Home > Sport > VAL DI FIEMME A TUTTO SKI ROLL CON LA CDM, STUERZ E VUERICH COPPIA PERFETTA

VAL DI FIEMME A TUTTO SKI ROLL CON LA CDM, STUERZ E VUERICH COPPIA PERFETTA

scritto da: Newspower | segnala un abuso


La FIS Roller Ski World Cup si è conclusa oggi a Ziano di Fiemme con le Team Sprint

Le trentine Giulia Stürz e Gaia Vuerich trionfano nella gara Senior femminile

Successi per Svezia (Senior Maschile), Russia (Junior Maschile) e Germania (Junior Ladies)

Italiani sul podio anche con Paredi-Noeckler, Giardina-Longon e le gemelle Bolzan

 

 

Non poteva esserci epilogo migliore per la Coppa del Mondo di Ski Roll 2014 che oggi si è conclusa sulle strade trentine della Val di Fiemme. Giulia Stürz e Gaia Vuerich, fiemmesi doc, hanno vinto la Team Sprint andata in scena su di un circuito di 2,4 km che ha “abbracciato” il paese di Ziano. Nell’ultimo dei sei giri in programma il duo azzurro ha portato a termine una bella rimonta sopravanzando la coppia russa formata dalla Grushina e dalla fresca vincitrice di Coppa del Mondo Konohova, mentre il podio è stato completato dalla Svezia con Sömskar-Mohlin. In campo maschile successo per la Svezia di Marcus Johansson, anch’egli vittorioso nel ranking individuale di Coppa del Mondo, e Victor Gustafsson che hanno battuto Russia 1 e gli azzurri Simone Paredi e Dietmar Nockler, terzi. In campo Junior, invece, sono stati i russi Mitin-Nischakov a trionfare davanti alla Svezia e ai nostri Jacopo Giardina e Marco Longon, mentre in campo femminile vittoria in rimonta per le tedesche Rockstroh-Claudi brave ad infilare nell’ultima tornata le gemelle Anna e Lisa Bolzan e Russia 1.

Il sole questa mattina ha illuminato l’ultima giornata di FIS Roller Ski World Cup, per la gioia del pubblico e degli atleti impegnati oggi su di un ring nervoso con una salita tosta ed una ripida (per gli ski roll) discesa vivacizzando Ziano, terra di fondisti DOC. Le staffette erano a coppie, con le categorie Junior e donne Senior ad affrontare sei giri del circuito, mentre per gli uomini Senior le tornate da affrontare erano ben 5+5.

La giornata di gare si è aperta con la Junior femminile dove la coppia di Russia 1 (Lipatova-Letucheva) ha iniziato a menare le danze sin dalle prime tornate. A scambiarsi le posizioni con le russe c’erano anche le gemelle trevisane Anna e Lisa Bolzan, Russia 2 e le tedesche Rockstroh-Claudi, sempre guardinghe in scia delle prime. All’inizio dell’ultimo giro l’oro sembrava dover essere un affare fra russe e italiane, ma nello sprint finale il capolavoro di Kira Claudi ha portato la vittoria alla Germania davanti alle Bolzan e Russia 1, bronzo. Nemmeno il tempo di festeggiare e scattare le foto di rito che ha preso il via la gara Senior, dove il tifo era tutto per la coppia “interforze” di casa formata dalla poliziotta di Tesero Giulia Stürz e dalla carabiniera Gaia Vuerich. Gruppo compatto nei primi giri con Stürz/Vuerich protagoniste assieme a Russia 1, poi a partire da metà gara davanti sono spuntate anche le forti svedesi Sömskar-Mohlin che sono transitate in testa all’ultimo passaggio con qualche decina di metri di vantaggio sulle azzurre e su Russia 1. Nell’ultimo giro è salita in cattedra Gaia Vuerich che con una entusiasmante rimonta è riuscita a vincere davanti a Russia 1 (Grushina-Konohova) e alle svedesi che hanno pagato nel finale il forcing dei giri precedenti. Tanta soddisfazione al traguardo per le due atlete di casa, contente e soddisfatte di aver vinto la prova su cui puntavano di più. “Tenevamo tanto a questa vittoria, oltre a correre in casa, la staffetta è un format di gara che ci piace parecchio e ci crea tanti stimoli, soprattutto perché oggi abbiamo corso contro gli stranieri. Il percorso era bello e divertente: l’anno prossimo ai Mondiali sarà proprio un bello spettacolo”.

Dopo la festa fiemmese è stato il turno degli uomini Junior, con i russi Mitin-Nischakov mattatori, davanti alla coppia svedese Fredriksson-Busqvist, distanziata di 3’’29, e alla coppia azzurra formata dal padovano Jacopo Giardina e dal montebellunese Marco Longon, terzi a 5’’03. Gli azzurri sono stati protagonisti della gara assieme anche all’altro duo italiano Mosele/Becchis e a Russia 2, con cui nelle prime fasi si sono spesso scambiati posizioni.

L’ultima prova di giornata era la staffetta maschile senior, con gli atleti impegnati in ben 10 giri di percorso. Dopo un’iniziale fase di studio sono state sette le squadre a prendere il comando delle operazioni, Svezia, Russia 1, Russia 2, Francia e ben tre coppie azzurre con Nöckler-Paredi, Bonaldi-Becchis e Tiraboschi-Sbabo sempre lì davanti. La staffetta si è decisa nel corso degli ultimi tre giri quando gli svedesi Johansson-Gustafsson, Russia 1 e gli azzurri Simone Paredi e Dietmar Nöckler sono riusciti a scavare un solco incolmabile per il resto della concorrenza. Nel penultimo giro Johansson ha imposto un ritmo forsennato che solo Russia 1 è riuscita a tenere, mentre gli italiani scivolavano indietro e all’ultimo passaggio dovevano dire addio alla lotta per l’oro e accontentarsi del bronzo. Gustafsson, poi, ha completato l’opera superando allo sprint finale il russo Filippov. Sergio Bonaldi e Emanuele Becchis hanno chiuso al 5° posto con Tiraboschi-Sbabo settimi al traguardo.

La giornata si è conclusa con le cerimonie di premiazione nella piazza principale di Ziano di Fiemme, dove sono stati anche incoronati i vincitori assoluti delle classifiche individuali di FIS Roller Ski World Cup 2014. Marcus Johansson (SWE) ha vinto la Coppa del Mondo Senior davanti agli azzurri Berlanda e Paredi, mentre in campo femminile si è imposta Ksenia Konohova (RUS) con i russi primi anche nei ranking Junior con Andrey Nischakov e Olga Letucheva.

La tre giorni di FIS Roller Ski World Cup, organizzata da Nordic Ski Fiemme, è stata un test perfettamente riuscito in vista dei Campionati del Mondo di Ski Roll 2015 che si disputeranno l’anno prossimo, sempre in Val di Fiemme.

Info: www.fiemmeworldcup.com

 

Download immagini TV:

www.broadcaster.it

 

Classifica Team Sprint:

 

Junior Ladies

1. GER - ROCKSTROH Anna, CLAUDI Kira 26:18.59; 2. ITA - Bolzan Anna, Bolzan Lisa 26:19.73; 3. RUS - LIPATOVA Alena, LETUCHEVA Olga 26:20.48

 

Junior Men

1. RUS - MITIN Alexey, NISCHAKOV Andrey 22:42.42; 2. SWE - FREDRIKSSON Marcus, BUSKQVIST Alfred 22:45.71; 3. ITA - GIARDINA Jacopo, LONGON Marco 22:47.45

 

Senior Ladies

1. ITA - STUERZ Giulia, VUERICH Gaia 25:07.81; 2. RUS - GRUSHINA Anna, KONOHOVA Ksenia 25:08.39; 3. SWE - SOEMSKAR Linn, MOHLIN Elin 25:10.20

 

Senior Men

1. SWE - JOHANSSON Marcus, GUSTAFSSON Victor 37:21.10; 2. RUS - PLOSKONOSOV Dmitriy, FILIPPOV Alexander 37:22.73; 3. ITA - PAREDI Simone, NOECKLER Dietmar 37:32.67

 



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

PREMONDIALI, SALTO E COMBINATA IN VAL DI FIEMME. DA VENERDÌ CINQUE GARE DI COPPA DEL MONDO


TEAM SPRINT TRICOLORE PIENA DI ENERGIA IN PRIMIERO: ORO PER VUERICH-RONCARI E PELLEGRINO-NÖCKLER


SETTEMBRE IRIDATO IN VAL DI FIEMME, CAMPIONATI DEL MONDO DI SKI ROLL ALL’ORIZZONTE


VAL DI FIEMME A TUTTO SKI ROLL, CAMPIONATI DEL MONDO DA VIVERE A SETTEMBRE


TUTTA LA VAL DI FIEMME SPINGE SUGLI SKI ROLL, VOLONTARI ALL’OPERA PER I CAMPIONATI DEL MONDO


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

SI AVVICINA IL ROCK MASTER DI ARCO: DA OGGI LA SCALATA ONLINE PER I BIGLIETTI

SI AVVICINA IL ROCK MASTER DI ARCO: DA OGGI LA SCALATA ONLINE PER I BIGLIETTI
Venerdì 29 luglio full-day di gare al Climbing Stadium di Arco Da oggi sono disponibili online i biglietti per il 35° Rock Master Ingresso giornaliero o serale per assistere al KO Boulder e al Duello Lead La grande festa del climbing con i campioni del momento A fine mese andrà in scena l’evento storico che da 35 anni continua ad essere “in auge” nel panorama internazionale del climbing. Il Rock Master è diventato un appuntamento fisso per molti appassionati scalatori che ogni anno affollano il Climbing Stadium di Arco, in Trentino, per gustarsi le adrenaliniche mosse e i sinuosi movimenti dei climbers più forti del momento. Finalmente è arrivato il fat (continua)

UNA “MYTHOS” DALLE MILLE SORPRESE. SETTEMBRE, BIKERS IN VALLE DI PRIMIERO

 UNA “MYTHOS” DALLE MILLE SORPRESE. SETTEMBRE, BIKERS IN VALLE DI PRIMIERO
La 2.a Mythos Primiero Dolomiti fa già sognare i bikers Domenica 11 settembre “mode” Marathon, Classic o Easy La Mythos sarà gara indicativa per il CT della Nazionale mtb Massimo Debertolis svela qualche anticipazione Heroes for a day, Mythos forever. Archiviato con successo l’evento “Mythos” in versione gravel, la società Pedali di Marca ha ora nel mirino la seconda edizione della Mythos Primiero Dolomiti, questa volta in sella alla mtb. Location vincente non si cambia e l’11 settembre si pedalerà nell’atmosfera d’incanto della Valle di Primiero, al confine tra Trentino-Alto Adige e Veneto. La Mythos Primiero (continua)

1500 TRA PRIMIERO E LE PALE DI SAN MARTINO. CAPPONI E LUNA MARATONETI DOLOMITICI

1500 TRA PRIMIERO E LE PALE DI SAN MARTINO. CAPPONI E LUNA MARATONETI DOLOMITICI
Successo della 7.a Primiero Dolomiti Marathon Thomas Capponi controlla e poi fugge. Silvia Luna allunga nel finale La 26K appannaggio di Roberto Cassol e Anna Caglio, la 16K a Loss e Misconel L’US Primiero raccoglie consensi e complimenti, una giornata da incorniciare C’era un cielo terso col sole splendente questa mattina, a baciare i 1500 runners che hanno animato la scoppiettante 7.a Primiero Dolomiti Marathon. Sì, perché non si è trattato semplicemente di una gara podistica, ma di una grande festa per bambini, adulti e famiglie provenienti da tutt’Italia e non solo. Ben quattro i percorsi tecnici, veloci e divertenti ricavati nell’accogliente Valle di Primi (continua)

ARRIVA LA 5.a STELVIO MARATHON: IL 23 LUGLIO SI CORRE IN ALTA QUOTA

ARRIVA LA 5.a STELVIO MARATHON: IL 23 LUGLIO SI CORRE IN ALTA QUOTA
Save the date: sabato 23 luglio la scalata al Passo dello Stelvio Già 12 nazioni iscritte per la 5.a edizione della gara podistica in alta quota Una ‘direttissima’ di 21 km e 2100m/dsl nel cuore del Parco Nazionale dello Stelvio Spettacolo della natura tra flora e fauna in compagnia del Gruppo Ortles Il festival estivo di corsa in montagna si chiama Stelvio Marathon, pronto ad andare in scena sabato 23 luglio. Sarà una sfida contro il tempo alla conquista, dopo 21 km e 2100m di dislivello nel bel mezzo della natura, del gigante alpino: il Passo dello Stelvio. Il percorso ricalcherà quello della scorsa edizione con la partenza a Prato allo Stelvio, in Alto Adige, a 915m nel cuore del celebre Pa (continua)

4 SERATE PER SCOVARE LA SOREGHINA 2023. CEDE LA CORONA L’EX “FIGLIA DEL SOL” ZORZI

4 SERATE PER SCOVARE LA SOREGHINA 2023. CEDE LA CORONA L’EX “FIGLIA DEL SOL” ZORZI
Marcialonga e Miss Italia alla ricerca della nuova “Figlia del Sol” A Pieve Tesino, Canazei, Pinzolo e a Scena si assegneranno le 4 fasce Miss Soreghina Il 13 agosto a Moena verrà incoronata la Soreghina 2023 Lascerà il posto la solare 21enne di Panchià Silvia Zorzi Inizia a luglio la ricerca per la nuova “Figlia del Sol”, la principessa sportiva che sarà l’ambasciatrice di Marcialonga nelle sue tre discipline. Per il 50° anniversario della ski-marathon, unica nel suo genere e apprezzata dai fondisti di tutto il mondo, il solido comitato vuole lasciare tutti a bocca aperta. “Chi si ferma è perduto” recitava il comico Totò, e Marcialonga quest’anno apre le por (continua)