Home > Spettacoli e TV > Antonio Preziosi, "Radiocronaca di una crisi”, vizi e virtù di una professione

Antonio Preziosi, "Radiocronaca di una crisi”, vizi e virtù di una professione

articolo pubblicato da: AssoGenerici | segnala un abuso

 L’informazione, uno strumento sempre più importante, in modo particolare per raccontare l’Italia e l’Europa della crisi. Un’analisi per capire il peso dei media in campo economico e per fornire gli strumenti utili a superare la crisi. In “Radiocronaca di una crisi”, di Antonio Preziosi, vizi e virtù di una professione che si propone di raccontare i fatti in modo chiaro e completo, in grado di condizionare i comportamenti sociali.

Antonio Preziosi Radiocronaca di una crisi

Qual è il ruolo giocato dall’informazione negli ultimi anni? È questa la domanda da cui si parte per capire il peso dei media in campo economico. Vizi e virtù di una professione che si propone di raccontare i fatti in modo chiaro e completo, in grado di condizionare i comportamenti sociali.

Se l’occhio di bue dell’informazione non avesse illuminato la crisi e non l’avesse spiegata ad ogni cittadino, questa sarebbe finita nell’oblio e diventata ancora più drammatica e pericolosa. L’informazione è dunque anche e soprattutto uno strumento di alfabetizzazione per rendere consapevoli i cittadini e i loro comportamenti.

Offrire la “cassetta degli attrezzi” per comprendere e utilizzare le misure che possono aiutare a superare la crisi significa incidere sulla realtà, sul passaggio dalla crisi finanziaria alla ripresa economica. Un’analisi che ci porta verso una nuova Europa: riorganizzazione della politica, della pubblica amministrazione, del bilancio dello Stato, delle attività produttive pubbliche e private e soprattutto di un sistema di Welfare “europeo” che non viva l’interesse nazionale come un limite.

Un’agenda politica che supera i confini nazionali e che scavalcando le barriere delle ideologie guarda davvero al bene comune di tutti. “Radiocronaca di un crisi”, di Antonio Preziosi, con la premessa di Antonio Catricalà e la prefazione di Alberto Quadrio Curzio.

Il ruolo dell’informazione negli anni della crisi_480

Antonio Preziosi è un giornalista italiano. E’ stato direttore di Rai Radio Uno e del GR Rai.

FONTEEri Rai

Antonio Preziosi | Preziosi direttore | Antonio Preziosi Rai |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Preziosi Radio Rai "Radiocronaca di una crisi "a colpi di Latino


Preziosi direttore Radio1: "Radio è strumento moderno che non teme concorrenza digitale"


Preziosi direttore Rai, "Lavoro a una radio per tutta l'Europa"


Preziosi Rai Radio Uno riceve il Premio Maratea Moda


Preziosi direttore Rai: Internet e la comunicazione nel terzo millennio


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Stesso autore

AssoGenerici: la sorpresa di Pasqua non può essere un ulteriore taglio alla farmaceutica

 “Ancora una volta, si senta parlare di manovre una tantum che hanno dimostrato avere effetti di beve termine sulla spesa, ma distruttivi sul ciclo economico di un settore come quello del farmaco, che ancora oggi è una delle colonne della ripresa economica” sono queste le parole con cui il presidente di AssoGenerici, Enrique Hausermann commenta le indiscrezioni su un nuovo (continua)

European Generic Association Codice condotta per generico e biosimilare

 “L’industria del generico e del biosimilare” dichiara il direttore generale dell’EGA, Adrian van den Hoven “ha mantenuto il suo impegno nei confronti dei Principi adottati dalla Commissione Europea sviluppando e implementando un codice etico dell’industria realmente capace di regolare al meglio i rapporti con tutta la comunità dell’healthcare& (continua)

AssoGenerici: se i tagli si applicano meccanicamente è inutile parlare di tavoli di settore

 La regionalizzazione della sanità non sembra aver prodotto il principale risultato atteso, “cioè la programmazione della spesa in base alle effettive necessità del territorio amministrato, anche intervenendo sulle risorse destinate ad altri settori. Qui invece è stato fatto esattamente l’opposto”. Lo afferma il presidente AssoGenerici, Enrique H& (continua)

​Tagliare il Fondo sanitario è una vecchia ricetta improduttiva

 Il presidente di AssoGenerici, Enrique Häusermann torna a pronunciarsi su quello che si preannuncia come “un taglio lineare della spesa sanitaria” operato dalle Regioni italiane, a fronte dell’esigenza di riduzione dei bilanci: continua ad esser “la filiera (farmaceutica) a pagare il superamento di tetti di spesa sempre meno realistici, ma questa dinamica sta div (continua)

Gruppo Rem Pietro Lucchese Afforestazione e BECCS Per Ridurre Emissioni Gas Serra

 Riscaldamento globale, secondo un recente rapporto delle Nazioni Unite, sembra che restino solo pochi anni per intervenire sul riscaldamento globale e rallentarne gli effetti più devastanti. Molte delle iniziative proposte prevedono di tagliare le emissioni nelle prime decadi a venire. Secondo Pietro Lucchese, CEO del Gruppo REM: “Ci sono due tecnologie promettenti: la (continua)