Chinotto Neri, bevanda gradita ai giovani nel solco della tradizione”. Anche in Toscana ci si diverte bevendo Chinotto Neri


Il Chinotto Neri ritorna alle origini: una sede a Roma per la storica bevanda. Il 25 e 26 novembre la gamma “Neri” protagonista dell’evento “Roma è servita”


Rugby: Azzurri vs All Blacks, con Chin8, Limoncedro, Aranciosa e Gassosa i tifosi saranno “Neri”


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Rosario Caputo (Federconfidi): “Riorganizzazione ed Evoluzione dei Confidi per una nuova cultura del Credito alle Pmi”

Rosario Caputo (Federconfidi): “Riorganizzazione ed Evoluzione dei Confidi  per una nuova cultura del Credito alle Pmi”
  Sono stati due giorni di grande riflessione per il mondo del credito quelli trascorsi a Matera, il 3 e 4 luglio 2019, in occasione dei lavori della Consulta dei Presidenti di Federconfidi – Confindustria, che ha coinvolto autorevoli esponenti del mondo dell’imprenditoria, della finanza e delle istituzioni del nostro Paese, che si sono confrontati sul delicato tema dell’ac (continua)

GA.FI. Bilancio OK e ampliamento del portafoglio attività

GA.FI. Bilancio OK e ampliamento del portafoglio attività
Si è svolta, per i previsti adempimenti annuali, l’Assemblea Generale Ordinaria dei Soci di Garanzia Fidi Scpa, il Confidi presieduto da Rosario Caputo ed iscritto nell’elenco degli Intermediari Finanziari Vigilati da Banca d’Italia ai sensi dell’art. 106 del nuovo Testo Unico Bancario. Nel corso dell’Assemblea, che si è svolta alla presenza di numerose (continua)

Napoli, tutto pronto per la IV edizione del Trofeo Pulcinella. Cento pizzaioli, italiani e stranieri, si sfideranno alla Mostra d’Oltremare il 24 e 25 settembre.

Napoli, tutto pronto per la IV edizione del Trofeo Pulcinella. Cento pizzaioli, italiani e stranieri, si sfideranno alla Mostra d’Oltremare il 24 e 25 settembre.
Partito il conto alla rovescia per il Trofeo Pulcinella, l’attesissima competizione, organizzata dall’Associazione Mani d’Oro, presieduta dal Maestro Pizzaiolo Attilio Albachiara, che, tra il 24 e 25 settembre, per il quarto anno consecutivo, presso la Mostra d’Oltremare di Napoli, vedrà cento pizzaioli, provenienti da diverse parti del mondo, contendersi lo scettro (continua)

Agugiaro&Figna Molini al Bufala Fest con Mora, il gusto integrale del molino più antico d’Italia. Lungomare di Napoli dal 7 al 15 luglio.

Agugiaro&Figna Molini al Bufala Fest con Mora, il gusto integrale del molino più antico d’Italia. Lungomare di Napoli dal 7 al 15 luglio.
Si chiama 'Mora' ed è una farina integrale ottenuta attraverso una particolare macinazione che salvaguarda il germe vitale e le frazioni esterne più nobili del chicco di grano, preservandone tutta l’autenticità delle caratteristiche. Il gusto integrale firmato Agugiaro&Figna Molini incontrerà la tradizione napoletana in occasione di Bufala Fest 2018, l'evento (continua)

“Bufala Fest 2018” è dedicata al #Territorio. Dal 7 al 15 luglio l’evento che promuove e valorizza la filiera bufalina. Chef, Pasticcieri e Pizzaioli in gara con il contest: “I Sapori della Filiera”

“Bufala Fest 2018” è dedicata al #Territorio.  Dal 7 al 15 luglio l’evento che promuove e valorizza la filiera bufalina. Chef, Pasticcieri e Pizzaioli in gara con il contest: “I Sapori della Filiera”
Non solo mozzarella: la bufala diventa gourmet e si trasforma in menù degustazione ideati e cucinati da chef stellati, per incontrare il gusto e la creatività a tavola. Ricette ambiziose, dove carne e altre declinazioni del bufalo si mescolano all’eterogeneità di ingredienti campani a chilometro zero. Le tecniche di cottura di una delle carni più nutrienti esisten (continua)