Home > Ambiente e salute > Argento colloidale: cos'è e come funziona?

Argento colloidale: cos'è e come funziona?

scritto da: Viversano | segnala un abuso

Argento colloidale: cos'è e come funziona?


L'argento colloidale è conosciuto da secoli e utilizzato per le sue proprietà antibatteriche, antifungine e antivirali. Riesce a curare le infezioni dei bronchi, dell'apparato intestinale ed è un ottimo alleato per curare le malattie della pelle come dermatiti o psoriasi.

In passato l'argento colloidale veniva utilizzato anche per fare i saponi e rimuovere brufoli, funghi, o anche solo per la quotidiana detersione.

In commercio oggi si trova in diverse forme, ma la più comune è probabilmente l'argento colloidale ionico.

 

Ma come funziona l'argento colloidale?

L'argento funge da catalizzatore, è in grado cioè di attivare una reazione chimica senza prendervi parte direttamente ne esaurirsi. Una volta entrato in circolo è capace di trasmettere ossigeno attraverso le cellule dell'organismo patogeno soffocandolo.

 

Come si usa?

L'argento può essere assunto in diversi modi. L'assunzione per via orale è forse la più diffusa: basta tenere 20 gocce di argento sotto la lingua per circa un minuto e poi ingoiarle seguite da un bicchiere di acqua. 

Per curare problemi alla pelle è invece consigliabile l'uso esterno, applicandolo direttamente sulla pelle con l'aiuto di una garza.

E' bene però assumere l'argento solo sotto consiglio medico.


Fonte notizia: http://www.viversano.net/salute-benessere/argento-colloidale-proprieta-controindicazioni/


antibatterico | argento colloidale | benessere |



Commenta l'articolo

 
 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Pomodoro: incredibili benefici per un ortaggio molto comune

Pomodoro: incredibili benefici per un ortaggio molto comune
I pomodori sono l'ortaggio più popolare sulle nostre tavole, soprattutto in estate quando i campi ne sono pieni e sono un elemento portante della dieta mediterranea.   I pomodori sono ricchi di acqua, carboidrati, proteine, fibre e grassi. Questo ortaggio è poco calorico: sviluppa circa 20 Kcal per 100 grammi.   Numerose sono anche le vitamine presenti nel pomodoro (continua)

Caduta dei capelli: 2 rimedi naturali per evitarla

Caduta dei capelli: 2 rimedi naturali per evitarla
La perdita dei capelli è un problema sempre più diffuso. Le cause, oltre ai fattori ereditari, sono una cattiva alimentazione, un uno spropositato di gel e altri composti chimici dannosi, lo stress, un fegato impuro e un abuso di farmaci. Fortunatamente però ci sono alcuni rimedi naturali per rinforzare il capello e prevenirne la caduta e di seguito ne elencheremo due.. &nbs (continua)

Carenza di ferro: come prevenirla nella dieta vegetariana

Carenza di ferro: come prevenirla nella dieta vegetariana
Molto spesso si sente dire che chi non mangia carne è a rischio di carenza di ferro. Innanzitutto è bene sapere che il ferro si trova nei cibi in due forme: eme e non eme. Il ferro eme è caratterizzato da una biodisponibilità molto più elevata del ferro non eme, ma si trova solo nella carne.  Il ferro non eme  per essere assorbito dall’organismo (continua)

Cistite: curarla con il mirtillo

Cistite: curarla con il mirtillo
All'origine della cistite c'è spesso un'infiammazione alle basse vie urinarie (vescica e uretra). Nella maggior parte dei casi l'origine è di natura batterica e i germi più coinvolti sono l'Escherichia coli e il Proteus. I principali sintomi della cistite sono: bruciore durante la minzione, bisogno di fare pipì molto spesso, pesantezza al basso ventre. Tra gli alimenti (continua)

Olio di Argan: non solo per la cura della bellezza

Olio di Argan: non solo per la cura della bellezza
L’olio di argan si ottiene dai frutti dell’albero di argan, che si trova principalmente in Marocco. Per avere un litro di olio occorrono tre giorni di lavoro. La limitata disponibilità e la fatica necessaria per ottenerlo lo rendono un prodotto preziosissimo. L'olio di argan è noto soprattutto per le sue proprietà benefiche su pelle e capelli. Ma anche usare l'oli (continua)