Home > Ambiente e salute > #versoParigi2015 su Rinnovabili.it la piazza per il dibattito sul clima

#versoParigi2015 su Rinnovabili.it la piazza per il dibattito sul clima

scritto da: RinnovabiliIT | segnala un abuso


 Il nuovo progetto di comunicazione è stato creato da Rinnovabili.it, in collaborazione con le tre associazioni ambientaliste Greenpeace Italia, Legambiente e WWF Italia

Obiettivo: costruire “un serbatoio di riflessioni e di contenuti”  da mettere a disposizione del lavoro preparativo alla COP21 sui cambiamenti climatici

#versoParigi2015 Rinnovabili.it_600

Creare uno spazio indipendente in cui affrontare a 360 gradi il dibattito climatico e disegnare il percorso che porterà l’Italia a prendere una posizione definitiva all’interno dei negoziati internazionali sui cambiamenti climatici. Con questo obiettivo nasce #versoParigi2015, il nuovo progetto di comunicazione e informazione creato da Rinnovabili.it, il quotidiano sulla sostenibilità ambientale diretto da Mauro Spagnolo, in collaborazione con le tre associazioni storiche dell’ambientalismo italiano, Greenpeace Italia, Legambiente e WWF Italia. Attraverso una sezione dedicata sulle pagine di Rinnovabili.it (http://www.rinnovabili.it/versoparigi2015) e quelle dei principali social network, #versoParigi2015 creerà una stanza virtuale dove dar corpo a una dibattito indipendente sui temi come il riscaldamento globale, la mitigazione, l’adattamento e la finanza climatica, tenendo un occhio fisso verso quello che sarà l’appuntamento ambientale più importante per le sorti del Pianeta. Parliamo della 21esima Conferenza delle Parti sui cambiamenti climatici di Parigi 2015, il più atteso di una serie di vertici internazionali che sotto l’egida dell’Onu annualmente analizzano e strutturano i progressi mondiali nell’affrontare le emissioni climalteranti e la crescita della temperatura mondiale.

Nonostante i pochi risultati raggiunti lo scorso anno a Varsavia dalla COP19, in termini di raggiungimento di accordi e impegni che coinvolgano l’intera comunità internazionale, il processo negoziale non si è interrotto e le Parti sono ancora in tempo per prendere le decisioni nei tempi e nei modi indicati dall’Intergovernmental Panel on Climate Change (IPCC) delle Nazioni Unite. In tal senso il termine ultimo è fissato per il 2015 quando, a Parigi, i delegati della COP 21 dovranno raggiungere un nuovo accordo globale legalmente vincolante che possa subentrare alla piattaforma di Kyoto dal 2020.

#versoParigi2015 cambiamenti climatici

In questo contesto, spiega Spagnolo – “#versoParigi2015 cercherà non solo di costruire “un serbatoio di riflessioni e di contenuti” da mettere a disposizione del lavoro preparativo alla Conferenza francese, ma cercherà anche di avvicinare il grande pubblico a quelle che, ancora per molti, sono solo tematiche astratte”. Attraverso il progetto ci si propone inoltre di stimolare la politica a un’adeguata preparazione all’evento, soprattutto in considerazione del ruolo che avrà l’Italia nel suo semestre di presidenza UE, alla conferenza sul clima di Lima alla fine di quest’anno.

“La piattaforma #versoParigi2015 rappresenta uno spazio informativo prezioso, dove far finalmente incontrare tutti gli attori coinvolti nel dibattito sul clima, ma soprattutto servirà a mobilitare i cittadini sull’importanza del raggiungimento di un accordo globale ambizioso e giusto nella prossima conferenza di Parigi”, aggiunge Vittorio Cogliati Dezza, Presidente di Legambiente. “A tal fine è importante che il governo italiano, al prossimo consiglio europeo che si terrà a Bruxelles il 23 e 24 ottobre, lavori ad un accordo politico sul pacchetto clima-energia 2030, in grado di consentire all’Europa di giocare un ruolo di leadership nei negoziati da qui a Parigi”.

Su quella che oggi è a tutti gli effetti la più ardua minaccia che l’umanità abbia mai affrontato, “quel che manca – ricorda Mariagrazia Midulla Responsabile Clima ed Energia WWF Italia – è la capacità di visione e di leadership dei governi, in un drammatico circolo vizioso di debolezza e furbizia che aumenta la sfiducia dei cittadini. Il WWF aderisce volentieri all’iniziativa di Rinnovabili.it che contribuisce a costruire la base più importante per l’accordo globale sul clima, la cultura del mondo a emissioni zero e della solidarietà tra le persone e gli Stati: maggiore sarà la conoscenza e la coscienza, più difficile sarà per tutti fuggire dalle proprie responsabilità”.

“Anche se qualche timido segnale di cambiamento c’è, – conclude Giuseppe Onufrio, Direttore Esecutivo Greenpeace – siamo ancora assai lontani da un accordo globale. Da oggi alla Conferenza di Parigi dovremo far di tutto per crearne le condizioni. E’ forse l’ultima occasione utile”.

L’iniziativa è aperta a scienziati, Istituti di ricerca, politici, amministratori, associazioni ambientaliste, associazioni di settore, testimoni di best practies e di nuovi stili di vita, giornalisti scientifici, comunicatori, rappresentanti sociali, sindacati così come a filosofi, antropologi e rappresentanti del mondo della cultura (arte, musica, cinema). Oltre ad una pagina web dedicata, il dibattito prenderà corpo anche sui social network, identificato dall’hashtag #versoParigi2015.

Rinnovabili.it – Il quotidiano web della sostenibilità, dell’efficienza energetica e dell’uso delle fonti rinnovabili. Ogni giorno fornisce un attento servizio informativo dalle più autorevoli fonti nazionali ed internazionali, oltre che commenti e inchieste di grandi firme del giornalismo e del mondo scientifico Italiano. Appena rinnovato nella veste grafica, nei contenuti e nella multimedialità, il quotidiano è suddiviso in 12 sezioni tematiche (Ambiente, Energia, GreenBuilding, SmartCity, Mobilità, Ecodesign, Re-Auto, Innovazione, Cultura, GreenEconomy, Econormativa ed Eventi) oltre a 16 Blog monografici e 3 newsletter settimanali.

Rinnovabili-it_Logo240x64

FonteRinnovabili.it

Ufficio stampa Rinnovabili.it
ufficiostampa@rinnovabili.it
0686211947
www.rinnovabili.it

#versoParigi2015 | Rinnovabili it | COP21 cambiamenti climatici | Parigi 2015 | COP 21 |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

CMP presenta la sua Heritage Ski Capsule ispirata a Mondrian


Jeffrey Sachs Video intervista ai microfoni di Rinnovabili.it


Rinnovabili.it: in diretta First Siena Solutions Conference #MEDSOL13


Spagnolo / Zingaretti: I plus ambientali della regione Lazio


IMIT Control System, oltre 100 anni di esperienza in un blog


Rinnovabili.it Mobile 24 h di sostenibilità touchscreen


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Eni CNR: Ricerca scientifica, trasferimento tecnologico ed innovazione

Eni CNR: Ricerca scientifica, trasferimento tecnologico ed innovazione
Quattro centri di ricerca congiunti nel Sud Italia ed un programma che coinvolge giovani ricercatrici e ricercatori per un investimento complessivo da 22mln di euro: è la partnership Eni-CNR votata all’innovazione   Ricerca scientifica, trasferimento tecnologico ed innovazione, in sinergia con le risorse del Mezzogiorno: queste le ambizioni del sodalizio tra Eni ed il Consiglio (continua)

CappottoMio Eni, per la riqualificazione energetica del patrimonio edilizio nazionale

CappottoMio Eni, per la riqualificazione energetica del patrimonio edilizio nazionale
 Diminuisce la bolletta, aumenta il comfort e la sicurezza: è il servizio CappottoMio di Eni gas e luce finalizzato alla riqualificazione energetica degli edifici condominiali in grado di ridurre i consumi energetici del 30-50% Una soluzione tecnologica efficace ed efficiente per ridurre le dispersioni termiche degli immobili condominiali: in una sola parola, Cap (continua)

Energia dal mare, il progetto Eni a largo di Ravenna

Energia dal mare, il progetto Eni a largo di Ravenna
Il progetto pilota Inertial Sea Wave Energy Converter realizzato da Eni con il Politecnico di Torino (PoliTO) e Wave for Energy (spin-off del PoliTO) avvicina al mercato la tecnologia per produrre energia dal mare   L’Inertial Sea Wave Energy Converter – Credit: Eni La sostenibilità per la produzione di energia è diventata nell’ultimo periodo una delle p (continua)

Eni fotovoltaico organico, nel Centro ricerche Eni di Novara

Eni fotovoltaico organico, nel Centro ricerche Eni di Novara
 Dal Centro Ricerca Eni per le Energie Rinnovabili e l’Ambiente di Novara al MIT di Cambridge passando per il finlandese VTT: viaggio lungo strada dell’innovazione per il fotovoltaico organico Leggero, flessibile, economico, personalizzabile e a basso impatto: sulla carta il fotovoltaico organico (Organic PhotoVoltaics – OPV) ha caratteristiche invidiabili. E no (continua)

Rinnovabili.it presenta Fingreen specialista del Risparmio Energetico in Trentino

Rinnovabili.it presenta Fingreen specialista del Risparmio Energetico in Trentino
 Fingreen è un’azienda del Trentino Alto Adige specializzata in impiantistica per le energie rinnovabili, con una particolare qualificazione nel risparmio energetico e nell’efficientamento. Il marchio Fingreen è una garanzia di qualità e competenza: l’azienda si avvale di oltre 15 anni di lavoro nella strutturazione di impianti e sist (continua)