Home > Economia e Finanza > Consultazione IVASS: come rispondono gli intermediari?

Consultazione IVASS: come rispondono gli intermediari?

scritto da: Barzo | segnala un abuso


Con l'obiettivo di rinsaldare i requisiti professionali degli intermediari per le assicurazioni, l'IVASS ha iniziato nel 2014 un lavoro di consultazione pubblica atta appunto a disciplinare in maniera esaustiva questa figura professionale. 

Fino ad oggi, infatti, tutto il discorso della formazione si fondava sul Regolamento ufficiale dell'ISVAP 5/2006, Istituto che nel frattempo si è trasformato appunto in IVASS. Il RUI prevede una divisione molto netta fra Obblighi di formazione e di aggiornamento che andiamo a definire. 

Obblighi di formazione 

Per quanto riguarda gli obblighi di formazione previsti dal Regolamento Ufficiale, questi sono appannaggio dei soggetti (intesi come persone fisiche) iscritti al Registro nelle sezioni C ed E e per tutti coloro che lavorano presso i locali degli intermediari di primo livello, ovvero broker, agenti assicurativi ma anche per chi effettua operazioni di intermediazione presso call center.

Broker e agenti afferenti alle sezioni A e B del Registro, invece, possono tralasciare gli obblighi di formazione, in quanto debbono necessariamente superare un test di idoneità al momento dell'iscrizione allo stesso RUI. 

Obblighi di aggiornamento 

Per ciò che concerne invece l'aggiornamento degli intermediari assicurativi, questi riguardano praticamente tutti gli iscritti nelle diverse sezioni del Registro, anche coloro che sono esenti dagli obblighi di formazione precedenti. 

Grazie dunque al lavoro di consultazione effettuato nel corso del 2014, oltre ad unificare le precedenti disposizioni del 2006 con quelle del 2010, sempre in ambito formativo, vengono introdotte anche delle novità. In particolare, per quanto riguarda la formazione ed il successivo aggiornamento dei professionisti, entreranno in vigore delle previsioni che hanno l'obiettivo di innalzare gli standard professionali di coloro che si occupano di distribuire i prodotti.

Questo per fare in modo che la clientela si trovi di fronte degli intermediari in grado di fornire il maggior numero di informazioni sui vari prodotti presenti sul mercato, e allo stesso tempo proteggere lo stesso cliente da eventuali professionisti poco preparati.

La formazione e l'aggiornamento saranno dunque possibili attraverso specifici corsi, flessibili sia in termini di orario che per quanto riguarda la modalità di partecipazione, sia in presenza che a distanza attraverso videoconferenze ed in modalità e-learning.

assicurazioni |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Intermediari assicurativi: pubblicato dall’Ivass il testo aggiornato sul regolamento n. 5/2006


IMIT Control System, oltre 100 anni di esperienza in un blog


Rc auto, attenzione alla truffa: ecco il sito che spilla soldi


Cos'è il RUI? Le ultime novità


Facile.it Partner: 10 eventi sul territorio per incontrare gli intermediari


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Pool party: la festa che hai sempre sognato

  La maggior parte degli adolescenti e dei ragazzi che si avviano a compiere i loro diciotto anni, cominciano a pensare quale sarebbe per loro la festa ideale e fantasticano sulle possibilità che hanno: molti pensano che l’ideale sia un ristorante con gli amici più stretti, altri desiderano un evento che vada al di là e che possa essere indimenticabile. Oggi, vi p (continua)

Link Building: di cosa si tratta?

  Nell'era della globalizzazione il sito web è diventato uno strumento indispensabile per qualsiasi società o azienda. Avere un sito web significa farsi conoscere e farsi apprezzare attraverso tutta una serie di mezzi che migliorano l'immagine della società stessa. Per questo motivo bisogna avere molta cura nella realizzazione siti web, che dovrà rispondere a una (continua)

Equilibratura delle gomme: perchè effettuarla

Per poter garantire un'ottima manutenzione degli pneumatici e di tutti gli elementi relativi al movimento dell'automobile sull'asfalto, bisogna conoscere al meglio le operazioni da compiere. Infatti gli elementi cosiddetti “rotanti” dell'automobile, ovvero lo pneumatico, il cerchio, il mozzo, vengono progettati appunto per ruotare intorno all'asse cercando di ridurre al minimo le vibra (continua)

TFR e cessione del quinto

  Uno dei prestiti che possono essere considerati garantiti completamente o comunque abbassano il rischio di insolvenza del debitore, è la cessione del quinto. Infatti, al momento del contratto, il cliente (dipendente pubblico o privato con contratto, oppure pensionato) mette in gioco, per così dire, il proprio stipendio, in quanto ogni mese viene prelevata la quinta parte dall (continua)

Gestire i rifiuti: c’è qualcuno che se ne occupa

 Nella società caotica di oggi, le nuove tecnologie e la necessità di lavorare, hanno fatto in modo che sorgessero nuovi posti di lavoro. In questo caso però, oltre alle suddette motivazioni, c’è anche la necessità di preservare e migliorare l’ambiente in cui viviamo. Anni e anni di maleducazione ambientale ha prodotto gravi danni proprio all&rsq (continua)