Home > Economia e Finanza > La Classificazione Energetica della casa

La Classificazione Energetica della casa

scritto da: Stampalt | segnala un abuso


Quando si parla di casa, sia che si viva in affitto oppure la si è acquistata, il termine classificazione energetica viene nominato spesso: in molti potrebbero non essere a conoscenza di che cosa si tratti, e sicuramente non conoscono nemmeno a quale classe appartiene la propria abitazione.
Di che cosa si parla quando ci si riferisce alla classificazione energetica della casa?
Essa è un particolare documento che viene compilato da una figura professionale, che prende il nome di redattore, il quale ha il compito di effettuare un sopralluogo di quell'abitazione e prendere in considerazione alcuni dati che riguardano proprio l'abitazione.
Questo documento e operazione vengono effettuate sia quando viene costruita una nuova abitazione, sia quando ci sono lavori di restaurazione o anche quando ci sono dei contribuiti regionali che verranno affidati al proprietario della casa per poter appunto migliorare il livello di classe energetica della sua abitazione.
Quali sono i dati che il redattore, chiamato anche certificatore, deve prendere in considerazione nel momento in cui ha il compito di compilare questo importante documento?
I dati da prendere in considerazione sono ben due: il primo di essi consiste nel controllare quanto gasolio viene consumato annualmente per metro quadro della casa.
Questo dato ovviamente viene preso in considerazione considerando sia il tipo di caldaia, sia per quanto tempo questa viene utilizzata e naturalmente quanto consuma durante tutto il suo periodo d'attività.
La seconda classificazione che invece viene effettuata riguarda il numero di Kilo Watt che vengono consumati annualmente, prendendo in considerazione non solo il consumo della caldaia, ma anche tutte le altre apparecchiature elettriche presenti all'interno della propria abitazione.
Anche in questo caso viene preso in considerazione il numero di metri quadri presenti in quell'abitazione, in maniera tale che sia il consumo di gasolio che quello riguardante la corrente elettrica possano essere equamente distribuiti all'interno dell'abitazione.
Prendendo in considerazione tali dati dunque sarà possibile riuscire a inserire l'abitazione in una delle classi energetiche: la migliore di esse risulta essere la classe A, la quale la si ottiene con un consumo di trenta Kilo Watt annui e meno di tre litri di gasolio.
Segue poi la classe B, dove i consumi salgono rispettivamente a cinquanta Kilo Watt e fino ad un massimo di cinque litri di gasolio consumati per metro quadrato.
La classe più dispendiosa è la classe G, dove i Kilo Watt arrivano a centosessanta ed i litri di gasolio a sedici.
A cosa serve questo controllo?
Esso serve per prima cosa a dare un valore commerciale ideale alla propria casa: minore sarà la classe di consumo alla quale appartiene e maggiore sarà il valore dell'immobile.
Inoltre, essa serve per ridurre i consumi e l'inquinamento, nonché a permettere al proprietario della stessa casa di ottenere degli incentivi abbastanza elevati che di fatto gli permettono di migliorare tutti i vari impianti energetici, e quindi di poter raggiungere la classe di consumo minore, risparmiando anche sui vari costi relativi al consimo di corrente e gasolio.

www.lagazzettaimmobiliare.it


Fonte notizia: http://www.lagazzettaimmobiliare.it/blog/la+classificazione+energetica+della+casa-103


casa | risparmio | economia |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Certificazione energetica cos’è, a cosa serve e come si ottiene


Da marzo nuove classificazioni energetiche per gli elettrodomestici, ma 30 milioni di italiani non lo sanno


Evoluzione semantica nella gestione dei documenti: l’innovativo sistema di classificazione della Camera dei Deputati


Superbonus 110% per una riqualificazione energetica del parco immobiliare nazionale


L'efficienza energetica nelle case in costruzione | Studio Ungheria


EDILIZIA GREEN IN ITALIA: CRESCE L’ECONOMIA E MIGLIORA L’AMBIENTE


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Centri di massaggio: tecniche e benefici

I benefici del massaggio sono riconosciuti sin dall'antichità, già allora veniva utilizzato contro l'affaticamento e il dolore muscolare. Le terapie che sfruttano l'azione benefica dei massaggi sono molte e applicate in vari contesti, come: medicina riabilitativa, cura estetica, medicina sportiva, reumatologia, problematiche vascolari e molto altro. I suoi effetti si propagano non so (continua)

Case vacanza: come e quando prenotare per risparmiare

Soggiornare in case vacanza a Pordenone e Udine è la scelta ideale per godere delle bellezze che queste città hanno da offrire, al massimo del risparmio e in completo comfort. Si tratta di località affascinanti e suggestive, ricche di arte e storia, grazie ai loro antichi palazzi nobiliari e ai classici vicoli medievali che le caratterizzano. Il modo migliore per coglierne a p (continua)

Acquisto casa: periferia o centro città, quali sono i pro ed i contro?

Acquistare una casa è uno dei passi più importanti della nostra vita, soprattutto se decidiamo che quella dovrà essere la nostra abitazione per molto tempo. Ad ogni modo, anche se decidessimo di acquistarla per rivenderla o affittarla, è sempre opportuno considerare diversi fattori prima dell'acquisto. Pertanto, dobbiamo innanzitutto decidere se optare per un immobile i (continua)

Il modo migliore per cercare lavoro: carta stampata oppure il web?

Anche se in Italia la ricerca del lavoro sul web non ha ancora raggiunto i livelli del resto d'Europa, si tratta indubbiamente di un trend in costante crescita. L'usanza tutta italiana di trovare un'occupazione tramite il passaparola di parenti, amici e conoscenti, per non parlare di becera raccomandazione, è stata leggermente attenuata dalla diffusione di Internet e dei portali specializza (continua)

Incontri particolari e voglia di trasgressione tra i giovani

Attualmente, sono moltissime le persone che hanno voglia di trasgressione e di incontri particolari. Questo accade anche nella provincia di Pordenone e Udine, e le ultime statistiche affermano che questo fenomeno è in aumento sopratutto per quanto riguarda i giovani. Naturalmente, si tratta di desideri da non sottovalutare in quanto è giusto non precludersi la possibilità di v (continua)